Jump to content

Fucili d'assalto


cruise
 Share

Qual'è il vostro fucile d'assalto preferito???  

137 members have voted

  1. 1. Eccoli elencati alcuni

    • M-16
      33
    • M-4
      35
    • XM-177
      3
    • Galil AR
      6
    • AK-47
      19
    • VZ-58
      1
    • Stg-44(anche se è un po' vecchio)
      7
    • Me ne piacciono altri(scrivete quale vi piace nelle risposte)
      34


Recommended Posts

Da svariate fonti,come ad esempio questa https://thepeninsulaqatar.com/article/18/02/2017/Turkish-firm-to-manufacture-10,000-assault-rifles risulta che le forze armate turche stiano sostituendo i G-3 attualmente in servizio con nuove armi di produzione locale,anch'esse camerate in 7,62 (come il G-3) e non 5,56 (come gran parte dei fucili di ordinanza NATO) come giudicate questa scelta?

Link to comment
Share on other sites

Il link, così come lo hai postato, non è in grado di funzionare ...

Eccolo ... https://thepeninsulaqatar.com/article/18/02/2017/Turkish-firm-to-manufacture-10,000-assault-rifles...

 

Quanto alla scelta ... sembra che la Turchia ritenga di poter tranquillamente continuare ad impiegare la tradizionale munizione 7,62 NATO in quanto soddisfatta delle sue prestazioni ... come risulta da questa fonte ... http://www.military-today.com/firearms/mpt_76.htm...

 

Design of the MPT-76 was influenced by a German Heckler & Koch HK417.
The MPT-76 It is a gas operated, selective fire weapon, chambered for a standard NATO 7.62x51 mm ammunition.
Number in the designation denotes the "7.62-mm" caliber.
There is also an MPT-56 assault rifle, chambered for the standard NATO 5.56x45 mm ammunition.
However as of 2016 the 5.56x45 mm version was not adopted.
It looks like the Turkish soldiers preferred a more powerful 7.62x51 mm round over the 5.56x45 mm due to longer range and penetration.
This new battle rifle received positive feedback from the Turkish soldiers.
The MPT-76 reportedly outperformed the Heckler & Koch G3 in terms of accuracy and reliability.

 

Link to comment
Share on other sites

In effetti anche oltre oceano stanno cercando una soluzione al poco performante ( ne possiamo discutere....) 5,56 nato per i limiti intriseci della munizione. Lo stanno facendo utilizzando la stessa struttura del M4- M16 ed implementato il munizionamento ( Mk 318 o Mk 262 ) o cambiando bossolo ed adottando palle più pesanti ( 300AAC o 6.8SPC ). I turchi in maniera più economica e pragmatica hanno optato per la munizione potente già esistente e sotto mano il 7.62 nato. Avrà probabilmente un minor controllo a raffica e potranno portare meno munizioni, ma evidentemente per il loro teatro operativo va bene così facendo tutti i conti di portata effettiva, penetrazione, affidabilità...e costi

Edited by HPBT
Link to comment
Share on other sites

  • 3 years later...
  • 2 weeks later...
  • 2 weeks later...
  • 1 month later...

Non so voi, ma per quel compito mi sarei aspettato di vedere un datato ma sempreverde HK SL8.. magari ricalibrato in 7,62. aaah.. benvenuta innovazione estetica..

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Rommel ha scritto:

Non so voi, ma per quel compito mi sarei aspettato di vedere un datato ma sempreverde HK SL8 .. magari ricalibrato in 7,62. aaah.. benvenuta innovazione estetica..

Perché mai la versione sportiva del G36  ... fucile che, fra l'altro, è in fase di ritiro da parte dell'esercito germanico ?

... https://en.wikipedia.org/wiki/Heckler_%26_Koch_G36#Overheating ...

Link to comment
Share on other sites

Perchè perlomeno ha una linea al passo con i tempi e non è sempre il solito monotono Stoner. Basterebbe ricalibrarlo in 7,62. Costoso certo, ma perlomeno un passo avanti.

Per quanto riguarda il G36, credo non sia stato compreso fino in fondo.. haimè

Edited by Rommel
Link to comment
Share on other sites

  • 3 months later...
  • 4 weeks later...
  • 3 months later...

Il fucile d'assalto FAL, prodotto per decenni dall'azienda belga FN (e non solo), fu, e forse è tuttora, una delle armi individuali più diffuse nel mondo.

Il modello FN-49 fu il suo predecessore ...

... americanrifleman.org ... https://www.americanrifleman.org/articles/2021/1/21/fn-49-the-last-old-school-battle-rifle ...

Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...
10 minuti fa, HPBT ha scritto:

Il genio italico si è ben rivelato in quest'arma, hanno migliorato un prodotto, lo hanno aggiornato ed a un prezzo equo.

What else!

Infatti! E' un'arma che, alla fine, si è rivelata essere ben più versatile del costoso (come al solito è stato speso un botto per realizzarlo ... scartando pure il più moderno FAL FNM-14 americano che, a livello operativo, non è riuscito a soddisfare adeguatamente le necessità delle Forze Armate USA ... anche se, successivamente, è stato ripescato come fucile (M-21) per tiratori scelti ...

Link to comment
Share on other sites

  • 3 months later...

Chiedo  scusa se, magari, non sono un tecnico esperto, ma vediamo come molti Paesi stanno progressivamente estendendo l' impiego di "body armour" per il torace e di protezioni supplementari degli elmetti, presumibilmente realizzati in Kevlar o analoghe fibre sintetiche. Data la notevole resistenza alla penetrazione di tali fbre, che, per essere superate, richiedono importanti energie cinetiche o proiettili particolari, secondo Voi è possibile che nel futuro aumenti il calibro delle munizioni standard? Quando si fecero gli studi sulla balistica terminale delle munizioni di calibro ridotto - il 5,56x45 MM NATO e il 5,45x39mm Russo- i soldati di fanteria non avevano protezioni, se non in casi eccezionali ed in effetti è più che provata le letalità di tali munizioni fino a 400m contro uomini in divisa - che poi è equivalente a una camicia di cotone spesso- , ma a mio parere le protezioni in Kevlar hanno di nuovo cambiato le carte in tavola. Se non ricordo male già nel 2003 i fanti iracheni con le loro 7,62x39mm erano pressoché impotenti contro le body armour della fanteria USA e non mi ricordo che ci siano state vittime americane di colpi di fucile. In un libro di Emilio Lussu si fa riferimento ad un esperimento italiano di body armour del 1916, la Corazza Farina. Lussu descrive come dei volontari che indossavano tali corazze si spinsero fino ai reticolati che dividevano le opposte trincee, ma una volta arrivati le corazze vennero penetrate, causando la morte dei volontari, dalle potenti munizioni 8x50mm dei fucili Mannlicher e delle mitragliatrici austriache. Ora, non ricordo dove, ma ho letto che parsadossalmente, se gli Austriaci fossero stati equipaggiati con degli M16A1 le Corazze Farina sarebbero state molto più efficaci.

Edited by Simone
ulteriori particolari
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...