Jump to content

airmodellers2

Membri
  • Content Count

    16
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    2

airmodellers2 last won the day on April 14

airmodellers2 had the most liked content!

Community Reputation

2 Normale

About airmodellers2

  • Rank
    Recluta

Recent Profile Visitors

227 profile views
  1. Buongiorno a tutti. Ho appena visto un video relativo all' esibizione della PAN a Jesolo del 15 settembre 2019. Ho notato che la coda era verniciata in verde/bianco/rosso anziché nel classico blu. Qualcuno sa dirmi se quella colorazione è stata adottata solo in quella occasione o è diventata standard? E il numero identificativo 1,2,3 ecc sempre in coda mi è sembrato nero anziché giallo. Grazie
  2. Ciao a tutti. Forse si vede la luce in fondo al tunnel. Qualche ritocco x la vernice infiltrata sotto al nastro carta (il tamiya l ho finito) e vai col tango....ehm....cioè....trasparente, decal e minuzie come antenne, portelli dei carrelli ecc. Vi aggiorno quando sarà finito. Un saluto
  3. Mi sembra accettabile, che dite? Ora mi dedicherò alle cinture. Ciao a tutti
  4. Ciao a tutti. 9 spezzoni di filo di rame da 0.3 mm, attak, lente d' ingrandimento, pinzette e la solita tanta (ma proprio tanta) pazienza. Domani piegatura e vernice. Speriamo bene....
  5. Ci siamo. Ora viene il bello...tutti i cavi del cruscotto da fare. Intanto ho aggiunto i cavi e le tubazioni della pedaliera. Il resto è a buon punto. La giunzione tra motori e bordo d'attacco alare ha richiesto un po' di stucco per "addolcire" l'antiestetico scalino. Le canne delle MG 151/20 sostituite con aghi di siringa del diametro appropriato. Ciao a tutti e alla prossima puntata. PS. Le cinture le aggiungo...non preoccupatevi
  6. Magari non sarà il massimo ma come ambientazione la finestra mi è sembrata ottima. Così ho anche inaugurato il nuovo aeroporto di Roma TBM
  7. Credo proprio di essere masochista. Con quella bella bolla vetrata al posto del muso, sarà un delirio aggiungere cavetti e ammennicoli vari visibilissimi una volta chiuso tutto. Nella scatola niente da eccepire: l Hasegawa è sempre Hasegawa, tranne che..... per l'unico pezzo che in questo aereo è in bella vista...sì, purtroppo proprio la bolla anteriore che presenta la fastidiosa linea di giunzione esattamente nel mezzo. La foto mostra il muso con le sedi delle antenne del radar. Io farò la versione senza (il classico splinter Luftwaffe mi piace di più del monocromatico), ma vi garantisco che la giunzione c è su entrambi. E vabbè...tanto prima o poi avrei dovuto farlo...
  8. Dovresti provare con un pezzo di calza da donna. Ce ne sono di varie trame. Poi ci incolli sopra qualche chiazza di erbetta, vernici con colori appropriati e il gioco è fatto. Almeno 30 anni fa facevo così per "mimetizzare" qualche carro con ambientazione nord Africa. Non so perché ma a quei tempi mi ero fissato con l'Afrika Korps. Ciao
  9. Buonasera a tutti. Il T6 procede bene. Ultimo tocco la lucidatura del tettuccio (data la vetustà del kit). Bastoncini cotonati, acqua, DENTIFRICIO e tanto olio di gomito e immancabile pazienza. Un saluto a tutti e al prossimo "lavoro".
  10. PS. Non tutte le ciambelle riescono col buco. Ma "l'arte" del modellismo è anche porre rimedio ai propri errori...
  11. Buongiorno a tutti e buona Pasquetta. Il T6 ha ricevuto coccarde e numeri. Le due A sono un collage di decal poiché non le avevo disponibili già bell'e pronte. Oggi sporcature varie, tettuccio e trasparente finale.
  12. Buongiorno a tutti. Rieccomi qua col Texan che procede (a rilento). Dato l' alluminio ad aerografo, nonostante lo abbia diluito e fatto svariate prove è venuto a buccia d'arancia (per usare un eufemismo). Per cui sverniciatura completa ed applicazione a pennello. Leggera carteggiatura con carta abrasiva 1200 bagnata x eliminare qualche segno di pennellata. L' applicazione del giallo (ad aerografo) sulle ali invece non mi ha creato alcun problema. Non ho ancora ben capito perché ho problemi con i colori alluminio acciaio argento a smalto dati con l'aerografo. Forse per la (ovvia) presenza negli stessi di particelle metalliche nella loro composizione che intasano l' ugello per poi sbloccarlo di colpo e creare parti piu simili a carta vetrata. Bho?! Tant è.
  13. Eccomi di nuovo a voi (con cadenza pluriennale). In questo periodo di arresti domiciliari forzati mi è saltato in mente di aprire uno scatolone del mio compianto Papà (ex maresciallo A.M.I.). Ne è venuto fuori un sacco di libri (radar, elettrotecnica, manutenzione apparati radio, giornalini della truppa, ecc). Ovviamente anche tante foto dell'epoca (anni 60/70) e dulcis in fundo alcune "scatole" alquanto vintage. Una di queste è (o meglio era) un T6 texan Monogram datata 1979. La scintilla è scoccata subito. Vista la foto e visto il modello è stato automatico riprodurre proprio quello. non ci sono parti aftermarket anche perché con i negozi chiusi n'do vado?! Autocostruzione e pezzi di recupero. È in avanzato stato di costruzione (manca poco x finire). Ciao Papà
  14. Buongiorno a tutti. Spulciando tra i vecchi ricordi di mio padre (ex maresciallo A.M.I.) ho trovato una foto risalente al 1960. Nel suo scatolone poi, un vecchio (1979 sic) stampo monogram del T6 in 1/48. Da lì è partita l idea di riprodurre proprio quello. Il lavoro è tutt ora work in progress. Non sono molto propenso all acquisto di parti aftermarket, anche se ne riconosco l indubbio realismo che comportano. Quando mio padre mi inculco' il seme del modellismo, questi set non esistevano o erano assolutamente irreperibili. Quindi, ho volutamente fare un salto nel tempo ed autocostruirmi (per quanto nelle mie capacità) o modificare tutto ciò che ritenessi necessario per un risultato che soddisfacesse sia il mio ego modellistico sia la memoria di mio Papà.
  15. A prima vista dovrebbe essere un Chinook. Attenzione però. Ne esistono 2 versioni: una con 3 carrelli e una con 4. Però con gli elicotteri non sono molto ferrato
×
×
  • Create New...