Jump to content

Mattesini

Membri
  • Content Count

    10
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Everything posted by Mattesini

  1. LA MARINA E L’8 SETTEMBRE Francesco Mattesini Dieci anni orsono, nell’anno 2002, sessantesimo anniversario dagli avvenimenti dell’armistizio dell’8 settembre 1943, l’Ufficio Storico della Marina Militare, allora comandato dal capitano di vascello Alessandro Valentini, pubblicò la storia di quei tragici avvenimenti in un mio grosso libro dal titolo “La Marina e l’8 Settembre”. Con questo paziente ed impegnativo lavoro, durato anni trascorsi a consultare moltissime fonti di protagonisti e di storici che riporto nelle Note, ho cercato il più possibile di trattare, come è mia abitudine, s
  2. IL CONVEGNO DI MERANO E LA BATTAGLIA DI MATAPAN - 28 Marzo 1941 Francesco Mattesini IL CONVEGNO NAVALE ITALO-TEDESCO DI MERANO Nei giorni 13 e 14 febbraio 1941, mentre Hitler pianificava per l’inizio della primavera l’operazione “Marita”, destinata ad invadere la Grecia per venire in aiuto agli italiani immobilizzati sul fronte dell’Albania, si svolse a Merano un importante convegno, organizzato, con la partecipazione dei massimi vertici delle marine italiana e tedesca, per discutere questioni di comune interesse; in particolare quelle riguardanti la guerra che si combattev
  3. LE MISSIONI INSIDIOSE NELLE ACQUE DI MALAGA E L'IMPIEGO DEGLI INCROCIATORI ITALIANI PE BOMBARDARE BARCELLONA E VALENCIA Ai primi di febbraio, durante l’offensiva del corpo di spedizione italiano del generale Roatta, che il giorno 8 del mese concluse vittoriosamente la battaglia di Malaga, un certo appoggio a sostegno del fronte terrestre fu dato dalle navi di superficie della Regia Marina. Vi furono impegnate le unità di base a Ceuta e a Tangeri, alle quali, ufficialmente, era stato affidato il compito di proteggere da qualsiasi offesa, proveniente dai repubblicani o dai loro alleati,
  4. Gentile Signor Genova, la ringrazio sentitamente per le sue considerazioni sul mio articolo. Sono particolarmente interessato alle aggiunte che lei vuole farmi conoscere sull’argomento. Da parte mia la porto a conoscenza che già nel 1997 ho pubblicato nel Bollettino d’Archivio della Marina Militare, Roma, il vasto saggio “Il blocco navale italiano nella guerra di Spagna (ottobre 1936-marzo 1939)”, realizzato in due puntate. “Parte prima: Come si giunse alla prima campagna sottomarina e ai bombardamenti navali di Barcellona e Valencia”, mese di settembre, pag, 7-205; “Parte seconda Le operazi
  5. L’ATTIVITA’ DEI SOMMERGIBILI ITALIANI E TEDESCHI NELLA GUERRA DI SPAGNA NELL’AUTUNNO – INVERNO del 1936 - 1937 Francesco Mattesini Gli aiuti navali richiesti a Italia e Germania dalla Marina nazionalista spagnola. Fin dal 22 agosto 1936 l’Alto Comando della Marina germanica (O.K.M.) aveva sottoposto a Hitler il suo punto di vista riguardo all’intervento tedesco nel conflitto spagnolo, fino a prevedere di agire militarmente, se fosse stato necessario, per aiutare la causa del generale Francisco Franco. L’ammiraglio Erich Raeder, Comandante in Capo della Kriegsmarine, era favorevole a
  6. LA BATTAGLIA AERONAVALE DI MEZZO AGOSTO (OPERAZIONE "PEDESTAL") Per saperne di più: Francesco Mattesini, “La battaglia aeronavale di mezzo agosto”, Edizioni dell’Ateneo, Roma, 1986, pagine 611. “Dopo il fallimento in giugno delle operazioni Harpoon e Vigorous, che comportarono la perdita di 6 navi mercantili, sulle 17 avviate da Malta dalla Gran Bretagna e dai porti del Mediterraneo orientale, e l’arrivo a Malta di due soli piroscafi, negli ambienti britannici di Londra e del Medio oriente vi fu molto scetticismo sulle possibilità di resistenza di Malta, e sulla convenienza di effet
  7. Sentitamente ringrazio e auguro buon Natale Francesco Mattesini
  8. IL CONTRIBUTO ITALIANO AL DANNEGGIAMENTO DELLA PORTAEREI BRITANNICA ”ILLUSTRIUS”, IL 10 GENNAIO 1941, NEL CORSO DELL’OPERAZIONE “EXCESS”. Nell’articolo “10 gennaio 1941, attacco alla HMS “Illustrious”, pubblicato da Storia Militare nel maggio 2007, l’autore, Antonio Maraziti, dimostra come lo storico britannico B.B. Shofield, nel libro “La notte di Taranto”, tradotto e pubblicato dall’edizione Mursia, avesse commesso due errori rilevanti. Ossia, che l’attacco pomeridiano degli Ju. 87 italiani si fosse svolto alle 13.15 del 10 gennaio e quello degli Ju. 87 tedeschi alle 16.00, mentre i
×
×
  • Create New...