Vai al contenuto
Aggiornamento forum 2018 Altre info ×

gianlu

Membri
  • Numero messaggi

    10
  • Registrato

  • Ultima Visita

Reputazione

0

Che riguarda gianlu

  • Rango
    Recluta
  1. gianlu

    Tecniche di invecchiamento

    io non ho avuto problemi con uno sparviero... anche se era molto più pesante dei caccia... e in proporzione non è che il carrello fosse tanto più grosso...
  2. gianlu

    Tecniche di invecchiamento

    ok grazie a tutti XD alcuni carrelli hanno ceduto credo perché erano molto sottili rispetto all'aeroplano... in pratica sono diventati storti e non reggono più il peso dell'aereo.... non tutti, solo alcuni... questi aerei li ho anche trasportati durante un trasloco (li avevo da poco costruiti) ma non avevano subito danni.. è stato più che altro col passare del tempo dhe si sono manifestati i vari problemi, anche se sono modellini giovani (5 6 anni).
  3. gianlu

    Tecniche di invecchiamento

    qualche anno fa avevo costruito alcuni aerei della seconda guerra mondiale in scala 1:72, italeri. purtroppo si sono un po' rovinati, soprattutto il carrello, che in molti casi ha ceduto. avete consigli su come "conservare" i modellini ? dove tenerli, se e come pulirli... ve ne sarei molto grato!
  4. gianlu

    "Spitfire Vs BF-109"

    complimenti per questo straordinario 3d, veramente ricco di informazioni. Mi piacerebbe discutere con voi di alcuni aspetti trattati, che mi hanno generato perplessità o comunque non chiarito certi dubbi che avevo. 1) manovrabilità Quando si fa un confronto fra la manovrabilità dei due aerei si dice sempre che lo Spit era più maneggevole, e quindi poteva virare più stretto. Nel libro "La Battaglia d'Inghilterra" di Len Deighton, sicuramente opera autorevole e completa, si fanno considerazioni un po' più profonde di quelle che ho sentito fino ad oggi, che si limitano a dire che lo Spit era più maneggevole. Ecco alcuni estratti: -Messerschmitt Bf109E. Carico alare (con metà carburante): 121,9 kg per m2. Accelerazione di gravità: 8,1; raggio di virata: 228,6 -Hawer Hurricane: Carico alare ("): 107,3 kg per m2. Accelerazione di gravità: 7,5 G. Raggio di virata: 244 m. -Spit: Carico alare: 117 kg per m2. Accelerazione di gravità: 7 G. Raggio di virata: 268 m. Osservazioni: risultati ottenuti a una quota di 3000m e una velocità di 480 km orari, in una virata "a coltallo" o "alla Fieseler", ossia con le ali inclinate fino alla verticale. [...] Notare come nè l'apertura alare nè il carico alare siano determinanti per ottenere il raggio di virata più stretto. In questo estratto vi è la sorprendente rivelazione (per me) del fatto che il 109 virasse più stretto degli altri due caccia britannici. Ma allora perché è opinione comune che lo Spit virasse più stretto? E' noto che al tempo della Battaglia d'Inghilterra (e probabimente anche dopo) i vari reparti affermassero che i loro aerei erano quelli che potevano virare più stretto. In pratica "esaltavano" le caratteristiche dei propri mezzi. Quindi può essere che siccome alla fine siano stati gli inglesi a vincere la guerra, sia passato per buono il fatto che il velivolo inglese superasse il tedesco in virata. Tuttavia Len Deighton in effetti da una spiegazione concreta del fatto che è opinione comune che lo Spit virasse più stretto del Bf109. E dice questo: "Le deboli ali del Messerschmitt stavano presentando un nuovo problema per i piloti. Gli inglesi avevano scoperto come trarre vantaggio dalla superiore robustezza dell'ala delloi Spitfire. Più veloci in picchiata, i Messerschmitt venivano sorpassati perché facevano la richiamata con una curva più larga, in quanto i loro piloti temevano di perdere le semiali. L'attenzione con cui i piloti tedeschi applicavano la forza di gravità alle loro macchine li spinse a inventare nuove tattiche come quelle basate sul "G" negativo, virate in picchiata a testa in giù o i comandi rovesciati. Ed era proprio questa stessa prudenza nel trattare le radici dell'ala a far nascere la credenza ancora oggi molto diffusa secondo cui il Bf109 non potesse virare tanto stretto quanto lo Spitfire. In teoria il suo raggio di virata era minore, ma pochi piloti era preparati a provarlo fino al limite". Ciò che dice Len Deighton non mi pare campato per aria, bensì suffragato da acute osservazioni, e personalmente da quello che ho letto fino ad ora mi pare lo scritto più affidabile circa l'argomento di cui parliamo. Per quanto riguarda la tendenza dei piloti tedeschi nel non sfruttare al massimo le capacità del velivolo in richiamata e virata, non mi è chiaro se lo facessero per una reale paura di perdere le semiali oppure per il fatto che spinto al limite, il Bf 109 avesse un comportamento molto difficile da controllare, in misura maggiore rispetto allo Spit. Infatti Len prima dice che i piloti avevano paura di perdere le semiali, mentre poi afferma che pochi piloti erano preparati a sfruttarne al massimo le capacità di virata. Non credo si tratti di preparazione psicologica, bensì di addestramento pratico. Comunque questo punto non mi è chiaro per niente. Voi che ne pensate? Se il Bf 109 e lo Spit Mk I all'incirca si equivalevano come manovrabilità, come mai la differenza si accentua notevolmente a favore del britannico confrontando le versioni Spit Mk IX e Bf 109-G6/R6 ? (Articolo di Blue Sky). Si dice che lo Spit non perse manovrabilità o comunque in maniera molto marginale mentre il Bf 109, a causa dell'aumento di peso divenne molto poco maneggevole. Confrontando i dati sull'incremento di peso a vuoto e massimo al decollo dei due aerei, possiamo constatare che i pesi dei due caccia aumentano nella stessa misura, restando quindi simili. Spit Mk I : 2050 kg a vuoto; 2650 totale. Spit Mk IX: 2640 ; 3310 Bf 109 E3: 1900 ; 2665 Bf 109 G6/R6: 2675 : 3150. Cosa ne pensate al riguardo? Risulta comunque chiaro che risulterebbe errato confrontare uno Spit armato di sole mitragliere e cannoncini con un Bf 109 armato anche di razzi. Ma il confronto scritto da Blue Sky non credo tratti di un Gustav armato di razzi. A voi le riflessioni generali e sui singoli punti !
  5. gianlu

    "Focke-Wulf 190"

    complimenti per questo capolavoro su questo meraviglioso aereo! è davvero scritto bene e soprattutto in maniera obiettiva! c'è però una cosa che volevo chiedere... per quanto riguarda la tabella riassuntiva, dove vi è l'autonomia delle varie versioni, l'autonomia massima indicata è sempre ottenuta con 2 serbatoi alari sganciabili? perché non riesco a leggere i numerini...
  6. gianlu

    dove si postano 3d su procedure di volo

    scusate, dove si postano 3d che parlano di procedure di volo, ad esempio procedure di atterraggio..?
  7. gianlu

    F-22 Raptor - discussione ufficiale

    Ah ok grazie Brando!!
  8. gianlu

    F-22 Raptor - discussione ufficiale

    Scusate, ma se gli stati uniti avessero bisogno fra un po' di tempo di nuovi raptor, ad esempio a causa di un peggioramento dei rapporti con la russia, potrebbero acquistarne altri dopo aver terminato le consegne degli aerei attualmente in ordine?
  9. gianlu

    Costo veivoli militari

    Ah ok Einherjar, mi mancava il fatto che ci sia la possibilità di produrne altri in seguito...detto ciò fila tutto... grazie!!
  10. gianlu

    Costo veivoli militari

    Salve a tutti!! sono un nuovo utente e sono rimasto meravigliato dalla completezza di questo sito! complimenti a tutti!! Ho una domanda da farvi... in pratica leggendo i dati relativi agli F-22 Raptor ordinati dagli stati uniti, mi sono meravigliato del numero esiguo di aeromobili acquistati, soprattutto se confrontato a quello dei JSF. Mi sono allora chiesto come mai non cerchino di trovare un equilibrio maggiore tra gli ordini dei due velivoli, visto che l'F-22 è il miglior caccia al mondo.... Non sarebbe un po' uno spreco aver speso tutti quei soldi per svilupparlo, se poi in dotazione si hanno 200 aerei o meno, anche se le conoscenze acquisite verrano riutilizzate in futuro e lo sono già per il JSF? Attualmente vedo come unica giustificazione del basso numero di aerei ordinati la possibilità in futuro di acquistarne altri, magari in un momento migliore per l'economia. Ma cio sarebbe possibile, avendo magari chiuso le linee di produzione da diversi anni? e sarebbe economicamente conveniente? E poi meno di 200 aerei bastano ad assicurare una difesa dello spazio aereo decente visto che forse un numero tale basterebbe a mala pena a noi italiani?
  11. gianlu

    F-22 Raptor - discussione ufficiale

    Salve a tutti!! sono un nuovo utente e sono rimasto meravigliato dalla completezza di questo sito! complimenti a tutti!! Ho una domanda da farvi... in pratica leggendo i dati relativi agli F-22 Raptor ordinati dagli stati uniti, mi sono meravigliato del numero esiguo di aeromobili acquistati, soprattutto se confrontato a quello dei JSF. Mi sono allora chiesto come mai non cerchino di trovare un equilibrio maggiore tra gli ordini dei due velivoli, visto che l'F-22 è il miglior caccia al mondo.... Non sarebbe un po' uno spreco aver speso tutti quei soldi per svilupparlo, se poi in dotazione si hanno 200 aerei o meno, anche se le conoscenze acquisite verrano riutilizzate in futuro e lo sono già per il JSF? Attualmente vedo come unica giustificazione del basso numero di aerei ordinati la possibilità in futuro di acquistarne altri, magari in un momento migliore per l'economia. Ma cio sarebbe possibile, avendo magari chiuso le linee di produzione da diversi anni? e sarebbe economicamente conveniente?
×