Jump to content

sandrin73

Membri
  • Content Count

    42
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

0

About sandrin73

  • Rank
    Recluta
  1. sandrin73

    Iveco VTLM Lince - discussione ufficiale

    180 su 530 quelli finora consegnati, solo il 30% niente di preoccupante.
  2. sandrin73

    Iveco VTLM Lince - discussione ufficiale

    http://www.corriere.it/cronache/09_marzo_1...44f02aabc.shtml
  3. sandrin73

    Iveco VTLM Lince - discussione ufficiale

    Quando mai si sono visti 180 veicoli nuovi di pacca già fuori uso dopo poche settimane o pochi mesi di uso come quelli in afghanistan ecco che vengono fuori i difetti del veicolo, ben protetto si, ma troppo pesante per terreni difficili. Tonnelate e ruote non sono una buona accoppiata. Speriamo che ci sia un ripensamento sui futuri acquisti parlo sopratutto del VTM e della necessità di completare il programma Dardo. Purtroppo è troppo tardi e la linea di produzione del Dardo chiuderà senza le versioni speciali come sempre. Bisogna dire che l'Esercito ha le idee molto chiare e coerenti sui programmi di acquisizione vi pare?
  4. Dimmene uno di questi interessi strategici. L'invasione dell'afghanistan è stata una cavolata da quando in quà per arrestare o ammazzare qualche centinaia di terroristi si invade un Paese. Si infiltrano e si comprano delle spie (il servizio segreto pakistano avrebbe certamente collaborato) li si lascia credere di essere al sicuro poi al momento opportuno si chiude l'operazione con le forze speciali tentando di prendere nella rete i pesci più grossi. Non ho capito su quale argomento precisamente vorresti avere delle fonti se voui chiarire. Senti io sono friulano mi bastano tre frasi per capire se uno è friulano come mè o viene da un altra regione italiana e senza parlare dialetto, la vedo dura per un arabo nascondersi in un villaggio afghano al massimo possono fare qualche incursione di durata e penetrazione limitata partendo dal Pakistan. Ah! quindi Musharraf come Abedinejadh e Ali Khamenei mi sembrava di ricordare diversamente. Ovviamente decidi tu chi sono i buoni e chi i cattivi, i Talebani che uccidono 4 soldati americani sono i cattivi, i piloti americani che bombardano un villaggio ed ammazano 40 civili con donne e bambini sono i buoni. Peccato che gli afgani non la vedano come la vedi tu è solo perchè sono ignoranti e arretrati. La POK pakistan ordnance factory è un sistema di 20 aziende con 30000 dipendenti che produce tutto il munizionamento che serve all'esercito pakistano dal 5,56 alle bombe da aereo (previdenti questi pakistano non hanno nessuna intenzione d trovarsi a corto di munizini) oltre a diversi sistemi d'arma tedeschi e cinesi di qui ha la licenza, esporta in oltre 40 Paesi
  5. Prima c'è ne andiamo dall'afghanistan meglio è per tutti. Che interessi strategici abbiamo noi italiani ed europei in Afghanistan, nessuno. Neanche gli Stati Uniti nè hanno e infatti hanno investito molto poco in afghanistan sia in termini militari e sopratutto economici, nella ricostruzione, Kabul è ancora senza energia elettrica e senza acqua potabile,la mortalità infantile è altissima, durante le notti i Talebani escono e vanno a mettere le bombe da far esplodere il mattino dopo. Gli attacchi contro la nato si sono moltiplicati con il passare degli anni, nel 2008 ci sono stati più morti tra i military NATO di quelli dei military americani in Iraq. E' il segno dell'insofferenza crescente verso la Nato e il governo Karzai. Bin laden e gli arabi di Al qaida molto probabilmente non sono più attivi nel paese, parlando un'altra lingua verrebbero facilmente individuati. Il 99,9% dei Talebani è tutta gente del posto che di giorno lavora i campi e di notte mette gli ordigni sulle strade. La presenza americana e Nato in afganistan e le continue incursioni americane in territorio pakistano stanno destabilizzando quel Paese. Il governo pakistano ha dovuto introdurre la sharia come legge di Stato nelle zone tribali per tentare di gettare acqua sul fuoco, questa domenica 20 camion americani carichi di forniture varie sono stati incendiati nella stazione ferroviaria di Peshawar e non è la prima volta. Se il Pakistan và nel caos e qualche fornitura di armi moderne invece di andare all'esercito pakistano finisse tra le mani dei Talebani o dei Pastun la situazione per i military della Nato si farebbe veramente tragica (il Pakistan ha u ottima industria bellica). Soldi per ricostruire l'afghanistan non ce ne sono, neanche gli americani ne hanno e fino a chè l'unica presenza è quella militare possiamo mandare quanti soldati vogliamo per i prossimi 10 anni e sappiamo già che perderemo. L'unica soluzione possibile è quella politica trattare con i Talebani, reinserirli nella vita politica, fare un'amnistia, ridargli il controllo nelle zone dove hanno sempre comandato ancora da prima di chiamarsi Talebani, e Karzai, che, non è stupido, e ha sicuramente il polso della situazione, e quello che va dicendo da tempo. D'altronde in Iraq il Gen. Petraeus ha fatto un'operazione simile anche perchè 1000 morti l'anno sarebbero stati un prezzo insostenibile anche per una superpotenza come gli Stati Uniti. E per arrivare all'Italia quand'è che Berlusconi capirà che non può fare lo splendido sull'arena internazionale con i soldi dei contribuenti, quando in Italia stanno chiudendo fabbriche tutti i giorni e le file dei disoccupati si ingrossano sempre di più; e La Russa, che, diciamolo, di difesa non ha mai capito un caz*o, con la sua mentalità da questurino non potevano farlo ministro dell'Interno che faceva meno danni.
  6. sandrin73

    Afghanistan

    Attacks in Afghanistan Kill 6 NATO Troops, 3 Afghan Civilians By VOA News 15 March 2009 Officials in Afghanistan say insurgents have killed six NATO troops and three Afghan civilians since Saturday. In the deadliest attack, NATO says a roadside bomb killed four of its troops Sunday in eastern Afghanistan. It did not give their nationalities. Most NATO soldiers in the region are American. Taliban militants often use roadside bombs against Afghan and foreign troops. NATO says another two soldiers were killed in separate attacks on Saturday in southern and eastern Afghanistan. In the Afghan capital Kabul, a suicide bomber killed two Afghan civilians and wounded 14 others Sunday as a foreign military convoy passed by. No foreign troops were hurt. Also Sunday, a bomb blast in the southern city of Kandahar killed one civilian and wounded six others. The bomb went off near a vehicle carrying the local mayor, who survived. Elsewhere in Kandahar province, the U.S. military says coalition and Afghan forces killed five suspected militants Sunday in a military operation. The Taliban and its allies have made a comeback in Afghanistan in recent years after U.S.-led forces drove them from power in 2001. The U.S. is sending thousands of additional troops to Afghanistan to join other Western forces in battling the insurgents and helping the government extend its governance. Meanwhile, militants in Pakistan attacked at least 20 trucks carrying supplies to Western forces in neighboring Afghanistan. Officials say the trucks were set on fire at a terminal in Peshawar Sunday. NATO says a seventh alliance soldier died Saturday in a traffic accident in the country's north. Some information for this report was provided by AFP, AP and Reuters.
  7. sandrin73

    Puma inutile?

    No Little Bird questo non lo puoi dire, il Puma è stato progettato come veicolo antimina, poi se gli metti 100Kg di esplosivo sotto, puoi essere anche su un carro armato che niente ti può salvare. Almeno due sono finiti sopra le mine o ied in afghanistan: in uno l'autista ha avuto un piede amputato, nell'altro ci sono stati 3 feriti perchè il veicolo si è capovolto e gli occupanti probabilmente non si erano assicurati con le cinture in quel caso ci fù anche un morto che era il mitragliere, forse se c'era una torretta scudata non ci rimetteva l'osso del collo, uno dei feriti moriva in seguito in ospedale lo scafo del veicolo però non aveva subito perforazioni. Questo è quello che risulta a me. Iamarco qualche volta un elicottero può bastare qualche volta no. Se i Talebani si rifugiano in un villaggio dopo un imboscata cosa fai mitragli tutte le case e ammazzi tutti, civili compresi. Se hanno hanno un Toyota con un 23mm antiaero nascosto dietro un crinale che aspetta il tuo Mangusta, e riescono nell'impresa di abbatterlo cosa fai dopo? ne mandi un'altro? Lo so che a guardarlo il Puma non fa una grande impressione, perche nasce come veicolo "furtivo" e proprio perchè nasce da un requisito e un progetto della guerra fredda, che vuol dire guerra calda, ad altissima intensità potrebbe rivelarsi uno dei nostri veicoli più validi da utlizzare quando le cose si mettono veramente male. Il disegno è stato ottimizzato per avere la minore visibilità possibile e non parlo solo di quella ottica, ma anche infrarossa e radar. Io non posso sapere come appare il veicolo ai sensori, ma da quello che ho letto immagino possa facilmente venire confuso come se fosse un veicolo civile, il peso e le dimensioni contenute fanno in modo che il veicolo possa muoversi praticamente ovunque sulla neve profonda, nel fango, (cosa che il Freccia temo non potrà fare visto che i Centauro, a detta di chi li ha utilizzati, nel terreno fangoso si impantanano frequentemente e solo con il verricello si riesce a liberarli. Con sei tonellate in più la mobilità fuori strada in avverse condizioni metereologiche non può che peggiorare ulteriormente) tra la vegetazione, nel sottobosco, nelle strade di montagna, tra i vicoli di una città vecchia E' facilmente occultabile basta un box auto. Poi non è solo l'esercito italiano che ha seguito questo approccio, guardate il VBL francese, sembra una scatola di sardine, eppure i francesi si sono trovati bene tanto da averne quasi mille gli serviva un veicolo protetto, aerotrasportabile, in grado di andare ovunque anche in terreni molto difficili, ricoperti di vegetazione, come sono quelli delle ex colonie oltremare. Il punto debole del veicolo non è tanto la corazzatura che deve essere, per requisiti di peso, per forza sacrificata, (ci sono degli upgrade con corazzatura aggiuntive,) quanto il volume di fuoco io ci vedrei bene una mitragliera reimenthall da 20mm o un cannone revolver Rarden da 30mm come sui tankette inglesi, a diavolo la standardizzazione tanto di colpi il Puma ne può trasportare in numero sufficiente e se proprio vogliamo la Browningh 12,7 almeno progettiamoli una cupola come si deve.
  8. sandrin73

    Puma inutile?

    Invece il requisito c'è ed è anche urgente se vogliamo continuare a partecipare alle operazioni fuori area, praticamente a livello globale, chi combatte veramente i Talebani in afghanistan olandesi e canadesi hanno il loco Leopard e Pz2000, noi abbiamo solo le browning, altro che dare la caccia ai Talebani se li incontriamo meglio cambiar strada e far finta di niente. Vi ricordate del auto, con hezbhollah armati, che ha tagliato la strada a un Lince, in Libano, per permettere a un furgone di dileguarsi indisturbato e dileguandosi a sua volta sotto gli occhi stupiti e impotenti dei nostri soldati?
  9. sandrin73

    Puma inutile?

    I Tedeschi hanno meccanizzato i paracadutisti assegnando a loro la funzione di eliassalto, com'è logico del resto, dotandoli di wiesel 1, i wiesel sono presenti anche nel jagerbattaillon, nella schwere companie. Io non ho ancora capito cosa c'entrano i Centauro con la divisione aereomobile non vanno neanche sul C130J. Qualcuno me lo sa spiegare?
  10. sandrin73

    Puma inutile?

    At Eurosatory 2006 Rheinmetall Defence will be presenting for the first time its new networked reconnaissance/mortar track system, made up of several highly mobile, air-transportable Wiesel 2 armoured vehicles. Globally unique, this high-tech networked solution is a compelling example of the system-integration capabilities of Europe's top supplier of ground forces systems and equipment. Combining various Wiesel 2 ("weasel") armoured reconnaissance and C4I vehicles with a lightweight mortar track, this pioneering concept is Rheinmetall's response to the technological challenges of the new global security situation. In every respect � from strategic and tactical mobility and operational flexibility to reconnaissance and command capabilities and battlefield lethality � the system is totally oriented to the altered mission requirements of the modern military. Linked by a digital command and control network, this integrated combat system consists of a lightweight Wiesel 2 mortar track � which provides fire support for infantry formations and fires specially developed new mortar ammunition � coupled with command and fire control vehicles as well as a Joint Fires Support Team (Wiesel 2 vehicles equipped with integrated observation sensors and laser target designators). Welding the individual vehicles into a single information network ensures a constant exchange of operationally relevant data: information is analyzed on a teamwork basis, appropriate action decided, fire control data generated, and targets engaged with the lightweight track-mounted mortar. Consisting of two Wiesel 2 vehicles packed with communications equipment, the Joint Fires Support Team (JFST) is equipped with an extendable surveillance system comprising a high-resolution CCD camera, a 3rd-generation thermal imaging device, a laser pointer and a laser rangefinder for tactical reconnaissance operations. Via integrated command and fire control systems, details of autonomously detected targets are transmitted to other members of the multiple-vehicle system as well as to units outside the network and other components of the armed forces. To enable engagement of high-value targets while simultaneously minimizing collateral damage, the JFST's forward air controller component is equipped with a laser target designator for controlling laser guided ammunitions. A state-of-the-art lightweight mortar-track furnishes the network's firepower. Armed with a computer-controlled 120 mm mortar, the vehicle features a hybrid navigation system and advanced fire control technology, meaning that it can be ready for action very quickly. With newly developed Rheinmetall Defence mortar rounds, it can engage targets up to 8 km away with pinpoint accuracy. Also envisaged is the future use of end-phase guided munitions. Thus, Rheinmetall Defence's new Airborne Mortar Combat System is more than just a means of making mortar fire more effective: it is a fully networked system for future combat scenarios, ensuring high mobility and an excellent shoot-and-scoot capability in a networked-enabled, joint operations environment. Selected data: Lightweight Wiesel 2 Mortar Track 120 mm mortar with recoil system attains ranges of up to 8 km (5 miles) Fires standard mortar rounds as well as new 8 km ammunition and smart projectiles (max. length 1,000 mm) Weapon is operated from inside the armoured fighting compartment, protecting the crew from NBC threats and enemy fire Quick attainment of firing readiness due to constant computation of its three dimensional position and heading Rapid rate of fire due to automatic weapon laying and instantaneous barrel correction after each shot Air-transportable in / underneath CH 53 helicopter Excellent off-road capabilities and manoeuvrability even in terrain inaccessible to larger and heavier vehicles. Contact Rheinmetall AG Corporate Sector Defence Press and Information Oliver Hoffmann Rheinmetall Platz 1 40476 D�sseldorf Germany Phone: +49 211 473-4748 Fax: +49 211 473-4157 The Eoss electro-optical sensor system is an easily retrofitted fire control unit used, for example, in the Wiesel1 MK weapon platform. It can be retrofitted into main battle tanks to give them a night fighting capability, as had already been successfully demonstrated. The Eoss enables accurate engagement of moving and stationary targets day and night as well as under conditions of poor visibility. This autonomous optronic system assures fast, reliable aiming, range-finding and fire control calculations. Apart from a Saphir® thermal imaging device, the sensor head contains an eye-safe laser rangefinder, a daytime camera and the associated electronic assemblies. Main features Secondary stabilized via weapon Sensors: Thermal imager 3rd generation, daylight or high resolution daylight CCD camera, eysafe laser range finder, integrated fire control electronics Detection, recognition, identification and engagement of moving and stationary targets also on the move Very compact design and low weigtht Easy integration without extensive turret modification Contact Rheinmetall Defence Electronics GmbH Product Unit C4ISTAR Brüggeweg 54 D-28309 Bremen Phone: +49 421 457-01 Fax: +49 421 457-2900 Send an e-mail Nessun videogioco tutta tecnologia operativa. Proprio perche l'aereoassalto è troppo complicato il futuro è nell'eliassalto. Sedici CH47 sono un numero insufficiente anche per una operazione di protezione civile. Se il nostro requisito era per 32-36 macchine in passato mi aspetto che lo sia anche per il futuro. Non abbiamo il mortaio da 81mm, spero che tu non sia fiero per questo, non abbiamo neache il 60mm, a parte alcune versioni commando per para e forze speciali, questo la dice lunga sul potere di fuoco delle ns unità. Il mortaio è l'arma più economica ed efficace mai inventata. L'81 è stata la miglior arma a disposizione delle unità di fanteria ed alpine dell'esercito italiano nella seconda guerra mondiale. Il trasporto truppe puma non può essere il 6x6 perchè le misure non gli permettono di imbarcarsi nell'elicottero e perchè il terzo asse toglie spazio all'interno dello scafo. basterebbe allungare il passo in una cinquantina di nuovi puma, come è stato fatto per il Lince ambulanza sarebbero sufficienti un paio di posti in più. Certo un mortaio è più preciso di una LGB quando questa viene lanciata da 10000 ft senza essere sicuri dell'identificazione del bersaglio; solo chi si trova sul terreno può valutare meglio la situazione e lo scambio di informazioni tra chi è sul terreno e di chi gli vola sopra riduce le possibilità di errori di identificazione. L'elisarco dei veicoli permette di atterrare anche a 15km dal luogo degli scontri garantendo la sicurezza degli elicotteri.
  11. sandrin73

    Puma inutile?

    Negli Stati Uniti si discute da gli anni settanta di meccanizzare le unità aeromobili ed utilizzare gli elicotteri per sbarcare veicoli blindati con capacità di fornire supporto di fuoco e trasporto alle truppe, ma non sono venuti a capo dei problemi tecnici relativi a questo modo di operare sulle tre dimensioni. Il problema è stato risolto dai tedeschi con il wiesel 1 e 2, che può essere trasportato in 2 esemplari sul CH53, perchè gli americani non abbiano aquistato la licenza del veicolo non lo so, ma a mio parere è stato un errore. Quanto gli sarebbe utile in afghanistan, quando qualche FOB viene attaccata, durante la notte, poter trasportare nell'arco di 1/2 ora o 1 ora a 100 /200 km di distanza, diciamo 5 CH53 scortati da elicoteri da combattimento con 10 Wiesel, farli sbarcare a distanza di sicurezza e piombare magari alle spalle dei Talebani protetti dalla blindatura e con tutta la potenza di fuoco di una mitragliera da 20mm com munizioni in abbondanza, visori notturni, radio, data-link etc. Per la protezione dagli RPG si sbarcano da ogni wiesel2 trasporto truppe 5 soldati, magari delle SOF con visori notturni a protezone dei veicoli. Ora noi con il puma 4X4 e il CH47 abbiamo questa capacità, che, ripeto hanno solo i Tedeschi e in parte i Russi con il veicolo paracadutabile BMD3 4 e gli USA con il paracadutabile M113. Perchè l'esercito italiano non sà come sfruttare questa capacità operativa che abbiamo in più rispetto agli altri? Si potrebbe allungare lo scafo per ricavarne un trasporto truppe, il vero problema sono i sistemi d'arma va bene il portamortaio da 81mm, ma l'altezza del mezzo non può aumentare rispetto alle attuali misure dello scafo questo è il problema che dovrebbero risolvere gli ingegneri e i tecnici. La soluzione più logica sarebbe quella di poter ripiegare le armi sotto il tetto del mezzo; sono sicuro che una soluzione si può trovare sempre meglio che mettere in riserva dei veicoli nuovi e costosi che aprono nuove prospettive di manovra. Il supporto aereo fà cilecca troppo spesso forze amiche e civili vengono colpiti con preoccupante frequenza con conseguenze sul morale e la fiducia delle truppe e portano la popolazione civile a simpatizzare per i Talebani
  12. sandrin73

    Puma inutile?

    Magari avessimo scelto la strada cinese di utilizzare lo chassis del VM 90 allungato avremmo risparmiato e avremmo un mezzo in grado di trasportare da 9 a 11 persone e i volumi per metterci un arma con un calibro importante. Diciamo che il mezzo è una via di mezzo tra il VM90 blindato Boneschi (immagino gli abbiamo dato una motorizzazione e delle sospensioni adeguate visto che fà i 110 Km orari) e il Puma di cui ricorda le linee. D'altronde penso che la base del Puma 4X4 sia stata anche per l'Iveco il Vm 90 blindato visto che le dimensioni sono quasi le stesse a parte l'altezza naturalmente.
  13. sandrin73

    Puma inutile?

    Già. Dominus pensavo che per tenerti informato leggessi RID probabilmente mi sbagliavo. RID Dicembre 2008 a proposito di Defendory 2008 "C'era, però una new entry cinese, che presentava la versione 6x6 del suo APC 4x4 ZFB05, denominatoZFB08. Il veicolo, che utilizza una versione allungata dello chassis Iveco NJ2046 è già stato venduto a diversi Paesi africani e potrebbe essere impiegato dall'Esercito Cinese nelle missioni in Libano e ad Haiti." Prima foto della terza serie di fotocollage. Vi ricorda qualcosa?
  14. sandrin73

    Puma inutile?

    Come rendere utile il Puma. Guardate la copia cinese del veicolo Iveco
  15. sandrin73

    Venezuela - TOPIC UFFICIALE

    Aereoporti? Non ci servono aeroporti abbiamo tanti chilometri di autostrade... Buone notizie per l'Italia. Per fortuna la nostra politica estera la fa l'Eni http://www.eni.it/it_IT/media/comunicati-s...municati-stampa A me risulta che il cocainomane fosse un certo George W Bush, c'è una bella differenza fra la cocaina e la foglie di coca http://www.youtube.com/watch?v=FEiKdTSbCbY
×