Jump to content

GEORGIA - Topic Ufficiale


Recommended Posts

Sarei curioso di avere le prove di questi genocidi da parte georgiana, sempre che non siano una montatura russa...

........russi da sempre specializzati nelle montature.

 

Ricordatevi loro sono quelli di Katyn:

 

http://www.aereimilitari.org/forum/index.php?showtopic=8007

 

http://www.aereimilitari.org/forum/index.php?showtopic=6932

Link to post
Share on other sites
  • Replies 952
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Ma tu sul serio credi che l'NKVD faceva queste cose solo perche' lo racconta un certo Peter Yakir? Beh. Hai tutto il diritto. Il problema e' che queste sono solo dichiarazioni senza conferme documenta

Sono normali scene di guerra, terribili ma che si vedono in tutti i campi di battaglia del mondo.

Non credo che quando attacca la russia piovono rose...

........russi da sempre specializzati nelle montature.

 

Non credo che servono foto dei cumuli di cadaveri come quelli fatti dai nazisti per capire che ci sono tanti morti. I rappresentanti dell'ONU e Croce Rossa hanno già confermato che solo nella città di Tskhinvali ci sono al meno 1600 morti. E questo con ancora maggior parte delle rovine delle case non scavate.

Cito rappresentante russo in ONU: Quanti morti vi servono ancora per capire che è stato effettuato un genocidio?

 

Da parte mia.

Ma non vi vergognate del vostro cinismo e ipocrisia? Mi fa proprio schifo di leggere queste cose dopo Kosovo, Iraq e Afganistan.

Edited by Siberia
Link to post
Share on other sites
Guest intruder
........russi da sempre specializzati nelle montature.

 

Ricordatevi loro sono quelli di Katyn:

 

http://www.aereimilitari.org/forum/index.php?showtopic=8007

 

http://www.aereimilitari.org/forum/index.php?showtopic=6932

 

 

 

 

Medvedev ha anche chiesto all'Occidente di non riprodurre l'errore degli accordi di Monaco" del 1938 con la Germania nazista, che condussero ad una "tragedia" mostrandosi conciliante con "l'aggressore. La Russia, ha aggiunto Medvedev, alla tv, farà di tutto "per normalizzare la situazione" nell'Ossezia del Sud.

 

http://www.ilsalvagente.it/Sezione.jsp?tit...p;idSezione=497

 

No comment

Link to post
Share on other sites
Se sono un cecchino e tiro a qualcuno, magari una 30.06 full metal o una .375 Magnum, e non vedo saltar via la testa, cito il fabbricante per truffa alle forze armate. Vorrei solo capire cosa ci fa un gatto fra i morti esibiti, povera bestia è la vittima più incolpevole di questa storiaccia.

 

Una cosa è parlare di morti e vittime di guerra, un altra è vedere foto in formato grande a 20 cm da te che rittragono cadaveri mutilati. Certo poi che se vado in guerra con un fucile che non fa il suo dovere perchè difettoso ho il diritto di essere scocciato.

Link to post
Share on other sites
Ma non vi vergognate del vostro cinismo e ipocrisia? Mi fa proprio schifo di leggere queste cose dopo Kosovo, Iraq e Afganistan.

ahuahauhauhauh, davvero vuoi fare un paragone tra il metodo occidentale e quello russo??? mi sa che non ti conviene.

Link to post
Share on other sites
Guest intruder
Una cosa è parlare di morti e vittime di guerra, un altra è vedere foto in formato grande a 20 cm da te che rittragono cadaveri mutilati. Certo poi che se vado in guerra con un fucile che non fa il suo dovere perchè difettoso ho il diritto di essere scocciato.

 

 

Anche anche il dovere di non raccapricciarti troppo, sono scene comuni in guerra. Anzi, c'è di peggio.

Link to post
Share on other sites
Una cosa è parlare di morti e vittime di guerra, un altra è vedere foto in formato grande a 20 cm da te che rittragono cadaveri mutilati. Certo poi che se vado in guerra con un fucile che non fa il suo dovere perchè difettoso ho il diritto di essere scocciato.

Pensa che impressione avresti, se potessi vedere le foto dei 22.000 ufficiali polacchi uccisi a sangue freddo dai russi (che accusarono i nazisti di averlo fatto!) a Katyn!!!

 

Vedi il link seguente: http://cronologia.leonardo.it/mondo24m.htm

 

E poi osano parlare di genocidio?!?!?! Loro?!?!?!

 

Certa gente la conosce bene la Storia!!!

Link to post
Share on other sites
Ecco alcune (per ora solo le foto). Attenzione!!! - Sono molto crudeli.

Link1

Link2

 

Ci sono altri siti con le foto molto più pesanti e numerosi. Ma visto che cerco di non guardarli non ho adesso indirizzi sotto mano. Comunque. Ora la procura sta facendo il suo lavoro.

 

Più che crudeli direi crude.

Mah...non le consiglio ai più sensibili....

Questo genere di fatti sui civili non dovrebbe esistere.

Link to post
Share on other sites
ahuahauhauhauh, davvero vuoi fare un paragone tra il metodo occidentale e quello russo??? mi sa che non ti conviene.

Quello occidentale è conosciuto bene: bombardamenti a tappeto delle città pieni di civili anche con le bombe atomiche. E' chiaro che noi stiamo anni luce dall'abilita dei paesi democratici in questo campo. Non siamo riusciti a radere al suolo le città di Tbilisi, Gori e tutte altre dall'altezza di 10 kilometri. "Pur troppo" abbiamo bombardato non delle case civili ma le infrastrutture militari. Ci siamo però ravvicinati a voi a Grozny combattendo casa per casa e perdendo 2000 uomini.

Scusateci cari maestri.

Edited by Siberia
Link to post
Share on other sites
Quello occidentale è conosciuto bene: bombardamenti a tappeto delle città pieni di civili anche con le bombe atomiche. E' chiaro che noi stiamo anni luce dall'abilita dei paesi democratici in questo campo. Non siamo riusciti a radere al suolo le città di Tbilisi, Gori e tutte altre dall'altezza di 10 kilometri. "Pur troppo" abbiamo bombardato non delle case civili ma le infrastrutture militari. Ci siamo però ravvicinati a voi a Grozny combattendo casa per casa e perdendo 2000 uomini.

Scusateci cari maestri.

Anche perché quando ponete in essere un genocidio, come a Katyn, cercate di attribuirlo ad altri (qualche volta, però, non ci riuscite!)! :thumbdown:

Link to post
Share on other sites
Pensa che impressione avresti, se potessi vedere le foto dei 22.000 ufficiali polacchi uccisi a sangue freddo dai russi (che accusarono i nazisti di averlo fatto!) a Katyn!!!

 

Vedi il link seguente: http://cronologia.leonardo.it/mondo24m.htm

 

E poi osano parlare di genocidio?!?!?! Loro?!?!?!

 

Certa gente la conosce bene la Storia!!!

 

Un genocidio rimane sempre un genocidio. Non importa che lo fa. I russi non sono certo esenti da colpe. Hanno comesso le loro atrocità e la cosa è risaputa. Penso che nessun popolo sia estraneo alla logica della violenza e della sopraffazione. La storia è piena di esempi: turchi (il genocidio armeno) , russi (gulag, Katyn ecc) , americani (le bombe atomiche), tedeschi, francesi, inglesi, italiani, olandesi (nei loro domini coloniali)...

Secondo me si sta andando FT (fuori topic).

Edited by Koli
Link to post
Share on other sites
Guest galland
Quello occidentale è conosciuto bene: bombardamenti a tappeto delle città pieni di civili anche con le bombe atomiche. E' chiaro che noi stiamo anni luce dall'abilita dei paesi democratici in questo campo. Non siamo riusciti a radere al suolo le città di Tbilisi, Gori e tutte altre dall'altezza di 10 kilometri. "Pur troppo" abbiamo bombardato non delle case civili ma le infrastrutture militari. Ci siamo però ravvicinati a voi a Grozny combattendo casa per casa e perdendo 2000 uomini.

Scusateci cari maestri.

 

La solenne mazzata che vi siete presi a Grozny ve la dovreste ricordare a lungo.

La "pacificazione" in stile sovietico della cecenia avrebbe rovesciato sulla Russia valanghe di fango se fosse avvenuta prima del 91.

Che abbiate perso solo duemila soldati... lasciamo perdere.

Con l'artiglieria i russi realizzano cià che gli americani fanno con gli aerei, vergognatevi

VIVA ANNA POLITOVSKAJA

Lo scrivo proprio de'core (detto alla romana)

Link to post
Share on other sites

Peccato. Non aspettavo una tale chiusura mentale. Con vostro cervello ancora sotto influenza di guerra fredda, razzismo e assoluta impossibilita di comprendere eventi, ma solo con una dogma di Divinità e Intoccabilità di quello che voi (non altri) chiamate "Democrazia". E possibile che solo per convincervi a leggere una informazione ci vuole sempre cercare la sua copia nei sorgenti definiti da voi sacri e canonici? E possibile che siete pronti a negare il fatto solo perchè non rientra nella vostra visione di mondo? Se le media russe vi dicono che sono morti 1600 persone - vuol dire che una falsità e serve vedere con gli occhi propri quel cumulo di cadaveri, invece se lo detto CNN o Fox News o stampato Washington Post, allora - la verità divina. Però se le media georgiane vi dicono che i russi hanno perso 20 aerei contro 1 di loro vi crederete in un attimo. Perchè ci piace e rientra nella dogma dei rottami volanti russi e super attrezzati aerei occidentali o georgiani modificati dall'Israele.

Link to post
Share on other sites
Guest intruder
Un genocidio rimane sempre un genocidio. Non importa che lo fa. I russi non sono certo esenti da colpe. Hanno comesso le loro atrocità e la cosa è risaputa. Penso che nessun popolo sia estraneo alla logica della violenza e della sopraffazione. La storia è piena di esempi: turchi (il genocidio armeno) , russi (gulag, Katyn ecc) , americani (le bombe atomiche), tedeschi, francesi, inglesi, italiani, olandesi (nei loro domini coloniali)...

Secondo me si sta andando FT (fuori topic).

 

 

Mi paragoni Hiroshima e Nagasaki, atti legittimi di guerra per quanto lucidamente spietati (vallo a raccontare alle duecentomila donne stuprate a Nanchino nei modi più crudeli e perversi dalle truppe giapponesi durante il famoso sacco, che fu un crimine, raccontalo alle vittime dell'Unità 731, vivisezionate per esperimenti mostruosi, contagiate col vaiolo, il colera, la peste, il tifo, la difterite, carbonchio, che fu un crimine), al massacro degli armeni, degli ucraini (fatevi spiegare cosa significa голодомор), degli ebrei-zingari-omosessuali-eccetera, ai minimo 50 milioni di morti che ha fatto Mao per farsi la Bomba?

 

Ragazzi, ma la storia si studia ancora dalle vostre parti?

 

Sì, magari siamo OT, ma qualche precisazione ci vuole ogni tanto. O caschiamo nel pacifintismo radical chic.

Edited by intruder
Link to post
Share on other sites

dicevo di non scrivere più in sto forum sia per la perdita di interesse quasi totale nel mondo militare (e la sezione politica discutono i soliti 4 gatti e il 90% sostiene che il sole gira intorno alla terra e i marziani esistono e sono pure comunisti dai paraocchi politici che hanno), sia per una gestione bizzarra di provedimenti vari,

ma tra scambi MP non potevo lasciare Mirgal e Siberia a dire cose basata sui fatti e concreti e lasciarli soli a beccharsi insulti da persone poco raccomandabili

 

mi piace chi condanna l'aggressione (ma dove, ai russi forse) di uno stato sovrano come la georgia (peccato sia l'inverso) e mi chiedo dove erano nel 2003 quando gli amati USA attaccavano l'iraq senza mandato onu (che i russi hanno) uno stato sovrano senza motivo

 

mi piace che i russi che sono stati attaccati non possono difendersi mentre in occidente esiste la guerra preventiva, o alle intenzioni, presunte

 

mi piace che un popolo è pro-russo solo perchè ha un pezzo di carta chiamato passaporto e non per altri mille motivi

 

mi piace che ci sono i buoni e cattivi a prescindere

Deciso che A è buono è B cattivo:

A è buono e rimane buono se bombarda un orfanotrofio

B è cattivo anche se salva i bambini dall'orfanotrofio,a prescindere

 

mi piace la gente che ferma a 60 anni fa in regressione chiami l'esercito russo armata rossa

 

mi piace coloro che parlano di diritti umani violati, e magari non sa di una certa guantanamo

 

mi piace e condivido che centrare una casa per errore sia una cosa grave e magari far saltare in aria un ambasciata cinese durante un bombardamento vada bene

 

mi piace che i genocidi siano sempre opera dei russi sempre e comunque

 

Complimenti: voto ipocrisia 10+

conoscenze storiche: 4

capacità di analisi: 3+

 

 

siberia mirgal continua cosi molta gente sta leggendo, anonimi e visitatori e i vostri commenti, seri, fondati precisi devino dalla disinformazione molta gente

Edited by Leviathan
Link to post
Share on other sites

Dal link: http://notizie.alice.it/notizie/esteri/200...i,15728110.html

 

riporto:

 

Georgia, Zaslavski:è solo inizio, Europa subirà sconvolgimenti

 

Il Professore nato a Leningrado: bene procedere con scudo Usa

 

 

Roma, 12 ago. (Apcom) - Il conflitto tra Russia e Georgia, ammesso che si trovi in fretta una soluzione, è comunque solo l'inizio: oltre alla regione del Caucaso, tutta l'Europa è minacciata da nuove onde telluriche in partenza da Mosca. E' Viktor Zaslavsky a tratteggiare un quadro con molte ombre a venire, dopo la nuova guerra caucasica a cui si cerca di porre fine in queste ore. Grande conoscitore della Russia, Zaslavsky ha insegnato all'Università di Leningrado, in California e Canada, e segue le vicende di questi giorni convinto che l'intero continente europeo ne subirà le conseguenze. Sino all'Asia centrale. Oltre alle regioni separatiste georgiane da tempo sotto l'ala di Mosca, "la Russia ha gli stessi problemi di mire con molte altre regioni considerate - osserva l'ordinario di Sociologia Politica alla Luiss Guido Carli in un colloquio con Apcom - e stiamo parlando dell'Ucraina, dove la Russia tiene d'occhio la Crimea, della Moldova dove c'è la repubblica separatista di Transnistria e anche del Kazakistan, dove la parte Nord è popolata da russi. Ciò significa che ci sarà un grande sconvolgimento di tutta la regione e che le conseguenze saranno grandi, per tutta l'Europa".

 

La Crimea, penisola diventata ucraina nel 1954, quando Nikita Krushev la 'regalò' a Kiev in nome della fratellanza sovietica, è di recente tornata al centro di tensioni russo-ucraine: il sindaco di Mosca, Yuri Luzhkov, ne ha rivendicato la "restituzione", le autorità ucraine ribadiscono continuamente che non ci sarà rinnovo per l'affitto dei porti ai russi (Flotta del Mar Nero) dopo il 2017 e questo ai russi dà quantomeno fastidio. Le autorità della Transnistria oggi hanno lanciato l'allarme 'ripetizione dello scenario osseto e abkhazo', nel timore di "azioni di forza". Dal Kazakistan, invece, un assoluto, eloquente silenzio.

 

"In particolare con l'entrata in gioco del Kazakistan il quadro si è complicato e rischia di complicarsi ancora. Soprattutto ci sarà un crescente pericolo per le forniture energetiche", spiega Zaslavsky, che si dice "per niente convinto che sia stato Saakashvili a fare il primo passo. La situazione era talmente esplosiva e in fondo tutti attendevamo un'escalation ad agosto: Bush praticamente non c'è più, è debole, ha perso rispetto internazionale. Un nuovo presidente a Washington ancora non c'è e i russi volevano fare piazza pulita prima delle elezioni americane".

 

Mosca ha sempre sostenuto di non aspirare all'annessione delle regioni separatiste georgiane. "Non ne sarei così sicuro - ribatte il professore nato a Leningrado - dopo i referendum nelle due repubbliche 'de facto' a dire il vero non vedo grandi problemi". Quanto alla Georgia, senza l'Ossezia del sud può vivere, praticamente fa già parte della Russia che le fornisce elettricità, acqua, sussidi di ogni genere. Il vero problema sarà l'Abkhazia, non solo molto più grande dell'Ossezia ma affacciata strategicamente sul Mar Nero".

 

Zaslavsky pensa che molto possa dipendere dall'Europa, dalla reazione dell'Occidente e dalla volontà di andare contro il gigante russo, almeno sul dossier Nato. Tbilisi chiede l'aggancio alla famiglia atlantica alla fine dell'anno, con l'invito ad entrare nel programma di preadesione Map (Membership Action Plan). Patrocinata dagli Usa, ma a questo punto davvero una scommessa da un milione di dollari. "Se la Georgia si ritrova troncata, o entra nell'Alleanza Atlantica o sarà definitivamente in mano russa. Lo studioso di origini russe non ha dubbi: "se la Georgia fosse stata agganciata dalla Nato, tutto questo non sarebbe accaduto".

 

 

"Guardiamo al progetto di scudo Usa: moltissimi in Europa non vogliono che venga realizzato, temono lo scontro con la Russia. E invece la Polonia e la Repubblica ceca vanno avanti e questo è molto importante, perchè si sono messe al sicuro. La Comunità internazionale si preoccupa troppo per l'energia, dimenticando che, sì, l'Europa dipende dal gas e dal petrolio russo, ma anche la Russia dipende dall'Europa". E ora è "davvero importante cosa farà l'Ue: se non arriva ad una politica comune, se finirà con il solito 'ognuno per sè Dio per tutti', come si dice in Russia, allora a perdere saranno proprio i Paesi che dipendono troppo dalle forniture russe. Come l'Italia".

Link to post
Share on other sites
Guest intruder

Dimentichi alcune cosucce, e te le dice uno che le proprie perplessità sulle mosse georgiane le ha espresse subito.

 

L'Ossezia non è riconosciuta come indipendente da nessuno, quindi, a tutti gli effetti, è territorio georgiano. Tbilisi avrebbe aggredito il proprio territorio?

 

L'Armata Rossa nel 1946 mutò il proprio nome in Armata Sovietica (sorvolando che Армия significa esercito, non armata in senso italiano).

 

I giornalisti americani che hanno criticato Guantanamo sono vivi e magari fanno pure i soldi coi libri che scrivono, chi ha sollevato un sopracciglio verso il Cremlino è stato rapidamente sotterrato, come ci ricordava Galland prima.

 

L'ambasciata cinese di Belgrado era vuota quando fu colpita, e non mi importa se per errore o intenzionalmente. Era vuota, non è morto nessuno.

Edited by intruder
Link to post
Share on other sites

Dal link: http://notizie.alice.it/notizie/esteri/200...a,15728593.html

 

riporto:

 

Georgia,Tbilisi: denunciamo Mosca alla Cpi per pulizia etnica

 

Lo hanno annunciato la autorità georgiane

 

 

Tbilisi, 12 ago. (Ap) - La Georgia ha denunciato la Russia presso la Corte penale internazionale (Cpi) dell'Aia per pulizia etnica. Lo hanno reso noto oggi le autorità di Tbilisi.

Link to post
Share on other sites
Mi paragoni Hiroshima e Nagasaki, atti legittimi di guerra per quanto lucidamente spietati (vallo a raccontare alle duecentomila donne stuprate a Nanchino nei modi più crudeli e perversi dalle truppe giapponesi durante il famoso sacco, che fu un crimine, raccontalo alle vittime dell'Unità 731, vivisezionate per esperimenti mostruosi, contagiate col vaiolo, il colera, la peste, il tifo, la difterite, carbonchio, che fu un crimine), al massacro degli armeni, degli ucraini (fatevi spiegare cosa significa голодомор), degli ebrei-zingari-omosessuali-eccetera, ai minimo 50 milioni di morti che ha fatto Mao per farsi la Bomba?

 

 

Sì, magari siamo OT, ma qualche precisazione ci vuole ogni tanto. O caschiamo nel pacifintismo radical chic.

 

 

Vediamo di risponderti perchè non credo tu abbia colto il senso di quello che intendevo dire e siccome quando si legge qualcosa e non si capisce la colpa è di chi scive, preciso meglio.

 

Nell'esempio da me fatto di Hiroshima e Nagasaki non intendevo esprimere un giudizio morale (non in questa sede) sulla decisione ma constatare semplicemente che molti popoli si sono macchiati nel corso della storia di atti crudeli. Non entro - ripeto- nel merito della leggitimità e della ragionevolezza militare dell'atto in se ma mi limito a dire che quelle bombe hanno provocato centinaia di migliaia di morti civili. A me non interessa dipingere come malvagi gli americani. Dico solo che anche loro, come i popoli che ho elencato e molti altri, si sono macchiati di colpe gravissime.

Per quanto riguarda la carestia in Ucraina che tu stai citando, mi limito a sorprendermi perchè ho già detto che le colpe sovietiche e russe sono note e non è certo mia intenzione negarle (come potrei?).

Inoltre mi accusi di paragonare Hiroshima e Nagasaki ai crimini da te elencati. Ora, ogni crimine o genocidio ha la propria singolarità (quello degli armeni è diverso da quello degli ebrei). In comune hanno però l'alto numero di civili.

 

Ragazzi, ma la storia si studia ancora dalle vostre parti?

 

Solo per precisare anche quest'aspetto, aggiungo che quest'anno ho sostenuto un esame di Storia Contemporanea con un approfondimento sui genocidi del 8-'900. Aggiungo infine che il voto era più che soddisfacente.

 

Sì, magari siamo OT, ma qualche precisazione ci vuole ogni tanto. O caschiamo nel pacifintismo radical chic.

 

Si, la precisazione, come vedi, ogni tanto ci vuole.

Il pacifismo radical chic, oltre ad essere una bella espressione, è anche vuota di contenuto se applicata al sottoscritto.

Link to post
Share on other sites

Dal link: http://iltempo.ilsole24ore.com/adnkronos/?...TE2LnhtbCI7fQ==

 

riporto:

 

 

GEORGIA: CORTE DIRITTI UMANI, RUSSIA NON MINACCI VITA DEI CIVILI

 

 

Bruxelles, 12 ago. (Adnkronos/Aki) - La Corte europea per i diritti umani ha esortato la Russia a "evitare qualsiasi misura che possa minacciare la vita o la salute dei civili" in Georgia. I giudici di Strasburgo hanno cosi' accolto la richiesta avanzatale da Tbilisi di un appello a Mosca, seguendo la procedura d'urgenza prevista dallo statuto della Corte, ritenendo che "la situazione attuale comporti un rischio reale e continuo di violazioni gravi della Convenzione" europea dei diritti dell'uomo. La Corte ha inoltre esortato i due governi a "onorare gli impegni sottoscritti" nel quadro della Convenzione, firmata da entrambi i paesi. La Georgia ha inoltre avanzato un esposto formale contro la Federazione Russa che deve ancora essere esaminata dalla Corte. Nell'esposto il governo di Tbilisi accusa Mosca di violazione degli articoli 2 e 3 della Convenzione, che riguardano rispettivamente il diritto alla vita e il divieto di trattamenti disumani e degradanti. La Russia e' inoltre accusata di attacchi alle proprieta' della Georgia. Lo statuto della Corte prevede che i giudici possano "su richiesta di una parte o di qualsiasi altra persona interessata, oppure d'ufficio, indicare alle parti qualsiasi misura provvisoria che ritengano debba essere adottata nell'interesse delle parti o del buon svolgimento della procedura". Le raccomandazioni in tal senso non sono giuridicamente vincolanti ma sono solitamente seguite dagli stati.

Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

×
×
  • Create New...