Jump to content

SIRIA - Topic Ufficiale


Guest intruder
 Share

Recommended Posts

Mi sa che hanno ucciso qualche ufficiale di alto rango siriano colpendo la base di Mezzah, sede della guardia repubblicana di Assad (ma le info sono confuse) e questo sta facendo sbraitare i governativi. Ancora non si conosce la paternità dell'attacco, anche perché Israele nega. I russi dovrebbero sapere cosa è accaduto e invece rimangono in silenzio. Si parlava anche di possibili armi superficie-superficie.

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

come era nell'aria da un po', FSA, JSF e vari gruppi armati, in aperto conflitto su larga scala (praticamente ovunque nelle zone controllate dall'opposizione)

Tutto a vantaggio di assad e putin che pero' devono gestire la grana Iran/Hezbollah. (Il vero punto debole della coalizione, ostacolo ad ogni forma di riconciliazione, gia' dimostrato nella gestione di aleppo)

 

Intanto, per l'angolo della comicita'..

486e57528379865.jpg

Edited by nik978
Link to comment
Share on other sites

  • 2 months later...

Mossa veramente strana in effetti.

 

Su tutto Io mi sono astenuto dal commentare proprio perché ci sono tantissime cose che non capisco.

Per me a livello militare e diplomatico c'è molto di più di quello che ufficialmente trapela.

Anche lattacco Americano è stato un po' strano. C'erano molti aerei siriani mollati sui prati. Personale e mezzo russi indenni

Poi non si capisce se veramente quasi metà dei missili sia finita fuori Bersaglio. Si fa una fatica matta a trovare info ripulite da propaganda varia.

Link to comment
Share on other sites

Aggiungo...

 

 

ieri per non fare il complottaro, mi sono tenuto per me un dubbio....

 

siccome girava il nome del pilota che aveva partecipato all'attacco incriminato, avevo pensato che ci fosse il rischio sparisse in circostanze non chiare. (

nome Gen Mhmd Hasoury )

Da qualche ora ci sono dei rilanci solo su twitter che ne comunicano la morte in un attentato.... attendo conferme, ma fosse veramente cosi sarebbe un aspetto estremamente importante.

 

 

 

Quindi a questo punto mi lancio una ipotesi che ho da un po

Siamo sicuri che Assad abbia il controllo dei suoi al 100%?. I militari falchi e/o invasati sono sempre esistiti..

Se l'evento fosse accaduto cosi come si sospetta, e cioe' da parte siriana, ma per responsabilita' di reperti singoli?

Questo spiegherebbe lo "strano" attacco americani con molti missili fuori bersaglio, i russi avvisati, i tanti aerei siriani nei campi della base e quindi indenni.... lo so e' fantasia, ma e' una cosa veramente strana questa e per me si possono fare delle ipotesi senza cadere nei complotti...

Link to comment
Share on other sites

Aggiungo...

 

 

ieri per non fare il complottaro, mi sono tenuto per me un dubbio....

 

siccome girava il nome del pilota che aveva partecipato all'attacco incriminato, avevo pensato che ci fosse il rischio sparisse in circostanze non chiare. (

nome Gen Mhmd Hasoury )

Da qualche ora ci sono dei rilanci solo su twitter che ne comunicano la morte in un attentato.... attendo conferme, ma fosse veramente cosi sarebbe un aspetto estremamente importante.

 

 

 

Quindi a questo punto mi lancio una ipotesi che ho da un po

Siamo sicuri che Assad abbia il controllo dei suoi al 100%?. I militari falchi e/o invasati sono sempre esistiti..

Se l'evento fosse accaduto cosi come si sospetta, e cioe' da parte siriana, ma per responsabilita' di reperti singoli?

Questo spiegherebbe lo "strano" attacco americani con molti missili fuori bersaglio, i russi avvisati, i tanti aerei siriani nei campi della base e quindi indenni.... lo so e' fantasia, ma e' una cosa veramente strana questa e per me si possono fare delle ipotesi senza cadere nei complotti...

Dubbio lecito considerato che la Siria è un miscuglio di vassalli e valvassori

E anche all'interno della "corte imperiale" c'è sempre chi si muove con una certa indipendenza

Link to comment
Share on other sites

Scusate ... abbiamo scherzato ... :oops:



The April 6 attack on a Syrian airfield was not intend to destroy the airfield, but was aimed at limiting the Syrian government’s ability to conduct operations “in the short term.”
Fifty-nine Tomahawk missiles were fired at the Shayrat airfield near Homs, where earlier last week Syrian jets launched a chemical weapon attack on Syrian civilians.
The US attack destroyed fuel, hangars, weapons storage facilities, and fuel supplies.
The US did not want to destroy the airfield, and did not target the airstrip itself, US Central Command spokesman Army Col. John Thomas said Monday.
The direction from President Donald Trump was to degrade Syria’s ability to carry out chemical weapons attacks.

 

Link to comment
Share on other sites

Una domanda stupida: a che servono tutte quelle vie di collegamento all'interno del triangolo formato dagli assi delle piste? Mi sembrano eccessive in numero, più che un aeroporto mi sembra una lottizzazione

Link to comment
Share on other sites

Una domanda stupida: a che servono tutte quelle vie di collegamento all'interno del triangolo formato dagli assi delle piste?

Mi sembrano eccessive in numero, più che un aeroporto mi sembra una lottizzazione

 

La butto lì a caso ... una sorta di reticolo cartografico?

In questa immagine satellitare risalente a due anni e mezzo fa non si nota alcunché ... ma questo non significa niente ...

 

118ixl0.jpg

Link to comment
Share on other sites

 

La butto lì a caso ... una sorta di reticolo cartografico?

In questa immagine satellitare risalente a due anni e mezzo fa non si nota alcunché ... ma questo non significa niente ...

 

 

 

Noi abbiamo il Piano Casa, si vede che in SIria c'è il piano aeroporto: suggerisco comunque a Assad di cambiare topografo :rotfl::rotfl::rotfl::rotfl:

Link to comment
Share on other sites

Gli Stati Uniti non riveleranno i risultati del bombardamento ...


The military will not publicly disclose a battle damage assessment or tally of ISIS fighters killed in the April 13 GBU-43 bombing of a tunnel network in eastern Afghanistan.
Defense Secretary James Mattis, questioned by reporters in Egypt, said the bombing was used to deliver a blow to ISIS.

 

Link to comment
Share on other sites

Tempo fa ero curioso su come Putin avrebbe gestito i diversi "attori" nello scacchiere siriano. Mi riferisco a chi e' attivo direttamente, perche' senno finiamo a tirare in mezzo meta' medio oriente...

 

Iran, Turchia, Israele.. piu defilati USA (hanno solo dei reparti speciali).

 

Situazione attuale.

I Turchi: fanno i loro interessi e continuano le campagne contro i curdi, pur essendosi ritirati dopo l'operazione Eufrate shield.

Bombardano a pochi km da truppe americane (che dichiarano di essere Unconfortable...e che la Turchia non dovrebbe "sconfusionare" le cose). I russi fanno notare che dovrebbero dedicarsi as alnusra e soci.

E pare stiano nuovamente ammassando truppe al confine.

 

Israele: fanno, come sempre, i loro interessi e cioe' colpire Hezbollah. Avendo strappato ai russi l'accordo di tenere i sistemi SAM lontani dal sud siria, possono muoversi come prima. La terra e' tonda e con gli AS-400 a tartus, non arrivi a controllare i confini sud e Damasco. Notizia di stanotte, bombardamento addirittura sull'aereporto di damasco. Da verificare se con aerei o missili.

Inoltre l'ISIS si scusa con israele per una scaramuccia di confine......

Last but not least, politica "umanitaria" di Israele riguardo alle zone del Golan molto attiva. con migliaia di ribelli curati in maniera estremamente accurata, rigorosamente di parte avversa alle tuppe regolari/hezbollah. (La spesa per la gestione e' veramente alta prevedo problemi interni, seppur il pragmatismo Israeliano sia sempre molto alto). Sto cercando di recuperare un bel articolo sulla vicenda. Poi lo linko se lo trovo.

 

Iran piu defilato.. La mossa di Trump di mettere in dubbio gli accordi sul nucleare, potrebbe avere delle conseguenze?

 

USA: eventuali dispiegamenti di truppe in Siria verranno decise dal Pentagono (evvai..)

 

Povero Putin.... che lavoraccio...

Edited by nik978
Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...
Da la STAMPA del 9 Maggio 2017
INIZIO
Trump approva un piano per fornire armi pesanti ai curdi in Siria
Lo riportano i media americani citando alcune fonti

Pubblicato il 09/05/2017
Ultima modifica il 09/05/2017 alle ore 21:50

Con una mossa che rischia di alimentare l’irritazione della Turchia, sempre più riluttante alleato Nato,
la Casa Bianca ha approvato l’invio di armi alle forze curde siriane che combattono Isis nel nord-est
della Siria, spesso finendo nel mirino delle truppe di Ankara che non operano distinzioni tra i jihadisti
sunniti e i curdi dell’Ypg.

Membri dell’amministrazione Trump ne avrebbero discusso ieri alla Casa Bianca con il ministro della Difesa,
James Mattis, collegato in video conferenza. L’ordine è stato firmato e «consente che l’avvio del processo
diventi operativo», riferisce la Nbc. La decisione sarà notificata al governo di Ankara.

Secondo la Bbc, che cita una fonte del Pentagono, le armi inviate ai curdi siriani includono munizioni,
armi leggere, mitragliatrici pesanti e blindati che, sostiene sempre la fonte, il Pentagono «cercherà di
riottenere indietro» dopo la conquista di Raqqa. Sulla carta una sorta garanzia minima alla Turchia che
considererebbe i curdi dell’Ypg - finora i migliori alleati degli Usa sul terreno, da soli riconquistarono
Kobane da Isis a gennaio 2015 mentre le forze turche, pochi km oltre il confine, restavano a guardare
nella migliore dell’ipotesi, arrivando in alcuni casi ad ostacolarli - dotati di armi pesanti, una
minaccia alla propria sicurezza.

Al momento non sono stati resi noti i tempi di consegna delle armi.

FINE
Mah notizie di questo tenore escono ogni 2/3 mesi ma si fermano lì qui c'è una novità:
Dopo aver conquistato Raqqa i curdi dovrebbero darle indietro e questo mi sembra
veramente fantascientifico.
Link to comment
Share on other sites

 

Impiccagioni di prigionieri al ritmo di una cinquantina al giorno nel carcere militare di Saydnaya, non lontano da Damasco. Lo afferma il Dipartimento di Stato mostrando foto satellitari declassificate che rivelerebbero le modifiche apportate a un edificio della struttura per adibirlo a forno crematorio. Amnesty aveva lanciato la stessa accusa tre mesi fa: a Saydnaya 13mila morti

 

In effetti dopo i gas mancavano solo i forni crematori :unsure:

Edited by ROSSETTI BRUNO
Link to comment
Share on other sites

ineffetti non capisco manco io questo scandalo nello scoprire l'acqua calda: nelle dittature gli oppositori politici vengono eliminati, è una costante... figuriamoci in una dittatura impegnata da anni in una guerra civile.

Link to comment
Share on other sites

Primo contatto "ufficiale" tra aviazione della coalizione (US e/o giordani) e reparti regolari/semi regolari siriani.

Il tutto sulla strada che porta al confine con l'iraq dove truppe americane/norvegesi etc, stanno addestrano dei combattenti siriani.

 

Mossa ufficialmente per proteggere i militari impegnati, mantenendo una buffer zone di 30 miglia.

E dopo poche ore, reparti russi si sono mossi in quella direzione partendo da un'altro versante, piu' "tranquillo"..(As suwayda)

Assad vuole quel valico di confine, e la cosa e' sensatissima dal suo punto di vista.. e credo che anche gli iracheni non siano contentissimi di averlo in mano a forze dell'opposizione o con militari stranieri.

 

Vediamo come la risolvono questa volta...

Link to comment
Share on other sites

8z4bgp.jpg

 

Update

secondo varie soldati russi e americani, sono praticamente uno di fronte all'altro.. (rosso=forze russe/siriane, blu=americani)

I russi continuano a chiamarli "advisor", ma sappiamo tutti che molto spesso sono vere e proprie truppe in assetto da combattimento.

 

Nella storia "recente" sono mai stati cosi vicini?

non credo..

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Le truppe curde hanno raggiunto la periferia di Raqqa, entrando da est in un quartiere della città, penso che ci vorranno un paio di mesi per

la conquista dell'abitato, parliamo di fine Agosto/inizio Settembre.

Tanto per cambiare ci sono le solite accuse di aver causato la morti di civili fatta a chi fornisce appoggio aereo(1) e di crimine di guerra per

aver bombardato una scuola/ospedale/moschea(2)

Saluti

Bruno

 

 

 

1) In questi caso gli USA

2) Stavolta la prima

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...