Jump to content

spotter

Membri
  • Content Count

    22
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by spotter

  1. Primo ordine per il drone Piaggio. 6 velivoli in configurazione ISR (quindi disarmati) e 3 ground control station ordinate dall'AMI. Come gap-filler in attesa di qualcosa di più strutturato a livello europeo è un acquisto secondo me sensato e permette anche alla Piaggio di respirare un pochino.
  2. Premesso che la blindatura protegge soprattutto l'equipaggio e, parzialmente, le parti vitali del velivolo possiamo affermare in sicurezza che le armi leggere non sono un problema per il mangusta, in a-stan è stato spesso oggetto di fuoco di questo tipo e ha sempre portato a termine la missione senza alcun problema. Le blindature teoricamente reggono fino al cal 12,7, anche se ovviamente molto dipende dalla distanza da cui si spara, da quante volte viene colpito e in che parti. I cannoni da 23mm invece per il mangusta sono letali. Ecco un'esempio reale...
  3. concordo, per quanto poco osservabile rispetto ad esempio a un Tornado non si può certo dire che il Rafale sia stealth...
  4. In effetti me lo chiedevo anche io... perchè mettere a disposizione degli F-16 vecchiotti (anche se più che sufficienti per il ruolo che devono svolgere) quando si hanno a disposizione delle macchine ben più prestanti quali gli EFA? Suppondo non tanto questioni di maturità ma una scelta dettata da ragioni economiche e pratiche. E forse infatti sensato risparmiare ore ai nostri aerei e sfruttare finchè i termini di leasing ce lo consentono il buon vecchio falcon.
  5. Secondo me non è un bellissimo segnale riguardo alla versione B. Intanto un piccola fetta di C, poi magari maggiore, così alla fine se si cancella il B la pillola è comunque stata intanto indorata perbene. Il problema per l'Italia sarebbe non da poco però. Senza f-35 B il problema di che fare con la Cavour si riproporrebbe... Non resta che aspettare e sperare.
  6. genio questo Augusto Di Stanilao, le sue parole dimostrano che non sapeva nemmeno di cosa stava parlando. Che l'F-35 costerà molto ci costerà molto si era capito da tempo... Ma è un progetto importante per l'Italia e per l'occidente in genere al fine di restare al passo con i tempi e per acquisire importanti tecnologie e un know how che avrà ricadute importanti in molti settori.
  7. Esatto, le blindature hanno un senso su aerei come a-10 o al limite un su amx (che è nato proprio per il cas anche se oggi lo si impiega soprattutto da quote medie). L'EFA nasce per tutt'altro anche se grazie al munizionamento di precisione comunque può comunque essere impiegato in missioni di appoggio tattico. Ma di farlo volare a bassa quota tra le montagne afgane gli inglesi non ci pensano proprio (perchè rischiare quando puoi fare le stesse cose in tutta sicurezza?)
  8. Typhoon appesantiti per metterci blindature? Non avrebbe senso, non è un aereo da appoggio tattico. Sa di bufala anche a me...
  9. Fantapolitica a parte, non credo che la Germania arriverà mai ad equipaggiarsi con il T-50. Sarei più curioso di sapere invece a che pensa la Francia per il dopo-Rafale: sviluppare autonomamente un caccia di 5a o 5,5 generazione è impensabile e il neuron nasce esclusivamente come ucav d'attacco.
  10. Dici bene, non bastano le stive per rendere stealth un EFA, bisognerebbe modificarlo radicalmente e probabilmente verrebbe a costare come progettare da 0 un nuovo caccia (che è l'unico modo per fare un vero salto di qualità) Penso proprio che il primo stealth europeo sarà proprio il neuron.
  11. grazie flaggy, sei il fantasista del forum che sblocca la partita quando sembra esserci una situazione di stallo
  12. Il problema è proprio questo, qui le pale sono certamente 4...
  13. Scusa l'intromissione super64des ma io non ho mai sentito parlare dell'intenational in versione quadripala... Dove si può recuperare questa info? Comunque è un'osservazione molto interessante e credo anche giusta perchè mi ricordo che all'inizio degli anni 90 era già stata sviluppata una versione international che però non ha avuto alcun successo a livello di export (a parte le attuali versioni per la turchia) forse le foto si riferiscono a quella versione. Grazie! Per l'hellifire ti quoto in pieno, hai precisato anche un particolare importante, quello della sola guida semi attiva... In effetti dotarsi di un missile così potente ma poterlo utilizzare solo in versione semi-attiva da molti pochi vantaggi rispetto ai costi che si vanno ad affrontare se non si cambia anche sight unit (a che costo però!). Penso che l'AVES abbia fatto bene ad sposare l'attuale linea di pensiero del toplite + spike. Alla faccia! Bello sto forum!
  14. Per AP mi riferivo all'Apache che come sappiamo nelle ultime versioni è dotato di radar longbow. Il mangusta nasce come progetto(alla fine degli anni 70, quindi durante la guerra fredda) come elicottero d'attacco (per fronteggiare eventuali carri provenienti da est) ma ora si è trasformato in un mezzo polivalente, capace di ben bilanciare economicità d'ultilzzo, potenza di fuoco e capacità di sopravvivenza. In grado di svolgere benissiomo anche missioni di scorta ed esplorazione. L'hellfire è entrato in servizio a metà degli anni '80 e penso che all'inizio non sia stato scelto per ragioni prettamente economiche come hai detto. Poi, con la fine della guerra fredda, la sua missione anti-tank ha perso importanza e anche un'eventuale integrazione con l'hellfire è passato in 2o piano. Comunque ripeto che tecnicamente è possibile, il mangusta all'estero viene offerto anche con gli hellfire volendo. E' verissimo che un missile fire and forget farebbe comodo, infatti l'EI si sta dotando degli spike che finalmente sopperiranno a questa mancanza (pur mantenendo i costi ben al di sotto di quelli di un hellfire). Credo si sia agito bene, lo spike è più leggero ed è adattattissimo a colpire con precisione contenendo il più possibile eventuali danni collaterali. Per il tipo di teatri in cui è chiamato ad agire attualmente, al mangusta non manca nulla di cui l'apache sia dotato, a parte forse il raggio d'azione. Quello della foto è sicuramente un prototipo del mangusta CTB: lo si riconosce dall'elica quadripala come hai detto bene, inolte sicuramente la torretta non è la Lucas da 12,9 mm che è monocanna (era stato proposto in quella versione nel progetto iniziale, poi si è rinunciato alla torretta), però quella di ora da 20mm ha il serbatoio di colpi sul suo fianco sx ed è ovviamente alimentata da quel lato mentre il mangusta in foto ha l'alimentazione sul lato opposto e non presenta serbatoi esterni. Inoltre, più banalmente, la colorazione è quella vecchia, ora il mangusta è più scuro perchè molto più adatto ad operare anche di notte, grazie ai nuovi visori. Con ogni probabilità hanno installato ogni armamento compatibile per fare dei test. O più probabilmente per impressionare la stampa.
  15. Quello di vedere attraverso l'aereo è un caratteristica molto importante per l'F-35 poichè, soprattutto nel B (sempre se si farà...) la visibilità posteriore è molto limitata (con tutto quello che ne consegue) Nell'EFA invece il seggiolino ha una posizione molto buona e il pilota riesce a controllare bene tutto l'orizzonte. Ovviamente tutto sembra superfluo finchè non si deve guardare indietro e in basso, ma ovviamente questo vale per tutti gli aerei, per tutti gli aerei costruiti fino ad oggi. L'F-35, arrivando dopo, ha potuto implementare tecnologie non pensabili ma soprattutto non richieste per un typhoon che, a detta di qualche pilota con cui ho avuto modo di parlare, va già benissimo così com'è. Anzi, il problema è che "si usa al 70% delle sue potenzialità" (testuali parole) e sappiamo tutti bene che senza un numero sufficiente di ore di volo, senza un costante addestramento all'altezza, tutti i vantaggi che ti può dare una certa tecnologia sono sfruttati solo in minima parte. Secondo me un fattore di cui oggi si parla poco ma che fa la differenza (oggi come in passato) è l'addestramento. Purtroppo però fare più ore di volo logora le macchine e non porta troppi benefici economici all'economia del paese, quindi è sempre una delle prime vittime dei tagli.
  16. Tecnicamente il mangusta è compatibile con gli hellfire ma l'esercito italiano non ne fa uso. L'hellfire è sicuramente un arma molto potente ma è stato riscontrato che è molto stressante da lanciare per la cellula dell'elicottero. Per ora quindi in attesa degli spikeER ci accontentiamo dei soliti tow che, per inciso, bastano per la tipologia di missioni in cui il mangusta è chiamato ad operare attualmente. Di confronti con l'AP non ne farei troppi, sono macchine di 2 categorie (di peso e di costo) diverse. L'AP dotato di radar longobow è praticamente un MTB volante, in grado di restere a colpi di 23mm ma soprattutto di colpire da molto lontano e in ogni condizione di tempo, il mangusta non ha caratteristiche così spinte. Per attuali scenari attuali comunque il mangusta è una macchina eccellente caratterizzata da un ottimo rapporto costi-prestazioni. La versione CBT ha veramente donato una seconda giovinezza al mezzo che attualmente opera in tutti i teatri con ottimi risultati.
  17. Quei molti interessati ala versione B sarebbero i marines in primis e l'italia. Poi forse la Spagna, Israele e si vocifera il Giappone. Il progetto è molto abizioso, non per niente ha problemi di natura tecnica. Per risolverli ne andranno di mezzo peso e costi unitari. Speriamo bene... Si sa nulla della versione B anche per l'AM? Sul totale di 131 si diceva anche i B non sarebbero andati solo alla MM... Visti i problemi emersi, le minori prestazioni e il costo aggiuntivo sono molto scettico. Firmerei per i soliti 22 F-35B per la marina e 60-70 per l'AM. Per le esigenze nostrane basterebbero perchè visti i costi (e la scarsità dei fondi soprattutto) non credo ci si possa permettere di sostituire le linee tornado e amx mantenedo un rapporto 1:1 tra entrate e uscite.
  18. Dalla forma è sicuramente stealth, quanto lo sia però non si può dire semplicemente con un occhiata. La RCS dipende non solo dalla forma ma anche dai materiali utilizzati, dalla verniciatura,ecc... Inoltre è ancora un prototipo, una futura versione di serie potrebbe avere dettagli diversi. Ad esempio dubito che gli ugelli rimangano gli stessi. A sentire quello che diceva l'esperto cinese mi sembra credano poco nella supermanovrabilità, piuttosto punteranno sul combattimento BVR. Quindi il radar sarà sicuramente molto potente. In generale di avionica e radar non si sa nulla. O almeno io non so nulla. Sicuramente i cinesi avranno studiato e riprodotto (magari cercando di migliorare) la tecnologia russa che hanno a disposizione sul su-30. In definitiva penso che lo standard sia ancora molto lontano da quello di un F-22. Questo J-20 per ora non mi ha impressionato così tanto, bisognerà vedere però come sarà sviluppato e a quanto lo venderanno (e a chi).
  19. Gli inglesi per certe economie, dubbi, smentite,... si sono resi ridicoli più volte. Pensiamo al cannone sull'EFA tanto per citare un caso recente. Penso che alla fine le faranno... Hanno troppi interessi da tutelare in giro per il mondo, la portaerei per loro è una dotazione strategica importante. Comunque l'Italia non ha sbagliato con la Doria, anzi, se alla fine l'F-35b si farà (come speriamo tutti) sarebbe un ottimo colpo per la MM, sarebbe una potenza per il piccolo bacino del mediterraneo. L'F-35b inoltre non è paragonabile all'harrier. Al di là della differenza generazionale è proprio una velivolo di un'altra categoria. Il guadagno in termini potenza, raggio d'azione, ecc... sarebbe enorme.
  20. Esatto, un significato per lo più politico! La Cina sa bene che senza una credibilità dal punto di vista militare non diventerà mai una superpotenza in grado di gicarsela alla pare con gli USA. Un caccia di 5a generazione è uno dei requisiti fondamentali per raggiungere questo risultato. Piccola annotazione personale: Sicuramente sia il J-20 che il T-50 saranno due ottimi caccia, con caratteristiche tali da inserirsi a pieno titolo nella ristretta cerchia di caccia di 5a generazione. Credo però che l'esperienza e la tecnologia statunitensi siano molto difficili da raggiungere se non a lungo termine (molto lungo). Quindi anche quando saranno operativi questi due caccia credo che il buon "vecchio" (per allora forse si dirà questo ) F-22 rimarrà il caccia più avanzato. Probabilmente chi soffrirà di più la presenza sul mercato di questi nuovi caccia di 5a generazione saranno Typhoon e Rafale (che già oggi quasi nessuno compra... speriamo di che l'india ci dia una mano...). I caccia della generazione 4.5 infatti, pur con avioniche avanzate, a mio avvisto, avranno difficoltà a misurarsi con caccia dotati di un buon grado di stealthness.
  21. Ovviamente, senza "jarhead" non si va da nessuna parte. Quando ho scritto "(non da soli)" intendevo proprio questo: un'eventuale (improbabilissima) alternativa dipende da loro nel caso che la verisione B proprio non riesca a farcela.
  22. Un'eventuale cancellazione sarebbe un bruttissimo colpo per ma MMI. Prendiamo per un momento per buona l'ipotesi cancellazione, che alternative ci sarebbero per la MMI? Visto che riiadattare la Cavour costerebbe tantissimo (semmai fosse tecnicamente possibile...) 1. Come detto sopra quando gli harrier mostrano la corda ci mettiamo il cuore in pace e trasformiamo la cavour in una costosissima e poco efficiente portaelicotteri (sicuramente la più soluzione più probabile come ha detto bene Flaggy). 2. Riadattare (ovviamente non da soli) una nuova versione dell'harrier e riaprire la linea di montaggio sarebbe così stupido? L'aereo è vecchio come concezione, è vero, ma modificando leggermente il progetto e piazzandoci una nuova avionica potrebbe ancora avere discreta efficienza (ovviamente se lo compariamo a un F-35 c'è da demoralizzarsi ma in scenari a bassa intensità potrebbe ancora dire la sua) Gli usa non sono nuovi a simili remake... E' una ipotesi che ho buttato lì..., a cui io stesso credo molto poco... Ovviamente stiamo parlando di fanta-industria, la cosa più sensata al momento rimane semplicemente quella di sperare di risolvere la questione F-35 B, magari accumulando altro ritardo ma alla fine realizzarlo (speriamo che i marines insistano adeguatamente). Non resta che aspettare e sperare che i progettisti trovino qualche soluzione ingegnosa agli attuali problemi.
  23. Ciao a tutti, sono Paolo, alias Spotter come da nic. Vi scrivo da Udine, sono uno studente di ingegneria appassionato di volo e di difesa in genere. Vi leggo da molto ma non ho mai sentito l'esigenza di entrare a far parte attivamente della famiglia, ora mi è venuta anche la voglia di partecipare attivamente e, nei casi in cui mi ritterrò in grado di farlo, di dire la mia. Un saluto a tutti! Paolo
×
×
  • Create New...