Jump to content

MZKT-Volat 741351


Recommended Posts

MZKT-Volat 741351

fmi45u.jpg

 

Il 741351 è stato realizzato e presentato al pubblico dalla MZKT-Volat Bielorussa (distaccamento pesante militare della Maz) nel 2016, al fine di partecipare alla selezione per il nuovo veicolo da trasporto pesante militare destinato agli Emirati Arabi Uniti. Se verrà selezionato, andrà ad affiancare ed a sostituire progressivamente l’MZKT 74135 (vedasi articoli precedenti), già in dotazione al settore da trasporto pesante degli Emirati in 40 esemplari. Forte dei suoi 812 cv capaci di trainare 136 tonnellate (6 tonnellate in più dell’MZKT 74135 e 18 tonnellate in più del americano Oshkosh M1070) più 44 tonnellate del gruppo semi-rimorchio-rimorchio, si classifica come il più potente camion da trasporto pesante militare moderno.

I motivi della sua creazione risalgono da alcune lacune emerse dal suo predecessore: l’adozione del “musone” da parte del veicolo di punta fu una nota in controtendenza nella filosofia costruttiva dell’MZKT-Volat, scelta comunque obbligata per la necessità di raffreddare l’imponente motore V12 biturbo Mercedes-Benz. Tuttavia ciò implicava la notevole riduzione delle capacità off road (non è raro che si siano verificati casi di impantanamento del muso nei guadi fangosi), uno sbilanciamento all’anteriore del mezzo, la mancanza di blindatura contro le armi leggere e nessun’arma (o supporto) in grado di garantire la minima capacità difensiva.

 

2uif3bt.jpg

 

Si ritenne necessario quindi tornare alle origini costruttive, di conseguenza riportare il motore in posizione centrale rialzata, dietro la cabina. Per fare ciò alla MZKT-Volat decisero di ripartire sul telaio ampliamente collaudato del veicolo da traino pesante civile MZKT-Volat 7429 e dalla versione militare in dotazione all’esercito russo e bielorusso, l’MZKT-Volat 742960 (prodotto nel 2015). Fu scelta una motorizzazione dedicata, in quanto il BF8M1015C Deutz del 742960 non soddisfò le ambizioni di creare un propulsore superiore a quello del 74135 e il Mercedes-Benz 444LA richiedeva consumi più elevati e un delicato sistema di raffreddamento. La scelta ricadde (e curiosamente per un veicolo dalla tradizione russa/bielorussa) per il Caterpillar C18 Acert T4F Stage IV (che approfondirò in seguito).

Il veicolo può essere aerotrasportato tramite gli aerei cargo C-130, C-17, A-400m, An-22 e An-124.

 

MOTORE

 

1zmfa69.jpg

 

Il propulsore scelto per equipaggiare il mezzo deve garantire affidabilità, consumi ragionevoli e una grande riserva di potenza. A tal scopo l’MZKT 741351 adotta un Caterpillar C18 Acert T4F Stage IV: erogazione di potenza regolabile da 750 a 812 cv, a 1800-1900 rpm, coppia di 3300 Nm a 1900 rpm. Diesel, 6 cilindri in linea, 18100 cc di cilindrata, alesaggio x corsa 145mm x 183mm, iniezione diretta MEUI. I sistemi di controllo del propulsore sono gestiti tramite centralina ECU, con compensazione automaticamente dell’altitudine, comando del raffreddamento a distanza, compensazione della potenza per la temperatura del carburante, cablaggio annegato in schiuma, controllo e trasmissione SAE J1939 del sistema di monitoraggio del motore. La sovralimentazione avviene tramite turbo VGT unito ad un doppio post-refrigeratore (TTA), il turbocompressore è montato centralmente per consentire la reversibilità della turbina e degli apparati di scarico. Dispone di una presa di forza anteriore SAE N1 per applicazioni speciali, carter dell’olio reversibile, collegamento idraulico tramite tubi flessibili e dispositivi per l’abbattimento delle emissioni CEM (modulo emissioni pulite) SCR (riduzione catalitica selettiva) catalizzatore (DOC) e filtro antiparticolato (PDF). Gli imponenti apparati di raffreddamento sono situati nel retro cabina sul fianco destro. L’accensione senza pre-start è elettronica fino a -10°C.

Lo stesso motore equipaggia perforatori da miniera, gru, draghe, scava trincee, propulsori marini e gruppi elettrogeni industriali.

 

CATENA CINEMATICA E TRASMISSIONE

 

iw652o.jpg

 

Il veicolo dispone di trazione integrale 8x8 permanente. Il cambio proposto è un automatico Allison M6620AR, sei marce più RM in alta e bassa gamma, controllo elettronico comunicante con il propulsore e sistema “soft shift”. Dispone di un retarder idraulico integrato, controllo di velocità LS-TTL a 39 impulsi a rotazione sul terminale del albero, una presa di forza PTO con riduttore per l’alimentazione dei servizi elettrici ausiliari. L’albero di trasmissione collega il cambio al differenziale centrale bloccabile/ripartitore di coppia MZKT MWTP, dotato anch’esso di PTO posteriore, lo stesso che equipaggia il vettore-lanciatore MAZ/MZKT 79221, il Typhoon-U, il BAZ Tiger e l’MZKT 74291. Dal differenziale centrale la coppia viene trasferita ai differenziali intermedi degli assi, e ai mozzi. Gli assi sono totalmente articolati, disposti a quadrilateri sovrapposti, dei quali i due anteriori sterzanti. Utilizza all’anteriore sospensioni idrauliche indipendenti ammortizzate a molle; al posteriore ha un sistema di ammortizzazione rinforzato idro-pneumatico e doppie molle per braccio ammortizzante (questo per poter gestire il peso gravante sulla ralla). I mozzi ruota sono lineari con impianto frenante pneumatico.

Dietro il motore vi è istallato su un’incastellatura un doppio argano indipendente, alimentato dalla presa di forza del cambio e attuato esternamente attraverso due dispositivi elettro-idraulici con 60 metri di cavo d’acciaio e 25000 N di trazione l’uno, per la movimentazione di carichi sul rimorchio e sul semi-rimorchio. Tutte le ruote dispongono di sistemi CTIS e controllo del gonfiaggio remoto in cabina.

 

CABINA

2dvpd3o.jpg

La cabina si presenta avanzata rispetto al motore, ammortizzata con celle d’aria e con quattro porte d’accesso più una botola superiore per emergenza/controllo/sorveglianza. Può ospitare 7 operatori, all’occorrenza i sedili posteriori possono essere ripiegati e costituire 1+1 branda a castello per il riposo. Il design prende ispirazione dal trattore 8x8 civile MZKT 74298 ma con profonde rivisitazioni al telaio, reso notevolmente più resistente dalla blindatura. I gradini d’accesso sono più ampi così come la passerella laterale. È presente un carter di protezione delle luci superiori, griglie sulla fanaleria principale e il motore è protetto da un cofano, avente anche la funzione di deflettore per il convogliamento dell’aria ai radiatori. Nel lato destro del cofano motore vi è un pannello a saracinesca, per la manutenzione del veicolo e l’accesso ai tecnici, al di sopra vi sono tre prese d’aria per l’alimentazione del motore. Sopra l’incastellatura posteriore è presente una gru elettrica centrale per l’abbassamento della ruota di scorta situata al lato destro. Uno dei punti di forza rispetto all’MZKT 74135 è per l’appunto la presenza di un minimo esoscheletro balistico per garantire la sopravvivenza durante attacchi con armi portatili leggere. L’abitacolo è completamente schermato contro gli NBC, vetri blindati e con protezione anti esplosione. Lo scafo a V consente la protezione contro ordigni leggeri IED. È disponibile come accessorio una corazzatura balistica aggiuntiva applicabile alla cella di guida e agli apparati motore. Inoltre sulla botola corazzata superiore vi è una slitta semicircolare per l’istallazione di una mitragliatrice.

 

Unità di trasporto: il semi-rimorchio e il secondo rimorchio vfjg2f.jpg

 

Il primo semi-rimorchio è il MZKT 999421, il medesimo dell’MZKT-Volat 74135 ma con 6 assi e con importanti modifiche strutturali, come l’aggiunta di longheroni rinforzati e la capacità di allargarsi a scorrimento di 1 metro. Queste modifiche (che lo portano ad un peso tara di 26 tonnellate) permettono il trasporto di 76 tonnellate contro le 70 tonnellate del 83721. Come il predecessore è completamente autonomo grazie all'unità di potenza ausiliaria, anche operativa dalla cabina di guida, la quale attiva il CTIS dedicato a tutte le ruote del treno di rotolamento (progettate per il fuoristrada) e il suo sistema idro-pneumatico. Il semi-rimorchio è dotato di una sospensione che permette una facile sostituzione dei pneumatici interni. Il “collo d’oca” maggiorato di aggancio su ralla, oltre a stivare le ruote di scorta del traino e la gru per la gestione delle medesime, gli stabilizzatori di posizione, permette notevoli escursioni di angolazione sia in beccheggio che in torsione e rollio. Le pedane di carico e scarico sono perfettamente combaciabili con il frontale del rimorchio (agganciabile al semi-rimorchio tramite un giunto a campana), questo per permettere il carico e lo scarico dei carri armati e dei veicoli senza in bisogno di sganciare le singole unità di carico, costituendo di fatto un pianale unico. Il payload del singolo semi-rimorchio è costituito da due BMP-3, da un ARV Leclerc e un BMP-3, da un MBT Leclerc e un BMP-3, un obice Denel G6, un container da 12 metri o due container da 6 metri.

Il secondo rimorchio è l’MZKT 837211 è composto da un telaio portante a longheroni a Z collegati da tubolari e traverse con staffe di rinforzo per aumentare la resistenza alla flessione, rimane invariato anche il payload di 60 tonnellate e 18 tonnellate di peso tara. A differenza del trattore e del semi-rimorchio, il rimorchio non è dotato di CTIS sebbene comprenda un treno di gomme per terreni off road. A differenza del precedente però dispone di 6 assi di cui 2 sterzanti (quelli appartenenti al gruppo timone di sterzo) mentre l’83721 disponeva solo di 3 assi di cui uno sterzante. I gruppi di elevazione idraulica ricalcano quelli del semi-rimorchio MZKT 837211. Il payload del singolo rimorchio è costituito da un MBT Leclerc, da un BMP-3 o da un container da 6 metri.

 

2v9deo0.jpg

 

DATI TECNICI AGGIUNTIVI MZKT-Volat 741351

Lunghezza – 10,30 metri

Larghezza – 3,10 metri

Altezza – 3,88 metri

Interasse ruote – 2,25 + 2,75 + 1,70 metri

Consumo – n.d.

Capacità carburante – n.d.

Autonomia – 700 / 900 Km

Guado – 1 metro, 1,60 metri con preparazione

Velocità massima su strada – 70 Km/h

Velocità massima off-road – da 30 a 50 Km/h

Angolo d’attacco – 30°

Angolo d’uscita – 60°

pendenza laterale – 30%

Altezza dal suolo – 0,48 metri

Misure/tipo di ruote – Michelin 23.5 r25 XLB TL188E (trattore), Michelin 525/65 r20,5 XS TL (semi-rimorchio e rimorchio)

Edited by Rommel
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
×
  • Create New...