Vai al contenuto
Accedi per seguirlo  
picpus

"Predator A" da Amendola (Fg) a Decimomannu (Ca)

Messaggi consigliati

A ok lo sospettavo,anche se credevo che era la prassi gudarli via satellite

Modificato da diavolo rosso

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Dal link http://www.dedalonews.it/it/index.php/08/2...o-dalla-puglia/

 

riporto:

 

4 Agosto 2009 di G. Alegi

 

Aeronautica Militare: arriva in Sardegna UAV Predator pilotato dalla Puglia

 

Si è conclusa con successo la prima fase dell’esercitazione "Shardan 2009" pianificata dall’Aeronautica Militare per verificare la capacità di pilotare un velivolo da forte distanza ed operare in spazi aerei utilizzati anche dal normale traffico aereo. Con il rischieramento dalla Puglia in Sardegna di un Predator A+ del 28° Gruppo del 32° Stormo l’Italia diviene - spiega l’Aeronautica Militare - l’unica nazione in ambito europeo a sviluppare la capacità di operare con velivoli come il Predator "da remoto", una capacità che presto consentirà di pilotare dall’Italia i Predator schierati in Afghanistan per fornire la necessaria copertura informativa alle forze nazionali di superficie.

Il velivolo a pilotaggio remoto (APR, equivalente all’inglese UAV) è decollato da Amendola (FG) alle 00.52 del 3 agosto per atterrare alle 10.43 sulla base di Decimomannu (CA) dopo un volo controllato interamente dalla stazione di partenza e durato un paio di ore più del previsto a causa del vento. Il volo si è svolto durante le ore notturne per minimizzare le interferenze con gli altri aerei ma soprattutto per sfruttare le migliori condizioni meteorologiche previste. Nell’ultimo tratto del volo il Predator è stato seguito da un elicottero di Decimomannu.

Per la Shardan il 28° Gruppo ha rischierato a Decimomannu una stazione di terra ed un piccolo nucleo di personale, che hanno assunto il controllo del Predator per la sola fase di atterraggio e lo seguiranno durante alcuni voli sul vicino Poligono Interforze del Salto di Quirra (PISQ). Il ciclo addestrativo si concluderà venerdì con il rientro del Predator ad Amendola. La possibilità di pilotaggio a grande distanza consentirà in futuro di poter rispondere con maggiore tempestività e flessibilità ad esigenze operative di sorveglianza e ricognizione anche in Italia, per grandi eventi come il recente G8 o per il controllo dell’immigrazione e dell’ambiente.

 

 

 

Dal sito ufficiale dell'Aeronautica Militare Italiana, il link ad un filmato:

 

http://www.aeronautica.difesa.it/ucsma/img/Predator-TG2.wmv

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora
Accedi per seguirlo  

×