Jump to content

darkstorm

Membri
  • Content Count

    5
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

0

About darkstorm

  • Rank
    Recluta
  1. salve a tutti, dopo aver chiarito il dubbio sulla rastremazione spero di potermi chiarire anche questo. Che effetto ha la freccia sulla distribuzione di portanza? (so che la aumenta all'estremità e la riduce alla radice ma come al solito perchè? Il dubbio che mi viene è che aumentando l'angolo di freccia comunque tendo ad avvicinare i vortici di estremità quindi si vanno a modificare le velocità indotte ma non riesco a giungervi per questa via...forse ho preso una strada sbagliata...
  2. grazie davvero tanto! e adesso posso depennare anche questa dall'elenco delle cose non capite .
  3. ti ringrazio quindi sostenzialmente portando il profilo di radice di più vuol dire sostanzialmente che la vorticità aderente è maggiore rispetto a prima quindi in questo caso è essa che induce maggiormente? (per il teorema di kutta la portanza è proporzionale alla circuitazione intorno al profilo a parità di densità e di velocità di volo) quindi la maggiore induzione dovrebbe essere dovuta al vortice aderente più che ai vortici di estremità.
  4. anche se il topic è particolarmente datato provo a darti io una risposta. il problema dell'ala a delta è appunto nel volo a bassa velocità proprio in quanto il meccanismo di generazione della portanza non è il classico "alla kutta" ma è dovuto all'intensità dei tip vortex che giacciono sull'ala. In conseguenza di ciò alle basse velocità i vortici sono troppo poco intensi per tener su l'aereoplano ed è quindi necessaria un elevata incidenza per la generazione di portanza. L'ala a delta riesce appunto ad arrivare anche a 40 gradi di incidenza senza stallare. Per quanto riguarda il concorde appunto per l'atterraggio (viste l'elevate incidenze necessarie) è stato realizzato il muso con quella particolare configurazione proprio per rendere la visuale del pilota discreta in fase di atterraggio.
  5. salve a tutti, volevo fare una domanda sulla rastremazione. Quello che volevo capire è il perchè (spiegazione fisica) all'aumentare della rastremazione (corda all'estremità più piccola) il Cl all'estremità tende ad aumentare (poi è appunto l'effetto della riduzione di corda che permette alla portanza di somigliare alla distribuzione di portanza ellittica). Sui miei appunti ho scritto che man mano che si aumenta la rastremazione le velocità indotte alla radice tendono ad aumentare e appunto riducento quindi viene ridotta l'incidenza di lavoro e di conseguenza il cl, mentre l'opposto accade all'estremità. Quello che appunto non riesco a capire è il perchè di questo fenomeno visto che comunque la velocità indotta da un vortice è inversamente proporzianale alla distanza dal punto considerato al nucleo del vortice. Grazie.
×
×
  • Create New...