Jump to content

PinKoPallo

Membri
  • Content Count

    49
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

0

About PinKoPallo

  • Rank
    Recluta

Profile Information

  • Sesso
    Maschio
  1. Guarda che il solare non si basa solo se c'e' sole o nuvole eh,,,,, leggiti qualcosa a riguardo almeno prima di parlare,,,, La riprova stessa e' che la germania, stando al tuo "ragionamento" ( ) non dovrebbero metterne neanche 1, ha rialzato la Germania dell'EST investendo in gran parte nel Solare. E' come dire che han reso il SuD produttivo da noi....ma in 10 anni non in 50.... MA si sa in germania son dei tonti e fan le cose a caso.... Appunto, smetti di fare mala informazione o quantomeno documentati prima. Mi sembra di sentir parlar una persona che fumava i sigari e che con la mente era rimasta ferma al 68 e che per fortuna si e' ritirata dalla scena politica italiana.... Se poi vuoi Buttarla sull'economico toppi ancora, in quanto il nucleare come gia' mostrato e' piu costoso.Qua non si parla di tifo calcistoco, qua si parlano di fatti non solo flatus vocis. Libero di mostrarmi il contrario
  2. Giusto a scopo informativo, per far capire a chi e' rimasto ancora indietro a 10 anni fa con il nucleare, di come si sta evolvendo il solare, vi suggerisco questo Link . HF.
  3. Mi scuso anticipatamente per averti Frainteso, non era in topic e non era il mio scopo, visto che l'argomento Energia in italia per me e' importante, vista la diffusa disinformazione a riguardo. Peto veniam a riguardo e ti esorto a non condurmi in errore le prossime volte rimanendo in tema.
  4. Faccio chiarezza: 1)Se parliamo da un punto di vista produttivo, in italia non siamo competitivi solo ed esclusivamente perche' importiamo il 95% dei pannelli dalla Germania, con tutti i costi aggiuntivi. Non ci son incentivi a farli produrre in massa da noi i componenti e questo ne grava i costi. Son daccordo su questo basandoci sui dati di costo di 6 anni fa. La Germania con il Solare ha RISOLLEVATO la germania dell'EST, portandola a livelli di un qualunque paese Occidentale in 10 anni anche e sopratutto GRAZIE al Solare e ora e' uno degli stati LEADER a riguardo. Ma si parla di 5 anni fa. Ora siam gia' a 2 generazione di Solare avanti. Si parla anche di solare nei vetri delle finestre per farti capire quando si e' evoluta!!!! 2) Guardiamola da un punto di vista di rendimento elettrico considerando energia prodotta vs i costi gestionali nella vita operativa.: Ad oggi il Solare (Si parla in germania che cmq sta in zone non note per viaggi al caldo) e' =le se non superiore in alcune zona rispetto al Nucleare MA senza scorie. Per quanto riguarda gli investimenti pubblici: 1) e' compito dello stato definire le politiche energetiche e stimolare lo sviluppo. -le centrali nucleari come gia' detto gravan in toto sul contribuente e a tutt'oggi non e' stato ancora quantificato il costo di smaltimento dei rifiuti, che secondo studi attendiblili esteri gia' da soli annullano se fatti correttamente il gadagno di 30 anni di esercizio. E non e' un caso che le scorie delle nostre centrali chiuse sian ancora stoccate nei vecchi siti. Nessuno ci si vuole immischiare in quel caso -il solare grava al 50%.sullo stato e al 50% sul contribuente che lo sceglie facendo PERO' rientrare dei costi ENTRAMBI. Se voi foste l'amministratore dove investireste? Il discorso e' tutto li'. EoF. Per quanto letto, e' una somma di dati grossolani che si riferivan a 10 anni fa Ora non ho il tmpo fisico di trovarti una fonte autorevole, non di sicuro la voce se fatta con tanta approssimazione. Accontentati di questo che sicuramente non riceve sovvenzionamenti dal gse.. Ovvio il tutto si ha se si e' investito a riguardo, cio' non toglie che potremmo creare per davvero milioni di posti di lavoro con SOLO il Solare e risparmiare a riguardo, ma gli interessi come gia' detto son altri http://www.corriere....44f02aabe.shtml
  5. Disinformazione allo stato puro. Aggiornati. Stiam parlando di Energia non di tifo di stampo Calcistico. Riguardo ai soldi dati dallo stato e' sicuramente vero per quanto concerne il nucleare, non sicuramente per le rinnovabili, che son viste in un paese MODERNO come una opportunita' di Progresso e lavoro. Degli Spunti per aggiornarti: http://www.megavideo.com/?v=QP0EEFCQ <= riguardo agli stupidi crucchi. http://www.megavideo.com/?v=QYVYKNP0 <= riguardo agli stupidi US. se vuoi visto che e' lunga a riguardo e se ti interessa, mi posso mettere a far i conti della serva su quanto costa una centrale di 3 generazione il cui costo grava al 99.9% sullo stato (nessun privato ha MAI investito ne' mai lo fara' su questa tecnologia obsoleta) rispetto a qualunque altra tecnologia piu' efficente, con l'unica differenza che queste producon gia' da subito e non dopo 15 anni di costruzione, che non hanno una vita operativa di 35 anni, e non hanno uno smaltimento scorie che a tutt'oggi anche nell'italia (dove ci son i vecchi siti) non e' mai stata risolta. Tutti gli stati si muovon per abbandonare il petrolio. idem che che se ne dica l'uranio in quanto e' gia' ora poco e raro e gia' da ora costa uno sproposito.Visto che si vuole spendere, non son meglio? Noi abbiam in italia dei grossi vantaggi che ignoriamo e son eterni: solare e Geotermico e son gia' da oggi piu' efficenti del nucleare e il dire contrario e' essere disinformati e deficenti (nel senso latino del termine) a riguardo. Per quanto tiguardo le altre tecnologia invece c'e' un grosso sviluppo e investimento sopratutto da parte dei PRIVATi. Un esempio stupido a riguardo e' Google che ha fatto grossi investimenti sul geotermico (manco sul solare, che gia' e' considerata una risorsa e gia' la usano normalmente sulle proprie costruzioni) E' come sostenere che l'acqua disseta poco perche' e' meglio il gatorare Stiam parlando di Energia e come ottimizzare il suo sviluppo. Stiam parlando di come sostituire le centrali obsolete con centrali efficenti senza sobbarcare il costo su progetti inefficenti. Si sa perfettamente che ora come ora molti impianti non van bene anche eprche' son troppo legate agli esteri per scente sbagliate su tecnologie vincolanti come il petrolio e il gas. Te che sei molto attento al riguardo vuoi ora aggiungere alle dipendenze anche all'uranio che e' scarso, costosissimo e che sta pure molto lontano da noi? Non confondiamo le modalita' Non si parla di brutto o cattivo, si sta parlando di una fonte obsoleta, costosa e inutile. Che i migliori allievi di Hitler sian oggi gli ebrei posso anche passartela, ma che centra con l'energia? razzismo, sospensione
  6. SInceramente, da dove tiri fuori questi dati vorrei saperlo. Riguardo al Solare, mi sa che sei rimasto fermo a 10 anni fa. Ti consiglio di aggiornarti. Ad oggi il solare parlando in termini di rendita e' superiore al Nucleare. Libero di dimostrarmi il contrario e a parita' di investimento statale (guardiamola in quest'ottica) lo preferisco a una centrale Nucleare. La stessa germania sta chiudendo le centrali Nucleari sostituendole con Solare Eolico. Son dei pirla? Io ho una grande considerazione sui Crucchi. Riguardo alle centrali Nucleari idem. Da quello che affermi implichi che son sostenibili in termini economici: Su che base? Ad oggi son in perdita, considerandoli nell'arco di vita operativo, e senza contare lo smaltimento delle scorie, che gia' solo quello si mangia i "vantaggi della vita operativa." Idem riguardo alle importazioni e dipendenza dall'estero.: Su che base visto che siam gia' autosufficenti e son previsti cali e non aumenti vista la crisi dei consumi? Le soluzioni ci sono e son gia' attuabili, a meno di non volerlo giustificare da un punto di vista storico di errori perpetrati per interesse. Io lo guardo da un punto di vista di investimento: Le centrali son sostenibili? Senza lo stato nessuno privato mai ne costruirebbe 1 a meno di avere un deposito enorme di uranio in casa (che poi a conti fatti gli renderebbe di piu' a rivenderlo come materia prima che non a usarlo ). Inoltre le centrali non posson funzionare SEMPRE e necessitano di molta acqua per funzionare (quindi fiumi/laghi/mare sono i siti) Sicuramente ci son delle grosse pressioni economiche dietro (impregilo fa mattoni) ma dal punto di efficenza siam pari a 0. Idem sul fabbisogno energetico che non e' un'emergenza. Dati Terna (per info link sopra messo in post precedente) Sul discorso c'e' grossissima ignoranza TOTALE. Informatevi!!!!!!!!! Un buono spunto di partenza: http://www.legambien...el_nucleare.pdf Cmq il problema non e' se serve il nucleare, che tutti quelli minimamente Informati a riguardo san bene che e' in deficit, ma e' che ci voglion vender ENERGIA che non ci serve.
  7. Il problema a riguardo e' un altro, forse non ci siamo capiti e frutto di ignoranza abbastanza profusa a riguardo, come ben hai evidenziato. 1) Non esiste una crisi energetica dal punto di vista energetico. Il sostenere l'incontrario e' come voler parlare di Hockey credendo che sia pattinaggio sul ghiaccio. 2) Non esistono fonti pulite. Per quanto concerne le centrali di 4 generazione se ne parla tra almeno di 10 anni di avere un prototipo. Da li' all'uso effettivo, ne passera' ancora tanta di acqua sotto ai ponti. 3) A scopo didattico (ovviamente per un uso serio di sviluppo futuro innovativo - e gia' siam nelle utopie in Italia ), potrei pure accettare una centrale Nucleare costruita di fianco al promotore dell'iniziativa, il quale deve essere il 1 a crederci a riguardo, i miei dubbi son riguardo alle modalita' di costruzione. Visto che alla fine della fiera entrera' in campo (sono Vates a riguardo ) l'Impregilo, che guarda caso e' la maggior fautrice di disastri a livello Nazionale dato questi instoppabili flussi di immanicati mafiosi all'interno, vista la tipologia di costruzione e i danni collaterali che puo' causare, ma siam proprio sicuri di volerla in casa? Ho i brividi solo a pensarci,,, materiali di costruzione scadenti per massimizzare il profitto su societa' che aprono e chiudono in un batter d'occhio ? E' come voler giocar alla roulette russa con una automatica L'unica opzione e' che venga costruita da stranieri Importando dall'estero gli stessi materiali e ordinando all'esercito di sparare a vista su qualunque persona italiana che si avvicini senza un mandato firmato da presidente della repubblica, capo dello stato, presidenti delle 2 camere. 4) Vista che l'idea romantica di Al-quaeda si e' cosi' ben diffusa nel mondo, siamo sicuri di voler mettere una centrale nucleare, molto piu' facile da abbattere senza dover neanche scomodare gli aerei Nazionali in uno stato dove la sicurezza a riguardo e' pari a 0? 5) per tornare in tema, sull'uso del nucleare: gia' da oggi il solare e' piu' competitivo del Nucleare da un punto di vista economico e col salire delluranio nei prossimi anni lo sara' anche in modo sfacciatamente Palese.. L'eolico e' anche quello in perenne evoluzione e offre ottime rese senza dover rischiare nulla se non qualche piccione di tanto in tanto. L'italia non E' in crisi energetica come gia' detto prima. Bho attualmente il nucleare e' solo propaganda di innovazione falsa e finche' non mi dimostreranno coi fatti che rende meglio delle alternative, e' per il resto TOTALMENTE inutile anche guardandola in ottica futura. Ma sinceramente, se non per l'impregilo perche' ? Giusto per poter andar all'estero e dire ce l'ho pure io? Bho fatemi capire su che basi Concrete la sostenete. E non dite che e0 meglio costruirle perche' abbiam centrali vecchie a olio o carbone... Da un punto di vista imprenditoriale costruendo EX novo si deve puntare a scelte vincenti, non a miraggi destinati a scomparire visto che l'uranio non ce lo abbiam ed e' gia' poco... discorso insensato. L'unica differenza e' che se fai il botto in macchina fai filotto e ti limiti nei peggior dei casi a paccare 2/3 macchine. Rimuovi le macchine, rilasci il conducente in SUV e tutto finisce li' Se si spacca una centrale nucleare i danni rimangon per decenni e nel peggior dei casi rendi invivibile una Regione (stando ottimisti ) per almeno un 300/400 anni, visto che ora come ora l'italia non ha i soldi manco per smaltire la munnezza normale, figurati bonificar una regione...
  8. Concordo. Per il resto se ne era gia' parlato in altro post e in modo piu' che approfondito. Mi pare che gia' contenga risposte piu che esaurienti alla maggior parte delle domande ivi esposte. http://www.aereimili...post__p__257310
  9. Non hai assolutamente capito il senso del discorso, ma non importa. Il mondo e' bello perche' e' vario Diciam che il video , mutando il sonoro che e' penoso, e' piu attinente. La storia insegna che dopo periodi di Dittatura e/o occupazione, il risultato porta sempre al potere gli estremisti piu' o meno accentuati in base allo sviluppo storico del paese. E l'italia stessa non ha fatto eccezione Gli italiani son sempre stati rispettati ed amati nei territori di loro competenza in quanto eran l'unico popolo che si adoperava con azioni Concrete per mantenere la sitiazione stabile nella loro zona di pertinenza. Ne abbiam gia' parlato. E anche le ONG han contribuito a creare questa situazione. Eravamo l'unico contingente UE che si doperava a far effettivamente una "missione di pace" La sistuazione e' cambiata quando siam passati a un ruolo attivo, dove non potevam tirar piu' una botta al cerchio e una botta alla Botte. E infatti son incominciati i morti. Siam entrati di diritto pure noi nella fascia Stranieri invasori.(quindi nemici). Se consideri la sua affermazione vista nel contesto operativo, concorderai pure me che e' una affermazione corretta. Ne abbiam gia' parlato prima, non ce ne sono. Che centra, l'omuncolo con putin? I lince non han certo Brillato in afganistan I veri vantaggi li vedranno gli States, sicuramente non noi. 0 nostre imprese che lavoran nei progetti di gas/oleodotti. Noi siam impegnati nel progetto Russo-Italico del South-stream. L'unico vero vantaggio per noi e' terminare una guerra inutile, che ci costa uomini e un patrimonio di soldi che non abbiamo. Per me si tornera' come prima, con l'unica differenza che una volta ottenuti i permessi per i gasdotti, gli US permetteranno persino di far girare le donne col Burka e con le palle di ferro ai piedi. La democrazia sara' cosi per loro ottenuta. Un po' come i rifiuti a Napoli. Spegni i riflettori e tutto finisce li', finche' qc non si incazz de novo. ---- Unito doppio post.
  10. Ciao Tuccio, ma secondo te perche' avrebbero dovuto dire quel che sostieni? Per caso son diventate anche un organo militare? Non so se sei "giovane" (e' per non dire che son molto piu' anziano io ;P ) abbastanza da ricordarti cosa era Kabul o anche Beirut prima della guerra. Erano citta' vitali che godevano di una crescita economica persino superiore a molte citta' EU. Beirut era considerata la Svizzera del medioriente, per servizi, SANITA' e Soldi che giravan.Poi come ben tu sai quando interviene la guerra (che sicuramente non volevano credimi ) lo sviluppo di una Nazione si blocca con tutte le considerazioni del caso. Per fartelo capir meglio: Immaginati se l'italia fosse in guerra da occupazione da 20 anni. Credi che gireremmo tutti con l'i-phone e con gli ospedali che ci troviam? E mi spieghi perche' dovrei esser feice di frequentare un ospedale di pieta' messo per PR dal mio invasore dove non sarei andato se non fossero mai entrati a casa mia? E se invece di subirsi 20anni di occupazione si fossero invece sviluppati non credi che loro stessi si sarebbero evoluti come modello sociale come in tutto il resto del mondo ? Non volermene ma non utilizzero' mai romanzi come prova. Se lo facessi alcuni "TVbbani" potrebbero riconoscersi come Obiwan contro l'impero US che colpisce ancora e dovrei considerarla come citazione per par condicio Il pakistan non e' un alleato strategico degli US. errore? Indirettamente hai tirato fuori un'anticipazione di quello che sara' l'afghanistan post, sempre che riescan a far "reggere" la tregua armata pagata profumatamente. Uno stato Ostile ma ufficialmente Alleato. Una buona notizia. Gli Us han capito che Martirizzare i nemici serve solo a rafforzarli e utilizzar questo metodo piu tanti soldi di buon'uscita in cambio di una uscita pulita dopo una Permanenza fallimentare + il mantenimento dei pozzi petroliferi e' il metodo migliore per salvare la faccia dopo gli innumerevoli calci nelle ciapett ricevuti. Per il resto concordo in linea di massima con Hobo e Blappo: Siam in una guerra inutile per noi come Italia, senza nessun beneficio se non quello di tentar di salvare la "testa" a un omuncolo basso che passo troppo tempo a bere vodka a Mosca andando apertamente contro le politiche economiche US Il solo fatto di esser li per ottenere crediti addizionali diplomatici che non avremo mai in questi anni, non giustifica i soldi e le vite umane ITALIANE. Le nostre politiche Economiche di peso che posson giustificar (o han giustificato) il nostro intervento come Esportatori di Democrazia Armata sono : l'iraq (falluja e la centrale Eni ad essa connessa piu le commesse di ricostruzione) => giusto il commercio con l'iran che portava tanti soldoni (sacrificato in quanto non di competenza sempre del''omino amante della vodka di prima) => perso causa US senza contropartita : Sbagliato. Il Gasdotto con la Libia (che pur capendolo da un punto di vista economico, pero' Ripudio da un punto di vista storico e di vite italiana date, senza contare i 20miliardi di $ di indennizzo che tanto non vedra' mai) il Commercio Gas/Petrolifero con la Russia (dove pero' l'omino in questione ci guadagna sopra direttamente) => giusto. Per approfondimenti in quanto non concesso in questo forum parlarne vi rimando qua.
  11. Scusami il proloquio ma devo chiarire dei punti senno si perde di vista il discorso.Vedo la cosa trattata in modo confuso. Mentre per l'iraq posso capire la nostra presenza in termini economici, in Afghanistan sinceramente no. La guerra in Afghanistan è la guerra voluta da Obama per dimostrare che e' un "true American Boy" agli elettori conservatori. Presentata in campagna elettorale come la guerra giusta da contrapporre alla guerra sbagliata in Iraq, Obama tra mille tentennamenti non ha potuto negare i rinforzi chiesti dai militari sul campo, anche se con il discorso a West Point ha cercato di limitare gli obiettivi della guerra e i tempi (18 mesi per raggiungere gli obiettivi), sconfessando tra l'altro quella che è sempre stata la posizione della Nato. La guerra in Afghanistan non è però diventata solo la guerra di Obama. E' anche la guerra dell'Italia. Ufficialmente siamo in Afghanistan "al fine di assistere il Governo afgano nel mantenimento della sicurezza, favorire lo sviluppo delle strutture di governo, estendere il controllo del governo su tutto il Paese ed assistere gli sforzi umanitari e di ricostruzione" (www.difesa.it) Ma a parte sostegno agli US e la partecipazione all'Alleanza Atlantica è difficile individuare quali interessi nazionali italiani siano in gioco in Afghanistan, tali da giustificare la più importante missione militare del nostro paese. Ancora più arduo sembra individuare quale sia il ritorno in termini politici e/o economici della nostra operazione. Un po' di storia: L'Italia è presente in Afghanistan prima ancora dell'attuale missione Isaf della Nato. Abbiamo fatto parte della missione multinazionale a guida US Enduring Freedom lanciata dopo l'11 settembre e che ha visto l'Italia collaborare in vario modo, dall'impiego di mezzi navali a interventi sul campo come con la task force Nibbio del 2003. La task force Nibbio durò 6 mesi ma nel frattempo l'Italia era presente in Afghanistan anche sotto la bandiera della Nato e della missione Isaf. In questo ambito dopo l'iniziale dispiegamento a Kabul, il contingente italiano fu schierato nella regione occidentale di Herat, dove l'Italia ottenne il comando regionale. Herat, nota per essere il feudo del signore della guerra Ismail Khan, è importante poi per essere al confine con l'Iran. Una zona cruciale per le rotte della droga, ma anche per i rapporti tra Kabul e Teheran e tra gli Usa e l'Iran. Qui si combatte la guerra afghana ma anche la partita tra Stati Uniti e Iran. Anzi i nostri soldati si trovano anche lungo l'altro fronte del complesso rapporto/conflitto tra Washington e Teheran, in Libano con l'Unifil tra Israele gli Hizbullah libanesi filo iraniani. Se la partita Iran-Usa dovesse deflagrare i nostri soldati si troverebbero proprio in due zone molto delicate. Per questo è un nostro fortissimo interesse evitare un possibile attacco israeliano alle centrali nucleari iraniani: ci troveremmo proprio nell'area delle possibili reazioni di Teheran. Ma nonostante il nostro impegno in Afghanistan e in Libano non siamo riusciti per esempio a entrare nel gruppo 5+1 (i 5 membri con diritto di veto del Consiglio di Sicurezza dell'Onu più la Germania) dei negoziatori con l'Iran, da cui fummo inspiegabilmente esclusi durante il precedente governo B, proprio quando eravamo presidenti di turno dell'Unione Europea e quindi avevamo una carta in più da giocare per entrare insieme alla Germania nel club dei negoziatori. Se ce ne andassimo la faccia ce la mette Obama, non noi, che ANZI siamo gli unici che nelle nostre zone di controllo son riusciti a instaurare rapporti di amicizia e cooperazione con un popolo provato da 30anni di guerre, prima del nostro schieramento attivo voluto da Obama x questioni di cassa e popolarità in US. Ora: Non vantiamo diritti di sfruttamento o gestione delle strutture se non una minima parte in un'eventuale ricostruzione che tanto non avverra' mai sotto il controllo US, non abbiamo industrie e/o strutture da proteggere. Non ci guadagnamo nemmeno da un punto politico. Io son Italiano, non sono US. Cui prodest? A noi sinceramente NO. Se qualcuno ha informazioni a riguardo, puo' illuminarmi, ne saro' piu' che contento. Uno spunto molto chiaro sulla situazione in Pakistan. Ti spieghera' molte cose e il perche' succedono. Per finirla con la guerra dei trent'anni, riportare i ragazzi a casa e continuare la caccia ai terroristi con operazioni puntuali in un territorio meno ostile, ci serve un potere legittimo. Non secondo noi, secondo gli afghani. Per questo non basta il consenso degli atlantici. Il nuovo potere afghano deve (s)contentare in misura accettabile tutte le potenze regionali. Una conferenza internazionale che riunisca insieme ad americani e atlantici i Paesi vicini o interessati, dal Pakistan all'Iran, dalla Cina all'India e alla Russia, potrebbe coronare il processo di rilegittimazione dell'Afghanistan. Senza illudersi che sia pacifico e definitivo. Scontando anzi quel grado di ingovernabilità e di violenza insito nella natura non statuale del territorio che sulle nostre carte persistiamo a colorare d'una tinta unitaria, quasi fosse la Francia o l'Olanda. Tralasciando i complottismi, i Ribelli non han certo bisogno di queste fughe di notizie per far quel che fanno. Hanno nella popolazione il loro piu' grande alleato. Dal loro punto di vista noi siamo esattamente un'altra tribu' tra le tante che ci vivono che accampando nobili principi, poi pensa solo ed esclusivamente ai propri interessi, con in piu' l'aggravante che e' Infedele. E dopo 30 anni di guerra in casa, come van le cose lo sanno molto bene. Chi crede che noi siam visti come i salvatori del loro paese non ha capito proprio nulla del popolo afghano. Gli afghani lo hanno sempre saputo: è solo questione di tempo e gli stranieri se ne andranno.
  12. Saro' conciso: vorthex, su 01 maggio 2010 - 19:12, ha detto: la domanda è: cosa vuole fare l'Italia nel mondo? Informare non e' abusare. L'abuso e' semmai tentare di cambiare il senso di un Principio in favore delle preferenze personali e non l'ho fatto. I padri costituenti non conoscevan ancora questa forma di "pacekeeping" senno la avrebbero trattata stanne certo. Cio' non toglie che un qualsiasi insegnante di Diritto Pubblico, ti puo' confermare il principio Pacifista sopra esposto di " ripudia la guerra come strumento di offesa e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali " Non sussiste.
  13. Hai ragione lo dovevo citare tutto. Perche' ho volutamente scelto wiki? Perche' lo commenta con quelli che sono i significati originali intesi dai padri costituendi. Purtroppo il capire cosa intende un principio e' una cosa differente dal leggerlo e interpretarlo a convenienza. Che poi si disattengano quello e' un altro discorso, del quale se ne assumono responsabilita' chi lo permette. Assolutamente nulla. il principio si spiega da solo ed e' la risposta a quanto chiesto.
  14. Io direi che e' la risposta piu' facile in assoluto da dare rd e' spiegata chiaramente nell'art. 11 della nostra costituzione. Fonte: Wikipedia.it volutamente in quanto non permettero' mai a un inglese/us di commentar la nostra costituzione. Qualunque altro indirizzo si puo' scegliere, dopo aver emendato questo articoletto.
  15. Ennesimo esempio di come la spedizione US sia totalmente fuori controllo e fallimentare. Fanno quel che vogliono e quando vogliono. Queste parole trovan il tempo che trovano.Dal loro punto di vista i criminali siam noi. E la stessa popolazione civile e' il loro supporto logistico migliore, in quanto tutte le promesse US son rimaste solo promesse e sono i loro principali supporter logistici. Su una cosa concordo pero' pienamente: Quando ce ne andremo avremo sulla coscienza tutte le persone che ci han supportato e che verranno massacrate inutilmente in quanto nessuno dei presunti scopi ufficiali proposti come giustificazione dell'intervento in afghanistan si e' raggiunto. @hobo: ottimo filmato di warporn. Il perche' non l'ho capito.
×
×
  • Create New...