Jump to content

litto

Membri
  • Content Count

    48
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

0

About litto

  • Rank
    Recluta
  1. Ciao a tutti In genere al lancio di un novo programma da parte della USAF partecipano diverse industrie o gruppi che vanno poi a presentare il loro prototipo. Noto che molto spesso questi prototipi sono simili fra loro. Vedi ad esempio YF-22 della Lockheed & Co e il YF-23 della Northop & amici. O anche in casi più particolari come il B-2: il suo concorrente della Lockheed aveva una forma simile. O quantomeno dal punto di vista puramente visivo si distanziava dal predecessone nella “sessa direzione” in cui si era distanziato il B-2. In parte questa somiglianza fra i vari prototipi
  2. perfetto! ho cercato male scusate, non conoscevo il vocabolo ecranoplano! qua allora si può chiudere!
  3. ciao a tutti! ho provato a fare una ricerca ma non ho trovato nulla... leggendo qua e là ho scoperto l'esistenza di alcuni progetti se non sbaglio sovietici riguardanti aerei destinati a volare a pochissimi metri da terra. sempre che siano stati realmente realizzati, che vantaggi avrebbero questi velivoli rispetto ad aerei convenzionali? cambia così tanto il volo nelle due condizioni? che caratteristiche particolari deve avere un'aereo per volare a una quota così bassa?
  4. per fortuna di attrici maschietti non ne ho mai visti comunque come mi potete dimenticare Grace Kelly?
  5. grazie mille per gli avvisi! in effetti informandomi un po' di più sull'argomento ho visto una foto di un cacciavite bruciacchito a furia di farci scaricare sopra i condensatori! figuriamoci con un mio dito!! beh dato che non ho macchinette fotografiche in casa magari faccio un salto da un fotografo e chiedo se mi vende quelle che deve cacciare via... potri metterci un'interruttore con 3 posizioni: la prima è off, la seconda chiude i condensatori su una resistenza e la terza li collega con la batteria per caricarli. ed ovviamente l'interruttore per sparare! magari le posizioni di off e scari
  6. nonostante il grande sfoggio della mia ignoranza a riguardo faccio il secondo anno di ingegneria elettrica e la parte di progettazione elettrica (si spera) non mi dovrebbe dare molti problemi. il fatto è che non ho fatto l'itis ma lo scientifico e quindi mi manca diciamo il senso un po' più pratico del campo... per esempio in un normale negozio di elettronica fino a che capacità si possono trovare i condensatori, senza spendere una cifra enorme? comunque grazie per i link, non conoscevo quel sito!
  7. ok ho capito l'ho fatta troppo semplice... regola della mano sinistra? non la conoscevo... comunque confondendo destra con sinistra dovrebbe cambiare solo il verso della forza (e infatti facendo la prova non mi ci son messo dietro nel dubbio!). la prova con la lampadina non l'ho fatta perchè non sapevo come fare un bel campo magnetico che passasse nel circuito. comunque è indipendente dall'università, me l'han spiegato qualche mese fa e mi è venuta la scimmia di provare a costruirlo!
  8. qualche tempo fa un mio professore all'università mi spiegò l'esistenza di un progetto per un cannone che funziona con forze elettromagnetiche. per spiegare come funziona illustro brevemente per quelli che non lo sanno il principio di funzionamento. innanzitutto ho due rotaie metalliche e le collego in serie (tramite lo stesso estremo) con per esempio una lampadina. lungo le rotaie posiziono una barretta conduttrice che colleghi anch'essa le due rotaie, in modo da avere un circuito chiuso rettangolare formato da rotaia1-lampadina-rotaia2-barretta. infine posiziono un campo magnetico parallel
  9. hai ragione è stata una mia svista, in effetti non lo definisce iposonico ma iposonoro... grazie per le delucidazioni! la parte teorica ora mi è chiara! dal punto di vista pratico la variazione della sezione di uscita dei motori di una aereo centra con sto discorso?
  10. ciao a tutti ho un problemino a capire una cosa nella meccanica dei fluidi... grazie alla relazione di Huginot so che dA/A=dw/w(Ma^2 - 1), con A sezione del condotto, w velocità del fluido e Ma numero di Mach e da questa deduco che: - per Ma<1 ho dA/dw<0 e quindi per accelerare un fluido occorre contrarre la sezione di passaggio (moto iposonico) - per Ma>1 ho dA/dw>0 e quindi per accelerare un fluido occorre allargare la sezione di passaggio (moto supersonico) e infine mi viene detto che "la condizione Ma=1 può essere raggiunta nella sezione nella sezione minima o massima (in
  11. grazie mille! che forma particolare... ho letto che ne sono stati prodotti 53, e lì ce ne saranno almeno 20! mi chiedo solo come mai hanno prodotto un simile aereo dal costo non modico e dalle prestazioni non eccellenti. su cosa puntavano i costruttori? sulla linea orginale?
  12. litto

    Softair

    cavolo in effetti quei video mostrano che il campo è un po' angusto rispetto a un bel bosco! il problema è che quando giocavo io eravamo poco più che ragazzini e ogni volta scoppiavano casini sull "ti ho colpito/no non mi hai colpito". però c'è da dire che forse ora ci sarebbe un po' più di lealtà. altrimenti qualche volta sono andato anche al qzar, ovvero una stanza semibuia piena di paratie dove, forniti di fucili laser e pettorine sensibili, devi andare a conquistare la base avversaria. a parte anche qua il luogo un poco angusto è veramente divertente! ma qua sto andando ot
  13. girovangando su google earth per cimiteri di aerei militari e non mi sono imbattuto in un aeroporto con molti aerei depositati fra cui alcuni gruppetti di strani aerei con ali molto larghe e canard. vi posto una foto che li mostra: http://img250.imageshack.us/my.php?image=imagevj8.jpg se volete vederli direttamente il posto si trova a marana, in un aeroporto fatto a triangolo in alto leggermente sulla sinistra. comunque le coordinate sono nell'immagine ho postato qua perchè dato il contesto presumo siano civili... sapete dirmi cosa accidenti sono?
  14. litto

    Softair

    in effetti mi ricordo delle puntate di jackass dove si sparavano senza protezioni e i colpi lasciavano bozzi violacei per giorni peccato... un' esperienza che mi sarebbe piaciuta provare. se mai un giorno andrò negli States...
×
×
  • Create New...