Jump to content

Esercitazioni iraniane


Guest intruder
 Share

Recommended Posts

Guest intruder

Large-scale Iranian Air force exercise simulates attack on Israel

DEBKAfile Special Report

 

October 15, 2008, 11:06 PM (GMT+02:00)

 

 

Iranian Air force in maneuver

DEBKAfile’s military sources report that the drill beginning Thursday, Oct. 16 in northern Iran, is Tehran’s rejoinder to Israel’s big aerial maneuver last June.

 

Then, more than 100 Israeli fighter-bombers went through their paces over the Mediterranean and Aegean Seas, roughly the same distance from Israel as Iran.

 

Tehran’s media claim the exercise will test its air force’s ability to fly to Israel and back without refueling.

 

The exercise will also test the US-made FBX-T band anti-missile radar system delivered in September and installed at the IAF Nevatim air base in the Negev. The Iranians say they will be practicing their “state-of-the-art military equipment and flight tactics,” meaning an attempt to jam US and Israeli electronics and radar.

 

According to Iranian media, the entire range of Iran's fighter fleet will take part, including US-made F-4, F-5, F-7 and F-14 fighters and domestic Saegheh fighters. Mid-air refueling will be provided by Boeing 707 aerial tankers.

 

In mid-August, Iran's Air Force chief, Brigadier General Ahmad Miqani, maintained that its antiquated fighter jet fleet had been overhauled and upgraded to fly distances of 3,000 kilometers without refueling. That would be more than double the distance between Iran and Israel.

 

That is why Tabriz, in Azerbaijan, at the northwestern corner of Iran, was picked as the starting point of the exercise. The official communiqué said the planes would be flying from air fields in Tehran, Isfahan, Tabriz and Hamadan and Dezful.

 

Our military sources say that this means that the entire maneuver will take place over Iran and not venture out its air space. The planes will have to fly to Tabriz from bases in the south near the Pakistan border in order to replicate the more than 1,200 km distance between Iran and Israel.

 

The Iranian Air force also aims at deploying more than 100 warplanes for the exercise, matching the number Israel used in its maneuver four months ago.

 

Tehran has timed this large-scale drill for just three weeks before the US presidential election on Nov. 4, in response to speculation rife in the West that Israel may use the window between the US election and the swearing-in of the new president in January for an attack on Iran’s nuclear installations.

 

The Iranians aim to show they have a first and second strike capability - not just with ballistic missiles but also by aerial attack.

 

 

 

http://www.debka.com/headline.php?hid=5651

Link to comment
Share on other sites

Si, certo attaccheranno passando sopra metà dell'USAF e dell'US Navy in Iraq o andando incontro ai Sauditi o ai Turchi?

La verità è che non sono in condizione di torcere un capello ad Israele in un tipo di guerra convenzionale, l'unico modo che hanno di colpire, e di fare molto male, è tramite gruppi terroristici quale Hamas e, soprattutto, Hezbollah.

Link to comment
Share on other sites

Guest intruder

Sono convinto che si tratti di una esibizione muscolare a puro uso interno, infatti. Ma l'ho trovata su un sito israeliano, si vede che qualche credito glielo danno.

Link to comment
Share on other sites

Sono convinto che si tratti di una esibizione muscolare a puro uso interno, infatti. Ma l'ho trovata su un sito israeliano, si vede che qualche credito glielo danno.

 

 

si ad uso interno ma anche per farsi vedere al resto del mondo

 

 

p.s. con questa crisi finanziaria penso che le già ridotte (fortunatamente) possibilità di un attacco preventivo usa-israele siano azzerate

Link to comment
Share on other sites

Guest intruder
p.s. con questa crisi finanziaria penso che le già ridotte (fortunatamente) possibilità di un attacco preventivo usa-israele siano azzerate

 

Non ci scommetterei il mio ultimo centesimo.

Link to comment
Share on other sites

si ad uso interno ma anche per farsi vedere al resto del mondo

mossa molto stupida. vista la situazione dell'Iran, meno si fa sentire, meglio è per lui.

 

p.s. con questa crisi finanziaria penso che le già ridotte (fortunatamente) possibilità di un attacco preventivo usa-israele siano azzerate

apparte che non è vero. ma dimmi... preferisci un Iran nuclearizzato che minaccia il mondo occidentale?

Link to comment
Share on other sites

apparte che non è vero. ma dimmi... preferisci un Iran nuclearizzato che minaccia il mondo occidentale?

 

 

certo che no...è solo una considerazione.......attaccare l'iran significherebbe blocco dello stretto di hormuz, petrolio a 200$ il barile, panico nelle borse mondiali e ricadute varie

Link to comment
Share on other sites

Guest intruder

E infatti mi chiedo fino a che punto Teheran, che è un produttore responsabile (non ha mai fatto giochetti sporchi), intenda tirare la corda. Un attacco americano bloccherebbe di fatto le sue vie di esportazione.

Link to comment
Share on other sites

E infatti mi chiedo fino a che punto Teheran, che è un produttore responsabile (non ha mai fatto giochetti sporchi), intenda tirare la corda. Un attacco americano bloccherebbe di fatto le sue vie di esportazione.

 

 

si però metterebbe in ginocchio per un periodo di tempo il sistema produttivo occidentale...sinceramente continuo a non capire il vantaggio che l'iran possa ottenere lanciando un eventuale bomba atomica su un qualsiasi tipo di obiettivo americano, israeliano od europeo...perchè se è vero che se un gruppo di terroristi dovesse attuare un attacco con una bomba nucleare o sporca, sarebbe difficile un reazione immediata (cioè chi attacchi??)..invece se teheran per ipotesi attaccasse israele, il mondo occidentale insorgerebbe subito e distruggerebbe l'iran in poco tempo...tutt'al più potrebbero dare e bombe ai terroristi, e lascire che facciano loro il lavoro, ma anche li sarebbe facile risalire a loro

Link to comment
Share on other sites

Guest intruder
si però metterebbe in ginocchio per un periodo di tempo il sistema produttivo occidentale...sinceramente continuo a non capire il vantaggio che l'iran possa ottenere lanciando un eventuale bomba atomica su un qualsiasi tipo di obiettivo americano, israeliano od europeo...perchè se è vero che se un gruppo di terroristi dovesse attuare un attacco con una bomba nucleare o sporca, sarebbe difficile un reazione immediata (cioè chi attacchi??)..invece se teheran per ipotesi attaccasse israele, il mondo occidentale insorgerebbe subito e distruggerebbe l'iran in poco tempo...tutt'al più potrebbero dare e bombe ai terroristi, e lascire che facciano loro il lavoro, ma anche li sarebbe facile risalire a loro

 

 

 

Forse cercano di ottenere qualcosa in cambio della non costruzione della bomba.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...