Jump to content

Grado

Membri
  • Content Count

    12
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

0

About Grado

  • Rank
    Recluta

Profile Information

  • Sesso
    Maschio
  1. Buonasera a tutti, vorrei postare questa mia domanda: Perchè chi svolgeva il servizio militare di leva nei periodi anni 70/80/90 ed aveva la possibilità di mettere la "Firma", non vedeva l'ora di congedarsi e iniziare altre attività civili? Per decenni hanno disprezzato sempre l'Esercito Italiano definendolo una nullità, poi invece all'improvviso, negli ultimi anni che c'è la crisi in vari settori lavorativi incita e sprona il proprio parentado, figli o nipoti ad arruolarsi nelle Forze Armate, se per queste persone oggi Cinquantenni, Sessantenni, Settantenni se l'Esercito per loro era qualcos
  2. LA STORIA DEL 232° REGGIMENTO TRASMISSIONI Trae le proprie origini dalla 132° Compagnia Mista del Genio costituita nel febbraio 1939, mobilitata dal deposito del 4° Reggimento Genio di Verona ed assegnata alla Divisione Corazzata “Ariete” (132ª). L’11 agosto 1941 la compagnia confluisce nel XXXII Battaglione Misto Genio formato su comando, 132ª compagnia artiglieri, 232ª compagnia collegamenti e partecipa successivamente, con la grande unità, ai cicli operativi in Africa Settentrionale; viene sciolto dopo la battaglia di El Alamein nel dicembre 1942. Nel 1943 viene costitui
  3. LA STORIA DEL 46° REGGIMENTO TRASMISSIONI Nell’immediato dopoguerra per le esigenze dell’XI Comando Militare Territoriale, veniva costituita nel 1953 la XI Compagnia Collegamenti che, attraverso successivi mutamenti, dal 1° settembre 1956, ha assunto la denominazione di 6^ Compagnia Trasmissioni. Detta compagnia si è impegnata nella realizzazione di una parte della nuova rete telegrafonica in ponte radio, tanto da meritare il riconoscimento delle Superiori Autorità con la concessione della targa ANGET nel 1973 con la seguente motivazione : “Con scarso personale, superando difficoltà
  4. LA STORIA DEL 32° REGGIMENTO TRASMISSIONI Il 32° reggimento trasmissioni ha ereditato la Bandiera di Guerra e le tradizioni del 32° battaglione trasmissioni “VALLES” da cui trae origine. Il 32° battaglione trasmissioni “VALLES” à stato costituito in data 20 Giugno 1953 in PADOVA, a cura del V° battaglione trasmissioni di Corpo d’Armata, suo centro di costituzione, con il nome di XXXII battaglione trasmissioni d’esercizio d’Armata operante alle dipendenze del Comando designato 3^ Armata. Cambia più volte denominazione e dipendenze: - il 15.01.1954 diviene XXXII battaglion
  5. LA STORIA DELL' 11° REGGIMENTO TRASMISSIONI L’11° Reggimento Trasmissioni è erede delle tradizioni dell’11° Battaglione Trasmissioni “LEONESSA” che, a sua volta, è prosecutore delle tradizioni di due Battaglioni costituiti in successione durante la Seconda Guerra Mondiale. Più precisamente l’XI° Battaglione Collegamenti (poi Marconisti) di Armata, approntato nel luglio del 1940 presso il deposito dell’8° Reggimento Genio in Roma e l’XI° Battaglione Marconisti (per soli due giorni, VI° Battaglione) della 6^ Armata, costituito nel gennaio 1943. Il 4 luglio 1940 il Comando dell’
  6. LA STORIA DEL 7° REGGIMENTO TRASMISSIONI Il 7° Reggimento Genio fu costituito in Piacenza il 1° luglio 1918 e fu soppresso il 21 marzo 1919, per dar vita a 8 Battaglioni telegrafisti inquadrati nei Reggimenti Genio. Di essi, un Battaglione del 4° Reggimento Genio divenne, nel 1948, V° Battaglione Collegamenti di Corpo d’Armata, con sede a Padova. Nel 1965 il Reparto fu trasferito a Codroipo e nel 1976 a Sacile, assumendo la denominazione di V° Battaglione Trasmissioni “Rolle”. Il 4 ottobre 1991 il Btg. è stato elevato al rango di Reggimento con il nome di 5° Reggimento Tras
  7. LA STORIA DEL 3° REGGIMENTO TRASMISSIONI Per effetto della legge del 29 giugno 1882 e del decreto 7 settembre 1883, viene costituito in Firenze il 3° Reggimento Genio, acquisendo dal 1° e 2° Reggimento Genio tre compagnie telegrafisti, due ferrovieri, due zappatori ed un treno. Il 20 novembre del 1884, dopo due ascensioni libere eseguite con i palloni sferici “Etoile” ed “Eclaire” pilotati dal proprietario Godard, aeronauta francese, il tenente del 3° Reggimento Genio, conte Alessandro Pecori Girali, pilota da solo una dei palloni predetti. Il Ministero della Guerra, in seguito
  8. LA STORIA DEL 3° REGGIMENTO TRASMISSIONI Per effetto della legge del 29 giugno 1882 e del decreto 7 settembre 1883, viene costituito in Firenze il 3° Reggimento Genio, acquisendo dal 1° e 2° Reggimento Genio tre compagnie telegrafisti, due ferrovieri, due zappatori ed un treno. Il 20 novembre del 1884, dopo due ascensioni libere eseguite con i palloni sferici “Etoile” ed “Eclaire” pilotati dal proprietario Godard, aeronauta francese, il tenente del 3° Reggimento Genio, conte Alessandro Pecori Girali, pilota da solo una dei palloni predetti. Il Ministero della Guerra, in seguito
  9. LA STORIA DEL 2° REGGIMENTO TRASMISSIONI ALPINO Il 16 novembre 1926 viene costituito, in Firenze, il 2° Reggimento Radiotelegrafisti L’unità era articolata su Comando di Reggimento, cinque Battaglioni con sedi a Milano (I, III e V), Mestre (II) e Alessandria (IV), un Deposito reggimentale a Firenze e due Depositi succursali (Piacenza e Mantova). Nel 1930 il Comando del 2° Reggimento viene trasferito a Novi Ligure (AL) sino al 28 ottobre 1932, data in cui, a seguito di un nuovo ordinamento assunto dall’Arma, il Reggimento viene sciolto ed i suoi Reparti vengono riasseg
  10. LA STORIA DEL 1° REGGIMENTO TRASMISSIONI Il 1° Reggimento Trasmissioni è tra gli eredi naturali della Brigata Specialisti del 3° Reggimento Genio Telegrafisti, formatosi per Regio Decreto il 15 Ottobre 1895, e del 1° Reggimento Genio Radiotelegrafisti, alle cui tradizioni, onuste di gloria, il reparto è fieramente legato. Alla Brigata Specialisti era stato affidato lo studio della nuova tecnica della radio (esperimento di Marconi del 1895) nonché la realizzazione e la sperimentazione dei prototipi di stazioni radio-telegrafiche militari che, per la prima volta, fa
  11. Le unità delle Trasmissioni sono distribuite in tutta la Forza Armata ed in particolare: - a livello di compagnia Trasmissioni, in ogni Reparto Comando e Supporti Tattici delle Brigate e dei Comandi Intermedi, per un totale di 14 compagnie: - a livello di Reggimento, inquadrati: - in due diverse Brigate facenti capo al Comando Trasmissioni e Informazioni dell’Esercito (COTIE); - nella Brigata di Supporto del Corpo d’Armata di Reazione Rapida (NRDC-IT = Nato Rapid Deployable Corp – Italy); per un totale di 10 Reggimenti, in parte diversi negli organici, nei compiti e, ov
  12. ANGET Associazione Nazionale Genieri e Trasmettitori d'Italia L'ANGET è una Associazione d'Arma e di volontariato per la Protezione civile e per interventi umanitari anche all'estero, aperta a tutti coloro che hanno prestato, o prestano, servizio in reparti ed organismi del Genio e delle Trasmissioni ed a coloro che, persone o collettività, ritengono di identificarsi nei suoi valori ideali ed intendono concorrere al conseguimento delle sue finalità. L'associazione, che trae origine da un precedente sodalizio costituito nel 1930, ha personalità giuridica, è apolitica e apartitica, è senza fini
  13. Chi di voi è nelle Associazioni Combattentistiche e d'Arma?? Le associazioni fra militari in congedo attualmente presenti in Italia, sono molteplici ed indirizzate a diverse categorie di ex militari. Esse fanno capo ai Ministeri della Difesa, dell'Interno e delle Finanze. Per quanto concerne quelle afferenti alla Difesa, si dividono fra Associazioni d'Arma, Associazioni Combattentistiche, Associazioni fra i congiunti dei Caduti, Associazioni di interesse Pubblico ed Associazioni di Categoria. A fattore comune, tutte queste Associazioni sono strutture "no profit", a carattere apolitico per sta
  14. Grado

    Ciao a tutti

    Ciao a tutti, ho scoperto per caso su google questo vostro forum, mi presento sono un Militare Volontario in congedo dell'Arma Trasmissioni ed iscritto nell'Associazione Nazionale Genieri e Trasmettitori d'Italia.
×
×
  • Create New...