Jump to content

Leaderboard

Popular Content

Showing most liked content on 05/28/2022 in Posts

  1. TRE persone NON sono "l'Italia", sia chiaro. Il fatto che queste tre persone abbiano effettivamente assunto le posizioni che descrivi avrebbe - in una dinamica costituzionalmente sana - una importanza molto relativa poiché in una democrazia il centro della vita politica è il Parlamento. Non scherziamo. Ora non voglio lanciarmi in un noioso e inopportuno pippone di diritto costituzionale, mi limito solo a prendere atto che il comportamento dell'attuale capo del governo rappresenta un'anomalia politica se non formale sicuramente sostanziale, ben dimostrata dal fatto che si guarda bene dall'interloquire con un Parlamento praticamente esautorato della sua funzione di indirizzo, funzione assunta in modo surrettizio e del tutto impropriamente dal presidente della Repubblica. E questo avviene proprio perché questi due signori conoscono i "loro polli", ovvero sanno benissimo che in Parlamento non vi è alcuna unità di intenti. Riguardo Francia e Germania, lì la situazione è meno complessa ma resta comunque la spada di Damocle degli effetti negativi delle sanzioni - che sono un'arma a doppio taglio - sull'economia europea. Edit: dimenticavo... è del tutto ovvio e pacifico che nel caso ucraino la ragione sta tutta da una parte (l'aggredito). Quando ho detto che "il più pulito ha la rogna" mi riferivo non al caso specifico ma alla storia pregressa dei principali protagonisti geopolitici di questa vicenda, una storia che non è certamente cominciata il 24 febbraio di quest'anno.
    1 like
  2. No l'equidistanza non è possibile in questo evento. C'è chiaramente una parte che ha invaso un altro Paese per fini imperialistici, in spregio sfrontato all'autodeterminazione dei popoli. Sono stati massacrati civili inermi (da un solo lato) senza alcun motivo. In numeri importanti. Quindi la rogna è evidente che la tiene e la propaghi. Riguardo l'Italia, credo sia stata poco cerchiobottista in questo caso. Il premier, il Presidente della Repubblica e persino il ministro degli esteri sono stati molto espliciti e anche soddisfacentemente concreti e coesi con i partner NATO e UE. Fatte salve le esigenze di approvvigionamento del gas e la recentissima annunciata visita in Russia di un leader di una formazione politica marginale. Dovuta probabilmente al fatto che su Amazon non vendono più le magliette con la faccia di Putin e deve farne scorta in loco.
    1 like
This leaderboard is set to Rome/GMT+02:00
×
×
  • Create New...