Jump to content
Sign in to follow this  
Guest intruder

Esperimenti in orbita

Recommended Posts

Guest intruder

Test nello spazio, sulla navetta VSS Enterprise, propieta' della VirginGalactic, per una nuova insulina. A compiere il viaggio orbitale intorno alla terra un quarantunenne originario dei Paesi Baschi, Josu Feijoo, da 18 anni affetto da una forma aggressiva di diabete che lo costringe a 4 iniezioni al giorno. Feijoo e' alpinista, gli mancano solo due montagne per raggiungere le sette vette piu' alte del mondo. Il viaggio orbitante avverra' in settembre.

 

http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus/sc..._126293092.html

Share this post


Link to post
Share on other sites

sarà il primo viaggio per la VSS Enterprise ?

e pensare che la gente dice che le missioni spaziali sono soldi buttati via...questa medicina verrà testata sul sig. Feijoo giusto?

speriamo che possa essere di aiuto anche per altri ammalati..

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder
sarà il primo viaggio per la VSS Enterprise ?

e pensare che la gente dice che le missioni spaziali sono soldi buttati via...questa medicina verrà testata sul sig. Feijoo giusto?

speriamo che possa essere di aiuto anche per altri ammalati..

 

 

Ultimamente, a dire il vero, questa litania dei soldi buttati via si comincia a sentire meno... forse la gente si è resa conto che non sono denari sprecati, o forse si è accort che si spreca di più da altre parti, assolutamente inutili.

Share this post


Link to post
Share on other sites
forse la gente si è resa conto che non sono denari sprecati, o forse si è accort che si spreca di più da altre parti, assolutamente inutili.

 

 

meglio tardi che mai.. :rotfl:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder

TOKYO, 23 GEN - Il Giappone ha lanciato in orbita il primo satellite 'verde' concepito per studiare la concentrazione di gas serra nell'atmosfera terrestre. Il razzo di fabbricazione nipponica H-2A, contenente il satellite 'Ibuki' insieme a sette altri satelliti minori, e' decollato senza imprevisti oggi dal centro aerospaziale di Tanegashima, nella prefettura meridionale di Kagoshima. Da Ibuki si attende un contributo importante nella lotta al riscaldamento globale terrestre.

 

http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus/sc..._123300900.html

Share this post


Link to post
Share on other sites
TOKYO, 23 GEN - Il Giappone ha lanciato in orbita il primo satellite 'verde' concepito per studiare la concentrazione di gas serra nell'atmosfera terrestre. Il razzo di fabbricazione nipponica H-2A, contenente il satellite 'Ibuki' insieme a sette altri satelliti minori, e' decollato senza imprevisti oggi dal centro aerospaziale di Tanegashima, nella prefettura meridionale di Kagoshima. Da Ibuki si attende un contributo importante nella lotta al riscaldamento globale terrestre.

 

http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus/sc..._123300900.html

 

anche questo esperimento sono sicuro che sarà utile per l'umanità...

ecco un immagine del satellite:

photo-1_goast.jpg

 

è possibile però che non sia il primo satellite a svolgere questa funzione?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder

La mia influenza (erano cinque anni che non la prendevo, e questa è piuttosto antipatica), con conseguente febbre, mal di testa e altro, mi ha impedito di fare ricerche più approfondite sul satellite in questione (l'Agenzia Spaziale Giapponese, se ben ricordo, ha un sito fatto molto bene, in inglese, fra l'altro), e quindi non so esattamente cosa dovrebbe fare questo satellite. Di certo non è il primo che si occupa di questo problema, in orbita è stato mandato almeno almeno un satellite americano, Topex/Poseidon, per monitorare il riscaldamento degli oceani e la cosiddetta Enso (El Niño Southern Oscillation, in realtà sarebbe più corretto chiamarla Walker Circulation). Credo non sia più attivo, ma credo anche non sia stato il solo. Faccio qualche ricerca e ti so dire meglio.

 

 

http://topex-www.jpl.nasa.gov/mission/topex-new.html

 

topex-12year-feature2.jpgBHT.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

è possibile che il Topex l'avevamo già menzionato in qualche altra discussione?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder

Niente di più facile, sta in orbita dal 1992, se non sbaglio...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder

Prendera' il volo nel settembre 2010 sullo shuttle il 'cacciatore' di materia oscura nell'Universo Ams, che in gran parte parla italiano.Il via libera al 'volo' dello strumento, nato da una collaborazione internazionale della quale fanno parte Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn) e Agenzia Spaziale Italiana (Asi), e' stato annunciato dalla Nasa, che ha reso noto il nuovo manifesto dei voli dello shuttle. L'Italia lavora da 14 anni a questo strumento, costato un miliardo di euro.

 

http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus/sc..._110334285.html

Share this post


Link to post
Share on other sites

da quanto ho letto è l'unico che ha la "facoltà di vedere" l'antimateria...

bisogna fare un bell' applauso alla ricerca italiana :okok:...

 

image:

Alpha_Magnetic_Spectrometer.jpg

 

link:

AMS

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder

Un satellite americano per le comunicazioni, di proprieta' di una societa' privata, si e' scontrato in orbita con un satellite russo. Lo ha riferito un portavoce militare americano. Si tratta della prima collisione del genere nello spazio. Lo scontro ha riguardato un veicolo spaziale della Iridium Satellite Llc e un satellite russo, anch'esso per comunicazioni ma 'non operativo', ha spiegato il tenente colonnello dell'aviazione Les Kodlich, del Comando strategico Usa.

 

http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus/mo..._112342857.html

Share this post


Link to post
Share on other sites

colgo l'occasione per postare questa immagine trova ora sul sito della NASA...

NASA

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder

C'e' un rischio di detriti nucleari dopo lo scontro in orbita tra un satellite americano e un satellite russo. Lo afferma un esperto russo. 'Dopo la collisione i frammenti si sono allontanati in varie direzioni,anche ad altezze dove sono 'sepolti' vecchi satelliti sovietici usati per seguire le flotte di potenziali nemici e dotati di reattori nucleari',ha detto.'C'e' il pericolo di una collisione con questi vecchi satelliti con la conseguente formazione di una cintura di schegge radioattive'.

 

http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus/mo..._112351365.html

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder

I satelliti Herschel e Planck sono nello Space Center di Kourou in Guiana per la preparazione al lancio col vettore Ariane 5 il 16 aprile. I due osservatori spaziali, i piu' complessi mai costruiti in Europa e realizzati da Thales Alenia Space come primo contraente per l'Agenzia Spaziale Europea, saranno posizionati in orbita stabile a 1,5 milioni di chilometri dalla Terra, per assicurare le condizioni termiche necessarie per osservare alcune delle piu' fredde radiazioni nell'Universo.

 

http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus/sc..._119328916.html

 

28e15aba72e7035919d35b95404e4cf9.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lanciati i due satelliti del sistema early warning SPIRALE

 

f6.jpg

 

Un razzo Ariane 5, partito da Kourou, Guiana Francese, ha posizionato in orbita i primi due micro-satelliti dimostrativi A e B del sistema di rilevamento di lancio di missili balistici SPIRALE, acronimo francese di sistema di allarme preliminare all’infrarosso. EADS Astrium, prime contractor per conto della DGA (délégation générale pour l’armement), l’agenzia di procurement della difesa francese, è responsabile dell’integrazione finale e della operatività dei satelliti sviluppati da Thales Alenia Space, responsabile del segmento spaziale. Basato sulla piattaforma Myriade dell’agenzia spaziale francese CNES, ciascun satellite ha un’altezza di 90 cm ed un peso di 120 kg e opererà da orbita equatoriale ellittica, raccogliendo e analizzando immagini della superficie terrestre all’infrarosso alla ricerca di variazioni causate dal lancio di missili balistici nella fase di accelerazione iniziale. Il sensore ottico è basato su un telescopio in Cesic, materiale ceramico composito in fibra di carbonio che offre la massima combinazione fra bassi pesi e alte prestazioni. In caso di aggressione il sistema individuerà l’esatta posizione di partenza e fornirà elementi della traiettoria. Il programma, del valore di 120 milioni di euro, consentirà di affinare le tecniche di individuazione durante i 18 mesi di operatività dei satelliti che fungeranno da prototipi per un futuro sistema di allarme e dissuasione atto a contrastare la proliferazione di missili a lunga gittata. EADS Astrium, responsabile del segmento terrestre, lavorerà per conto della DGA nel centro di controllo a terra presso Tolosa.

Thales Alenia Space è leader europeo nei sistemi satellitari e all’avanguardia nelle infrastrutture orbitali. E’ costituita da Thales (67%) e Finmeccanica (33%) e forma con Telespazio la ‘Space Alliance’. La società rappresenta un punto di riferimento mondiale per le telecomunicazioni, osservazione della Terra tramite strumenti radar e ottici, difesa e sicurezza, navigazione e scienze.

 

13 Feb, 2009 (www.difesanews.it)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder
Lanciati i due satelliti del sistema early warning SPIRALE

 

f6.jpg

 

Un razzo Ariane 5, partito da Kourou, Guiana Francese, ha posizionato in orbita i primi due micro-satelliti dimostrativi A e B del sistema di rilevamento di lancio di missili balistici SPIRALE, acronimo francese di sistema di allarme preliminare all’infrarosso. EADS Astrium, prime contractor per conto della DGA (délégation générale pour l’armement), l’agenzia di procurement della difesa francese, è responsabile dell’integrazione finale e della operatività dei satelliti sviluppati da Thales Alenia Space, responsabile del segmento spaziale. Basato sulla piattaforma Myriade dell’agenzia spaziale francese CNES, ciascun satellite ha un’altezza di 90 cm ed un peso di 120 kg e opererà da orbita equatoriale ellittica, raccogliendo e analizzando immagini della superficie terrestre all’infrarosso alla ricerca di variazioni causate dal lancio di missili balistici nella fase di accelerazione iniziale. Il sensore ottico è basato su un telescopio in Cesic, materiale ceramico composito in fibra di carbonio che offre la massima combinazione fra bassi pesi e alte prestazioni. In caso di aggressione il sistema individuerà l’esatta posizione di partenza e fornirà elementi della traiettoria. Il programma, del valore di 120 milioni di euro, consentirà di affinare le tecniche di individuazione durante i 18 mesi di operatività dei satelliti che fungeranno da prototipi per un futuro sistema di allarme e dissuasione atto a contrastare la proliferazione di missili a lunga gittata. EADS Astrium, responsabile del segmento terrestre, lavorerà per conto della DGA nel centro di controllo a terra presso Tolosa.

Thales Alenia Space è leader europeo nei sistemi satellitari e all’avanguardia nelle infrastrutture orbitali. E’ costituita da Thales (67%) e Finmeccanica (33%) e forma con Telespazio la ‘Space Alliance’. La società rappresenta un punto di riferimento mondiale per le telecomunicazioni, osservazione della Terra tramite strumenti radar e ottici, difesa e sicurezza, navigazione e scienze.

 

13 Feb, 2009 (www.difesanews.it)

 

 

 

 

 

Mi sa che ne aveva già parlato picpus qui: http://www.aereimilitari.org/forum/index.php?showtopic=10983

Edited by intruder

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder

La Nasa lancera' il 24 dalla California il primo satellite al mondo che misurera' la distribuzione della Co2 nell'atmosfera terrestre. Obiettivo della missione e' capire come e dove si disperdano le tonnellate di anidride carbonica prodotte ogni giorno dall'inquinamento terrestre. Questo gas e' ritenuto tra i principali responsabili del riscaldamento globale. Il lancio del satellite, Orbiting Carbon Observatory (Oco), avverra' alle 1:51 locali di martedi' dalla Vanderberg Air Force Base.

 

http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus/sc..._122318376.html

 

 

EDIT:

 

Fallisce la missione del satellite Usa lanciato per misurare la distribuzione nell'atmosfera terrestre dell'anidride carbonica. Gas ritenuto tra i principali responsabili del riscaldamento globale. Il satellite e' stato lanciato dalla Vanderberg Air Force Base, in California. Il modulo che trasportava l'Orbiting Carbon Observatory non e' riuscito a separarsi dal razzo propulsore poco dopo il lancio.

 

http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus/sc..._124301557.html

 

 

Il satellite per la misurazione del CO2 terrestre lanciato dalla Nasa questa notte e' precipitato nell'oceano Antartico. Lo ha reso noto il responsabile della missione. 'Il veicolo e' ricaduto nell'oceano non lontano dal continente Antartico' ha detto il responsabile della missione John Brunschwyler in una conferenza stampa. Era la prima volta che la Nasa utilizzava un veicolo fabbricato dalla societa' privata Orbital Sciences Corp.

 

http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus/sc..._124308105.html

Edited by intruder

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder

STSS-ATRR_On_Pad-ULA.jpg

 

Delta II Lofts Missile Defense Satellite

 

Michael Mecham mecham@aviationweek.com

 

A NASA-supervised mission carrying a satellite with a prototype sensor technology for the U.S. Missile Defense Agency (MDA) was put into a low-Earth polar orbit Tuesday one hour after liftoff by a United Launch Alliance Delta II from Vandenberg Air Force Base, Calif.

 

The $400 million Space Tracking and Surveillance System Advanced Technology Risk Reduction (SSTS-ATRR) mission, originally called the Block 2010 space Risk Reduction, was launched at 1:24 p.m. PDT and achieved orbit at 2:22 p.m. from a two-stage Delta II 7920-10L.

 

The goal of the partially classified satellite is to demonstrate sensor technology to track ballistic missiles (Aerospace DAILY, April 29). MDA turned to NASA for launch assistance because the space agency had two ordered two Delta II launchers at a time when the defense agency had switched to larger Evolved Expendable Launch Vehicles, according to NASA Launch Manager Chuck Dovale.

 

A tandem launch of two STSS demonstration satellites is expected at Cape Canaveral later this summer using the second Delta II.

 

Details of the launch were limited; NASA did not provide its usual web or TV coverage of the liftoff.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder

Nanosatellite Tests Solar Cells

 

Jun 4, 2009

 

 

 

By Bettina H. Chavanne aviatonweek.com

 

 

 

 

 

The Aerospace Corporation is analyzing data received from its Picosatellite Solar Cell test bed (PSSC), developed to test a new generation of solar cells.

 

The 6.4-kilogram (14-pound) nanosatellite, built by Dr. Henry Yoo of the Air Force Research Laboratory in collaboration with engineers from Aerospace Corp., is testing the latest generation of high-efficiency solar cells from Spectrolab and Emcore under conditions in outer space.

 

Scientists at Aerospace Corp. have used small satellites - some the size of a coffee cup - for a variety of space missions. Satellites that small require careful engineering for their power source, payload circuitry and communications equipment, but they have the advantage of being cheaper to launch and operate than their larger brethren.

 

The PSSC test bed was launched Nov. 29, 2008 from the space shuttle Endeavour and went silent 110 days later, after transmitting 17 megabytes of data consisting of 698 pictures, sensor data and state-of-health data.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×