Jump to content

La mia banca suona il crac


Guest intruder
 Share

Recommended Posts

Guest intruder

La mia banda suona il crac, di Fossati-Lehmann Brothers

 

La mia banca suona il crac, con le cambiali a decorrenza,

dacché ha scoperto che coi Bot, si prolunga l’esistenza.

È un crac latino, magari un po’ argentino,

tutto intorno tanto fumo, e anche puzza di Profumo.

Come un treno che è passato, pieno pieno di farabutti,

gente che ci inculava mentre dormivano tutti.

La mia banca suona il crac, e col mio mutuo a tasso fisso

si ripaga anche i subprime e io ci resto come un fesso.

0h no, non svegliatemi, no, non ancora.

Rimborsatemi, per favore, sì.

 

La mia banca suona il crac, ma ora ci pensa il Berlusconi,

fa un decreto scritto ad hoc per salvare noi coglioni.

Io al decreto ci ho creduto, sono andato allo sportello,

mentre stavo prelevando, mi è sparito tutto sul più bello.

Son tornato allora a casa, a svuotare il materasso,

ma anche lì non c’era nulla, era rimasto manco un casso.

È un crac globale,

ma ammazza se fa male.

Alla banca ci ripasso,

ma con gli arnesi per lo scasso

E se la guardia che è giurata mi accenna una reazione,

io le chiedo se son peggio io

o chi ha inculato intera una nazione.

E non fermatemi, no, non provateci,no, per favore, no.

 

 

Trovata in rete qualche giorno fa, non ricordo dove quindi non posso postarvi il link, ma è carina, da cantare, ovviamente, sull'aria de "La mia banda suona il rock".

Edited by intruder
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...