Jump to content
Sign in to follow this  
Amarcord

F-104 ultimo scramble

Recommended Posts

Salve a tutti.

Sono nuovo, e spero che l'argomento non sia già stato trattato. Avrei un problema di documentazione modellistica: da quanto mi risulta, i nostri ASA-M effettuarono l'ultimissimo volo operativo il 31 ottobre del 2004 - a parte i due esemplari finiti alla Sperimentale -, quando da Grazzanise si alzarono cinque velivoli (tra cui il Rosso 9.99 pilotato dal col. Miniscalco), dopo l'ultimo scramble delle 08.25 di quella domenica. Per conoscenza, gli aerei in low-vis. erano pilotati dal gen. Piero Valente, dal gen. Settimo Caputo, dal col. Vittorio Iannotta, dal magg. Giovanni Balestri.

Nel sito dell'Aeronautica qualche foto di quella giornata la si trova, altre ne ho trovate nell'articolo Lo spillo sicuro: una sfida impossibile su S.V., ma purtroppo nessuna mostra numeri e matricole. A me non dispiacerebbe riprodurre uno dei quattro aerei in grigio, magari quello del leader (Valente), partendo dal solito 1/48 Hasegawa con decals Skymodels... però almeno i numeri mi servono. Qualcuno può aiutarmi? anche indicazioni o indirizzi-mail di Uffici Relazioni Pubblico, per esempio del X Gruppo, mi sarebbero utilissimi.

Ah, ne approfitto per un'altra questione: per un 104 AMI in grigio il foglio della Skymodels 48031 è l'unica alternativa? non so nulla sulla qualità ma ho visto che è molto "compresso"; se qualcuno ne ha già fatto esperienza...

Grazie e saluti!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Uhmm... ho visto che le visite sono state parecchie, e le risposte poche (nessuna), segno però che l'argomento interessa. Allora, se posso esservi utile, ho appena trovato numeri e matricole nel sito tedesco www.916-starfighter.de. A parte il 9.99 (MM6930), gli altri quattro aerei erano il 4.16 (6850), il 4.50 (6890), il 9.31 (6934) e il 9.39 (6876).

Sono giorni che cerco in rete, senza trovare nulla di nulla nei siti italiani; non sarà l'ennesima conferma che noi, pur convivendo con cose belle, ci dimostriamo sempre più o meno incapaci di valorizzarle? o è questione di educazione, coscienza e sensibilità storica?

Saluti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×