Jump to content

Tom_One

Membri
  • Content Count

    24
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Tom_One

  1. La proprietà di sintesi ricapitolando in 200 righe gli ultimi avvenimenti sullo scacchiere geo-politico degli ultimi tre anni, secondo è anche troppo sviluppata. E' vero qui si parla di Ucraina, ma per per fare un discorso ad ampio respiro dobbiamo vedere la "big picture" altrimenti rischiamo di essere un po limitati nella libertà di pensiero e non obiettivi. Ovvio che nella figura di moderatore, si abbia ampi margini di descrizione sopratutto quando in firma si hanno i simboli dell' ebraismo e della massoneria oltre a quello del SAC e dell' U.S. Navy o CENTCOM (qui mi trovi impreparato).
  2. Ricordiamoci della famosa Rivoluzione Arancione e del famoso avvelenamento con il polonio dell'allora presidente ucraino Yushenko. Sono anni che l'Ucraina nello scacchiere delle super-potenze ha assunto il ruolo della Germania della guerra fredda del XX secolo. Ovvero quello di stato cuscinetto tra le due grandi super potenze (Russia & USA). E l'Europa in mezzo a fare da maggiordomo alla politica degli USA. La lungimirante Unione Europea ha deciso di introdurre nuove sanzioni alla Russia, assecondando così gli Stati Uniti d'America. I meteorologi russi hanno fatto sapere un paio d'ore dop
  3. Questa purtroppo è la generazione nata con la Playstation, pensano che la guerra sia un gioco ove magari fare alleanze con qualcuno e via. Purtroppo poi quando si passa da dietro la tastiera, al campo di battaglia vero e proprio e l'odore del sangue si mischia insieme a quello della nafta e della polvere di sparo cambia tutto ve lo assicuro !!!! E' vero che Putin l'ha sparata grossa, ma anche dalla parte occidentale dare mano libera ai Pravy Sektor ed ai vari battaglioni Azov, non mi è sembrata male come fesseria.... li hanno messi al muro !!! E non scordiamoci che Vlad (come lo chiamate v
  4. Ma voi pensate che con gli avvenimenti di questi ultimi mesi, basta una semplice tregua e che finisca tutto a tarallucci e vino. Scusate, ma non conoscete la determinazione di quei popoli. Parlo per esperienza personale, avendo frequentato la zona di Lugansk sin dal lontano 1998. Sinceramente sono molto pessimista ad una fraterna riconciliazione dopo che le salve di missili Grad hanno colpito indistintamente il tessuto sociale. Mi auguro di sbagliarmi, ovviamente. Se io fossi l'Occidente contratterei l'indipendenza delle due regioni con l'ingresso dell'Ucraina nella NATO, sarebbe un opzion
  5. E allora a questo punto visto che le due regioni del Donbass hanno votato per l'Indipendenza con oltre il 98% dei consensi e per il principio di autodeterminazione dei popoli sancito dall'ONU non vedo il perchè scandalizzarci tanto. Tra l'altro, pur con le dovute differenze, la situazione della Novorossiya non mi pare poi cosi differente dal Kossovo del 1999. Solo che al posto della Russia avevamo la NATO e per fargli mollare l'osso si è dovuto ricorrere alle No-Fly zone ed ai bombardamenti di Belgrado. Solo che allora erano i "buoni" a guidare le danze, mi immagino cosa succedeva ora con un b
  6. Questa mi pare una affermazione tirata per il collo.....io ritengo che se Janukovic il 28 novembre 2013 a Vilnius avesse firmato il trattato di pre-adesione alla UE sarebbe ancora al potere. Inoltre a Maggio sono state fatte le elezioni presidenziali non è stato rieletto il Parlamento che dovrebbe dettare la linea politica. Visto che poi il 40% e più dei seggi è del Partito delle Regioni del deposto presidente Janukovic ed ai deputati di questo partito non viene permesso di entrare in Parlamento, io non abbinerei alla situazione politica Ucraina attuale l'aggettivo "democratica".
  7. Mr. Henry Kissinger, uno che per quanto se ne dica, di politica estera se ne intende ha commentato le ultime notizie che vengono dal Medio Oriente e dall'Ucraina. L'articolo è del Wall Street Journal ed è in Inglese, cosa dice in sostanza ? Gli avvenimenti di questi ultimi mesi stanno minando le fondamenta del N.W.O., ovvero del nuovo ordine mondiale, quello in cui le democrazie sono sottoposte al potere degli interessi economici e finanziari di un gruppo di persone che auspica un controllo diretto dell'intero pianeta e delle sue risorse. A contrastare questo disegno abbiamo la Russia e la Cin
  8. A occhio e croce vedo molte truppe imbottigliate, sopratutto paracadutisti. Sicuramente hanno notevoli problemi di rifornimenti. Inoltre le forze della Novorossija hanno ripreso pieno possesso della frontiera con la Russia e si stanno aprendo un varco verso la Crimea per alleggerire la pressione su Donetsk.
  9. Vi suggerisco un altro video, fa ritornare la mente, le trincee i campi di granoturco che nessuno taglierà feriti dalle bombe. La mia generazione queste cose le ha sentite dai racconti dei nostri nonni e speravo di andare verso la vecchiaia senza più vedere quelle immagini in bianco e nero di tanti anni fà. Il giorno dopo la battaglia. Ucraina, Lugansk Obl., Europa, 27 luglio 2014. https://www.youtube.com/watch?v=3NHGjPsn39M#t=17
  10. Contrariamente alle gloriose vittorie declamate da tutti i mass media occidentali, sentite cosa dicono questi ragazzi ucraini di un battaglione di truppe corazzate rifocillati dai cittadini del donbass. Per chi non capisce il russo vi è la traduzione in Inglese.
  11. Ritornando all'aereo, cominciano a trapelare informazioni anche dall'altra parte dell' Atlantico........ riprese ovviamente solo dai giornali della Malesia. http://www.nst.com.my/node/20925
  12. Notizia ripresa dagli organi d'informazione Russa, con tanto d'intervista sui maggiori network russi di un noto fonico (Nikolay Popov) il quale faceva notare il pesante editing avuto dal file audio presentato come originale, mentre in realtà era stato oggetto di varie manipolazioni. Qui altre informazioni in merito: http://m.strategic-culture.org/news/2014/07/21/downed-airliner-fake-audio-tape-shows-us-backed-hit-frame-russia.html
  13. Io consiglierei di non guardare il singolo episodio, altrimenti rischiamo di non vedere la "big picture". Salve di razzi Grad se per questo sono cadute anche all'interno del confine russo colpendo obiettivi civili e in almeno un caso facendo anche una vittima. Io sono ancora in attesa delle trascrizioni delle scatole nere del B-777, inoltre il governo di Kiev avrebbe potuto intanto mettere a disposizioni i colloqui intercorsi tra il sistema di controllo regionale di Dniperpetrovsk e l'aeroplano. Cosa che ancora non ha fatto, nel frattempo però è riuscito un ora dopo la tragedia a presentar
  14. Salve a tutti, scusate se mi intrometto nella discussione ma ho alcune informazioni per approfondire l'argomento. Innanzi tutto vi posto il link della famosa conferenza stampa del Min. Difesa Russo, quella in cui vengono portate alla luce alcune contraddizioni in riguardo all'abbattimento del B-777. So che è già stato postato in questo forum, questo ha la traduzione in Italiano. Ovviamente la traduzione in Italiano non è il massimo, ma comprensibile. Volevo solo aggiungere che sia la modalità d'ingaggio che le risultanze dei tracciati grezzi sono compatibili con la vision
  15. Intanto il Gen. ® Gagliardi dell' A.M. lancia tutta una serie di avvertimenti......
  16. Un pò di fatti concreti, da studiare e analizzare. http://www.scribd.com/doc/202741252/2013DOTE-F-35-Report
  17. Se hai tempo e piacere di leggere il report troverai la risposta !!! Si prevede l'acquisto in leasing di 20 F-35B dopo che gli Harrier hanno concluso la vita operativa. Lo stesso problema che stanno incontrando i Marines negli States, e loro addirittura prevedono di allungare la vita operativa dei loro AV-8. Inoltre vorrei aggiungere un ulteriore argomento di discussione. Nel report si parla chiaramente che le caratteristiche "stealth" dell' F-35 siano quelle che, eventualmente depongono a suo favore per una sua scelta nel ruolo aria-suolo rispetto ai Typhoon. Concetto abbastanza condivisi
  18. Un report che proviene dal mondo "pacifista" con ottimi spunti di discussione ...... http://notizie.tiscali.it/articoli/pdf/13/10/carlini-nibali.pdf "In questo paper si mettono a confronto i due caccia che dovrebbero rappresentare il futuro dell’aviazione militare italiana: l’Eurofighter Typhoon e il Joint Strike Fighter F-35. Il primo è un grande esempio di sinergia militare fra quattro Stati europei, tra cui l’Italia. L’Eurofighter è un programma ormai da tempo avviato, con velivoli già operativi e per questo motivo i suoi costi sono definiti, così come i ritorni industriali e occupazi
  19. Giorni fà postando alcune news che arrivavano da Israele, mi fù risposto che un blogger non fà testo. Vediamo se fà testo cosa ne pensa dell' F-35, il Presidente della Commissione Difesa del Senato, ex- canditato alla Presidenza degli USA, noto senatore repubblicano, meglio noto nell'area di Washington D.C. come il "falco dei falchi....". Ovvero il Sen. McCain dell' Arizona http://www.dodbuzz.com/2013/09/19/mccain-f-35-among-the-great-national-scandals/
  20. Voglio un attimo analizzare l'articolo e fare alcune considerazioni. Premetto che con la crisi in Siria le cose si stanno evolvendo talmente velocemente che le cose che ora scrivo potrebbero assumere altra luce tra una settimana. Israele sino ad ora, si è dovuto confrontare principalmente con due nemici dalle caratteristiche diverse, ma in qualche misura complementari tra loro ovvero la Siria e l' Iran (attraverso ovviamente le milizie libanesi di Hezbollah). La Siria uno stato sovrano, dotato di tecnologia militare prevalentemente russa e negli ultimi anni anche cinese. Con una grande
  21. Se di questi tempi pure ad Israele vengono i dubbi, la cosa comincia a diventare "seria". http://5tjt.com/israel-should-reject-the-f-35-planes/
  22. Per ritornare al numero degli aerei da sostituire con l' F-35 ricordiamoci sempre che l' A.M. dovrebbe essere nel 2024 a regime composta di 33.800 militari (5.300 Ufficiali - 15.250 Sottufficiali e 13.250 Volontari) quindi si deve tener conto anche di questi numeri per gli acquisti degli aerei. Non si possono acquisire un elevato numero di aerei, che poi la F.A. non è in grado di gestire.
  23. Ma la terza via non contibuisce definitivamente alla morte del programma ?? La VI generazione di velivoli, gli unmanned, sono già li che scalpitano. Quindi penso che l'unica via percorribile per far si che il programma JSF sopravviva è quello di premere sull'accelleratore. Con tutti i problemi che il JSF si porta dietro dal momento della sua progettazione, non mi sembra il massimo !!
  24. Buon Giorno, questo è il mio primo post su questo forum. Sono un pilota civile con la passione ovviamente per tutto ciò che vola. Non mi occupo molto di aeroplani militari, ma per l' F-35 ho diciamo una certa curiosità indotta dagli organi di stampa. Navigando sulla rete mi sono imbattuto in questi due video della Commissione Difesa della Camera dei Deputati. Gli intervistati sono il Prof. Nones ed Gianandrea Gaiani di Analisi e Difesa. Quello che mi lascia perplesso è come certe critiche che leggevo sui giornali e sui blog vengono addirittura amplificate da esperti del settore (mi riferisc
×
×
  • Create New...