Jump to content

eagleblack

Membri
  • Content Count

    20
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

0

About eagleblack

  • Rank
    Recluta
  1. Perdonatemi ragazzi ma questa ricostruzione della 1^ battaglia dei ponti è piena di inestattezze ed errori. E' stata scritta solo su "sentito dire". Il S.Marco non è mai riuscito a guadagnare la sponda opposta in quanto era schierato sull'unico ponte non preso, ... , il GIS non era interessato all'operazione e tantomeno il Tuscania (come tutta l'MSU del resto), ... , la fortuna con gli RPG non è stata per la scarsa mira, anzi, ma solo perchè erano tutti a testa a/p e non a/c, ..., e poi e poi e poi...... Sicuramente scritto in buona fede, ma nella ricostruzione e nelle valutazioni starvol
  2. Si, stai linciando ed insultando tutti coloro che combatterono a Nassiria nelle battaglie dei ponti e in tutte le imboscate subite, ma soprattutto stai linciando ed insultando i 13 feriti italiani della prima battaglia (6 aprile 2004), il lagunare Matteo Vanzan morto a seguito di esplosione di una bomba di mortaio dentro Base Libeccio il 16 aprile e il DO del 9° che il 9 aprile subì una imboscata "a L" e per poco non è rimasto sul terreno. Basta o non basta ancora questo per dire che dici cavolate e fai spazzatura campanilistica solo per dire che solo dove sei stato tu o gli amici tuoi si
  3. Lascia perdere, era solo un'operazione mediatica. In realtà le Centauro avevano altoparlanti che diffondevano il bang dello sparo e attorno c'erano comparse con fucili ad aria compressa che saltellavano .... le immagini del rientro fatte da dentro i VCC dai giornalisti evacuati dalla CPA dove si vedeva il corrispondente di una testata giornalistica che passava al rallista una cassetta di munizioni... è stata una trovata pubblicitaria, in realtà gli attori il rallista era Paperino e il giornalista era Topolino e fuori c'era la Banda Bassotti che fingeva di sparare facendo "tà-tà-tà-tà" con
  4. Vabbè allora legittimiamo l'offesa degli altri e il campanilismo tra reparti effettuato con la denigrazione dell'altrui operato in operazioni. Legittimiamo lo sproloquio senza termini corretti e la disinformazione. E già che ci siamo legittimiamo le perle di saggezza sulle capacità professionali e le doti dell'altro interlocutore, forti del fatto che l'anonimato non pone in evidenza il proprio di spessore. Portiamo avanti la cultura dell'accusa e del linciaggio anonimo. Di dimostrare se l'ho più lungo o meno non mi interessa, mi basta sapere dove sono arrivato e che opinione ha di me chi
  5. Pensa te.... ora devo sentirmelo dire da te che valgo poco come superiore o comandante e cosa deve essere in primis un comandante. Quando avrai comandato quanto me e cosa ho comandato io allora lo accetterò, ma finchè così non è mi spiace ma rimani un bambino che si atteggia da adulto. Che tristezza.
  6. Hai ragione Legolas..... ma dopo una vita passata per mestiere a fare queste cose ... davvero non ce la faccio a trattenermi dal dover dire che inesattezze proferite sono inesattezze e basta.
  7. Bene bene.... il post di Alexcondor ha pienamente confermato l'arroganza di chi pretende di voler rubare in casa di ladri. Io parlerò pure da libretta ma uso i termini appropriati, mentre da lui ho appena letto un' ammucchiata di termini tecnici usati a sproposito solo per impressionare la platea. Andiamo agli esempi? andiamoci perchè " fammi vedere come scrivi in militarese e ti dico che cultura professionale hai". 1. "E risponde sicuramente con un italiano migliore del mio accompagnato però da cose prelevate dalla libretta del rav o di chissà quale scuola accademica (ufficiale, sottuff
  8. Le stronzate le leggo io in quello che ho riportato: Il Col. Zizzo in A'Stan non comandava uno squadrone bensì un Reggimento (il 186°). Per la cronaca e per la cultura di questo signore che posta inesattezze : - lo Squadrone è un' unità di livello compagnia, è comandato da un Capitano ed è esclusivo dell'Arma di Cavalleria; - La truppa delle compagnie di manovra dei Reggimenti paracadutisti si chiamano Paracadutisti e non Fucilieri (come del resto anche i Bersaglieri e gli Alpini) in quanto il Fuciliere è un' incarico (30/A) e non una qualifica propria di una Specialità. - il 9° rgt. non
  9. Alexcondor onestamente penso che tu l'a'stan e l'Iraq non sai neanche dove stanno e penso ancora che la tua mistificazione a riguardo del 185° sia solo una disinformazione campanilistica e abbietta. Non sai nenache dove erano schierati e cosa facevano i DAO del 185° impiegati dal Gen Castellano e neanche sai che loro hanno diretto il fuoco dei mortai pesanti e dei velivoli nel primo grande combattimento della Folgore in A'Stan. Il lavoro della Folgore è su tutti i media mentre querllo degli alpini che li hanno preceduti llo conoscono solo le basi in cui stavano. Il vero flop è l'insieme del
  10. Perchè in Somalia che danno hanno fatto i paracadutisti? Se invece di scrivere str..te e blaterare a vanvera discreditando l'altrui lavoratore che poi rischia anche la pelle ci si documentasse per bene, si scoprirebbe che sia l'indagine interna all'EI che la commissione parlamentare sono addivenuti alla setssa conclusione: accuse false e fatti non commessi. Quindi esimio Vladimir (ma sarai mica Luxuria???)... di che abominevole danno stiamo parlando???? Forse quello della tua ignoranza e saccenza? P.S.: Vladimir mi perdoni il confidenziale "tu"...... sono io ilo primo a voler mante
  11. Esiste una pubblicazione classificata della NATO che identifica le capacità operative che devono possedere i reparti appartenenti alle SOF/SF
  12. eagleblack

    Halo Jump

    F14, in Italia gli unici a fare lanci HALO sono le Forze Speciali. Usano il paracadute MT1-XX il quale ha per principale ed emergenza la stessa velatura solo che sono ripiegate diversamente. Il diverso ripiegamento serve solo a diversificare la velocità di apertura, pertanto il principale ha una velocità più lenta che gli consente di fare un'apertura senza traumi per il materiale aviolancistico e per l'operatore mentre l'emergenza proprio perchè si apre in emergenza deve aprirsi nel tempo di una schioppettata. Questo per dirti che mi suona veramente strano che l'apertura del principale avveng
  13. I FAC pure erano del 185° La precisione dei mortai è inficiata dalla rottura delle bombe (le granate sono quelle degli obici e dei cannoni di artiglieria)... beh..... ma che ca**ata è?? Vogliamo dire che il mortaio rigato non è preciso perchè forse due o tre bombe sulle decine di migliaia sparate finora erano imperfette? E' un' arma che può avere precisione chirurgica se correttamente impiegata e se chi osserva il tiro ha strumenti efficaci per determinare le cooordinate dell'aobiettivo con precisione... le bombe sono con stabilizzazione giroscopica e non per impennaggi... in aria sono
  14. Marvin non so che vegetata può averti procurato tuo padre alla Perotti di firenze... ma le tute da combattimento italiane modello "vegetato 2004" sono in 100 % cotone. Le NYCO sono quelle che i reparti FOS si sono fatti fare, chi dalla TRUSPEC americana e chi da altre ditte italiche... A meno che tuopadre non ti abbia rifilato una tuta da cbt avuta da un collega che l'aveva comprata in qualche negozio (tipo "il Tricolore" o PXPRATO)....
  15. Allora, l' "Airland Battle" o in italiano Battaglia Aeroterrestre altrio non è che il concetto ispiratore della dottrina tattica della NATO nata nei primissimi '80 chiamata "Risposta flessibile" (improntata su un uso combinato delle armi convenzionali con quelle nucleari) che andò a sostituire quella precedente chiamata "Risposta massiccia" (basata quasi esclusivamente sull'impiego delle armi nucleari per contrastare l'aggressione nemica). In Italia il concetto di Battaglia Aeroterrestre (che altro non è che il concetto di impiego combinato delle forze/fuoco terrestri ed aeree nella condot
×
×
  • Create New...