Jump to content
Sign in to follow this  
Thunderalex

MUORE LA PRIMA DONNA SOLDATO INGLESE IN AFGHANISTAN

Recommended Posts

E' morta la prima donna inglese in Afghanistan. Sarah Bryant, 26 anni, è tra i 4 ragazzi che sono caduti mercoledì 18 giugno mentre erano impegnati in Afghanistan in missione segreta anti terrorismo nella provincia di Helmad. Questa strage, dice il Times, è la peggiore in assoluto dalla Seconda Guerra Mondiale, a parte l'incidente aereo della Raf del settembre 2006 quando morirono 14 soldati a Kandahar. Il ruolo delle donne soldato sta cambiando in Afghanistan: non si fa più differenza di sesso nell'attribuzione delle missioni militari. Eppure, vigono ancora delle regole nell'esercito britannico che proibiscono il dispiegamento di donne in operazioni in cui si possano trovare "a stretto contatto col nemico e nella necessità di uccidere". Ma di fatto le donne vengono impiegate al fronte: rappresentano circa un quinto degli 8.000 britannici in Afghanistan (anche se costituiscono appena un decimo delle forze armate in generale). Il marito di Sarah ha dichiarato: "Era un bravissimo soldato. E' morta facendo il lavoro che amava. Mia moglie conosceva i rischi, era là perchè voleva esserci".

Share this post


Link to post
Share on other sites
Questa strage, dice il Times, è la peggiore in assoluto dalla Seconda Guerra Mondiale, a parte l'incidente aereo della Raf del settembre 2006 quando morirono 14 soldati a Kandahar.

:thumbdown: Che esagerazione! E poi dicono di noi... INFATTI non lo dice il Times! :thumbdown::thumbdown::thumbdown: Che invece dice:

It was the greatest single loss of life for the Territorial Army since the Second World War

http://www.timesonline.co.uk/tol/news/poli...icle4168044.ece

Edited by SML

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ma scusa, dov'è la differenza? Il fatto che si riferisca all'Esercito Territoriale?

 

Scusa e ti pare piccola la differenza?

 

E' come dire Guardia Nazionale e Us Army...

 

Basti solo pensare alle centinaia di morti inglesi alle Falkland....

Share this post


Link to post
Share on other sites
Scusa e ti pare piccola la differenza?

 

E' come dire Guardia Nazionale e Us Army...

 

Basti solo pensare alle centinaia di morti inglesi alle Falkland....

 

 

In effetti cosa sono quattro morti... :thumbdown:

 

Ma non direi che è una "esagerazione", ma solo una imprecisione, non ti pare?

Diciamo che, più politically correct, avresti potuti dire: "E' il numero maggiore di morti per il Territorial Army e non di tutte le forze armate inglesi. E resta comunque una tragedia".

 

Per la cronaca le vittime inglesi delle Falkland furono 236 (per alcune fonti 255), mentre quelle argentine 750. Contarle e ricordarle non fa mai male.

Share this post


Link to post
Share on other sites
In effetti cosa sono quattro morti... :thumbdown:

 

Ma non direi che è una "esagerazione", ma solo una imprecisione, non ti pare?

Diciamo che, più politically correct, avresti potuti dire: "E' il numero maggiore di morti per il Territorial Army e non di tutte le forze armate inglesi. E resta comunque una tragedia".

 

Per la cronaca le vittime inglesi delle Falkland furono 236 (per alcune fonti 255), mentre quelle argentine 750. Contarle e ricordarle non fa mai male.

Una STRAGE, la PEGGIORE in ASSOLUTO... Quattro morti, in guerra.

È un'esagerazione.

Ed è anche falso.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Una STRAGE, la PEGGIORE in ASSOLUTO... Quattro morti, in guerra.

È un'esagerazione.

Ed è anche falso.

 

Scusatemi per aver postato l'articolo. Le sensibilità sono diverse.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Scusatemi per aver postato l'articolo. Le sensibilità sono diverse.

Ma dai, la notizia c'era! Mica l'hai scritto tu l'articolo, no? Ho rintracciato qualcosa, ma non sono sicuro di aver identificato l'autore/autrice, comunque non è roba pubblicata ieri.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Una nuova dimostrazione, qualora ce ne fosse bisogno, degli enormi problemi causati dal personale femminile in prima linea.. il nemico lo sa, e non a caso prende di mira proprio le operatrici.. Tra l'altro il fatto di utilizzare combattenti donna non fa che incoraggiare gli stereotipi che il mondo islamico nutre nei confronti dell'occidente, cioè di una società edonista e priva di valori nella quale ci sono così pochi uomini disposti a lottare con le armi che i nostri eserciti devono arruolare le donne. Del resto questa è la realtà della guerra asimmetrica, il MoD britannico ci ha risparmiato i particolari della morte del sergente.. chissà cosa avrà pensato questa ragazza mentre moriva, evidentemente le cose non stanno proprio come la propaganda politically correct vuole far credere alle donne che vanno ad arruolarsi... e il marito anche lui militare, cosa prova, in una inversione dei ruoli dove il "guerriero" (che purtroppo non ritornerà) è diventato la sua sposa?.. Non so che dirvi ragazzi, personalmente provo una grande pena.. e un'immensa tristezza

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non sono completamente d'accordo con te Samurai. Una volta fissati dei limiti di capacità fisica (che però devono essere uguali per tutti) non mi importa il sesso di chi è in grado di soddisfarli.

Personalmente credo che anche una donna abbia il diritto, se lo vuole e se, fisicamente, ne è in grado, di fare questa professione.

 

Ovvio poi che tali requisiti siano ben diversi tra una donna imbarcata su una nave ed una parà. Ed altrettanto ovvio che, in presenza di duri requisiti, saranno molti di più gli uomini a passare (per diversa costituzione fisica). Ma (e, facendo atletica, me ne rendo conto) ci sono donne in grado di correre più a lungo del 95% delle persone che scrivono in questo forum, me compreso (è solo un esempio)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sai qual è il problema? in fanteria, sul terreno, con 35 kg di equipaggiamento addosso, non ti serve essere il migliore atleta del liceo... spesso si parla di requisiti fisici, ma il fatto è che certi requisiti sono di natura più indefinibile... è il concetto del branco di lupi, e dovrebbe essere l'essenza stessa del soldato. Qualcosa, fatemi essere politicamente scorretto, molto lontano dall'ambito fisico-psichico-comportamentale di una donna... a meno di non volerla snaturare. Credimi, non è un caso che i talebani abbiano fatto saltare per aria il mezzo della soldatessa inglese, psicologicamente hanno ottenuto un danno maggiore che se avessero annientato un plotone.. per forza di cose, i membri dell'unità dell'inglese uccisa stanno sopportando il peso psicologico di essere sopravvissuti lasciando morire un membro del gruppo che , nella psicologia maschile, avrebbero dovuto proteggere. Tutto ciò sta minando, alla base, il complesso di valori e disciplina che tiene insieme le unità combattenti occidentali

Share this post


Link to post
Share on other sites
Non sono completamente d'accordo con te Samurai. Una volta fissati dei limiti di capacità fisica (che però devono essere uguali per tutti) non mi importa il sesso di chi è in grado di soddisfarli.

Personalmente credo che anche una donna abbia il diritto, se lo vuole e se, fisicamente, ne è in grado, di fare questa professione.

 

Ovvio poi che tali requisiti siano ben diversi tra una donna imbarcata su una nave ed una parà. Ed altrettanto ovvio che, in presenza di duri requisiti, saranno molti di più gli uomini a passare (per diversa costituzione fisica). Ma (e, facendo atletica, me ne rendo conto) ci sono donne in grado di correre più a lungo del 95% delle persone che scrivono in questo forum, me compreso (è solo un esempio)

Completamente d'accordo con te Rick!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Non sono completamente d'accordo con te Samurai. Una volta fissati dei limiti di capacità fisica (che però devono essere uguali per tutti) non mi importa il sesso di chi è in grado di soddisfarli.

Personalmente credo che anche una donna abbia il diritto, se lo vuole e se, fisicamente, ne è in grado, di fare questa professione.

 

Ovvio poi che tali requisiti siano ben diversi tra una donna imbarcata su una nave ed una parà. Ed altrettanto ovvio che, in presenza di duri requisiti, saranno molti di più gli uomini a passare (per diversa costituzione fisica). Ma (e, facendo atletica, me ne rendo conto) ci sono donne in grado di correre più a lungo del 95% delle persone che scrivono in questo forum, me compreso (è solo un esempio)

 

 

Quoto

Share this post


Link to post
Share on other sites

A proposito di donne...

 

WASHINGTON, 24 GIU - Negli Stati Uniti per la prima volta una donna e' stata nominata generale a 4 stelle, il piu' alto grado previsto nelle forze armate. Dopo 33 anni di carriera Ann Dunwoody e' stata nominata generale. 'E' un'occasione storica per il ministro della Difesa e sono fiero di attribuire una quarta stella al generale Ann Dunwoody', ha affermato il ministro della Difesa americano, Robert Gates. Sono poco piu' di un milione i soldati nelle forze di terra americane, il 14% sono donne.

Share this post


Link to post
Share on other sites

sbaglio o questa generalessa era la direttrice del carcere di abu graib ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
sbaglio o questa generalessa era la direttrice del carcere di abu graib ?

Non è lei, perché ha un'altra faccia e perché quella ha fatto la fine che meritava. Magari non solo lei...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...