Jump to content

SIRIA - Topic Ufficiale


Guest intruder
 Share

Recommended Posts

no blob, era per non ripetermi ed allargare un discorso già di per se piuttosto comico. se proprio ci tieni...

 

davide9610 ha ipotizzato che i russi, dopo un combattimento aereo con aerei turchi, inizino una campagnia di counter-aviation sugli aereoporti turchi decollando, si suppone, dalla Siria e dalle basi in Crimea e nel Caucaso. come è ovvio, lo ammette anche davide9610, non possono assultamente utilizzare tutti gli aerei che hanno in tale compito, ma solo una parte. questa parte è qualitativamente e quantitativamente inferiore alla TAF, che gioca in casa e che deve difendere un territorio tutto sommato non grande. ovviamente, nel mentre i russi tentano una cosa del genere, scoppia la terza guerra mondiale e, quindi, a maggior ragione, non possono assolutamente dispiegare chissà quali forze contro la soglia d'oro.

 

ora, hai bisogno di altre chiarimenti sulla partita a Risiko o possiamo andare oltre?

aspe... qui nessuno ipotizza un attacco ad un paese nato , si fa un semplice confronto tra 2 forze aeree

Link to comment
Share on other sites

Non lo dimostrerá, i presunti assiomi sulla superioritá della dottrina occidentale derivano dalle passeggiate militari contro Saddam e soci.

 

Invece oggi come abbiamo visto in Iraq con l'ISIS e ora in Yemen i carri americani saltano per aria come quelli sovietici ai bei tempi e i loro elicotteri abbattuti( 4 AH-64D persi in 2 mesi di guerra manco gli Hind in Afghanistan con l'arrivo degli Stinger).

 

Riguardo ai Su-30SM immagino fossero loro gli zombie che hanno agganciato i 2 F-16 turchi se poi invece erano i piú vecchi Mig-29 la situazione é ancora piú ilare.

Link to comment
Share on other sites

 

aspe... qui nessuno ipotizza un attacco ad un paese nato , si fa un semplice confronto tra 2 forze aeree

aspetta niente blob.

se devi rompere e insinuare millantamenti da parte del prossimo, devi prima studiarti la discussione e non, come purtroppo spesso hai fatto, entrare a casaccio, quasi a voler fare il bastian contrario contro una certa linea di idee perchè, caro blob, tra i doveri del moderatore vi è anche quello di doversi ricordare i modi di interagire di un utente... ed io ho buona memoria.

infatti, tale deriva comica, nasce da questo messaggio di davide9610, al post #990: Ma per favore la Turchia é a 1 ora di volo dal Caucaso e lo dovresti sapere meglio di me per non parlare dei numerosi assetti stand-off che la VVS può mettere in campo(Tu-160 e Tu-22) che ridurrebbero molte basi aeree del baffetto islamista in polvere.

tale messaggio nasce dalla inutile, in quanto nessuno l'aveva offesa, difesa della VVS, sempre da parte del nostro davide9610, che non ha assolutamente capito un mio passaggio, ossia questo, al post #980: considerando che i Turchi non si sono mai fatti problemi a menare le mani, finanche con altri membri dell'alleanza... figuriamoci coi russi.

 

 

Non lo dimostrerá, i presunti assiomi sulla superioritá della dottrina occidentale derivano dalle passeggiate militari contro Saddam e soci.

sono 50anni di storia dell'aviazione militare a dimostrare la superiorità del modello occidentale: io non devo fare proprio niente, ci pensa lei. tra le altre cose, sei poco attento: blob voleva una dimostrazione della superiorità della TAF nella partita a Risko contro la VVS, non quanto da te detto.

 

 

Invece oggi come abbiamo visto in Iraq con l'ISIS e ora in Yemen i carri americani saltano per aria come quelli sovietici ai bei tempi e i loro elicotteri abbattuti( 4 AH-64D persi in 2 mesi di guerra manco gli Hind in Afghanistan con l'arrivo degli Stinger).

putroppo no. il video a cui ti riferisci, non fa altro che dimostrare come funziona il sistema di sfogo verso l'altro del pod delle munizioni: infatti, il video finisce col carro sostanzialmente intatto, nonostante la fontana pirotecnica di pochi secondi prima, altro che carri russi aperti come scatolette.

similmente, in A-stan l'arrivo dei FIM-92 obbligò un cambio radicale delle tattiche, tanto da essere definito da più fonti come un "game-changer" della guerra, fino ad arrivare all'estremizzazione per cui gli afghani hanno vinto grazie a tale arma, quindi, ancora una volta, è un paragone che non sussiste anche perchè tu parli di elicotteri distrutti da uno Scarab, non abbattuti, visto che gli elicotteri abbattuti, che sono 2-3, sono stati persi nell'arco di 5 mesi.

 

 

Riguardo ai Su-30SM immagino fossero loro gli zombie che hanno agganciato i 2 F-16 turchi se poi invece erano i piú vecchi Mig-29 la situazione é ancora piú ilare.

si, sono stati i Flanker russi, non i Fulcrum siriani. ma poi, non ho capito... ilare perchè dai per scontato che i Fulcrum siano dei cascioni dai radar inservibili? ma non eri tu l'amante della Rodina?

comunque, davide9610, è bene che tu capisca una cosa: non c'è assolutamente niente di vittorioso, glorioso o portentoso nell'illuminare col radar due aerei nemici. l'AMI lo faceva normalmente e non se n'è mai fatta ragione di vanto per ovvi motivi, durante la guerra fredda era pratica comune da parte dei due schieramenti e così via quindi, ti ripeto, placa l'ormone che stai diventando noioso e ti stai gasando, costruendo surreali castelli in aria, per il niente più totale ed assoluto.

Edited by vorthex
Link to comment
Share on other sites

Leggere gli ultimi post mi ha fatto un po' tristezza, neanche quando avevo 15 anni e con il mio amico avversario di tante "battaglie" facevamo la conta di quello che le aviazioni che più ci affascinavano dell'epoca (piena guerra fredda metà degli anni '70) come se fosse un campionato del mondo di aviazione se mi passate il termine per vedere "chi ce l'aveva più lungo"" eravamo così difensori a spada tratta delle nostre convinzioni.

Invece vorrei chiedere agli analisti di questo forum che hanno dato per certa la limitata disponibilità di mezzi moderni e efficienti dell'aviazione russa secondo voi Putin si asterrà dal intervenire in Irak se gli venisse richiesto dai suoi alleati limitando l'intervento al solo teatro Siriano e se lo facesse quali scenari si aprirebbero? Seriamente però, non con proclami da ultras di calcio :blushing:

Edited by Don Zauker
Link to comment
Share on other sites

 

Invece vorrei chiedere agli analisti di questo forum hanno dato per certa la limitata disponibilità di mezzi moderni e efficienti dell'aviazione russa

non è che si da per certa, ci si basa sui video rilasciati dai russi: aerei armati con bombe stupide e cluster, con vari fuori bersaglio e due foto, due, di armi guidate. ciononostante l'apporto russo può avere il suo peso? sicuramente. l'utilizzo di armamento non guidato provoca un amumento dei danni collaterali? ovviamente si. sempre ovviamente, i due concetti non si escludono a vicenda, ma se si ha un ottica da stadio è difficile caprilo.

 

 

secondo voi Putin si asterrà dal intervenire in Irak se gli venisse richiesto dai suoi alleati limitando l'intervento al solo teatro Siriano e se lo facesse quali scenari si aprirebbero?

non so fino a che punto l'Irak richiederebbe un intervento diretto dei russi, visto che è zona d'operazione americana. già ora, con i voli sulla Siria, la tensione si è alzata. rientra sempre in una tensione da guerra fredda, siamo chiari, ma è bene non forzare la mano.

in caso contrario, sarebbe obbligatorio un coordinamento con gli americani... visto che non che è piuttosto difficile o si scanneranno o Putin si limiterà a puntellare le zone sciite della Siria, come la cartina posta ieri mostrava.

Link to comment
Share on other sites

ormai sono a un livello spudorato di onnipotenza

 

http://theaviationist.com/2015/10/06/us-f-16s-vs-su-34-fullback-over-syria/

 

Diciamo che dall'inizio dell'intervento straniero@in Siria credo che situazioni del genere si siano verificate molto spesso con l'Aviazione siriana che, ricordiamoci, effettua molte più missioni dei russi

Ovviamente nel contesto mediatico attuale la notizia viene data in questo modo, ma è una non notizia. E non ci vedo nulla di forzato da parte russa o americana a livello militare. Mediaticamente invece si, ma credo che in Russia facciano lo stesso. Siamo nell'ordine normale delle cose

Edited by nik978
Link to comment
Share on other sites

Concordo con Vorthex. Non c'e' nulla di cosi' esaltante nell'avere un lock a 20 nm su un F-16. E non vedo come si possa criticare un'aviazione che schiera un buon numero di caccia di 4° gen, specialmente se si sostiene la superiorita' dell'aviazione "avversaria" che schiera..... caccia di 4° genereazione...poi sto "asfaltare" per un lock mi pare molto esagerato. Molto.. direi di tornare a terra... poi e' uno scontro improponibile perche' sappiamo che interverrebbe la NATO. In ogni caso reputo questi episodi come dei "segnali". Per quanto riguarda l'Iraq, sembra che stia strizzando l'occhio a Mosca, e se cosi' fosse si avrebbe una coalizione piu' ampia. Ma sarebbe necessario poi coordinarsi con le forze USA. A tal proposito gia' si parlava nei giorni scorsi (da parte del ministro della difesa Russo) dello studio di un piano simile per la Siria. Non so che seguito abbia avuto. Per ora, nonostante i cieli della Siria siano abbastanza trafficati, non si sono verificati incidenti fra russi e americani, russi e coalizione, russi e israeliani, russi e russi ( :D ok era una battuta), cosa che POTREBBE lasciare intendere un, tutto sommato, mutuo rispetto volto a non inasprire la situazione gia' tesa. Mentre, stranamente, la cosa e' successa con i turchi.

Link to comment
Share on other sites

Diciamo che dall'inizio dell'intervento straniero@in Siria credo che situazioni del genere si siano verificate molto spesso con l'Aviazione siriana che, ricordiamoci, effettua molte più missioni dei russi

Ovviamente nel contesto mediatico attuale la notizia viene data in questo modo, ma è una non notizia. E non ci vedo nulla di forzato da parte russa o americana a livello militare. Mediaticamente invece si, ma credo che in Russia facciano lo stesso. Siamo nell'ordine normale delle cose

 

Quello che mi stupisce è che i velivoli NATO sconfinano allegramente nello spazio aereo Siriano e poi si lamentano che sono agganciati: con quale diritto divino hanno spostato le frontiere, se non in virtù della legge del piu forte?

Link to comment
Share on other sites

Diciamo che dall'inizio dell'intervento straniero@in Siria credo che situazioni del genere si siano verificate molto spesso con l'Aviazione siriana che, ricordiamoci, effettua molte più missioni dei russi

Ovviamente nel contesto mediatico attuale la notizia viene data in questo modo, ma è una non notizia. E non ci vedo nulla di forzato da parte russa o americana a livello militare. Mediaticamente invece si, ma credo che in Russia facciano lo stesso. Siamo nell'ordine normale delle cose

 

 

il fatto è che sostanzialmente l' aviazione siriana non rappresenta una minaccia per gli F-16 turchi .

Vecchi caccia come i Mig-21 , Mig-23 e versioni antiquate del Mig-29 non erano una gran sfida per i turchi

inoltre gli aerei siriani spesso non portano missili a/a per avere piu' spazio per bombe e razzi

Ora la musica è cambiata

Link to comment
Share on other sites

Vero!!!

 

Però rendiamoci conto che si fa riferimento a questo evento:" un aereo russo che abbatte un aereo Americano o viceversa"

Una cosa credi mai successa (non considero aerei con piloti russi ma insegne di altri stati)

 

Il solo pensiero mi mette un po' di ansia. Quindi vedo molta propaganda in queste notizie. Non un rischio così reale.

Edited by nik978
Link to comment
Share on other sites

 

Quello che mi stupisce è che i velivoli NATO sconfinano allegramente nello spazio aereo Siriano e poi si lamentano che sono agganciati: con quale diritto divino hanno spostato le frontiere, se non in virtù della legge del piu forte?

ma appunto, è una non notizia se la dinamica è la seguente, perchè è una cosa normale e rientra nel circo mediatico ad uno e consumo dei fessi, un poco come gli sbraiti bi-partisan verso i voli di "ricognizione" altrui.

 

se, invece, è successo il contrario o vi è stato un lock oltre-confine, là la cosa è un tantino diversa e non va ripetuta, perchè i Turchi le mani le menano con una discreta disinvoltura.

Edited by vorthex
Link to comment
Share on other sites

 

Quello che mi stupisce è che i velivoli NATO sconfinano allegramente nello spazio aereo Siriano e poi si lamentano che sono agganciati: con quale diritto divino hanno spostato le frontiere, se non in virtù della legge del piu forte?

Il problema è che qui è successo,pare, il contrario. Nessuno avrebbe mai pensato di abbattere un aereo russo. E pare che nessun F16 lo abbia affrontato ostilmente (non ci son state versioni differenti fornite dai russi)

Ma il pilota russo che aveva di fatto sconfinato, lo ha messo nel mirino e ce lo ha tenuto per un tempo lunghissimo.

Non sono proprio dettagli. Non fosse successo questo non sarebbe nulla di anomalo.

Link to comment
Share on other sites

Mah, non sono un esperto, anche se é possibilissimo che gli attacchi aerei russi e siriani di queste ultime settimane abbiano colpito molti obiettivi, non sono convinto che le potenzialità dell'IS(IS) o Daesh o come si fanno chiamare attualmente -ma quanti nomi hanno?- siano ridotte al lumicino, meno ancora penso sia verosimile che questa organizzazione sia "sbandata"; Presuibilmente nelle abitazioni o in qualche buca ci sono ancora armi e munizioni ed il numero dei miliziani dorebbe essere ancora molto alto.

In piu' adesso dovrebbe iniziare 'offensiva siriana di terra, pero' non so con quanti combattenti e quanto materiale. Se non sbaglio, per cercare di ammorbidire le difese nemiche, soprattutto se organizzate con trincee e ridotte, é necessario impiegare l'ariglieria senza risparmio di munizioni, come succedeva nelle offensive della IIWW, ed impiegare mezzi blindati per trasportare le triuppe. Non so se la Russia abbia la possibilità di trasportare in Siria una buona quantità di materiale, né se possa sostenere un'offensiva di terra con l'auspicabile impiego di munizioni in grande quantità.

Secondo me questa offensiva russo-siriana rischia di essere un insuccesso, anche perché per superare resistenze particolarmente dure come é possibile che si incontreranno nei centri abitati, ci sarà bisogno di appoggio aereo e di artiglieria, ma, da quello che so, nelle forze armate di stampo sovietico unità di prima linea e "retrovie" , fra le quali vi é l'artiglieria campale e l'aviazione di appoggio , non comunicano direttamente, ma tramite una macchinosa catena che va a discapito della rapidità.

Non s se é vero, ma fino a poco tempo fa se un plotone russo era in difficoltà, mi é stato detto che doveva contattare via radio o, se impossbile, di persona i propri superiori, i quali avrebbero poi fatto "formale richiesta", con tanto di moduli cartacei (!), di artiglieria o, se del caso interveno aereo, al comando di artiglieria piu' vicino, ed il messaggio avrebbe poi disceso i gradi gerarchici fino alla batteria/ aereoporto incaricati dell'azione, sempre che chi di dovere avesse dto l suo assenso. Se va bene fra rchiesta ed esecuzione passano diverse ore,, sperando che e coordinate siano giuste e che i nemici non abbiano avuto l'idea di cambiare posto nel frattempo

Link to comment
Share on other sites

ma appunto, è una non notizia se la dinamica è la seguente, perchè è una cosa normale e rientra nel circo mediatico ad uno e consumo dei fessi, un poco come gli sbraiti bi-partisan verso i voli di "ricognizione" altrui.

 

se, invece, è successo il contrario o vi è stato un lock oltre-confine, là la cosa è un tantino diversa e non va ripetuta, perchè i Turchi le mani le menano con una discreta disinvoltura.

 

quindi un abbattimento di un aereo russo sopra la turchia, è legittima difesa, mentre un abbattimento di un aereo turco (o NATO) sopra il cielo siriano è un'aggressione russa: dall'articolo su spunto CNN si vede benissimo che la NATO e i turchi trattano i cieli siriani come cosa loro

Link to comment
Share on other sites

Capisco benissimo il punto di vista ma le due situazioni son diverse

Al di là del confine turco c'è uno stato. Erdogan può piacere o meno ma oltre quella linea c'è una struttura

Al di là in Siria no. Gli aerei turchi si muovono dove non c'è nessun controllo dell'esercito siriano e colpiscono obbiettivi che, dato di fatto, sono in conflitto diretto e cioè i curdi

Non c'è mai stato nessun atto ostile verso le truppe regolari o in zone controllate dall'esercito siriano

A mio parer un aereo russo o siriano che sconfina in Turchia e un aereo turco americano che vola nel nord nord-ovest della Siria, son due cose diverse.

 

Ripeto al netto di simpatie e preferenze,che anche io ho come tutti.

 

 

Intanto la marina russa lancia 26 cruise contro posizioni isis.

http://www.almasdarnews.com/article/russian-navy-fires-26-cruise-missiles-into-central-syria-isis-positions-targeted/

Edited by nik978
Link to comment
Share on other sites

che poi, la Siria è sempre stata più che contenta dell'interventismo occidentale sui propri cieli, considerando che si sono sempre ed esclusivamente colpiti nemici della Siria. ora i russi devono dimostrare che "ci pensano loro", ma è una questione di lana caprina che lascia il tempo che trova... alla fine conviene anche ai russi che l'occidente colpisca l'ISIS, ma non possono dirlo apertamente.

 

soprattutto, continuo a dirlo, visto che sembra ci sia un perenne fraintendimento... il problema non è questo, è un altro, ossia: se i caccia russi hanno lockato aerei turchi operanti nello spazio aereo turco, come pare dall'articolo fonte di discordia.

interessante, intanto, l'attività della flotta del caspio, che ha lanciato 26 SS-N-30A Slizzer contro bersagli siriani, eseguendo un percorso pre-progrmmato moderatamente complesso.

Edited by vorthex
Link to comment
Share on other sites

Mi sa che qui qualcuno non ha ben presente il concetto di difesa e attacco.

Difesa: un caccia turco entra nello spazio aereo siriano e viene lockato dal mig (siriano) che difende il proprio spazio. Cosa legittima.

Attacco: un mig 29 entra nello spazio aereo turco e locka un F-16 Turco "IN CASA SUA".

La differenza e' tutta qua. Se la si vuole capire. Poi senno' fa niente. Continuiamo pure.

Edit: sembra sia appena iniziata l'offensiva terrestre siriana, con l'appoggio della VVS

 

Edit 2: I russi hanno intercettato per 3 volte un Predator sui cieli siriani.

Edited by fabio-22raptor
Link to comment
Share on other sites

Secondo voi, e possibile che anche per la Siria chiedano all'AMI di bombardare dei obiettivi, cosi come stato richiesto per l'Irak?

 

E poi, in Irak, siamo li con una manciata di velivoli, cosa cambia, non sara certo determinante per l'esito della Guerra se bombardiamo anche noi. Perche coinvolgerci?

Link to comment
Share on other sites

Al momento è solo una piccola e remota ipotesi l'Iraq... e già si sono alzate le solite voci di pacifisti e pescivendoli vari. Figurarsi la Siria. E' del tutto improbabile che la coalizione chieda all'Italia un intervento sulla Siria....

 

Assolutamente d'accordo... fino a prova contraria in Siria c'è in governo legittimo (Assad) che ha invitato alla festa solo Vladimiro. Ci sono degli imbucati senza permesso, non è prorpio il caso che ci si imbuchi anche l'AMI senza il permesso dei siriani...

 

Prosegue il dispiegamento di mezzi:

http://www.lastampa.it/2015/10/07/esteri/putin-rafforza-loffensiva-in-siria-pioggia-di-missili-su-ibdil-e-hama-TmK346foJ5hJrOm66kFo4M/pagina.html

 

Io comincio davvero ad avere il dubbio che i Russi stiano approfittando della situazione per testare sul campo tutto l'armamento, verificandone i risultati sul campo. Han dimostrato che anche i loro missili, anche quelli navali, arrivano sull'obiettivo dopo 1500 km di viaggio...

Edited by freeflight63
Link to comment
Share on other sites

Interessante, in chiave curda, a me molto cara.

 

In particolare questo passaggio:

 


Al potere attrattivo della coalizione a guida russa sembrano non sfuggire neppure i curdi siriani che in alcuni settori combattono l’Isis al fianco dei soldati di Assad e che sono in cerca di robuste protezioni internazionali da quando Ankara ha iniziato in luglio una campagna di raid aerei che prende di mira i curdi invece dello Stato Islamico e continua a premere per istituire nel nord della Siria una “zona cuscinetto” di cui farebbero le spese soprattutto i curdi.

Un contesto che spiega i duelli aerei tra jet turchi e russi lungo il confine ma soprattutto il motivo per cui a Latakya i russi hanno schierato una vasta gamma di missili antiaerei con i sistemi Tor-M-2, Pantsyr e S-300 in grado di garantire una copertura a tutte le quote e ad ampio raggio che raggiunge i confini settentrionali siriani.

 

A seguire l'articolo per esteso....

 

http://www.analisidifesa.it/2015/10/se-i-russi-fanno-gli-americani/

Edited by freeflight63
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...