Jump to content
Guest intruder

SIRIA - Topic Ufficiale

Recommended Posts

Mig-31 a Hmeymin... dopo anni e anni i Mig-31 in Syria forse forse ci sono finiti per davvero????

 

https://twitter.com/KitadicaCool/status/798276758726381568

 

Immagino siano le versioni attacco al suolo,

Ribadisco il mio solito scetticismo sull'utilizzo di un mezzo molto "tagliato" per la russia, il suo sistema di difesa e le sue caratteristiche geografiche, in un paese assolutamente diverso.

E anche fosse veramente pronto per essere usato, non credo proprio nessuno si metta in testa di attaccare gli aerei russi..(per ora)

Se queste sono versioni per attacco al suolo, perche' non continuare coi su-34? 9000kg di payload di un mig-31 sono comunque meno del su-34. che vedo comunque piu adatto.

 

a me pare che putin voglia mettere alla prova tutto il suo apparato in un contesto operativo per trovarne i difetti... (l'esperienza negativa della guerra in georgia e' servita......)

Gestire fuori dalla madre russia, su-34, mig-29, Mig-31, Su-30 in assetto da guerra, comporta una sforzo logistico non indifferente. e non mettiamoci tutti gli elicotteri d'attacco.

Edited by nik978

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ultimamente i russi fanno un pochino come caspita gli pare infischiandosene della logica, che ad esempio suggerirebbe di basare a terra il sistema aereo visto che possono. Invece no, ci mandano la Kuznetsov, con 4 aerei in croce, payload risicato, e perdono pure un Mig-29K. Poco fa hanno colpito con i Kalibr dalla Grigorovich però questo ci sta. Il Mig-31, direi di no. Allora forse potresti aver ragione Nik. Test sul campo. Come test sul campo fu il lancio di Kalibr dall' improved Kilo Rostov sul Don di qualche tempo fa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il MiG-31 ha anche una funzione di controllo dello spazio aereo grazie al suo radar, potrebbe essere usato come una valida alternativa al dover ribasare un A-50

Share this post


Link to post
Share on other sites

la task force russa mi ricorda la legione Condor in Spagna: mandano un pò di tutto per fare dei confronti e avere riferimenti tra vecchio e nuovo. Rimanendo solo nell'ambito dell'aviazione potevano mandare una ventina di Su-25 e una dozzina di Su-30 per fare quello che c'era da fare, invece no! hanno mandato a turno un pò di tutto, vecchio e nuovo, per avere dei confronti

Edited by Mustanghino

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bear che aggirano l'Europa con due rifornimento e 11.000 km su groppone.

Battesimo per i su-33 in missione di attacco al suolo. (Con tutti quello di più specifico che hanno i russi in zona)

Battesimo del P800 tra l'altro in configurazione terra-terra.

 

E probabilmente a breve più sommergibili in operazioni di attacco

Non so quanto gli stia costando tutto questo a Putin , ma lo "show off" è evidente

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Lo pensavo anche io. Poi ho letto questo si difesa on line

 

http://www.difesaonline.it/mondo-militare/siria-nella-notte-massiccio-raid-della-kuznetsov-battesimo-del-fuoco-i-missili

 

Poi son andato qui alla fonte originale

https://www.google.it/amp/s/www.rt.com/document/582d1339c46188df518b46bc/amp

 

Ok è RT e difesaonline che copia RT. ma sono dichiarazioni ufficiali del ministero.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lo pensavo anche io. Poi ho letto questo si difesa on line

 

http://www.difesaonline.it/mondo-militare/siria-nella-notte-massiccio-raid-della-kuznetsov-battesimo-del-fuoco-i-missili

 

Poi son andato qui alla fonte originale

https://www.google.it/amp/s/www.rt.com/document/582d1339c46188df518b46bc/amp

 

Ok è RT e difesaonline che copia RT. ma sono dichiarazioni ufficiali del ministero.

Beh, i russi mentono in modo ufficiale senza problemi. Basta ricordare la vicenda MH17

Share this post


Link to post
Share on other sites

È diverso. In quel caso dovevano ammmetere nell'ordine

-di essere in ucraina

-di armare pesantemente chi era in ucraina (anche non russi)

-di non saper usare le armi che avevano. Ed aver abbattuto in aereo civile.

 

Poi la negazione dei russi in suolo ucraino è una sorta di totem/dogma. Lo sappiamo. Proprio non ci riescono.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Una fonte delle mie (quelle purtroppo non verificabili sulla stampa, ma che ci azzecca spesso), riporta di una azione di attacco e non di supporto, di circa 300 "volontari" :lollollol: russi nella battaglia di Aleppo nel nord est della citta' (si dice anche piu' di 300).

Azione a cui sarebbero poi arrivati in supporto Hezbollah, ma che e stata condotta dai russi come attacco.

 

Se fosse cosi, sarebbe la prima vera azione con una certa quantita' di uomini condotta dai russi in Siria,di cui si abbia conferma... conferma che sto attendendo...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ne ho letto anche io. Quanto al resto (MH17) i russi si sono smentiti con due conferenze stampa trasmesse a mezzo mondo in cui prima affermavano che un un caccia ucraino fosse all'inseguimento del volo di linea (le risate dovute all'ipotesi su 25 nascono da li) per poi affermare che non vi fosse alcun aereo qualche mese fa.... Dei veri buffoni

 

 

http://en.aleppo24.com/russia-deploys-its-infantry-divisions-to-take-part-in-the-ongoing-battles-in-aleppo

Avendolo solo letto qui non ci davo troppo peso. Ma se la tua fonte non è la stessa.....

Edited by Ein

Share this post


Link to post
Share on other sites

Penso che la fonte a cui ti riferisci tu, abbia pescato dalla stessa che dico io.

Private source (G.A.)

 

vero o meno, con i precedenti di cui stiamo parlando, non mi stupisce affatto come evento.

Anzi pensavo queste notizie uscissero ben prima..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sembra che SAA abbia attaccato in almeno due occasioni truppe turche. O meglio, l'aviazione siriana. Nel mentre i governativi affiancati dai curdi sembra che stiano avviando operazioni contro FSA e TAF.....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Albab... io pensavo ci arrivassero i Turchi di euphrate shield, senza dare tempo a SAA e Curdi. Invece sta succedendo quello che si sperava non accadesse.

Ora voglio vedere Putin come la risolve........

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ancora guai per l'aviazione imbarcata russa.

Sempre più convinto che Putin abbia schierato così tanti assets diversi proprio per capire dove sono i punti deboli.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tra l'altro la rottura del cavo di arresto è una cosa estremamente grave se si parla di portaerei.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ISIS ha ripreso palmira, dato una bella legnata ai governativi e catturato molto materiale bellico. Si parla di decine di tanks....

Share this post


Link to post
Share on other sites

C'e' una analisi di Southfront, che immagino non sia tra i tuoi preferiti, ma non mi pare campata per aria.

 

tra l'altro da settimane si sapeva di grossi movimenti dall'iraq.

 

A me comunque pare il solito attacco ISIS: superiorita' numerica, molti attacchi suicidi, poca cura delle perdite umane. Un attacco che creare danno a cose e persone. e sparigliare l'avversario. Lo han fatto altre volte in altre zone.

Con un attacco cosi, come e' succeso spesso, ai siriani non e' rimasto altro che arretrare per evitare di perdere uomini, lasciando indietro parecchio hardware. (e l'isis fa questo tipo di attacchi anche perche' sa che la logistica dell'SAA con pochi russi,non e' in grado di spostare tanti mezzi velocemente....)

 

Ma non credo l'isis possa tenere come fece mesi fa....

Poi oggettivamente Aleppo ha una valenza ben diversa... capisco una perdita di attenzione su altri fronti

Edited by nik978

Share this post


Link to post
Share on other sites

non perdo nemmeno tempo a leggerlo :D

 

PS: IS sta attaccando pesantemente la base aerea di Tiyas. Forse è già accerchiata. Per paralre di entità di truppe ci vorrebbero dati che su twitter non si reperiscono con ragionevole grado di certezza. Di sicuro IS dimostra una vitalità tattica che le altre fazioni non possiedono.

Edited by Ein

Share this post


Link to post
Share on other sites

IS sono combattenti mossi da una fortissima ideologia e pagati abbastanza.

Per me una grossa fetta della loro forza dirompente deriva da questi due fattori. Soprattutto dall'essere molto ideologizzati

 

E a stretto giro: sono una "internazionale" della jihad. Con forze fresche disponibili (ora meno). Un gruppo così soprattutto in situazioni di attacco, ha un bel vantaggio nei confronti di eserciti nazionali con forze fresche limitate, composti da coscritti non volontari o stranieri mandati lì a fare guerre non loro.

 

Is poi propone un modello accattivante rispetto ad altri gruppi. Loro si pongono come l'opzione reale di uno stato islamico. Con case lavoro e benessere per tutti. Non a caso fanno proseliti in contesti europei di emarginazione dove spesso la religione islamica non è nemmeno praticata.

E questo aspetto è un ulteriore vantaggio a livello di coinvolgimento rispetto alla galassia al nusra al qaeda etc.

Edited by nik978

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per me hanno un plus proprio a livello tattico, più che a livello di motivazione. Sfruttano bene la mobilità e la sopresa, amplificando l'attacco con le autobombe. Non perdono risorse in difese statiche ma sanno condurre una difesa elastica fatta di rallentamento e contrattacco. Hanno poi ampiamente dimostrato di saper individuare il punto nemico più adatto ad essere sfondato e sanno colpirlo esercitando un comando e controllo che altre fazioni in siria non hanno.

Edited by Ein

Share this post


Link to post
Share on other sites

WHO WINS

 

a) una compagnia di carri medi ultramoderni

VS

b) ATGM intabbarrati in mezzo agli edifici (fortifcazioni)

 

 

[...]Ora la domanda è: che composizione hanno le singole brigate (possono muoversi autonomamente)? E a che pro divisioni corazzate a go-go? Il nord della Siria non mi sembra proprio territorio per carri, villaggi & montagne & e ATGM regalati come lecca-lecca[...]

i miei 10 secondi di fame

Share this post


Link to post
Share on other sites

http://www.latimes.com/world/la-fg-syria-damascus-israel-20170112-story.html

 

Israele ha condotto uno strike nei pressi dell'aeroporto di Damasco contro i soliti di Hezbollah. La cosa carina è che almeno Damasco e relativo aeroporto dovrebbero essere sotto controllo aereo russo, ma i russi per ora non hanno detto nulla.

 

Edit: su RID si parla di armi stand off.

Edited by fabio-22raptor

Share this post


Link to post
Share on other sites

all'epoca ci fu un accordo tra russi ed israeliani, suppongo proprio per questo genere di evenienze... oppure i pomposi sistemi A2/AD russi non hanno rilevato niente e quindi mo tacciano, nello scorno più totale :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...