Jump to content

ROSSETTI BRUNO

Membri
  • Content Count

    118
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    2

ROSSETTI BRUNO last won the day on May 26 2015

ROSSETTI BRUNO had the most liked content!

Community Reputation

17 Normale

About ROSSETTI BRUNO

  • Rank
    Tenente
  1. "L’ultima arma contro Assad: una brigata arabo-sunnita per fermare l’esercito del raiss" E' una cosa sconvolgente!!!!!!! ​Strano che non ci abbiano pensato prima
  2. La battaglia di Ghouta sembra ormai finita con la vittoria dei governativi, è durata circa 45 giorni un tempo molto breve per gli standard dell''esercito siriano, che in passati ci aveva abituati ad battaglia lunghe ed estenuanti. La differenza non sembra dovuta a un miglioramento qualitativo dello stesso Ma ad un brusco calo del morale dei gruppi ribelli che ne ha minato la capacità di resistenza. Tutto sembra portare alla battaglia finale che si svolgerà ad Idlib e dintorni. Saluti Bruno
  3. Non so perché ma quando penso a Ghouta mi sembra di sentire odore di gas
  4. Buongiorno Già entrare nella regione di Afrin a caccia di curdi era una cosa discutibile....... Ma adesso scontrarsi con le truppe del legittimo governo Siriano significa invadere un altro paese. In passato si sono convocate con urgenza riunioni dell'Onu per molto meno. Qui tutto sembra passare quasi di soppiatto. Mah Ciao Bruno
  5. Lo so in tutto quello che ho letto si parla di "zona di interesse nazionale" che non esiste nei trattati ma penso che sia un altro modo di denominare la "zona economica esclusiva" (200 miglia) un tratto abbastanza vasto che fra l'altro è libero e tutti vi possono transitare/fermarsi. Quello che non riesco a trovare è la reale distanza dalla costa raggiunta dalle fregata Russa. Insomma un conto è se la nave è passata a 50 km un conto è se è passata a 250 km.
  6. Scusate ma hi una domanda: Nel recente episodio di "sconfinamento" di una fregata russa non ho trovato nessun cenno alla distanza dalla costa britannica raggiunta dalla stessa nave. Qualcuno di Voi lo sa? Ciao Bruno
  7. Buongiorno Cosa ne pensate del tentativo di arresto di Saakashvili? ​E' una semplice faida fra fazioni oppure c'è sotto qualcos'altro? ​Confesso di avere le idee un po' confuse Saluti Bruno
  8. Sembra che dopo aver tradito i Curdi Iracheni gli USA si apprestino a mollare anche i Curdi Siriani
  9. "Fuori dalle montagne i Curdi non hanno amici"
  10. E pensare che la Clinton ha perso le elezioni perché considerata guerrafondaia
  11. Ovviamente non poteva mancare il fosforo Attivisti siriani, vicini all’opposizione e in contatto con famiglie a Raqqa, denunciano attacchi “con bombe al fosforo” da parte della coalizione che combatte l’Isis. Aerei della coalizione avrebbero sganciato ordigni incendiari, proibiti nei combattimenti in zone urbane, sulle posizioni dell’Isis alla periferia della città. Un video diffuso sui social network sembra comprovare le accuse ma non ci sono conferme ufficiali. Altri video e foto mostrano esplosioni luminescenti di ordigni gettati nella notte su quartieri della città sotto attacco
  12. Le truppe curde hanno raggiunto la periferia di Raqqa, entrando da est in un quartiere della città, penso che ci vorranno un paio di mesi per la conquista dell'abitato, parliamo di fine Agosto/inizio Settembre. Tanto per cambiare ci sono le solite accuse di aver causato la morti di civili fatta a chi fornisce appoggio aereo(1) e di crimine di guerra per aver bombardato una scuola/ospedale/moschea(2) Saluti Bruno 1) In questi caso gli USA 2) Stavolta la prima
  13. Trovo il prezzo indicato sorprendente, di solito con quella cifra in aerei di questa categoria sostituire una decina di bulloni costa di più Saluti Bruno
  14. Gli Usa accusano Assad: "Un forno crematorio per cancellare le prove di esecuzioni di massa""Il dittatore è sceso a un nuovo livello di depravazione" Impiccagioni di prigionieri al ritmo di una cinquantina al giorno nel carcere militare di Saydnaya, non lontano da Damasco. Lo afferma il Dipartimento di Stato mostrando foto satellitari declassificate che rivelerebbero le modifiche apportate a un edificio della struttura per adibirlo a forno crematorio. Amnesty aveva lanciato la stessa accusa tre mesi fa: a Saydnaya 13mila morti In effetti dopo i gas mancavano solo i forni crematori
  15. Da la STAMPA del 9 Maggio 2017 INIZIO Trump approva un piano per fornire armi pesanti ai curdi in Siria Lo riportano i media americani citando alcune fonti Pubblicato il 09/05/2017 Ultima modifica il 09/05/2017 alle ore 21:50 Con una mossa che rischia di alimentare l’irritazione della Turchia, sempre più riluttante alleato Nato, la Casa Bianca ha approvato l’invio di armi alle forze curde siriane che combattono Isis nel nord-est della Siria, spesso finendo nel mirino delle truppe di Ankara che non operano distinzioni tra i jihadisti sunniti e i curdi dell’Ypg. Membri dell’amministrazione Trump ne avrebbero discusso ieri alla Casa Bianca con il ministro della Difesa, James Mattis, collegato in video conferenza. L’ordine è stato firmato e «consente che l’avvio del processo diventi operativo», riferisce la Nbc. La decisione sarà notificata al governo di Ankara. Secondo la Bbc, che cita una fonte del Pentagono, le armi inviate ai curdi siriani includono munizioni, armi leggere, mitragliatrici pesanti e blindati che, sostiene sempre la fonte, il Pentagono «cercherà di riottenere indietro» dopo la conquista di Raqqa. Sulla carta una sorta garanzia minima alla Turchia che considererebbe i curdi dell’Ypg - finora i migliori alleati degli Usa sul terreno, da soli riconquistarono Kobane da Isis a gennaio 2015 mentre le forze turche, pochi km oltre il confine, restavano a guardare nella migliore dell’ipotesi, arrivando in alcuni casi ad ostacolarli - dotati di armi pesanti, una minaccia alla propria sicurezza. Al momento non sono stati resi noti i tempi di consegna delle armi. FINE Mah notizie di questo tenore escono ogni 2/3 mesi ma si fermano lì qui c'è una novità: Dopo aver conquistato Raqqa i curdi dovrebbero darle indietro e questo mi sembra veramente fantascientifico.
×
×
  • Create New...