Jump to content

blackviper

Membri
  • Content Count

    10
  • Joined

  • Last visited

Posts posted by blackviper

  1. Questo è un articolo sul P-51 che ho scritto tempo fa e che non ho mai avuto modo di pubblicarlo in intenet:

     

    "Non appena venne dotato della potenza del motore Rolls-Royce Merlin sul modello P-51B, il Mustang ottenne risultati eccezionali in ogni ruolo, incluso quello di cacciabombardiere tattico. Il tettuccio a goccia del modello D migliorò ulteriormente la visibilità. Veloce e agile come intercettatore, il P-51 fornì alle forze Alleate un eccellente supporto tattico per gli attacchi al suolo. Il pesante armamento di mitragliatrici, insieme a bombe e razzi, aiutò la Nona Air Force a eliminare forze di terra e trasporti nemici, accelerando l'avanzata della Terza Armata di Patton attraverso la Francia e fino in Germania. L'unico difetto del Mustang come cacciabombardiere era rappresentato dal motore raffreddato a liquido, uno svantaggio che condivideva con altri velivoli di prima linea, come lo Spitfire, il Typhoon, il Tempest e il Bf 109. Una raffica dell'antiaerea o un copo di un'arma leggera nel sistema di raffreddamento poteva ridurre quosto potente velivolo a un semplice aliante. Il P-51 è stato progettato come NA-73 nel 1940, su richiesta della Gran Bretagna. Il progetto si mostrò promettente e la forza aerea americana acquistò, dal 1941, i Mustang per impiegarli primariamente in ruoli di ricognizione fotografica e di supporto alle forze di terra, a causa delle sue prestazioni limitate alle basse quote. Ma nel 1942, i collaudi dei P-51B con nuovi motori Rolls-Royce "Merlin" inglesi si rivelarono molto migliori sia in termini di velocità che quota massima operativa. Così, nel dicembre 1943, le nuove versioni "Merlin" P-51B entrarono per la prima volta in combattimento nello scenario europeo. Grazie alla loro quota elevata furono impiegati per scortare formazioni di B-17 e B-24, e intecettare i bombardieri tedeschi. Nel corso della guerra i P-51 distrussero un totale 4950 aerei nemici, valore che nessun altro caccia di quel tempo ha mai raggiunto.

     

    I Mustang hanno combattuto in tutti gli scenari della Seconda Guerra Mondiale, incluso il Pacifico dove scortavano i B-29 alla volta del Giappone, partendo dalla base Iwo Jima. Fra il 1941-45, la AAF ha ordinato 14855 Mustang (incluse la versioni bombardieri "A-36A" e quelle di fotoricognizione "F-6"), di cui 7956 erano P-51D. Durante la Guerra di Corea, i P-51D vennero usati fondamentalmente come supporto ravvicinato alle forze di terra fino a quando vennero ritirati definitivamente dal combattimento nel 1953."

     

    Il P-51 è indubbiamente uno dei caccia più affascinanti della seconda guerra mondiale, ma il mio mito è lo Spitfire che nei Dogfight tra i cieli d'Inghilterra ha dimostrato di essere il miglior caccia dei suoi tempi, grazie al suo straordinario

    raggio di virata cortissimo, manovrabilità, potenza di fuoco, rapporto peso/potenza.

    Insomma un vero mito!!!

  2. essendo appassionato di aerei della seconda guerra modiale e convinto della loro importanza e del loro notevole contributo tecnologico e militare all'aviazione, non posso che dare il mio voto al B-29! Per l'importanza tecnologica avrei forse votato il B-2 Spirit!

     

    ciao

  3. F104-1.jpg

     

    Il 30 Maggio 2004 si è svolta all' aeroporto di Pratica di Mare, vicino Roma la più grande manifestazione aerea dell' anno.

     

    Il protagonista di questa giornata è stato senza dubbio l' F-104 "Starfighter” che dopo 50 anni di attività svolta nell' Aeronautica Militare Italiana, esce dalle linee operative.

     

    Per tutta la manifestazione si sono esibite numerose pattugle acrobatiche tra le quali le mitiche Frecce Tricolori, nonchè lo stesso F-104 e il nuovo velivolo che lo sostituirà, l'Eurofighter 2000!!!

     

    Per maggiori informazioni vi rimando al sito ufficiale dell' Aeronautica MIlitare Italiana :

    http://www.aeronautica.difesa.it/UCSMA/Def...&idsez=2&idarg=

     

    Altre informazioni, foto e video potete trovarli qui:

    http://www.governo.it/GovernoInforma/Dossi...f104/index.html

    a proposito dell'esibizione a pratica di Mare, sulla rivista VOLARE (numero di Luglio ancora disponibile in edicola) c'è un interessante e lungo articolo sull'"addio dell'F104". Davvero un ottimo articolo, ve lo consiglio!

     

    Per quanto riguarda invece l'idea di bobby per un incontro live presso Payerne, è un ottima idea che io prenderei seriamente in considerazione vista la spettacolarità dell'evento (date un'occhiata al programma sul sito dell'Air04!).

     

    Ciao

  4. E' vero, la velocità non è tutto.

     

    Se parliamo di combattimento aereo puro, vediamo quali sono le caratteristiche essenziali.

     

    Combattimento BVR:

    - Capacità Stealth

    - Capacità elettroniche

    - Velocità massima

    - Quota massima operativa

     

    Infatti nel combattimento BVR ha la meglio chi riesce ad ottenere per primo un aggancio sul bersaglio, lanciare il missile e allontanarsi prima di entrare nel raggio d'azione dei missili dell'avversario.

     

    Con un F-15, io posso agganciare un F-16 a una distanza maggiore, e pertanto portarmi in posizione favorevole di attacco in termini di quota e velocità.

    Posso lanciare il mio AMRAAM mantenendomi a una velocità leggermente supersonica o altamente subsonico, con un vantaggio di quota di molte migliaia di metri.

    Questo significa che la gittata del mio AMRAAM si avvantaggia della quota e della velocità aggiuntiva del mio aereo.

    Subito dopo aver lanciato, posso virare e allontanarmi tirando a Mach 2.5

    Questo significa che io posso lanciare anche a distanze di 60-70 km dal bersaglio.

    Al contrario, per riuscire a raggiungermi, l'AMRAAM nemico dovrebbe essere lanciato a non più di 10 km.

    Il motivo è semplice: se mi allontano a Mach 2.5 e un AMRAAM mi insegue alla velocità media di Mach 4, ha un vantaggio su di me pari a Mach 1.5

    Considerato che per percorrere la sua gittata - attorno ai 50 km se non c'è vantaggio di quota e velocità - il missile impiega mediamente 60 secondi, e che per guadagnare 1 km su di me ci mette sei secondi (per la differenza di velocità di Mach 1.5) questo significa che in 60 secondi il missile ha recuperato solo 10 km su di me.

    Quindi, se è stato lanciato da oltre 10 km, non riesce a raggiungermi.

    Al contrario, io avevo lanciato da oltre 50 km di distanza, per cui sono sempre rimasto fuori pericolo.

     

    Non a caso, nei combattimenti simulati BVR contro un SU-35, l' F-15 spunta una probabilità teorica di successo pari al 43 %, mentre un F-16 arriva al 21 %, come l'F-18.

     

    Fortuna che i missili russi non sono così efficienti come l'AMRAAM...

     

     

     

    Se invece pensiamo al dogfight puro, i valori essenziali da tenere in considerazione sono:

     

    - Eccesso di spinta

    - Agilità

    - Campo di visibilità del pilota

    - Risposta dei motori

     

    Ebbene, calcolando questi parametri l' F-15 raggiunge un'efficacia pari al 76 %, mentre un F-16 sta al 70 % e un F-18 al 72 %.

    Tanto per paragone, un F-22 raggiunge il 100 %, un Typhoon il 97%, un SU-35 l' 85 %.

    L'AIM-120 AMRAAM per percorrere la sua gittata di 48+ km (50), a una velocità di Mach 4 (4240 km/h), dovrebbe impiegare 43 secondi (che è la sua autonomia).

    Mentre se insegue un F-15 ad una velocità risultante di pari a Mach 1,5 (a pari quota chiaramente), dovrebbe impiegare, per colpirlo, ben 120 secondi. Il che va oltre la sua autonomia, a vantaggio

    ulteriore dell'F-15. Comunque, alle stesse condizioni, la distanza massima alla quale è possibile raggiungere entro il tempo disponibile (45 secondi) l'F-15 dovrebbe essere di 19 km (Mach 1,5/45 s), e non dieci.

     

    Nella frase: "Subito dopo aver lanciato, posso virare e allontanarmi tirando a Mach 2.5", non intendevi una virata a Mach 2.5? Per la quale occorrerebbe altrimenti un raggio di virata talmente elevato che meterebbe a rischio la sicurezza dell'F-15 (nel caso l'F-16 si salvi!), perdendo visuale e aggancio sul nemico.

    "Questo significa che io posso lanciare anche a distanze di 60-70 km dal bersaglio": Entrambi i valori non sono fuori portata dell'AMRAAM?

     

    Comunque mi hai convinto riguardo alla superiorità BVR dell'F-15 (i numeri parlano chiaro)! Rimango un po dubbioso circa l'attendibilità dei "combattimenti simulati BVR e la probabilità teorica di successo", per i quali vorrei avere qualche informazione in più, circa versioni, contromisure elettroniche, piloti.

    Mentre per quanto riguarda i combattimenti aerei tipo dogfight, manca una variabile molto importante (o la più importante): - L'abilità del pilota!

     

    Quanto adoro queste lezioni.... :) Dovremmo farle più spesso...

     

    A presto!

  5. per quanto l'F-15 possa rimanere un mito tra i suoi piloti e i suoi appassionati, io resto fedele agli F-16 e F-18, e in particolare credo che il Block 60 e il Super Hornet, insieme all'ormai ovvio F-22, siano i migliori caccia i dotazione alle forze occidentali, in termini di efficacia, efficieza, affidabilità, versatilità, manovrabilità e tecnologia. Certo non velocità, ineguagliabile rispetto a quella dell'F-15; ma il valore di velocità massima, come è noto, non è il paramentro che più influisce sull'esito di un combattimento aereo....

     

    blackviper

  6. Ti risponde uno che ha fatto circa 30 ore di volo e nonostante questo non è mai riuscito ad atterrare....... :(

    Prima dell'atterraggio si deve "tirare su il muso" per rallentare e quindi toccano prima le ruote posteriori, se si fà all'inverso allora la ruota cede e tutti giù per terra a far scintille (non mi è mai successo...... <_< )

     

    Ciao

    avendo la tua e-mail potrei spedirti un file .pdf che ti spiega come atterrare in sicurezza, è abbastanza chiara e di buon livello e soprattutto semplice....

     

    ciao

     

    blackviper

  7. Scusate una cosa:

     

    quando gioco a Falcon 4 se vengo abbattuto al momento in cui mi fa ripartire perdo i comandi del joystick che diventa incontrollabile e vira tutto a destra senza possibilità di poter gestire l' aereo.

     

    Qualcuno sa dirmi perchè?

     

    inoltre non sono bravo ad atterrare e ancora non ho capito se bisogna far toccare prima quelle di dietro o quelle davanti di ruote.

     

     

     

    :helpsmile:  :helpsmile:  :helpsmile:  :helpsmile:

    Perdi il controllo perchè è attivo l'autopitola, dovresti premere il tasto "A"!

    E' da qualche giorno che gioco a Falcon 4.0, e sto imparando grazie a agli ottimi manuali diponibili nel sito AMVI.

×
×
  • Create New...