Jump to content

Se ti metti a fare l'Indiano


Recommended Posts

.........Un'ultima annotazione, l'apparato propulsivo della Charles De Gaulle non è da 300MW ma da 56MW

(http://www.naval-technology.com/projects/gaulle/specs.html)...........

Dal link seguente http://www.netmarine.net/bat/porteavi/cdg/caracter.htm (vedere dati riportati sulla 2^ immagine) risultano 83.000 CV, cioé 61.000 KW.

 

Lo stesso dato si evince dal sito ufficiale del Ministero della Difesa francese; vedi link che segue: http://www.defense.gouv.fr/marine/base/uni...aracteristiques .

Link to post
Share on other sites
Dal link seguente http://www.netmarine.net/bat/porteavi/cdg/caracter.htm (vedere dati riportati sulla 2^ immagine) risultano 83.000 CV, cioé 61.000 KW.

 

Lo stesso dato si evince dal sito ufficiale del Ministero della Difesa francese; vedi link che segue: http://www.defense.gouv.fr/marine/base/uni...aracteristiques .

 

A me risulta che i due reattori erogano una potenza molto superiore a 56MW, ma che solo 56 siano dedicati alla propulsione, tutto il resto serve ad alimentare gli impianti di bordo, svolgendo anche il ruolo di generatore elettrico di bordo.

 

I generatori diesel installati sono solo per casi di emnergenza, normalmente tutto il lavoro è fatto dai due reattori.

 

EDIT: 300MW dovrebbe essere la potenza di due reattori K15 standard (quelli degli SSBN) ma sembra che la versione montata sulla CdG sia stata modificata abbassandone la potenza erogata, non sò se per questioni di affidabilità o altro.

Edited by martin pescatore
Link to post
Share on other sites
EDIT: 300MW dovrebbe essere la potenza di due reattori K15 standard (quelli degli SSBN) ma sembra che la versione montata sulla CdG sia stata modificata abbassandone la potenza erogata, non sò se per questioni di affidabilità o altro.

Si vede che è la struttura del CdG a non reggere di più :rotfl: :rotfl: :rotfl: :rotfl:

 

Tornando seri, anche a me risultano i 61 MW

Link to post
Share on other sites
PS: i termini utilizzati erano appropriati.

beh, io non mi sono mai permesso di dare dell'ignorante a nessuno, anche quando qualcuno asseriva cose inesatte, al limite come hai fatto tu ho fatto notare dove erano sbagliate, ma evidentemente non tutti nascono signori... Puoi piccarti di aver corretto qualcuno ma questo non ti rende un saggio.

 

 

Cordiali saluti

Edited by Sangria
Link to post
Share on other sites

Sangria sono sicuro che adesso mi spari con la prima arma che trovi! :lol:

 

Secondo me, la Vikrant và bene come ogni altro progetto, più è grande piùi aerei e rifornimenti entrano, e tanto meglio.

 

Però se mettiamo le ctapulte, il ponte angolato e tutta quella roba, secondo me finiremmo a robe come la CVF, la CdG è davvero piccola, e già stà intorno a 40000 tonnellate, e poi ste benedette catapulte EM saranno pure più semplici di quelle a vapore, ma avranno bisogno di tanta corrente elettrica, basterebbero sei turbine per muovere la nave e far funzionare pure le catapulte?

 

Invece, se vogliamo qualcosa come una piattaforma di lancio, non è meglio prendere uno scafo da superpetroliera, montarci tutto quello che serve per operare un gruppo aereo serio e usarla per il sea basing?

 

Magari non è buona per le battaglie aeronavali, ma come strumento di proiezione alla fine quello che serve è una base galleggiante e mobile, ci mettiamo due assi, un paio di turbine in aggiunta ai motori normali e ci facciamo la Nimitz-Ajoli, portaerei d'attacco in salsa spagnola (questa mi è scappata! :lol: )

Edited by martin pescatore
Link to post
Share on other sites
Sangria sono sicuro che adesso mi spari con la prima arma che trovi! :lol:

 

Secondo me, la Vikrant và bene come ogni altro progetto, più è grande piùi aerei e rifornimenti entrano, e tanto meglio.

 

Però se mettiamo le ctapulte, il ponte angolato e tutta quella roba, secondo me finiremmo a robe come la CVF, la CdG è davvero piccola, e già stà intorno a 40000 tonnellate, e poi ste benedette catapulte EM saranno pure più semplici di quelle a vapore, ma avranno bisogno di tanta corrente elettrica, basterebbero sei turbine per muovere la nave e far funzionare pure le catapulte?

 

Invece, se vogliamo qualcosa come una piattaforma di lancio, non è meglio prendere uno scafo da superpetroliera, montarci tutto quello che serve per operare un gruppo aereo serio e usarla per il sea basing?

 

Magari non è buona per le battaglie aeronavali, ma come strumento di proiezione alla fine quello che serve è una base galleggiante e mobile, ci mettiamo due assi, un paio di turbine in aggiunta ai motori normali e ci facciamo la Nimitz-Ajoli, portaerei d'attacco in salsa spagnola (questa mi è scappata! :lol: )

Se ci pensi è, grosso modo, quello che hanno fatto gli spagnoli con la BPE, impiegando tecniche e materiali direttamente tratti dal mercantile e mettendoci sopra un ponte di volo... Anche la prima portaerei italiana, l'"aquila" era costruita sullo scafo di una nave mercantile e i libici usano una petroliera come nave appoggio elicotteri. Va detto che però le sollecitazioni non sono proprio leggere e comunque principi costruttivi militari sopratutto per quanto concerne la compartimentazione dei locali credo sia fondamentale applicarli, una mina ce l'hanno tutti e quella non guarda in faccia a nessuno, sia che tua sia portaerei che bettolina.

Circa l'energia per le catapulte.... Non è che serva una quantità enorme quanto il fatto che serve tutta assieme. Esistono diverse tecniche per accumulare energia per poterla rilasciare tutta in una volta, si possono usare condensatori oppure, come hanno fatto gli americani, immagazzinare energia in disco-alternatori che rilasciano energia con elevato spunto e ricaricandosi in circa un minuto non dovendo così necessariamente avere un sistema ausiliario di produzione di energia (nella fattispecie fornita dal vapore in pressione) per alimentare le catapulte. Avendo più discoalternatori è possibile lanciare immediatamente tanti aerei quanti sono i dischi, ne bastano tre o quattro per poter lanciare continuamente aerei senza dover aspettare di ricaricare l'energia.

Edited by Sangria
Link to post
Share on other sites
Guest ETeLoVojoDi
beh, io non mi sono mai permesso di dare dell'ignorante a nessuno, anche quando qualcuno asseriva cose inesatte, al limite come hai fatto tu ho fatto notare dove erano sbagliate, ma evidentemente non tutti nascono signori... Puoi piccarti di aver corretto qualcuno ma questo non ti rende un saggio.

Cordiali saluti

 

E' vero, pero' non mi aveva del tutto convinto il tono "vagamente" saccente col quale avevi risposto al tuo interlocutore.

 

Pace e bene.

 

PS: Quando sarà Taranto la Cavour? Tempo fa si parlava di giugno...

Link to post
Share on other sites
  • 1 year later...

Penso possano interessare alcuni aggiornamenti sulla Vikrant che ho trovato su eng.wiki la quale cita molte fonti e sulla controparte indiana di sinodefence:

 

la lunghezza è passata da 252 m a 260 e la larghezza fuori tutto da 58 m a 60.

 

il dato 40.000 viene dato in modo molto confuso: secondo l'interpretazione della eng.wiki questo sarebbe diventato il dislocamento standard della nave. Se così fosse si potrebbe arrivare a 45.000 t a pieno carico.

 

Le ricostruzioni più recenti mostrano un radar a quattro facce fisse sugli estremi dell'isola con un radar a lunga scoperta, apparentemente simile a quello dei Doria, al centro.

 

Sono stati confermati sia il sistema contraereo missilistico che quello CIWS costituito da ben 4 oto 76 nostrani.

 

Infine è anche uscita una nuova CG, abbastanza carina rispetto alle precedenti, anche se non si capisce cosa ci facciano degli F-15 sul ponte...

 

Vikrant03.jpg

Edited by SU-27
Link to post
Share on other sites
  • 11 months later...
  • 1 month later...

 

Penso possa interessare.... Mi sembra un bel video... E dovrebbe essere la Vikrant...

 

 

Mi correggo. E' la Vikramaditya, come nelle immagini sopra. E' proprio un bel documentario e si vedono anche un po' di simulazioni di atterraggio dei mig 29 k (versione navalizzata) al minuto 4 e qualche secondo del video e un passaggio dei mig 29 con il gancio di coda ben in evidenza.

Link to post
Share on other sites
  • 7 months later...

Aggiornamento ....

 

Fonte: Ares (A Defense Technology Blog - AW&ST)

 

That Other Asian Aircraft Carrier

 

Posted by Robert Wall at 8/4/2011 9:41 AM CDT

 

With all eyes on China and its official acknowledgement it is modifying the Ukrainian Varyag, India also is providing a progress update on its activities, the effort, in cooperation with Russia, to modify the Gorshkov into the Vikramadiya.

 

The program, agreed on in 2004, ran into difficulties over a disagreement between Moscow and New Delhi concerning the level of effort involved. After a prolonged dispute, the two sides last year agreed on a new roadmap and fielding timeframe: the end of 2012.

 

According to the Indian defense ministry, that timing seems to be holding. Defense ministry Shri AK Antony tells Parliament that the Russian side “has increased the manpower and material resources considerably for the project.” And, he adds, the current plan is still for the ship to be delivered in December 2012.

 

 

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
×
  • Create New...