Vai al contenuto

yoyo

Membri
  • Numero messaggi

    7
  • Registrato

  • Ultima Visita

Reputazione

0

Che riguarda yoyo

  • Rango
    Recluta
  1. Finche'i Siriani non chiedono agli Hezbollah di rientrare in Siria e poi andarsene a casa loro "IRAN" le cose non cambiano in Libano. era la Svizzera del Medio Oriente ed ora e' una pattumiera di casini.
  2. Nel 1981 avevamo un contingente a difesa dei campi palestinesi di Shabra & Chatila, nella zona sud di Beirut tra Bir Hassan e l'aeroporto. Avevamo gnte scelta della Folgore, San Marco, Serenissima e famosissimi Bersaglieri con elmetto piumato (fonte di risate di tutti gli altri contingenti, che li chiamavano i "Galletti Italiani". Anche li ne abbiamo avuti di contatti, con gli inizi degli Hezbollah, un paio di lagunari ci han lasciato la pelle, e ancora una volta abbiamo difeso i "Palestinesi" poverini e ci hanno sparato. Non sono stai gli Israeliani o i Siriani (in realta' i Siriani sono quelli che hanno aperto la porta agli hezbollah che originariamente erano tutti Iraniani, seguaci diretti di Khomeini). come al solito tutto si e' risolto con il ritiro in fretta e furia da Beiruth, tutti a bordo della Caorle e Grado eritornati in patria. Uno degli elicotteri UNIFIL di Italair qualche anno dopo e' atterrato in emergenza per un Chip, gli Hezbollah di nuovo hanno avuto un ulteriore contatto ravvicinato, sequestrato l'equipaggio, per piu' di una settimana e poi grazie alla negoziazione ONU, UNIFIL, Ambasciata, Governo Libanese, li hanno rilasciati. Nel 1994 poi quell'episodio del RPG7 sparato di notte contro un nostro 205 atterrato per training Medevac su una piazzola del contingente Nepalese, grazie a dio mancato per errore di alzo. La Rocket Propelled Granade (RPG) si e' shiantato solo poche decine di metri sotto la piazzola sulla collina. Tutti sti casini sono complessi ma e' vero se non ci fosse UNIFIL sarebbe ancora peggio. Un cuscinetto costoso ma necessario, almeno il resto della gente a Nord del Litani ha una vita quasi normale. Io ho assistito alla classica pioggia di Katiushas, i razzi dello Stalin's Organ, cosi' viene chiamatala batteria di lancio per via di tutte le canne lanciarazzi che sembrano un Organo. Non e' bello essere nei paesi di confine Israeliano ed ogni settimana suonano le sirene e ti scaraventi negli shelters, fino a che il bombardamento a caso (non sono precisi per nulla) termina. Ne ho fatte di corse in Bunker. Ci hanno pure distrutto un po' di macchine al parcheggio UNIFIL un paio di volte, (le famose macchine comprate TAX FREE). Prima o poi se tutti si calmano, se gli Israeliani la smettono di sviluppare nuovi insediamenti in territori non loro ecc ecc. forse ci si sistema l'area. Una cosa che molti non si ricordano e' che l'idea dei Palestinesi fuori dalla Palestina non e' stata un'idea Internazionale del dopoguerra ne dei neoisediati Israeliani...... I Palestinesi hanno deciso AUTONOMAMENTE di non voler vivere in Israele, e di andarsene fuori per riorganizzarsi e rientrare in forza contro gli usurpatori Sionisti. Una volta andati chi in Siria, chi in Giorania, In Egitto ed in Libano, gli stati arabi fratelli confinanti, han cominciato a litigare tra loro su chi era a capo della RIENTRATA, ha vinto Arrafat che ha convinto dopo lunghi anni nel 1967 i fratelli Egiziani ad entrare nel famoso giorno dello Yom Kippur. Bad Karma, non si attacca in un girono di lutto nazionale un paese limitrofo......quelli poi finito il lutto si incazzano ed in 6 giorni ti ricacciano fino a Suez e si prendono pure tutto il Sinai. per cui poveri Palestinesi fino ad un certo punto, tutti i residenti della regione CRISTIANI, cattolici protestanti, ortodossi, copti sono rimasti e non hanno mai avuto problemi vivono come cittadini Israeliani con tutti i loro diritti civili.
  3. purtroppo per te devo ricordarti che gli americani c'erano in libano nel 1981, si sono beccati un camion bomba all'ambasciata lungo la costiera, hanno perso piu' di cento Marines, hanno spostato l;ambasciata a Junia, anord di Beirut e si sono dati!!!!!!!!!!!!! mai piu' rivisti in citta'. Io ho avuto la fortuna/sfortuna di essere ad UNIFIL quando il confine di Naqoura era ancora aperto e si poteva andare avanti e indietro via Israele, ed ho avuto modo di farmi un mesetto a Beirut come ALO, ti dico che tra i Libanesi, Hezbollah ed IDF Israeliani non c'e' troppa differenza, purtroppo gli unici che ci hanno tirato un bel RPG7 di notte e fortunatamente mancato sono stati gli hezbollah, per cui c'ho un po' il dente avvelenato con loro. Per cui non contare sugli americani. Gli Israeliani all'epoca d'oro sono arrivati fino a Beirut, l;aeroporto era in mano loro e per motivi internazionali sono stati costretti a ripiegare a Sud, dove e' schierata UNIFIL, in piu' occasioni sono entrati ed usciti dal Libano ed UNIFIL che e' sul Litani dal 1978 non ha mai fatto una piega. E' una delle organizzazioni ONU che credo viva per se stessa, conosco ormai figli di piloti che sono stati a naqoura che ora stanno a naqoura (i figli). Conosco colleghi che ci sono stati da pilota, ALO, CASO e poi di nuovo da comandante ITALAIR, vai al gruppo ITALAIR di facebook e fatti due risate a vedere come passano il tempo quelli che stavano li negli anni ottanta. Certo che all'epoca c'era la coda come c'e' adesso per andarci, ma non gliene frega una sega a nessuno se serve a qualcosa o no l'UNIFIL, il $$$$$$ e' quello che importa di piu', una legge 100, una paga extra, un trasporto fittizio di 40 qli di masserizie la macchina nuova senza tasse ecc ecc per tutto il resto c'e UNIFILCARD. Comunque c'e' UNIFIL e ci stara' fino a che noi siamo polvere e tra tutti i contingenti di varie Nazioni che si sono avvicendati in area operativa, penso che non sia rimasto nessuno degli stati originali eccetto per l'Italia col suo gruppetto elicotteri ITALAIR. Dopo 15 anni ancora he dei ricordi indelebili, c'e' un bel video su youtube del rientro in patria in formazione dei 205 dopo 30 anni a Naqoura, m'ha fatto emozione.
  4. yoyo

    Patente Commerciale per Elicottero

    ciao Collimarco. penso di averti risposto gia su piloti elicottero.it ma ti ribadisco il concetto se vai in America fai tutto in sei-otto mesi per il commerciale IFR, o 2 anni per arrivare direttamente all'ATP (airline transport pilot) richiesto ormai da parecchi contratti. Costo da zero ad ATP FAA & JAA fatto in california (approvato JAA) 1200 ore di volo $75,000 al cambioattuale 50,000 Euro. Aggiungi altri 6.000 Euro e ti fai pure un Bachelor (laurea quadriennale) in Aviation Science, cosi l;universita' te la fai contemporaneamente. Ricerca la twinair helicopters in Camarillo California e ti daranno tutte le informazioni. Il management e' italiano e diversi istruttori pure oltre ad un mucchio di studenti.
  5. yoyo

    AW-129 Mangusta - Discussione Ufficiale

    E' esattamente la sua definizione in campo tattico, elicottero di scorta armata. La prima versine era d;attacco in quanto dotata principalmente di missili teleguidati TOW anti-tank ma l;ultima versione pentapala dotata di cannoncino in torretta sotto il muso, e collegata direttamente al sistema di collimazione sul monocolo del pilota, e' usato proprio nella scorta armata di velivoli multiruolo AB205 AB412 ecc riguardo alla blindatura, purtroppo per questoni di peso, non dissimili da Apache e Cobra W nominati sopra, solo i sedili sono dotati di blindatura in Kevlar, mentre il blindo glass si limita al frontale e superiore, lateralmente i trsparenti sono in Lexan (un plexiglass di alta qualita') Il Collonello Gianni Adami, allora Capitano e comandante di quel mangusta ha ricevuto come ricordo dai miliziani una bella pallottola che e' entrata dal plexiglass laterale, ha colpito il blindoglass superiore dall;interno e tuttal bella maciullata gli e' caduta tra le gambe. Inutile dire che messa in bagno d'oro ed attaccata ad una collanina e' stato un regalino interessante a sua moglie. Per precisazione dopo il tow sul bersaglio perfetto, non e' rimasto vivo nessuno dei miliziani, se non ricordo male dopo la seconda guerra mondiale si e' trattato del primo "KILL" di un velivolo militare italiano. BRAVO GIANNI
  6. yoyo

    Abbattimenti Guerra di Iugoslavia

    scusami per la precisazione ma l'elicottero abbattuto era un 205 dell'esercito italiano ALE allora AVES ora con ai comandi il Ten.Col Venturini coadiuvato dal Serg. Maggiore Matta entrambi deceduti insieme ai due Marescialli Specialisti a bordo ed un Ten.Vascello Francese appartenevano tutti alla ECMM, antecedente la missione ONU. La ECMM European Community Monitor Mission (ora EUMM) era stata la prima forza di monitoraggio internazionale a metter piede sul suolo Yugoslavo dall'inizio del conflitto. La presidenza della EC all;epoca era in carico al Belgio (sai che ogni sei mesi si cambiava a quei tempi) i belgi avevano supportato la ECMM con 3 Alouette III mentre inizialmente l Esercito aveva mandato un nucleo di 19 elementi tra piloti specialisti ed avionici con due AB206 ed un AB205 (quello abbattuto). Era di rientro da sarajevo via Serbia, Ungheria, Croazia diretto al HQ di ECMM in Zagreb, aveva tutte le clearances internazionali, purtroppo i Serbi che non avevano riconosciuto l'indipendenza della Croazia, non hanno recepito la validita' della clearance Croata dei veivoli (206 e 205 in formazione) per rientrare nello spazio aereo Croato (secondo loro Federale Yugoslavo) ed hanno inviato un Mig-21 decollato da Banja Luka per intercettarli. Il pilota un po' inesperto ha lanciato due missili aria-aria in rapida successione per cui il secondo missile diretto al 206 e; invece stato dirottato dalla traccia infrarossa del primo missile che invece ha colpito il 205. Fortunatamente per il nostro secondo equipaggio pilotato dal Ten.Barbafiera il 206 ha scampato inerte il vile attacco (definito proditorio dall'allora Presidente della repubblica Cossiga). Inutile far menzione che tutti e quattro i deceduti italiani del velivolo Bianco e disarmato in missione di pace hanno ricevuto per il loro estremo sacrificio la Medaglia d'Oro al valor Militare, quella d'argento ai componenti dell'equipaggio che ha scampato il pericolo nel 206. Non sara' un segreto capire quanto fossi vicino a quegli equipaggi visto che facevo parte di quel famoso nucleo di 19. E' da poco passata la data ma gli onori ai caduti sono sempre in tempo. Yoyo Gusso ex pilota ALE ora emigrato negli states ... mi sono scordato di dirti che in merito e;stato fatto un film intitolato "gli eroi di Podrute" (Podrute e' la localita' Croata vicino al confine Ungherese dove sono stati abbattuti e dove oggi esiste un Monumento dedicato ai caduti). Il Film e; basato sul Diario della Missione Scritto dall'allora Magggiore Ilio Venuti, Vice comandante della missione e poi che successivamente ha comandato il nostro nucleo fino al rientro in Patria nel Luglio 1993.
  7. yoyo

    Come Diventare Pilota?

    OPPURE INVECE DI ANDARE IN SPAGNA CHE E" LA NUOVA AMERICA VAI NELLA VECCHIA AMERICA!!!! Col cambio attuale si parla di bruscolini, in realta' un CPLA con Instrument Rating ed il Multiengine coon 250 ore Totali ti costa solo $45,000 che sono in euro 30,000 (comparati ai 60-70,000 in Italia) fa una bella differenza. I tempi, 8 mesi rispetto ai DUE ANNI in europa. Lo so ora tutti gli scettici cominceranno a dire che pero' questa e' una licenza FAA e non JAA ecc ecc Ho la soluzione, la Aviation Pacific di Camarillo California e' l'unica scuola della West Coast approvata dalla JAA a fare non solo tutta la teoria (le famose 14 materie per l'ATPL Frozen) ma anche tutti e 14 gli esami in california. Questo ti abilita a ricevere una gran parte dell'addestramento neccessario per le licenze JAA in America, ai costi americani, devo aggiungere che saranno necessari alcuni esami una volta rietrato in Europa (in the UK per essere precisi), alcune ore di addestramento per il commerciale ed alcune ore di simulatore ed esame per IFR / ATPL Frozen. Se metti tutti i costi insieme, parliamo comunque del 60% che fare tutto il corso in Spagna. Come ti hanno scritto i colleghi nelle repliche precedenti, e' vero che i passaggi su macchine piu' pesanti sono titolo preferenziale per trovare un impiego, ma la cosa piu' importante sono le ore di volo. Se hai gia' le 1500 ore ddi volo e la teoria dell'ATP fatta sei gia' a buon punto, nessuno ti dara' un posto da Comandante, entri sempre in cabina a destra come copilota.......ma almeno ci arrivi. Come arrivarci: se tu vai in California dove ti ho detto, dopo il Commerciale ti fai il CFII MEI (istruttore strumentale e multiengine) e qualche ora di time building per raggiungere i minimi assicurativi, puoi accedere ad un programma di Internship col quale vieni assunto quale istruttore di volo senza salario ma compensato in ore di volo e preparazione ed esame l'ATP. Io li conosco perche' uno dei proprietari e' un pilota Alitalia e la loro scuola e' di fianco alla mia Compagnia la Twinair Helicopters (che fa solo addestramento per elicotteri). Il loro website e' www.aviationpacific.com se vuoi metterti in contatto con Andy, il titolare, andy@aviationpacific.com e' il suo indirizzo email, ilmio e' yoyo@twinair.net se senti qualcuno interessato agli elicotteri mettili in contatto con me che li assisto personalmente. In sintesi col 60% del costo di una licenza JAA fatta in Spagna, ti fai due ATP uno FAA ed uno JAA in un totale di 2 anni contro una media di 8 anni per raggiungere lo stesso punto in Europa. Non ti dico poi che esperienza ti fai in spazi aerei superbusy e alto livello di tecnologia dagli avvicinamenti GPS - WAAS (che ancora non sono stati implementati in Europa), alle comunicazioni radio che ti permettono poi di volare in tutto il mondo senza problemi. Esperienza di vita all;estero, esperienza e amicizie internazionali, praticamente impari a lasciare il nido in due modi, quello di persona e quello di uccellino che vola da solo,, metaforicamente parlando. ciao 4 now Yoyo Gusso Twinair Helicopters
×