Jump to content

Politica - Topic Ufficiale


Graziani
 Share

Recommended Posts

Bellisimo comizio di Silvio alla Confesercenti, ha preso più fischi che altro...

 

Come al solito, invece di parlare della pressione fiscale che aumenterà nuovamente e della crisi dei consumi, è andato a fare polemica sulla magistratura... Mah... Sono queste le priorità del Paese...

Rai News 24 ore

 

La Repubblica

 

Il Tempo (coniato il termine "giustizialista", ovvero una cosa troppo giusta :rotfl: )

 

ADN kronos

 

Quotidiano Net

 

ASCA

 

ANSA

Edited by tuccio14
Link to comment
Share on other sites

vorrei capire come la sospensione di alcuni, anzi molti processi per determinate fattispecie di reato possa coniugarsi con l'obbligo per il pubblico ministero di esercitare l'azione penale ex art.112 Cost. dal momento che una fonte primaria non può derogare una fonte costituzionale. Vedremo...

"Esercitare l'azione penale" significa "avviare l'azione penale": una "sospensione" del procedimento penale già avviato, non ne pregiudica l'ulteriore prosecuzione in un successivo momento.

Link to comment
Share on other sites

Dal link seguente:

 

http://www.demauroparavia.it/49194

 

riporto:

 

giu|sti|zia|lì|smo

s.m.

1 TS polit., dottrina e prassi politica che ispirarono il governo dell’uomo politico argentino Juan Domingo Perón (1895–1974), caratterizzate da un acceso nazionalismo e da un programma di riforme sociali con spunti anarchici e corporativi; estens., atteggiamento o movimento politico populistico e antiparlamentare

2 CO nel linguaggio giornalistico e politico, tendenza a utilizzare la magistratura come strumento per conseguire obiettivi politici

Link to comment
Share on other sites

Guest galland

Alla fine degli anni 70 (79 se non sbaglio) il giudice Alfonso Alibrandi pensò bene, tanto per dare un aiutino a Michele Sindona, di inquisire il direttore della Banca d'Italia Paolo Baffi e Mario Sarcinelli.

Alibrandi non era un giudice politicizzato...

Nel primo governo Berlusconi venne detto che Alleanza Nazionale e Lega Nord erano i partiti che sarebbero stati i garanti di Mani Pulite nel governo, i difensori intransigenti dell'operato dei giudici... povera gente... se riesco a trovare un libro in garage... voglio far leggere quello che veniva detto alcuni anni fa da gente che oggi per avere una poltrona ben ferma sotto le terga...

Link to comment
Share on other sites

........Nel primo governo Berlusconi venne detto che Alleanza Nazionale e Lega Nord erano i partiti che sarebbero stati i garanti di Mani Pulite nel governo, i difensori intransigenti dell'operato dei giudici... povera gente... se riesco a trovare un libro in garage... voglio far leggere quello che veniva detto alcuni anni fa da gente che oggi per avere una poltrona ben ferma sotto le terga...

Dato che ci sei, non è per caso che ti ricordi come e perché è caduto il primo governo Berlusconi nel 1994?!?!?! Errando discitur, dicevano i latini ed anche Errare humanum est, perseverare autem diabolicum: ti meravigli che Berlusconi e tutta la destra non vogliano far subire all'Italia un altro autentico "colpo di stato giudiziario"?!?!?!

Link to comment
Share on other sites

Il nuovo Documento di programmazione economica ( DPEF ) prevede una pressione fiscale costante fino al 2013. Quindi niente riduzione delle tasse per almeno altri 5 anni,ma numerose liberalizzazioni.

 

Il nuovo Documento di programmazione economica ( DPEF ) prevede una pressione fiscale costante fino al 2013. Quindi niente riduzione delle tasse per almeno altri 5 anni,ma numerose liberalizzazioni.

 

Oltre ad Alitalia, si pensa di vendere anche Poste, Poligrafico, Tirrenia e Fincantieri, ma non altre quote di Eni, Enel e Finmeccanica. Niente riduzione delle tasse: la pressione fiscale, che nel 2008 si attesterà al 43% del Pil, salirà addirittura (anche se di due decimali al massimo) nei prossimi anni e sarà al 42,9% nel 2013.

 

Il pacchetto contenuto nella manovra di finanza pubblica varata dal governo contribuirà, secondo il documento, per circa 5,7 miliardi nel triennio per raggiungere l’obiettivo del pareggio di bilancio. Risparmi dovrebbero arrivare in conseguenza del piano industriale per la pubblica amministrazione.

 

Poi ci dovrebbero essere introiti da privatizzazioni, ma non è prevista alcuna vendita. La quota in possesso del ministero dell'Economia per le società direttamente detenute (Eni, Enel e Finmeccanica) è ormai prossima alla soglia del 30%.

 

Eventuali ulteriori cessioni di pacchetti azionari, che avrebbero l'indubbio beneficio di generare consistenti introiti in tempi relativamente brevi, esporrebbero il paese al rischio di una perdita del controllo su aziende, tra i principali attori a livello internazionale, operanti in settori strategici.

 

La vendita toccherà invece all'Alitalia all'Istituto poligrafico e zecca dello Stato e poi Poste, Tirrenia e Fincantieri.

 

Il processo partirà nei prossimi anni e si conferma la volontà di procedere in tempi brevi ad attivare procedure di parziale o totale disimpegno dal capitale di due importanti aziende pubbliche: Fincantieri e Tirrenia.

 

http://www.businessonline.it/

Link to comment
Share on other sites

"Esercitare l'azione penale" significa "avviare l'azione penale": una "sospensione" del procedimento penale già avviato, non ne pregiudica l'ulteriore prosecuzione in un successivo momento.

certo, c'è però sempre il rischio che trascorso il tempo della sospensione sia cambiato anche uno solo dei giudici del collegio giudicante con la necessità di ricominciare il processo dall'inizio, con conseguente ulteriore allungamento dei tempi e rischio di prescrizione; poi sulla base di quale logica si sceglie il 2002 come anno da cui sospendere i processi?

Infine, mentre per il 1994 posso accettare (ma non condividere) dal tuo punto di vista l'idea del "colpo di stato giudiziario", in questo caso quest'idea non regge, giacchè il processo Mills è partito ben prima che Berlusconi tornasse a Palazzo Chigi.

 

boh, poi io rimango dell'idea che se invece che Berlusconi ci fosse stato Fini a guidare il centro destra negli ultimi anni, non avrebbe mai avuto alcun problema con la giustizia a testimonianza che la giustizia non è politicizzata contro la destra, ma semplicemente persegue chi è sospettato di aver commesso fatti illeciti e penalmente rilevanti; purtroppo non c'è la controprova ma rimane una mia convinzione

Edited by Montgomery
Link to comment
Share on other sites

boh, poi io rimango dell'idea che se invece che Berlusconi ci fosse stato Fini a guidare il centro destra negli ultimi anni, non avrebbe mai avuto alcun problema con la giustizia a testimonianza che la giustizia non è politicizzata contro la destra, ma semplicemente persegue chi è sospettato di aver commesso fatti illeciti e penalmente rilevanti; purtroppo non c'è la controprova ma rimane una mia convinzione

Sono anch'io dello stessissimo parere, peccato che sia solo un se...

 

Riguardo al termine giustizialista mi scopro ignorante, credevo fosse stato coniato appositamente per gli eventi che corrono, anche se, letta la definizione, non credo si possa applicare al caso Silvio, è lui che sta strumentalizzando, sta vanificando ciò che di buono sta facendo questo governo, interrompendo il dialogo con l'opposizione e allontanando consensi solo ed esclusivamente per sè stesso ed i suoi interessi personali. Nessun italiano, ripeto, avvertiva il problema giustizia prima che si insidiasse l'attuale governo.

 

In quanto alla pressione fiscale... Altra dimostrazione di come sia facile promettere in campagna elettorale e non mantenere tali promesse una volta che si ha la maggioranza in cassaforte. MAH.

Link to comment
Share on other sites

............

boh, poi io rimango dell'idea che se invece che Berlusconi ci fosse stato Fini a guidare il centro destra negli ultimi anni, non avrebbe mai avuto alcun problema con la giustizia a testimonianza che la giustizia non è politicizzata contro la destra, ma semplicemente persegue chi è sospettato di aver commesso fatti illeciti e penalmente rilevanti; purtroppo non c'è la controprova ma rimane una mia convinzione

 

Sono anch'io dello stessissimo parere, peccato che sia solo un se...

 

Riguardo al termine giustizialista mi scopro ignorante, credevo fosse stato coniato appositamente per gli eventi che corrono, anche se, letta la definizione, non credo si possa applicare al caso Silvio, è lui che sta strumentalizzando, sta vanificando ciò che di buono sta facendo questo governo, interrompendo il dialogo con l'opposizione e allontanando consensi solo ed esclusivamente per sè stesso ed i suoi interessi personali. Nessun italiano, ripeto, avvertiva il problema giustizia prima che si insidiasse l'attuale governo.

 

In quanto alla pressione fiscale... Altra dimostrazione di come sia facile promettere in campagna elettorale e non mantenere tali promesse una volta che si ha la maggioranza in cassaforte. MAH.

Su Fini, con me......sfondate una porta aperta! Ma sono gli elettori che hanno deciso e decidono i rapporti di forza, anche all'interno del Centro-Destra!

 

L'emergenza giustizia era dettata dalla necessità, come già detto rispondendo a Galland, di evitare un improvviso 2° "colpo di stato giudiziario" sul tipo di quello del 1994!

 

Pressione fiscale e promesse elettorali?! Scusa l'ICI, non rientrava nella pressione fiscale?!

Link to comment
Share on other sites

Dai Picpus, eliminare l'ICI è stata una grandissa ca22ata.

Non sono d'accordo, si trattava di una tassa ingiusta e che, peraltro, fino a non molti anni fa, non esisteva!

Link to comment
Share on other sites

Non sono d'accordo, si trattava di una tassa ingiusta e che, peraltro, fino a non molti anni fa, non esisteva!

 

Non ho la competenza per entrare nel merito sul fatto che sia giusta o meno, ma per me è una seccatura in meno - due scadenze in meno da ottemperare - anche se dovessero riprendersi i soldi (che per quanto mi riguarda sono abbastanza pochi) per un'altra via. Una bella semplificazione del sistema fiscale sarebbe una gran cosa, anche a parità di esborso toglierebbe un po' di stress e - non me ne voglia la categoria - di dipendenza dai commercialisti (con l'ICI si può fare da soli, ma quando ti addentri nel magico mondo dell'UNICO...).

Link to comment
Share on other sites

Sicuramente qualcosa aumenterà, che cosa però non lo sapremo subito.

 

Cioè i comuni insieme alle multe, campano con l' ICI; levargli questa entrata li metterebbe in ginocchio: prenderanno i soldi dalle province le quali li prenderanno dalle regioni che li prenderanno dallo stato, che li prenderà da noi!

 

CIAO A TUTTI!!!!!!!!!!!!

Edited by elia030187
Link to comment
Share on other sites

Guest dottoressa
Dato che ci sei, non è per caso che ti ricordi come e perché è caduto il primo governo Berlusconi nel 1994?!?!?! Errando discitur, dicevano i latini ed anche Errare humanum est, perseverare autem diabolicum: ti meravigli che Berlusconi e tutta la destra non vogliano far subire all'Italia un altro autentico "colpo di stato giudiziario"?!?!?!

 

.......dimentichi che anche il governo prodi è caduto a causa di un azione giudiziaria, mastella si è dimesso perchè gli hanno inquisito la moglie.......il problema non sono i Giudici ma i troppi politici con azioni giudiziare in corso..........non ci vogliono bavagli alla giustizia ma politici con le mani pulite............

Link to comment
Share on other sites

.......dimentichi che anche il governo prodi è caduto a causa di un azione giudiziaria, mastella si è dimesso perchè gli hanno inquisito la moglie.......il problema non sono i Giudici ma i troppi politici con azioni giudiziare in corso..........non ci vogliono bavagli alla giustizia ma politici con le mani pulite............

Dimentichi che in ambedue le situazioni (Berlusconi, sicuramente, ma, se non erro, qualcosa di simile è accaduto anche per la signora Mastella, di cui poco m'importa, a dire il vero!), gli inquisiti sono stati assolti per il reato per cui erano inquisiti: quindi si trattava solo di speculazione politica!

Edited by picpus
Link to comment
Share on other sites

Guest dottoressa
Dimentichi che in ambedue le situazioni (Berlusconi, sicuramente, ma, se non erro, qualcosa di simile è accaduto anche per la signora Mastella, di cui poco m'importa, a dire il vero!), gli inquisiti sono stati assolti per il reato per cui erano inquisiti: quindi si trattava solo di speculazione politica!

 

 

..........in america fanno dimettere Presidenti per una sc****ta qui vogliono tenersi la poltrana pure i plurinquisiti e condannati!!!!

per me la legge deve essere uguale per tutti....non è giusto che i poveracci abbiano solo doveri e i ricchi solo diritti.....

 

l'onestà dovrebbe essere il requisito principale per un politico.......io non sono andata a votare alle ultime elezione perchè volendo votare per un partito fondato da persone note per l'onesta, la rettitudine e la serietà.......io stò partito non l'ho trovato.

Edited by dottoressa
Link to comment
Share on other sites

..........in america fanno dimettere Presidenti per una sc****ta qui vogliono tenersi la poltrana pure i plurinquisiti e condannati!!!!

per me la legge deve essere uguale per tutti....non è giusto che i poveracci abbiano solo doveri e i ricchi solo diritti.....

 

l'onestà dovrebbe essere il requisito principale per un politico.......io non sono andata a votare alle ultime elezione perchè volendo votare per un partito fondato da persone note per l'onesta, la rettitudine e la serietà.......io stò partito non l'ho trovato.

Noto che non hai saputo e/o voluto e/o potuto, rispondere al mio post precedente e sei partita per la tangente con un comizio elettorale fuori tempo!

Link to comment
Share on other sites

Guest dottoressa
Noto che non hai saputo e/o voluto e/o potuto, rispondere al mio post precedente e sei partita per la tangente con un comizio elettorale fuori tempo!

 

ho risposto........dicendo che in america ti fanno dimettere un capo di stato solo perchè forse ha un amante........qui molti dei nostri politici sono stati condannati.......e non dimenticare che l'assoluzione di belusconi sul falso in bilancio è avvenuta solo perchè lui si è fatto una legge ad personam....assolto perchè il fatto non è piu reato e poi si è fatto un condono fiscale pure quello ad personam in cui per pochi euro ha saldato per milioni di euro evasi.......per non parlare del lodo mondadori...................se lui è convinto di essere pulito perchè tutte queste leggi.....tra cui l'ultima....blocca processi

 

....e poi non faccio comizi, perchè come ti ho detto non sto nemmeno votando.......perchè se a te sta bene questa classe politica, io vorrei gente piu seria, piu competente e piu onesta....basta veline, amanti, figli di papà.....

Edited by dottoressa
Link to comment
Share on other sites

ho risposto........dicendo che in america ti fanno dimettere un capo di stato solo perchè forse ha un amante......

 

Hanno fatto un gran casino, ma Clinton è rimasto al suo posto. In Italia è stato fatto dimettere Leone, salvo poi aaccertare che era innocente, dopo che ormai il suo nome era stato indelebilmente associato alle bustarelle dello scandalo lockheed.

Link to comment
Share on other sites

Guest dottoressa
Hanno fatto un gran casino, ma Clinton è rimasto al suo posto. In Italia è stato fatto dimettere Leone, salvo poi aaccertare che era innocente, dopo che ormai il suo nome era stato indelebilmente associato alle bustarelle dello scandalo lockheed.

 

....è da ammirare chi si dimette.......dimostra la sua innocenza e torna a testa alta.......qui non si schiodano dalle poltrone MAI:............. e ti parlo di politici condannati in VIA DEFINITIVA...

 

Massimo Maria Berruti (deputato FI):

8 mesi definitivi per favoreggiamento nel processo tangenti Guardia di Finanza.

 

 

Alfredo Biondi (deputato FI):

2 mesi patteggiati per evasione fiscale a Genova.

 

 

Vito Bonsignore (eurodeputato Udc):

2 anni definitivi per tentata corruzione appalto ospedale Asti.

 

 

Umberto Bossi (eurodeputato e segretario Lega Nord):

8 mesi definitivi per tangente Enimont.

 

 

Giampiero Cantoni (senatore FI):

Come ex presidente della Bnl in quota Psi, inquisito e arrestato per corruzione, bancarotta fraudolenta e altri reati, ha patteggiato pene per circa 2 anni e risarcito 800 milioni.

 

 

Enzo Carra (deputato Margherita):

1 anno e 4 mesi definitivi per false dichiarazioni al pm su tangente Enimont.

 

 

Paolo Cirino Pomicino (eurodeputato Udeur):

1 anno e 8 mesi definitivi per finanziamento illecito tangente Enimont, 2 mesi patteggiati per corruzione per fondi neri Eni.

 

 

Marcello Dell’Utri (senatore FI e membro del Consiglio d’Europa):

condannato definitivamente a 2 anni per frode fiscale e false fatturazioni a Torino (false fatture Publitalia); ha patteggiato 6 mesi a Milano per altre vicende di false fatture Publitalia.

 

 

Antonio Del Pennino (senatore FI):

2 mesi e 20 giorni patteggiati per finanziamento illecito Enimont; 1 anno 8 mesi e 20 giorni patteggiati per i finanziamenti illeciti della metropolitana milanese.

 

 

Gianni De Michelis (deputato e segretario Nuovo Psi):

1 anno e 6 mesi patteggiati a Milano per corruzione per le tangenti autostradali del Veneto; 6 mesi patteggiati per finanziamento illecito Enimont.

 

 

Walter De Rigo (senatore FI):

1 anno e 4 mesi patteggiati per truffa ai danni del ministero del Lavoro e della Cee per 474 milioni di lire in cambio di falsi corsi di qualificazione professionale per la sua azienda.

 

 

Gianstefano Frigerio (deputato FI):

condannato a Milano a oltre 6 anni di reclusione definitivi per le tangenti delle discariche (3 anni e 9 mesi, corruzione) e per altri due scandali di Tangentopoli (2 anni e 11 mesi per concussione, corruzione, ricettazione e finanziamento illecito).

 

 

Giorgio Galvagno (deputato FI):

ex sindaco socialista di Asti, nel ’96 ha patteggiato 6 mesi e 26 giorni di carcere per inquinamento delle falde acquifere, abuso e omissione di atti ufficio, falso ideologico, delitti colposi contro la salute pubblica (per l’inquinamento delle falde acquifere) e omessa denuncia dei responsabili della Tangentopoli astigiana nello scandalo della discarica di Vallemanina e Valleandona (smaltimento fuorilegge di rifiuti tossici e nocivi in cambio di tangenti).

 

 

Lino Jannuzzi (senatore FI):

condannato definitivamente a 2 anni e 4 mesi per diffamazioni varie, è stato graziato dal capo dello Stato proprio mentre stava per finire in carcere.

 

 

Giorgio La Malfa (deputato Pri, ministro Politiche comunitarie):

condanna definitiva a 6 mesi e 20 giorni per finanziamento illecito Enimont.

 

 

Roberto Maroni (deputato Lega Nord e ministro Lavoro):

condannato definitivamente a 4 mesi e 20 giorni per resistenza a pubblico ufficiale durante la perquisizione della polizia nella sede di via Bellerio a Milano.

 

 

Augusto Rollandin (senatore Union Valdôtaine-Ds):

ex presidente della giunta regionale Valle d’Aosta è stato condannato in via definitiva dalla Cassazione nel ’94 a 16 mesi di reclusione, 2 milioni di multa e risarcimento dei danni alla Regione per abuso d’ufficio: favorí una ditta “amica” nell’appalto per la costruzione del compattatore di rifiuti di Brissogne. Dichiarato decaduto dalla Corte d’appello di Torino, in quanto “ineleggibile”, nel 2001 si candida al senato con l’Union Valdotaine, i Ds e i Democratici.

 

 

Vittorio Sgarbi (deputato FI):

6 mesi definitivi per truffa aggravata e continuata ai danni dello Stato, cioè del Ministero dei Beni culturali.

 

 

Calogero Sodano (senatore Udc):

già sindaco di Agrigento, condannato definitivamente a 1 anno e 6 mesi per abuso d’ufficio finalizzato a favorire i costruttori abusivi in cambio di favori elettorali.

 

 

Egidio Sterpa (deputato FI):

condannato a 6 mesi definitivi per tangente Enimont.

 

 

Antonio Tomassini (senatore FI):

Medico chirurgo, condannato in via definitiva dalla Cassazione a 3 anni per falso: durante un parto, una bambina sua paziente nacque cerebrolesa. Forza Italia l’ha subito nominato responsabile per la Sanità del partito e presidente commissione Sanità del Senato.

 

 

Vincenzo Visco (deputato Ds):

Condannato definitivamente dalla Cassazione nel 2001 per abusivismo edilizio, per via di alcuni ampliamenti illeciti nella sua casa a Pantelleria: 10 giorni di arresto e 20 milioni di ammenda. Piú l’“ordine di riduzione in pristino dei luoghi”. Cioè la demolizione delle opere abusive.

 

 

Alfredo Vito (deputato FI):

2 anni patteggiati e 5 miliardi restituiti per 22 episodi di corruzione a Napoli.

Edited by dottoressa
Link to comment
Share on other sites

....è da ammirare chi si dimette.......dimostra la sua innocenza e torna a testa alta.......qui non si schiodano dalle poltrone MAI:............. e ti parlo di politici condannati in VIA DEFINITIVA...

Elenco parlamentari in carica condannati in via definitiva

Massimo Maria Berruti (deputato FI):

8 mesi definitivi per favoreggiamento nel processo tangenti Guardia di Finanza.

Alfredo Biondi (deputato FI):

2 mesi patteggiati per evasione fiscale a Genova.

Vito Bonsignore (eurodeputato Udc):

2 anni definitivi per tentata corruzione appalto ospedale Asti.

Umberto Bossi (eurodeputato e segretario Lega Nord):

8 mesi definitivi per tangente Enimont.

Giampiero Cantoni (senatore FI):

Come ex presidente della Bnl in quota Psi, inquisito e arrestato per corruzione, bancarotta fraudolenta e altri reati, ha patteggiato pene per circa 2 anni e risarcito 800 milioni.

Enzo Carra (deputato Margherita):

1 anno e 4 mesi definitivi per false dichiarazioni al pm su tangente Enimont.

Paolo Cirino Pomicino (eurodeputato Udeur):

1 anno e 8 mesi definitivi per finanziamento illecito tangente Enimont, 2 mesi patteggiati per corruzione per fondi neri Eni.

Marcello Dell’Utri (senatore FI e membro del Consiglio d’Europa):

condannato definitivamente a 2 anni per frode fiscale e false fatturazioni a Torino (false fatture Publitalia); ha patteggiato 6 mesi a Milano per altre vicende di false fatture Publitalia.

Antonio Del Pennino (senatore FI):

2 mesi e 20 giorni patteggiati per finanziamento illecito Enimont; 1 anno 8 mesi e 20 giorni patteggiati per i finanziamenti illeciti della metropolitana milanese.

Gianni De Michelis (deputato e segretario Nuovo Psi):

1 anno e 6 mesi patteggiati a Milano per corruzione per le tangenti autostradali del Veneto; 6 mesi patteggiati per finanziamento illecito Enimont.

Walter De Rigo (senatore FI):

1 anno e 4 mesi patteggiati per truffa ai danni del ministero del Lavoro e della Cee per 474 milioni di lire in cambio di falsi corsi di qualificazione professionale per la sua azienda.

Gianstefano Frigerio (deputato FI):

condannato a Milano a oltre 6 anni di reclusione definitivi per le tangenti delle discariche (3 anni e 9 mesi, corruzione) e per altri due scandali di Tangentopoli (2 anni e 11 mesi per concussione, corruzione, ricettazione e finanziamento illecito).

Giorgio Galvagno (deputato FI):

ex sindaco socialista di Asti, nel ’96 ha patteggiato 6 mesi e 26 giorni di carcere per inquinamento delle falde acquifere, abuso e omissione di atti ufficio, falso ideologico, delitti colposi contro la salute pubblica (per l’inquinamento delle falde acquifere) e omessa denuncia dei responsabili della Tangentopoli astigiana nello scandalo della discarica di Vallemanina e Valleandona (smaltimento fuorilegge di rifiuti tossici e nocivi in cambio di tangenti).

Lino Jannuzzi (senatore FI):

condannato definitivamente a 2 anni e 4 mesi per diffamazioni varie, è stato graziato dal capo dello Stato proprio mentre stava per finire in carcere.

Giorgio La Malfa (deputato Pri, ministro Politiche comunitarie):

condanna definitiva a 6 mesi e 20 giorni per finanziamento illecito Enimont.

Roberto Maroni (deputato Lega Nord e ministro Lavoro):

condannato definitivamente a 4 mesi e 20 giorni per resistenza a pubblico ufficiale durante la perquisizione della polizia nella sede di via Bellerio a Milano.

Augusto Rollandin (senatore Union Valdôtaine-Ds):

ex presidente della giunta regionale Valle d’Aosta è stato condannato in via definitiva dalla Cassazione nel ’94 a 16 mesi di reclusione, 2 milioni di multa e risarcimento dei danni alla Regione per abuso d’ufficio: favorí una ditta “amica” nell’appalto per la costruzione del compattatore di rifiuti di Brissogne. Dichiarato decaduto dalla Corte d’appello di Torino, in quanto “ineleggibile”, nel 2001 si candida al senato con l’Union Valdotaine, i Ds e i Democratici.

Vittorio Sgarbi (deputato FI):

6 mesi definitivi per truffa aggravata e continuata ai danni dello Stato, cioè del Ministero dei Beni culturali.

Calogero Sodano (senatore Udc):

già sindaco di Agrigento, condannato definitivamente a 1 anno e 6 mesi per abuso d’ufficio finalizzato a favorire i costruttori abusivi in cambio di favori elettorali.

Egidio Sterpa (deputato FI):

condannato a 6 mesi definitivi per tangente Enimont.

Antonio Tomassini (senatore FI):

Medico chirurgo, condannato in via definitiva dalla Cassazione a 3 anni per falso: durante un parto, una bambina sua paziente nacque cerebrolesa. Forza Italia l’ha subito nominato responsabile per la Sanità del partito e presidente commissione Sanità del Senato.

Vincenzo Visco (deputato Ds):

Condannato definitivamente dalla Cassazione nel 2001 per abusivismo edilizio, per via di alcuni ampliamenti illeciti nella sua casa a Pantelleria: 10 giorni di arresto e 20 milioni di ammenda. Piú l’“ordine di riduzione in pristino dei luoghi”. Cioè la demolizione delle opere abusive.

Alfredo Vito (deputato FI):

2 anni patteggiati e 5 miliardi restituiti per 22 episodi di corruzione a Napoli.

Ci risiamo con i copia-incolla di liste a cavolo! :thumbdown:

 

Non ti è bastata la figuraccia di ..... che hai fatto con quella delle basi americane!!! :furioso:

 

Non so se questa lista è veritiera o meno: sicuramente non è attuale, risale a parecchio tempo fa, vi sono indicati parlamentari con incarichi che avevano in passati governi, appartenenti a partiti non più esistenti, probabilmente alcuni dei nominativi indicati non sono più neanche parlamentari, ecc., ecc. . :thumbdown::furioso:

Link to comment
Share on other sites

Guest dottoressa
Ci risiamo con i copia-incolla di liste a cavolo! :thumbdown:

 

Non ti è bastata la figuraccia di ..... che hai fatto con quella delle basi americane!!! :furioso:

 

Non so se questa lista è veritiera o meno: sicuramente non è attuale, risale a parecchio tempo fa, vi sono indicati parlamentari con incarichi che avevano in passati governi, appartenenti a partiti non più esistenti, probabilmente alcuni dei nominativi indicati non sono più neanche parlamentari, ecc., ecc. . :thumbdown::furioso:

 

 

La lista era per dimostrare che in Italia molti politici, ancora in carica sono stati CONDANNATI IN VIA DEFINITIVA……..se la lista fosse aggiornata sarebbe molto piu lunga, perché la nostra classe politica non è migliorata……….ma tu continui ad attaccarti alle pagliuzza per non vedere le travi…..vabbè hai ragione in Italia abbiamo una classe politica onestissima, preparatissima, dotata di intelligenza superiore……ed infatti siamo una superpotenza………contento!!!!!

 

……sulla lista, io sono convinta che anche se non tutte, molte di quelle basi sono realmente utilizzate e non sarà un sedicenne che costruisce modellini a convincermi a cambiare idea…anche se questo sedicenne usa la volgarità e la maleducazione per IMPORRE le sue idee…….

Link to comment
Share on other sites

Guest
This topic is now closed to further replies.
 Share

×
×
  • Create New...