Jump to content

S939

Membri
  • Content Count

    774
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Posts posted by S939


  1. Un'altra analogia con il suo alter ego occidentale. :rolleyes:

     

    Per motivi diversi anche l'F-104A adottava un sistema di eiezione "esotico"

    I russi sono sempre stati degli avanguardisti dell' eiezione, e il mi g 21, ne è un esempio.

    L' f 104, nelle prime versioni adottava un sistema di eiezione, che "sputava" il pilota verso il basso, tramite una botola, e non verso l' alto come accade convenzionalmente.

    Questo perchè, il 104 e il Mig 21, operavano a velocità fuori dal normale per l' epoca, quindi i progettisti, tenevano sempre un occhio di riguardo alle consuguenze che questa potesse avere sul pilota e su altri fattori.


  2. Potrebbe, ma non ne sono sicuro.

    Comunque, al 99% è stato un problema tecnico, dato che la fiammata che hai visto è più grande di quella del video.

    Dal punto di vista del pilota, invece, problema tecnico che sia, non è mai una bella situazione trovarsi con un motore in meno, peggio è se il motore era unico.

    I Tornado, e specialmente i loro Rb 199, sono molto resistenti alle sollecitazioni.

    Lo spegnimento di un motore in tale velivolo, non comporta gravi problemi nel cercare di ritornare a terra.

    Numerose, inffatti sono le missioni addestrative in cui i piloti imparano a maneggiare il velivolo in queste situazioni.

    Per onor di cronaca, per quanto ne so io, il tornado può gestire i due motori separatamente, quindi potrebbe essere dovuto anche ad un problema derivato da questo.


  3. Ci possono essere una miriade di cause...

    Di solito, delle fiammate sono provocate in determinate situazioni in cui il motore si trovi ad operare.

    Non necessariamente si è trattato di un problema tecnico.

    Manovre, parametri ambientali e molto altro, possono creare situazioni del genere....

    Tralasciando i problemi tecnici, come un eventuale perdita di combustibile dagli ugelli del post, ci posso essere anche situazioni in cui, per errore il pilota abbia inserito e disinserito molto velocemente il postcombustore.

    Questa è una spiegazione un pò blanda, ma molto probabile, però come ti ho detto le motivazioni possono essere tante, sia tecniche che "umane".


  4. da piu parti osservando alcune foto, si pensa che il j-20 abbia un sistema Eodas come l'F35

    Pero mi serve il soccorso degli esperti..:pianto:

    Penso proprio di no....

    Il j 20, a mio parere basa la sua autoprotezione sui classici sensori.

    Il sistema Eodas, è un gioiello tecnologico americano, che per emularlo ci voglioni anni e anni di esperienza e un Now-How tecnico gigantesco.

    Oppure se il J 20 ne è dotato, rislterà molto meno sviluppato e capace rispetto al sistema americano.


  5. L'Harrier decolla da un peschereccio? Boh.

    Di sicuro se lo fa, lo fa scarico di armi e munizioni, perchè un Harrier a pieno carico ha bisogno di circa 350 metri di pista e/o dello skijump.

    Il mio era un eufemismo.....

     

    non è una questione di colonialismo, non si parla mica di invadere il corno d'africa!

    semplicemente, da un punto di visto tecnico ed oggettivo, nel medio futuro l'accoppiatta AV-8B Plus + AIM-120 non rispecchierà più la dicitura di "ottimo deterrente".

    Forse stiamo esulando dal compito dei nostri Harrier.

    Questi velivoli, hanno lo scopo di proteggere la nostra flotta, quindi non proponiamoli i un eventuale compito di difesa aerea, perchè a quello già stiamo spendendo una marea di soldi per una macchina che lo sappia fare molto bene.

    Quindi per quello che sono, bastano ed avanzano per le nostre esigenze.


  6. Per dire la verità, in Brasile è praticamente certa la vendita del Rafale...

     

    Comunque, quoto Vorthex e Tuccio14: stiamo svendendo un progetto che ha svenato i partecipanti, forse proprio per cercare di recuperare un po' del danno.

    Svenato i partecipanti?

    Ma cosè, una suocera acida?

    Se parliamo dal punto di vista economico è normale; stiamo parlando di centinaia di milioni di euro, è ovvio che qualche problema lo comportino.

    Parlando del marketing, sono stati proprio i francesi a svenare i potenziali acquirenti, tant'è che anche il presidente Sarkozy, ha organizzato delle vere e proprie visite di stato per cercare di venderne qualche esemplare.

    Poi chi ha detto che è certa la vittoria del Rafale in Brasile?; adesso anche la Svezia ha intenzione di partecipare al programma del cargo brasiliano.


  7. e quando noi li avremo potremo anche allargare il nostro cortile di casa (leggasi F-35B) fin dove hanno degli ottimi fucili. Spero di aver reso l'idea...

    Non siamo più ai tempi dei colonialismi.....

    Noi con i "fucili" che intendi ci dobbiamo solo difendere, e gli Harrier con gli amraam e i sidewinder, sono un ottimo deterrente.


  8. Io intendevo, che per quello che può fare, l' Harrier è un velivolo superlativo.

    Dove lo trovi un velivolo in grado di svolgere delle missioni aria-aria, che ti decolla su un ponte di un "peschereccio"?

    In un ipotetico Dogfight a basse velocità, l' Harrier potrebbe giocarsela in qualche modo, ma ovviamente solo lì.

    Ma per le nostre capacità economiche è più che sufficente.

    Certo non manovrerà bruscamente, perderà energia cinetica e quello che volete, ma nel suo piccolo può fare molto.

    Potremmo criticarlo quanto vogliamo, ma ricordiamoci che è l' unica macchina da difesa aerea della nostra marina.


  9. Ok.

    Potrà perdere quanta energia cinetica vuoi, ma non andrà mai in stallo se pilotato bene.

    Lo sanno tutti che non potrà mai competere contro "veri caccia" come l' Efa e compagnia bella, ma può giocarsela benissimo contro obbiettivi lenti. (ed è quello per cui è utilizzato, per il resto ci sono i missili, sia suoi che della difesa antiaerea della nave )

    Dopotutto, non puoi chiedere di più ad un caccia che potrebbe essere utilizzato anche su una qualsiasi tinozza galleggiante.


  10. Sì, quello che mi chiedo, però, è il perchè della convivenza di aerei della stessa classe della stessa nazione esportatrice... Mah...

    Cosa intendi dire?

    Non ci sono velivoli della stessa classe, nella Iaf.

    Il mig 21, è più leggero del Mig 27 e del 29 ; poi non c' è nessun altra coincidenza dei paese produttori.

    La Russia, con il Mig 21,27 e 29 e Su 30; La Francia con i Mirage 2000; L' Inghilterra con i Jaguar e l' India con il Tejas, non ci sono coincidenze di classe e nazionalità tra costoro.

    Forse tra il mig 21 e 29,dato che tutti e due vengono classificati "leggeri", ma sono due leggeri diversi.

    Il 21, è il caccia leggero per eccellenza, agile e veloce, il 29, è un caccia leggero di 4° gen, quindi molto più pesante del 21.

    Poi c' è la coincidenza, Mig 29 e Mirage 2000, ma non sono della stessa nazionalità.

    Ripeto.

    Negli anni passati, gli indiani acquistavano un pò ovunque per un indefinito ruolo geopolitico mondiale, in cui l' India, ha avuto sempre un ruolo di ambiguità.

    Adesso, sembra che le cose stiano cambiando, ma bisogna aspettare la fine del concorso per capirci qualcosa.


  11. rafale vuol dire raffica, stavi scherzando sul nome?

    Decisamente.

    Questo nome l' ho sentito su un audio guida in italiano, al museo della marina Francese di Tolone, dove campeggiava illuminata a dovere, un modellino della portaerei Charle De Gaulles.

    Mha...! Sarà l' irriverenza che i francesi hanno nei confronti della nostra lingua.

     

    Qualcuno è a conoscenza se durente le recenti operazioni sulla Libia i piloti italiani ed inglesi degli EF 2000 avessero in dotazione gli Hmdd ?

    La consegna dei caschi ai reparti è stata annunciata ma i piloti sono combat ready con essi?

    Ancora no.

    Per adesso il numero non è ancora sufficente per sopportare un utilizzo operativo, ma lo sarà presto.

    Ci vuole ancora del tempo, anche per far prendere dimestichezza con l' "attrezzo" ai piloti.


  12. Da un'altra discussione sembra che il programma di aggiornamento del Rafale sia piuttosto ambizioso,

     

     

    La tabella di marcia del Rafale, condizionata dalla data di arrivo del missile Meteor nel 2012, comprende:

    --l'aggiunta nel 2010 al radar Thales RBE2 di una antenna attiva (AESA)

    --una nuova versione dell'OSF, OSF-IT, che vede l'abolizione del doppio canale infrarosso obsoleto, si accontenterà di un canale TV migliorato;

    --l'integrazione di un rivelatore ad infrarossi di lancio di missili (DDM-NG) Sagem o Thales/MBDA SPECTRA;

    --un nuovo reattore chiamato provvisoriamente M88-2 ECO, sintetizzante i progetti abbandonati M88-3 e M88-4 di 90kN e 115kN e proponente una migliore spinta (90kN) sull'aumento del flusso d'aria, che impone una presa d'aria leggermente più grande come come dei consumi ridotti e una durata di vita aumentata del 50%;

    --lo sviluppo di un dispositivo di radar jamming elettromagnetico di potenza, alla maniera dello statunitense EA-18G Growler;

    --l'aggiunta del dispositivo di designazione laser Thales Damocles, che dà la possibilità di bombardamenti a 70km di giorno come di notte. Il suo sensore a infrarossi, che opera in onde medie, gli permette di mantenere tutta la sua efficacia nelle condizioni climatiche calde e/o umide e di tirare bombe a guida laser GBU-24 Paveway III da 1.000 kg;

    --l'integrazione di un'antenna satellitare (SATCOM);

    --eventualmente, l'adattamento del razzo da 68mm sviluppato per l'Eurocopter Tigre, perfino un razzo a guida laser, questo anche in comune ai due velivoli (Rafale/Tigre);

    la Dassault Aviation prevede di usare il Rafale (senza apportarvi modifiche) come lanciatore di Microlanceur Aéroporté "MLA" per mettere in orbita dei piccoli satelliti

     

     

     

    Da quello che si sa, la T3 del Typhoon sarà equivalente?

     

    E' prevedibile.

    I francesi cercano di inventarsene di tutti i colori, per riuscire una volta per tutte a vendere il povero "Raffaele" a qualcuno.

    Per il Tifone le cose sono un pò diverse.

    E' un programma che ha avuto un buon successo commerciale, che da una parte è un vantaggio, dato che " l' unione fa la forza ", ma anche uno svantaggio, alquanto i partecipanti al consorzio molto spesso fanno un pò come gli pare e piace, richiedendo caratteristiche e ruoli variegati tra di loro.

    Quindi penso che, per il nostro Efa si rimaga più con i piedi per terra.


  13. Veramente è il Su 35, che in questi anni è stato utilizzato come base per la componentistica del T50.

    Dato che, il SU 35, è una piattaforma ormai ultracollaudata, ( Su 27), è logico che sia stato utilizzato per testare i sistemi che potranno anche adare nel T 50.

    Se si facesse il contrario, si aumenteranno i costi in maniera spropositata.


  14. Li avranno presi per pazzi......a quella quota un U 2 è asuo agio e può destreggiarsi "bene", mentre un lightning in quelle condizioni è come un sasso di una catapulta....

    Si certo ci è arrivato, ma era veramente in condizioni di agganciare il bersaglio, e di mantenerlo come tale per molto tempo?

    Intercettare significa anche tallonare l' intruso e seguire tutti i suoi movimenti e penso che il caccia ingelse non avrebbe potuto farlo.

    Comunque tanto di cappello agli uomini della Raf.

×
×
  • Create New...