Jump to content

airmodellers

Cancellato
  • Posts

    90
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by airmodellers

  1. dopo varie peripezie rieccomi qua. Quoto il grande Blue per quanto riguarda il Thunderstreak della Airfix. Ne feci uno in 1/72 qualche anno fa (dei Diavoli Rossi) e le pannellature erano in positivo. tra l'altro non ho mai potuto finirlo xchè nella scatola mancavano tutti i trasparenti (inutile discussione col negoziante) e così rimase opera morta nelle mani di mio figlio. A prima vista la scatola mi sembra diversa ma in genere si tratta di reinscatolamenti dei vecchi stampi, per cui se vuoi comunque cimentarti, mettiti l'anima in pace e armati di incisore. Per le altre marche non so dirti, a parte la sempre ottima Hasegawa e il 339 PAN della FREMS che però è in 1/48, anch'esso di ottima fattura. L'F 16 Venezuelano è ancora fermo (vedi peripezie iniziali), ma ora non ce n'è più per nessuno. SONO TORNATOOOOO Logicamente al mio stop forzato non ha corrisposto lo stop di Riccardino, che è andato avanti in maniera "Baronica" oserei dire, in quanto ha già finito un Corsair, un Apache, un FW 190, uno Zero e un G91 pan (quest'ultimo in 1/100 e gli altri in 72) :drool: e tutti da solo mi inorgoglisce non poco. appena ho le foto ve le posto. Saluti a tutti Airmodellers
  2. mi sono scordato di risponderti per quanto riguarda le vernici . io abitualmente uso smalti humbrol e acrilici gunze o tamiya (dipende dalle tonalità). per gli humbrol, sono solito diluirli direttamente nel barattolino, aggiungendo 10/15 gocce di diluente (sempre humbrol) e 2 dadini M4 inox. sbatti il tutto per 20/30 secondi e ti ritrovi con la vernice bell'è pronta anche per le volte successive. per i gunze stesso sistema, con la variante dell'alcool denaturato (quello rosa per intenderci) al posto del diluente. discorso a parte per gli acrilici tamiya che abbisognano del diluente apposito (disastro completo e colore buttato per averlo diluito stupidamente come i gunze). quanto sopra vale esclusivamente se si usano pennelli. se si usa l'aerografo, i colori vanno miscelati al 50% circa in qualche barattolino vuoto e PULITO prima di essere messi nel serbatoio dell'aerografo. spero di esserti stato d'aiuto saluti Airmodellers
  3. in effetti l'uso di stucco e carta abrasiva è quasi d'obbligo. per non far vedere dalla presa d'aria che si trattava di un modello (perni di giunzione simili ai piloni del ponte di brooklin), ho usato un lamierino di rame molto malleabile, piegato ad arte e raccordato con abbondante dose di stucco. liscia e stucca, liscia e stucca il risultato mi sembra soddisfacente. una volta incollati i pezzi, se ti si presenta lo "scalino", devi andare giù di lima se è molto evidente (almeno io faccio così) e poi carta abrasiva dalla 800 alla 1200 bagnata per rifinire il tutto. saluti Airmodellers
  4. per i modelli (ed i pezzi in genere) in resina, la vernice rimane la stessa, mentre per la colla il discorso cambia di molto. la resina è molto più "dura" della plastica, e le normali colle per modellismo non la sciolgono. va usato un collante cianoacrilico (tipo attak) che però non dà scampo: o si posizionano subito bene i pezzi o poi staccarli diventa un'impresa titanica. altrimenti si usa la colla epossidica bicomponente che consente, in fase di incollaggio, di apportare eventuali correzzioni. saluti Airmodellers
  5. strano il problema delle decal. mhhhh....al prossimo modello, prova a ritagliare la decal seguendone il contorno. certo, è un lavoro da certosino poichè cè il rischio concreto di danneggiarla irreparabilmente. magari con una lama di taglierino nuova e ben affilata. resta cmq il fatto che hai realizzato un ottimo modello, ben assemblato e verniciato. continua così saluti Airmodellers P.S. per le decal più piccole, o con quelle che magari hanno una zona trasparente al centro, rivolgiti a qualche santo in paradiso scherzo ovviamente. ma forse il mitico barone può aiutarti a risolvere il problema. arisaluti ariAirmodellers
  6. COMPLIMENTONI Flankedd . davvero un lavoro notevole. se mi metto in casa un diorama simile, mia moglie fa uscire me . aspettiamo di vedere l'efa terminato (e anche il tornado) saluti Airmodellers
  7. innanzitutto benvenuto nel forum. stò facendo il tuo stesso modello, però Venezuelano . L'amazzone è la dea Diana (dea della caccia), simbolo del 323° squadron olandese o belga (non ricordo). ora sono alle prese con seggiolino, sidewinder e missili vari. il link di Blue sky è ricco di spunti (anche se quella è una realizzazione in 1/32). sul topic f-16 Venezuelano 1/48 troverai il mio stato di avanzamento lavori. buon lavoro Airmodellers
  8. non ti dico x chi ho votato, ma i giapponesi NUN SE BATTONO :adorazione:
  9. se l'aria la fai passare prima da un filtro che separa la condensa e poi da un regolatore di pressione, si elimina innanzitutto la condensa e poi, tramite il regolatore ti regoli (si chiama regolatore apposta) la pressione d'esercizio che ti pare (c'è un manometro). con alcune decine di euri (20-30), dovresti risolvere gli inconvenienti. in vendita ci sono anche dei gruppi che hanno sia il filtro che il regolatore montati insieme. ti dico questo xchè fino a qualche anno fa andavo in giro con un collega a montare i compressori industriali con tanto di impianto per le svariate postazioni di lavoro, nonchè a fare manutenzione ai compressori sù citati. saluti Airmodellers
  10. Dammi tranquillamente del tu, Blue. a 40 anni non sono ancora pronto per il Sig. . Per la riproduzione del PAN temo che aspetterete un bel pò, visti i miei ritmi di lavoro in campo modellistico. mi prendo tutto il tempo e la calma necessari a fare un buon lavoro. a volte stò senza toccare niente per giorni, altri invece dove finito di verniciare un pezzo, magari ne incollo o rifinisco un'altro. in fondo è sempre un "passatempo", no? e poi voglio (vorrei) farlo veramente bene, per cui lo inizierò dopo aver fatto i vari Sabre, Thunderstreak, Thunderjet, G-91 ecc.. un minimo di cronologia ci vuole, ti pare? Certi già del risultato eccellente! biggrin.gif Troppo buono, troppo buono.
  11. l'uso di bombolette di aria compressa è controproducente, in quanto (almeno io) ne consumo 1 e 1/2 a modello, tra prove, verniciatura e pulizia aerografo. a 7-8 euri a bomboletta dopo una ventina di modelli non dico di aver speso l'equivalente al costo di un discreto compressore, ma quasi :pianto: .forse questo mese, tra straordinari e trasferte, riesco a farmi un "regalo" . non ditelo a mia moglie, la amo tanto, perchè farla soffrire? . saluti airmodellers
  12. c'e l'ho tra le cose da fare senza dubbio un'ottimo acquisto. 25 euri spesi bene
  13. :adorazione: sei un GRANDE Blue http://img115.imageshack.us/img115/7388/p1010004tg2.th.jpg
  14. :furioso: :furioso: :furioso:http://img102.imageshack.us/my.php?image=p1010002mn9.jpg
  15. http://img102.imageshack.us/my.php?image=1010002mn9.jpg ma non c'è un modo più semplice??? tipo copia e incolla??
  16. http://img505.imageshack.us/my.php?image=p1010002pe9.jpg se mi è riuscito di postare questa foto, è la Strega nella sua collocazione definitiva. la basetta, inizialmente piatta e grigia, ha ricevuto alcune migliorie "rubate" dalle tecniche del Barone. incisione e lavaggio con del nero ad olio dei lastroni, varie erbette che crescono tra le fessure, ombreggiatura tra un lastrone ed un'altro effettuata con la matita passata su carta vetrata e data su col dito (stile miniera di carbone, per la felicità di mia moglie). credo solo di aver sbagliato la tonalità della porzione di "giallo" che dalla foto di Blue sembra essere più sul limone, mentre sul foglio decal della Tauromodel mi riportava testualmente Giallo cromo. Sentiti ringraziamenti agli utenti del forum, che con i loro consigli e tecniche mi hanno consentito di realizzare ed ambientare il modello più ammirato della mia vetrina. Saluti Airmodellers
  17. CONCORDO!!! Barone fà in 1/72 ciò che io non riesco in 1/48 . ho deciso di farlo special color venezuelano perchè gli ADF italani (prerogativa NATO) hanno solo livree grigie (anche se in tre toni). due toni di verde ed un marrone per le superfici superiori e un grigio per quelle inferiori, rendono la colorazione meno "monotona". senza contare il dragone in coda per i venti anni del 16° grupo de caza (è scritto così). stasera carteggio la giunzione tra fusoliera e scarico, che una settimana fa ha richiesto una notevole quantità di stucco. PS grazie dei complimenti per il Lightning. sul topic thunderstreak ci sono anche le foto del 104 Strega da me realizzato. come mio solito le foto sono pessime, ma almeno sono più visibili. saluti Airmodellers
  18. non ce la faccio più a stare senza il mio hobby preferito (gnocca a parte)!!!! un'altra settimana e poi giù con l' f-16!!! per la basetta del Lightning ho trovato una lastra di ottonella forata (copri termosifone), ma non sono molto convinto del risultato finale. per la cappottina ho ovviato all'errore chiudendo tutto. gli interni erano piuttosto scarni, quindi meglio chiudere e far vedere meno possibile. l'invecchiamento credo mi sia riuscito bene, in quanto ho anche dato della terrra di siena bruciata per le varie perdite di liquidi. saluti Airmodellers
  19. :drool: sei grande blue sky :adorazione: . l'f-16 è (per ora) fermo. motivi di lavoro mi trattengono fuori casa per almeno due settimane :furioso: , quindi di necessita virtù si va in giro per negozi alla ricerca di qualche novità il tuo link mi tornerà utilissimo quando "attaccherò" il seggiolino e i carichi esterni. ancora grazie, saluti airmodellers
  20. Lo spunto per il Thunderstreak dei Getti tonanti l'ho avuto proprio in quel parco-museo a san marino. se avessi saputo che c'era anche un negozio ci sarei passato di sicuro. l' MB 339 in 1/48 delle frecce tricolori è della FREMS. ce l'ho tra i modelli da fare. è veramente ben fatto e nel doppio abitacolo ci sono anche le pedaliere da montare a parte, il vetro separatore e la cerniera del tettuccio. anche le decal mi sembrano a posto. oltretutto è made in italy e un pò di sano patriottismo non guasta. la versione da combattimento non l'ho vista, ma se è della stessa marca è un buon acquisto. per il motore del 104 prova a miscelare gun metal e nero opaco per l'interno (viene tipo fuliggine) e fai varie prove finchè non sei soddisfatto con bronzo, gun metal e acciaio miscelati insieme (il colore che ne esce deve essere tipo metallo "cotto") per l'esterno. la mimetica è quella adottata dai velivoli nato di quel periodo (verde e grigio). saluti Airmodellers
  21. Grazie Iscandar, molto gentile in effetti così si vedono un pò di più. l'altro ieri stavo caz..ggiando per la prima volta con photobuket ed effettivamente sono riuscito a postare più di una foto, solo che sono più visibili a dei puffi che a degli esseri umani forse dovrei cambiare qualcosa tipo risoluzione prima di metterle sul forum, ma purtroppo l'inglese non lo ciancico per niente grazie ancora e a presto. Airmodellers
  22. :pianto: si vedono piccolissime. dove ho toppato?
  23. Salve ragazzi. stò provando a postare le foto dell' F-16 che ho in hangar. incrociamo le dita... http://s302.photobucket.com/albums/nn108/a...inprogress2.jpg http://s302.photobucket.com/albums/nn108/a...anoavionica.jpg http://s302.photobucket.com/albums/nn108/a...th_scarico3.jpg http://s302.photobucket.com/albums/nn108/a.../th_motore3.jpg http://s302.photobucket.com/albums/nn108/a...onoleaquile.jpg http://s302.photobucket.com/albums/nn108/a..._consollesx.jpg http://s302.photobucket.com/albums/nn108/a..._consolledx.jpg http://s302.photobucket.com/albums/nn108/a...th_cockpit3.jpg http://s302.photobucket.com/albums/nn108/a...th_A1000000.jpg Forse ho fatto un pò di confusione nella disposizione, ma tant'è... lo scarico è stato dettagliato internamente con un pezzo di zanzariera per simulare gli attuatori dei petali. il vano dell'avionica è completamente autocostruito con pezzi e tubi vari. solo le battute del portello sono fotoincisioni. il portello del vano (non in foto) è un lamierino di rame con dei rinforzi di nastro isolante per la struttura. il primo stadio del motore visibile dalla presa d'aria (in realtà con la fusoliera chiusa ci vuole una lampada per vederlo) è anch'esso autocostruito con tubo in pvc e ventola in plasticard tagliato e svergolato per le palette. oggi l'ho carteggiato e lisciato per bene. nel tentativo di dettagliare ulteriormente le rotaie dei sidewinder, ne ho sfasciata una . i piani di coda sono stati separati per riposizionarli "a riposo". spero di riuscire a farvi vedere anche le foto oltre che ad avervi annoiato con le descrizioni. saluti Airmodellers
  24. le sferette che compongono i cuscinetti a sfera sono perfette per sbattere i barattolini di colore. soluzione di ripiego ma altrettanto efficace, sono i dadi (bulloni) INOX da 4 o da 5, aquistabili in una qualsiasi ferramenta . sconsiglio vivamente quelli zincati, che col tempo si arrugginiscono deteriorando irrimediabilmente il colore . Con i piombini da pesca non ho mai provato (tra l'altro oltre che aeromodellista sono anche pescatore, o almeno ci provo ), perchè qualcuno mi disse (25 anni fa) che nei barattolini degli smalti, a lungo andare si sciolgono. Prodigi della chimica.......bho!!
  25. Complimenti Navigator! Hai fatto davvero un buonissimo lavoro . L'unico appunto che mi sento di farti (se me lo concedi), riguarda il colore dell'interno delle 4 prese d'aria sui travi di coda. Sul mio, che tra l'altro hai visto e contribuito a migliorare anche tu, l'ho dipinte nero opaco, per dargli un senso di "profondità". a presto con altri tuoi lavori Airmodellers
×
×
  • Create New...