Jump to content

SIRIA - Topic Ufficiale


Guest intruder

Recommended Posts

E' un discorso complessissimo

Tutti questi stati arabi non hano mai sviluppato la democrazia come la nostra, restando laici solo perche' sotto dittature spesso in mano a minoranze.

Purtroppo la presenza di tribu', diverse confessionui dell'islam, sono cose normali e divisioni non da poco in quei posti. Mia nonna mi raccontava che in Libia negli anni 30 cirenaica e Tripolitania erano di fatto due cose a se..

 

Ogni oppositore alle dittature si e' raccolto attorno ad una confessione, non ci sono praticamente mai stati movimenti di opposizione laica.. e quindi se cade il dittatore quello che c'e' e' un insieme di opposizioni raccolte attorno ad estremismi.

Non ci sono alternative e levare di mezzo il dittaore spesso e' peggio

 

Ma allo sesso modo e' la dittatura stessa che crea queste sacche di integralismo.. e' un percorso vizioso..

 

L'isis non e' arrivato li come un momolite di 2001 odissea nelo spazio, ma ha pescato molto dale opposizioni locali, non solo come appoggio ma anche come veri e propri combattenti.

Idem al queida....

 

Prendiamo la caduta di mosul.. al netto della ignavia e della disorgasnizzazione dell'esrcito iracheno, le tribu' locali hanno svolto un ruolo fondamentale di support per l'operazione dell'isis..

Non a caso si sono subito precisati a sottolineare che il merito era loro e non dell'isis....

 

La soluzione migliore pe rla siria sarebbe tenere assad in questa fase di transizione (Guerra..altro che), ma assolutamente si dovrebbe verificare una transizione. Gli alawiti sono in minoranza in Siria, non potrebbero piu' pensare di comandarla.

Ma inzeppati di iraniani come sono ora, e come resteranno, prevedo grossissimi problem.

Senza contare che israele, se "vincesse' assad, si troverebbe una siria praticamente in mano ad Hezbolah, almeno la parte ovest..

Prevedo una situazione molt molto molto incasinata in siria nei prossimi anni. Ben peggio che in Iraq visto gli interessi geopolitic in ballo (Russia, israele....etc)

Edited by nik978
Link to post
Share on other sites
  • Replies 1.9k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Ci mancano Venezuela Nicaragua Corea del Nord etc e facciamo "Alba rossa ".   La tattica più mediatica che militare di Putin funziona.   Ribadisco che l'apparato militare sul terreno è verament

Signori, a nome mio e molto demagogicamente anche a quello dei tanti lettori non attivi del forum, Vi chiedo di abbassare i toni e lasciar perdere le questioni di principio e personali.   Questa di

i famosi 36 missili che i russi non trovavano, sono stati trovati alla fine... nella base colpita http://www.imagesatintl.com/us-strike-syria/

T90 in siria (l'ho scritto in "carri armati russi")

 

7 carri sbarcati a Tartous....

600 marine russi sul terreno in zone "abbastanza" tranquille.... (ma si sa, come dicevo nessun russo e' mai entrato in ucrania secondo le fonti ufficiali.. quindi..........)

Edited by nik978
Link to post
Share on other sites

Pourparlers .....

 

One of the main issues that will be discussed during an emergency meeting between Russian president Vladimir Putin and Israeli prime minister Benjamin Netanyahu in Moscow next week is a set of operational procedures that will avoid any potential clash between Russian personnel and the Israeli air force over Syria.

 

Fonte ..... "Netanyahu, Putin to discuss Russian build-up in Syria" ..... https://www.flightglobal.com/news/articles/netanyahu-putin-to-discuss-russian-build-up-in-syri-416870/

Link to post
Share on other sites

Arrivati 12 Su-25 e 4 SU-30SM (sicuramente piu' utili dei paventati 6 mig-31!)

 

Poco ..... ma sicuro .....

 

Un'immagine satellitare .....

 

"New Satellite Image unveils an impressive line-up of 12 Russian Su-25 Frogfoot attack jets in Syria!" ..... http://theaviationist.com/2015/09/21/new-satellite-image-unveils-an-impressive-line-up-of-12-russian-su-25-frogfoot-attack-jets-in-syria/

Link to post
Share on other sites

Ora che le truppe russe sono abbastanza presenti, casualmente, un colpo di mortaio ha colpito l'ambasciata russa a Damasco. Casualmente proveniva da un "quartiere in mano all'opposizione moderata", e sempre casualmente gia' si sa che il colpo e' partito da li. Le dichiarazioni russe sono state inequivocabili: basta parole. Quindi ora anche l'opposizione moderata finira' nel mirino russo. Casualmente (e per fortuna) non ci sono vittime. Ci si aspetta una presa di posizione internazionale.

Link to post
Share on other sites

Accordo Israele-Russia ..... e il punto di vista del Pentagono .....

 

Israel to Coordinate Action in Syria with Russia .....
Brian Everstine (09/22/2015)
​Israel and Russia have agreed to coordinate actions to avoid accidental conflict as Russia moves fighter aircraft and surface-to-air missiles to Syria, but US officials are reiterating concerns over potential threats to coalition forces.
Israeli Prime Minister Benjamin Netanyahu, during a visit to Moscow, met with Russian President Vladimir Putin and announced an agreement to "prevent misunderstandings" between the two countries, reported Reuters .....
Secretary of State John Kerry said in London over the weekend that the movement of Russian equipment into Syria could pose​ a threat, and the US is prepared to negotiate with President Bashar al-Assad to find a solution to the situation, according to the Associated Press .....

Pentagon spokesman Navy Capt. Jeff Davis told reporters on Sept. 21 that Defense Secretary Ash Carter is focusing his attention on the situation, but he would not publicly share any meetings or calls the Secretary has made to address Russia's movements in Syria after Carter's Sept. 18 call to Russian Defense Minister Sergei Shoigu.

Davis said the Pentagon is watching the situation closely, but he also declined to elaborate on Russian movements beyond what Kerry had said.

Fonte ..... il 'Daily Report' dell' AFA .....
Link to post
Share on other sites

Ora che le truppe russe sono abbastanza presenti, casualmente, un colpo di mortaio ha colpito l'ambasciata russa a Damasco. Casualmente proveniva da un "quartiere in mano all'opposizione moderata", e sempre casualmente gia' si sa che il colpo e' partito da li. Le dichiarazioni russe sono state inequivocabili: basta parole. Quindi ora anche l'opposizione moderata finira' nel mirino russo. Casualmente (e per fortuna) non ci sono vittime. Ci si aspetta una presa di posizione internazionale.

Stai pensando casualmente che quel colpo di mortaio sia causale più o meno come i casuali colpi di mortaio di donetsk :okok:?

Edited by Ein
Link to post
Share on other sites

In tutta onestà, se é vero che le forze pro Assad sono in una situazione non buona e che in piu' punti si ritirano o sono sbandate, non so se questo spiegamento di forze russo, pure non trascurabile e certamente non limitato a soli "istruttori ed osservatori", potrà ribaltare la situazione. Da quallo che posso pensare, gli 800 fanti di marina, presumibilmente equipaggiati anche con veicoli blindati e una certa artiglieria, dovrebbero garantire, nei limiti del possibile, la sicurezza delle basi di Tartous e Latakia, le quali, pero', non sembrano pesatemente fortifcate ed appaiono , con i loro reticolati nel perimetro, un po' esposte. pero' non so quanto potrebbero fare in un ipotetico attacco contro l'ISIS al di fuori del territorio controllato da Assad.

Ingente sembra invece il numero di Su25, che, presumibilmente, potrebbero essere impiegati in missioni di attacco al suolo, non si sa che con munizioni tecnologiche, la Russia ha nell'inventario dei modelli di LGB, o con non gudate, ma é anche vero che le formazioni anti-Assad dispongono di armi anti aeree non trascurabili, fra cui, pare, numerosi MANPAD, che n Afghanistan, a suo tempo, avevano causato svariati abbattimenti di Su25

Link to post
Share on other sites

L'esercito siriano sarebbe in grado di avanzare piu di quanto non faccia ora, ma ha due grossissimi problem

- problema demografico. Di fronte si trova un esercito multinazionale che, regolarmente, riceve forze fresche. quindi e' costretto a offensive solo in situazioni di netta superiorita', altrimentis I deve limitare a riespingere gli attacchi.

- superiorita' aerea effettiva, ma pochissima capacita' di Close air support: tantissime missioni (decine al giorno), ma con armi obsolete e senza support dei satelliti. Quindi poco effettive.

 

 

Non a caso da qualche giorno la Russia ha dato accesso ai suoi satelliti e le missioni sono subito diventate piu efficiace e numericamente inferiori, pur utilizzando I vecchi Mig siriani con le loro munizioni attuali.

Gia questo e' un support non da poco.

 

Io vedo altri problem per I russi ben prima che mettano uan ipotetica forza di terra e sono fondalmentalmente questi.

 

- piloti: sicuro nessun siriano puo ' portare un Su-30 sm... ci saranno equipaggi russi,

- rapport con la coalizione internazionale. per un anno le centinaia di missioni siriane si sono PER FORZA incrociate con aerei USA o di altre nazioni. Non e' mai successo nulla perche' PER FORZA a livello di militari, si e' counicato e piloti/comandi a terra siriani sono stati intelligenti a evitare ogni minimo "incidente". Ma I piloti russi? negli ultimi anni l'aggressivita' dei piloti russi nelle varie itntercettazioni con aerei europei ed americani, ha denotato una grosse dose di "indottrinamento" sicuramente avvallato dai comandi militari (stessa cosa hanno fatto I cinesi). Siamo sicuri che saranno intelligenti come I piloti siriani? ho MOLTI DUBBI

 

last but not least: Netanyau era a mosca e tutto sembra definito per evitare problem con I russi.... ma, se la campagna siriana a sud ovest, di fatto in mano ad Hezbollah, portera' alla cacciata di tutti I ribelli dal confine, saranno contenti in israele di avere il partito di dio (e di fatto l'iran) su tutto il confine??

 

Intanto sempre piu folla a latakia

http://theaviationist.com/wp-content/uploads/2015/09/Su-24-appears-in-Syria-explained.jpg

Fonte

the aviationist (scusate ma ho sempre problem coi link e devo scrivere gli indirizzi a mano e non riesco a mettere le immagini)

Edited by nik978
Link to post
Share on other sites

Cito A. Einstein: Io, come Dio, non gioco ai dadi e non credo nelle coincidenze.

 

A pensar male si fa peccato..ma... ;)

Io tendo ad essere meno dietrologo. Magari qualche manipolazione russa ci sarà pure, ma finchè non vedo non dico prove, ma almeno indizi, non formulerei ipotesi. Piuttosto faccio notare come la presenza russa in siria, ormai conclamata, era stata smentita dal cremlino con forza. Purtroppo o per fortuna in quest'ottica interpretare i russi è piuttosto semplice. Tutto quello che affermano o sostengono è falso o poco ci manca. Resta da capire quali siano gli obiettivi russi. Più che strategici (combattere IS e "liberare" la Siria) credo siano tattici (tenere le basi mediterranee e, se possibile, mantenere a galla Assad, magari per avere qualcosa a cui poter rinunciare senza patemi in fase di possibili trattative). Oggi in Siria come in Ucraina come nell'Artico o nel resto del mondo il vero nemico (se preferite avversario, competitor) del blocco occidentale è proprio il Cremlino. L'IS è solo un corollario, che pare avere fra le fila circa 2500 cittadini russi.

Link to post
Share on other sites

Io tendo ad essere meno dietrologo. Magari qualche manipolazione russa ci sarà pure, ma finchè non vedo non dico prove, ma almeno indizi, non formulerei ipotesi. Piuttosto faccio notare come la presenza russa in siria, ormai conclamata, era stata smentita dal cremlino con forza. Purtroppo o per fortuna in quest'ottica interpretare i russi è piuttosto semplice. Tutto quello che affermano o sostengono è falso o poco ci manca. Resta da capire quali siano gli obiettivi russi. Più che strategici (combattere IS e "liberare" la Siria) credo siano tattici (tenere le basi mediterranee e, se possibile, mantenere a galla Assad, magari per avere qualcosa a cui poter rinunciare senza patemi in fase di possibili trattative). Oggi in Siria come in Ucraina come nell'Artico o nel resto del mondo il vero nemico (se preferite avversario, competitor) del blocco occidentale è proprio il Cremlino. L'IS è solo un corollario, che pare avere fra le fila circa 2500 cittadini russi.

Prove dei presunti complotti plutocratici comunisti e liberticidi di Mosca zero come al solito.

 

Sei sullo stesso livello di chi dice che l'11 Settembre é stato architettato dalla CIA.

 

Non vedo cosa ci sia di male nell'esistenza di competitor internazionali o vogliamo tornare alla politica del polizziotto del mondo di qualche anno fá?

 

A noi (come Italia ) converrebbe così tanto?

Link to post
Share on other sites

Da quello che so, ma posso sbagliare, in Siria , grazie ai lunghi anni di regime Assaddiano in cui, per forza di cose, lo Stato non era confessionale e, soprattutto, il Clero sunnita non aveva un potere immenso nella società, vi era fino al 2011 una buona fetta della popolazione che era muulmana si', ma con una religiosità non molto radicale, dove e donne potevano girare senza Burqa, lavorare- disoccupazione permettendo- andare a scuola e la religione non era pervasiva nella vita dei siriani delle classi medie.

Tutti vediamo che sia l'IS(IS) che Al Nusra vedono questa situazione come il fumo negli occhi, in quanto uno dei loro obiettivi é l'instaurazione di uno Stato molto piu' confessionale, come del resto sono i loro main sponsor del golfo Persico, e, come cnseguenza, i tanti Siriani laici prendono armi e bagagli e si riversano in Europa.

Secondo me, facendo la somma, noi abbiamo tutto da guadagnare da una Siria non confessionale, in parole povere come era prima del 2011 e tutto da perdere da una Siria a gestione Is(is) e nemmeno al Nusra; dato che attualmente gli attori sono Assad, Al Nusra e l'Is(is) non resa che, obtorto collo, appoggiare Assad e, in qualche modo, reinstaurare un regime non confessionale. Il tutto per evitare il problema piu' urgente, cioé una emigrazione massiccia in Europa. Che questo obiettivo sia compatibile con una Siria senza regime, senza repressione e senza media addomesticati, in pratica, con una Siria libera e democratica io temo di no, ma temo anche che l'alternativa sia peggiore

Link to post
Share on other sites

Da quello che so, ma posso sbagliare, in Siria , grazie ai lunghi anni di regime Assaddiano in cui, per forza di cose, lo Stato non era confessionale e, soprattutto, il Clero sunnita non aveva un potere immenso nella società, vi era fino al 2011 una buona fetta della popolazione che era muulmana si', ma con una religiosità non molto radicale, dove e donne potevano girare senza Burqa, lavorare- disoccupazione permettendo- andare a scuola e la religione non era pervasiva nella vita dei siriani delle classi medie.

Tutti vediamo che sia l'IS(IS) che Al Nusra vedono questa situazione come il fumo negli occhi, in quanto uno dei loro obiettivi é l'instaurazione di uno Stato molto piu' confessionale, come del resto sono i loro main sponsor del golfo Persico, e, come cnseguenza, i tanti Siriani laici prendono armi e bagagli e si riversano in Europa.

Secondo me, facendo la somma, noi abbiamo tutto da guadagnare da una Siria non confessionale, in parole povere come era prima del 2011 e tutto da perdere da una Siria a gestione Is(is) e nemmeno al Nusra; dato che attualmente gli attori sono Assad, Al Nusra e l'Is(is) non resa che, obtorto collo, appoggiare Assad e, in qualche modo, reinstaurare un regime non confessionale. Il tutto per evitare il problema piu' urgente, cioé una emigrazione massiccia in Europa. Che questo obiettivo sia compatibile con una Siria senza regime, senza repressione e senza media addomesticati, in pratica, con una Siria libera e democratica io temo di no, ma temo anche che l'alternativa sia peggiore

Ci sarebbe anche da dire che Assad (padre e figlio) hanno instaurato un regime di pseudo apartheid in cui gli Alawiti godevano di notevoli ed odiosi privilegi sul resto della popolazione,curdi ed arabo-sunniti in particolare.

Le monarchie del Golfo coi loro petroldollari hanno messo una vela,se non ci fosse stato vento nulla si sarebbe mosso. E' inutile illudersi,gran parte dei territori persi da Assad non gli torneranno più indietro e pensare di poter riportare le lancette della storia della Siria allo status quo ante 2011 è utopia reazionaria.

Link to post
Share on other sites

Nessuna prova del complottone russo. Certo ... comunque se volevano il casus belli (casomai fosse necessario) ora lo hanno. Comunque non e' perche' la laicita' dello stato siriano consentiva delle minime forme di liberta' vuol dire che era tutto ok.. cariche politiche e militari erano saldamente in mano alla minoranza alawita. Agli altri hanno sempre lasciato le briciole, non facendoli partecipare alla vita pubblica proprio a causa del differente credo.

 

Punto sulla Russia: il dispositivo di forze attualmente presente mi sembra maggiormente votato all'attacco aereo. 9 carri T-90, 500 soldati e qualche BTR non mi sembrano sufficenti a riprendersi il 60% della Siria, anche alla luce del fatto che gli altri non sono cosi' disarmati come a volte si crede. Gli accordi con israele sono per non pestarsi i piedi nel caso in cui venga condotta qualche operazione contro Hezbollah. Mi auguro invece che non avvengano incidenti fra caccia USA e russi, anche perche' i russi sono in qualche modo legittimati dal governo siriano stesso ad agire, mentre gli USA no. Questo potrebbe essere motivo di tensione ma i piloti comunque obbediscono a delle direttive (non penso indottrinamento). Sarebbe ottimo che le parti (USA e Russia) si parlassero, si coordinassero o quantomeno si dessero delle aree d'azione. In fondo il fine e' comune.

 

Sulla Siria: tornare ai livelli ante 2011 mi pare improbabile. Inoltre, al di la di chi possa essere la forza emergente da questo conflitto, si deve pensare ad un piano per il dopo. E su questo nessuno ha idee precise su cosa fare. Troppe forze in campo, troppi interessi divergenti. Staremo a vedere.

Link to post
Share on other sites

Simone e Fabio, ottime considerazioni, però avete sottovalutato la questione Curda: Assad, alle strette ha promesso loro un'ampia libertà, al limite una sorta di federazione, cosa che non piace alla Turchia, e un pò meno all'Iraq (per quello che può contare). Uno stato curdo (anche se in federazione con Damasco), è l'ultima cosa che un membro importante della NATO NON vuole: un aspetto che in primis noi occidentali tocca valutare

Link to post
Share on other sites

Heinrichboll2012 (non riesco nemmeno a quotare!! maledetto explorer...)

 

Esatto..

Come dicevo prima, tutti I regimi "laici" del medio oriente sono stati messi in piedi da dittature che, spesso e volentieri, erano minoranze nella totalita' dei gruppi tribali di quelle zone. E non sono mai andati per il sottile nei confronti degli altri gruppi.

 

Motivo per cui l'opposizione ha sempre e solo trovato sfogo nell'islam confessionale.... motive per cui gli USA non sono d'accordo sul support ad Assad.

Allo stesso modo pero', sono proprio questi regimi che hanno mantenuto la laicita' degli stati e, sempre, alla loro caduta, I paesi sono caduti nel caos dell'integralismo..

E' una situazione complessa dove non ci sono margini di positivita' in entrambe le soluzioni.. (assad o no..)

Edited by nik978
Link to post
Share on other sites

Beh la Turchia e' membro NATO e non vuole uno stato curdo. Ma... la NATO e' un organo militare. Mentre una eventuale questione su uno stato curdo e' piuttosto politica.

 

Si Nik i regimi laici hanno mantenuto una forma di ordine perche' hanno tutelato il diritto di culto altrui. Ma il culto stesso e' diventato motivo di esclusione dalla vita pubblica.. quindi anche la parola "laici" va usata con cautela. Poi e' vero che alla caduta dei regimi si e' sempre visto il caos sotto spinta dell'integralismo islamico.

Link to post
Share on other sites

Prove dei presunti complotti plutocratici comunisti e liberticidi di Mosca zero come al solito.

 

Sei sullo stesso livello di chi dice che l'11 Settembre é stato architettato dalla CIA.

 

Non vedo cosa ci sia di male nell'esistenza di competitor internazionali o vogliamo tornare alla politica del polizziotto del mondo di qualche anno fá?

 

A noi (come Italia ) converrebbe così tanto?

Ho detto esattamente il contrario, ma siccome sei obnubilato hai capito cioca per broca. Cominci ad essere fastidioso nella tua insipienza.

Link to post
Share on other sites

Ho detto esattamente il contrario, ma siccome sei obnubilato hai capito cioca per broca. Cominci ad essere fastidioso nella tua insipienza.

Forse hai capito male,tu come il complottista medio da 11 Settembre spari sentenze come fossero veritá assolute senza avere il minimo riscontro oggettivo di ciò che dici.

 

Chiamasi propaganda.

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...