Jump to content

Politica - Topic Ufficiale


Graziani
 Share

Recommended Posts

Guarda, a mio avviso non sta affatto crollando, di sicuro un calo dei consensi c'e', ma e' sempre a cavallo della maggioranza assoluta. Non gli chiederei certo di dimettersi per questo, ad essere chiari. Poi, resto della mia opinione gia espressa più volte.

Link to comment
Share on other sites

Ieri, con un indecente colpo di mano, la Giunta per le autorizzazioni a procedere della Camera dei deputati ha scippato alla giustizia ordinaria e alle regole costituzionali un pezzo da novanta della sua casta: il Ministro Matteoli. E' un copione gia' visto, la solita storia della casta che si erge al di sopra della legge per farla franca. Questi signori avranno pensato: "dopo aver dato l’impunità a Berlusconi perché non concederla anche ad un suo Ministro?”.

 

La storia comincia nel 2004, quando Matteoli, allora ministro dell’Ambiente, avvisa il prefetto di Livorno di un’inchiesta a suo carico riguardante la costruzione di un complesso edilizio sull’isola d’Elba: da qui l’accusa di favoreggiamento.

 

Il Tribunale dei ministri di Firenze dichiara la sua incompetenza sul caso in quanto: “reato non ministeriale”, da far perseguire, quindi, dalla giustizia ordinaria. Ma la casta non la pensa così. In un primo momento, prova a portare in Parlamento il lodo Consolo: l’ennesimo tentativo di salvataggio di un inquisito di razza per via legislativa. Ma l’attenzione di quella parte della stampa libera, che urla allo scandalo e punta i riflettori su questo vergognoso caso, blocca il diabolico disegno.

 

Ieri la Giunta della Camera avrebbe dovuto attendere la comunicazione dell’archiviazione per non ministerialità del fatto e, non condividendola, avrebbe potuto solo proporre ricorso per conflitto di attribuzioni alla Corte Costituzionale, che avrebbe determinato la natura del reato. Invece, la Camera, usurpando la propria competenza in questa fase anomala per negare l’autorizzazione a procedere, ha abusivamente e furbescamente sentenziato che i parlamentari sono giudici di se stessi e che possono salvarsi a vicenda.

 

Questa volta l’ennesimo colpo al principio de “la legge è uguale per tutti” è stato sferrato per mano del relatore della Giunta: il deputato del Pdl Maurizio Paniz. Infatti il signore in questione nella sua relazione, votata da tutta la maggioranza, ha sancito due principi: il primo che il reato di cui è accusato Matteoli (favoreggiamento) è ministeriale, giudizio che non compete certamente ad un organismo politico; il secondo che alla magistratura viene negata l’autorizzazione a processare l’esponente del Pdl.

 

Insomma la Camera non solo si è sostituita alla giustizia, ma addirittura si è pronunciata prima che da parte dei magistrati arrivasse una richiesta in tal senso. Ma evidentemente Matteoli aveva fretta di andare in vacanza.

 

http://www.antoniodipietro.com/

 

anche il PD l'ha aiutato VERGOGNA!!!

Link to comment
Share on other sites

scelti? Diciamo imposti dai partiti.

 

Scusa allora se siamo tutti disonesti non ti arrabbiare quando danno a tutti i siciliani dei mafiosi.

 

Il mio di concetto invece è semplice semplice, chi ha posti di responsabilita e di comando deve dare l'esempio se non riesce a darlo si faccia da parte.

Edited by CHAFFEE79
Link to comment
Share on other sites

Si va avanti a colpi di buon governo :asd: ...

 

Governo : no al solare termodinamico

Lo stop al solare termodinamico

 

ENERGIA La maggioranza approva la mozione presentata da D’Alì - Gasparri che classifica il termodinamico come fonte costosa, poco utile e non «compiutamente ecologica». Così i finanziamenti rischiano la totale cancellazione.

 

E proprio nel giorno in cui l’Enea presenta un piano per il taglio delle emissioni dei gas serra e della dipendenza energetica basato anche sullo sviluppo delle fonti rinnovabili, il governo fa a se stesso la sorpresa di cancellare o almeno di offuscare il solare termodinamico. In altre parole, la più italiana delle scelte nel campo delle energie alternative: idee, ricerca, addirittura industrie sono di marca nostrana, visto che è stato il Nobel Carlo Rubbia a rimettere in pista una tecnologia basata sull’antica idea degli specchi di Archimede.

 

Ieri il Senato ha infatti approvato la mozione proposta dal Pdl e firmata tra gli altri da D’Alì, Gasparri, Dell’Utri, Nania e Orsi che condanna senza mezzi termini il solare termodinamico o a concentrazione, bollandolo come tecnologia costosa, poco utile e addirittura non «compiutamente ecologica » e mettendo a rischio i finanziamenti al suo sviluppo. Una bella compagnia dell’ombrello, quella che individua nel sole un nemico da combattere.

 

Il senatore siciliano D’Alì (Pdl) è stato l’interprete massimo della teoria negazionista in campo climatico, con la mozione che escludeva - di fronte al giudizio del mondo della scienza pressoché compatto e quasi in concomitanza con lo svolgimento del G8 Ambiente a Siracusa - la realtà del cambiamento climatico e del contributo dell’attività umana. Il senatore Orsi è l’autore della proposta di legge che consente la caccia ai minorenni e ne amplia i limiti di tempo e di carniere. La presenza di Maurizio Gasparri e Domenico Quagliariello, presidente e vicepresidente del gruppo Pdl, assicura l’imprimatur del governo a un’iniziativa che al di là delle formule ecologiste taglia le gambe al solare a concentrazione.

 

Così, scorrendo la mozione votata a maggioranza dall’aula di Palazzo Madama, si scopre che il problema del termodinamico è legato al siting: occorrono 120 ettari per una produzione assimilabile a quella di due reattori nucleari che però occuperebbero - secondo i senatori Pdl - 65-70 ettari. Spazio, si potrebbe dire, sottratto alla costruzione di ville e villette, visto che - come ricorda la mozione - occorrono zone soleggiate e vicine a sorgenti d’acqua, ideali per un villaggio vacanze.

 

Inoltre, la tecnologia non sarebbe «compiutamente ecologica» perché presupporrebbe la copresenza di un generatore di energia tradizionale, visto che durante le ore di buio la centrale non andrebbe. Ma il solare a concentrazione dovrebbe evitare proprio questo, attraverso il riscaldamento ad altissime temperature del fluido con il sistema degli specchi che appunto “concentrano” la radiazione solare.

 

In altre parole, non c’è nessun bisogno di affrancare una centrale a combustibile fossile a quella termodinamica: un’informazione che manca ai senatori della maggioranza. E poi, ammoniscono i presentatori della mozione, la tecnologia trent’anni fa non ha funzionato ma anche qui pare che ci siano carenze informative. «Non si tratta della stessa tecnologia », ricorda Vincenzo Ferrara, dell’Enea. «In realtà il solare a concentrazione è uno dei pochi settori in cui abbiamo un vantaggio comparativo, nella ricerca e nella diffusione: a imporla all’attenzione del mondo è stato Rubbia all’epoca in cui era presidente dell’Enea».

 

L’attuale presidente dell’Enea, Luigi Paganetto ritiene «singolare» che si riducano gli incentivi al termodinamico, su cui «siamo leader nel mondo». E singolare è anche il fatto che nella mozione si ricordi che «nonostante l’incentivazione introdotta dal governo italiano 15 mesi fa (ministro Pecoraro Scanio, ndr) non risulta che a oggi ci siano domande di erogazione dell’incentivo». Forse i senatori non sanno che quei fondi, circa 90 milioni, sono in attesa di determinazioni che dovrebbero provenire dalla direzione Ricerca e sviluppo del ministero dell’Ambiente. Sarebbe meglio informarsi prima di tagliare via il solare.

Link to comment
Share on other sites

se è vero, è una brutta notizia, perchè il solare termodinamico è vero che richiede sazio, ma una volta fatti gli impianti non costano più quasi nulla.

io questi signori non so chi li abbia candidati, e forse sarebbe meglio se alle prossime primarie del PDL si facesse un pò un rinnovamento

sull'fghanistan, mi stupisce questo dietro-front. quando Bush chiedeva di stare in iraq, nessuno nel centrodestra protestava, adesso che c'è di mezzo un Paese con molti problemi e dove la presenza militare comunque abbiamo visto essere necessaria, qualcuno comincia a defilarsi, anche gli amici della Lega.

che dire...

Edited by Simone
Link to comment
Share on other sites

ENERGIA: SAGLIA, NON RIDURREMO INCENTIVI A SOLARE TERMODINAMICO

 

(ASCA) - Roma, 28 lug - ''Non intendiamo ridurre gli incentivi al solare termodinamico''. Il sottosegretario alle Attivita' Produttive, Stefano Saglia, ha risposto cosi' alle preoccupazioni espresse dal presidente dell'Enea, Luigi Paganetto, dopo la mozione presentata dal PDL al Senato per lo spostamento dei fondi verso altre fonti rinnovabili.

''Il nostro governo - ha aggiunto Saglia a margine della presentazione del Rapporto Energia Ambiente 2008 dell'Enea - e' attento a tutte le fonti di energia e non ha alcun pregiudizio rispetto a questa o quell'altra fonte''.

''Il problema del solare termodinamico - ha proseguito - e' che viene combinato con centrali termoelettriche tradizionali e c'e' quindi bisogno di fare ancora ricerca.

Noi abbiamo un progetto euromediterraneo e quindi con Francia e Germania vogliamo svilupparla all'interno dell'area del Mediterraneo, una volta realizzato l'elettrodotto sottomarino dalla Tunisia che ci consentirebbe di portare questa energia rinnovabile su entrambe le coste''.

-----------

Un po contorta la cosa. Le parole di saglia che vengono dopo la mozione contraddicono quanto detto in essa...sono confuso.

Link to comment
Share on other sites

Qui ci sono di mezzo molti soldi, perchè sappiamo che quando si dice "facciamo una centrale così e così" ci sno delle aziende felici- perchè potrebbero essere loro a costruirle- d altre inc...te nere perchè non avendo nè le esperienze nè i mezzi tecnologici per costruirle si sentono tagliate fuori.

Il termodinamco solare vuol dire- fonte libri di scienze e wikipedia- una serie di turbine mosse dal vapore ottenuto concentrando i raggi solari in un grosso barile dipinto di nero dove c'è dell'acqua, che i raggi solari concentrati fanno bollire. Dove il sole "picchia duro" come in Sicilia il sistema d'estate può fare un mare di energia elettrica, ma gli impianti sono grandi come quartieri e di notte sono fermi.

Per molti il sistema è considerato migliore dei pannelli solari fotovoltaici (quelli usati sulla ISS, per intenderci) perchè gli specchi da usare sono normalissime lastre di stagno lucidate che costano poco, l'acqua va bene anche quella non potabile, e spazio in Itaia ce ne è molto. Ce ne era una in Sicilia, ma non so se funziona ancora,

Edited by Simone
Link to comment
Share on other sites

Puglia, carabinieri nelle sedi dei partiti di centrosinistra

 

I bilanci dei partiti politici del centrosinistra della Regione Puglia vengono acquisiti dai carabinieri a Bari nell'ambito dell'indagine del pm Desirè Digeronimo sul presunto intreccio tra mafia, politica e affari nella gestione degli appalti pubblici nel settore sanitario.

A quanto è dato sapere, le acquisizioni vengono fatte nelle sedi regionali di Pd, Socialisti, Prc, Sinistra e Libertà, e Lista Emiliano.

 

Gli accertamenti disposti dal magistrato, che ha firmato decreti di esibizione di documentazione, riguardano l'ipotesi di illecito finanziamento pubblico ai partiti in riferimento al periodo compreso dal 2005 ad oggi, comprese le ultime elezioni al Comune di Bari.

Nell'inchiesta del pm Desirè Digeronimo è finora indagata una quindicina di persone tra cui l'ex assessore regionale alla Sanità Alberto Tedesco, ora senatore. Le ipotesi di reato sono di associazione per delinquere finalizzata alla corruzione, alla concussione, al falso, alla truffa; per alcuni reati si ipotizza l'aggravante di aver favorito un'associazione mafiosa.

 

http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4...ulesView=Libero

-------------------

Ma non erano quelli del PDL i mafiosi?? :asd:

Sono curioso di leggere le reazioni di Franceschini e compagni :rotfl:

Edited by Venon84
Link to comment
Share on other sites

...

Ma non erano quelli del PDL i mafiosi?? :asd:

Sono curioso di leggere le reazioni di Franceschini e compagni :rotfl:

Nonché quelle di alcuni forumisti!!! :asd:

Link to comment
Share on other sites

E che c'e' da dire? se le accuse sono provate, in galera senza passare dal via, come al Monopoli.

 

Giustizialista? si, grazie.

Sicuramente condivido fino in fondo quanto hai detto.

 

mi faceva ridere il pensare che se sotto accusa fosse stato il PDL ci sarebbero stati fiumi di critiche (giustamente) e di "l'avevo detto io che sono tutti ladri"...e giù forconi per la caccia alle streghe. è indagato il PD e nessuno fiata.

-----------------

tanto per rimanere in tema di falsi moralizzatori:

 

Questo l'ho trovato in un blog quindi potrebbe anche essere una balla:

Paride Martella:

esponente dell’Italia dei valori, ex presidente della Provincia di Latina, arrestato nell’ambito dell’Inchiesta su appalti truccati della Acqua latina: un giro da 15 milioni di euro, indagato per concussione e associazione mafiosa.

 

Gustavo Garifo, capogruppo provinciale dell’IDV di Genova, ammanettato per aver lucrato sugli incassi delle multe.

 

Andrea Proto, consigliere comunale di Genova, reo confesso, ha incassato una condanna a un anno e nove mesi per aver raccolto la firma di un morto.

 

Giuliana Carlino, consigliere comunale Idv di Genova, indagata per aver falsificato migliaia di firme

 

Gaetano Vatiero, segretario Idv di Santa Maria Capua Vetere, incarcerato per corruzione aggravata

 

Mario Buscaino, già sindaco di Trapani, nel luglio del 1998 accusato di concorso in associazione mafiosa per voto di scambio

 

Fabio Giambrone, coordinatore siciliano del partito dell’Idv, pretese il ritiro della candidatura dell’ex collega di partito

 

Maurizio Feraudo, consigliere regionale calabrese, indagato per concussione (per anni avrebbe preteso la corresponsione di un tot sullo stipendio da un suo autista) e truffa, causa domande di rimborso su missioni mai compiute

 

Orazio Schiavone, l’ex assessore ai Lavori pubblici e coordinatore provinciale del partito a Foggia, condannato a un mese e dieci giorni per esercizio abusivo della professione.

 

Rudy D’Amico, ex assessore dell’Idv a Pescara, accusato di associazione a delinquere, abuso d’ufficio, tentata turbativa d’asta e tentata corruzione

 

Vincenzo Iannuzzi, ex sindaco di Lungro (Cosenza), condannato nel 1992 per falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale

 

Giuseppe Soriero al processo di Palmi sulle infiltrazioni mafiose al porto di Gioia Tauro si sarebbe rifiutato di fare il nome del mafioso suggeritogli da un imprenditore per evitare ritorsioni.

 

Pino Aleffi, tessera 762 della loggia P2 di Licio Gelli, candidato in Sardegna.

 

Giuseppe Astore, deputato e coordinatore regionale in Molise, coinvolto nel 1989 nell’inchiesta sull’Erim

 

Tancredi Cimmino, nel 1998 fu chiesto prima il suo arresto e poi il rinvio a giudizio per associazione camorristica, falso e peculato per appoggi elettorali del boss Carmine Alfieri

 

Aldo Michele Radice, portavoce Idv in Basilicata, consigliere del ministro Di Pietro, è invece alla sbarra dal 2006: raccomandazione di manager alla sanità.

 

Leoluca Orlando (attuale portavoce nazionale di IdV). Indagato nel 1996 per corruzione aggravata e condannato nel 2005 per diffamazione aggravata.

 

Poi vi invito a leggere questo:

http://www.pensierolibero.eu/tgeu/index.ph...=new&id=364

----------------------

Non è forse il caso di smetterla di inneggiare alla superirità morale della sinistra??

Edited by Venon84
Link to comment
Share on other sites

L'arma più potente delle mafie è il fango, con cui ricoprono chi lcerca di attaccarle. Ci ricordiamo di come a Palermo "qualcuno" mettesse in giro shifezze- inventate- contro padre Puglisi (che dovrebbe essee santo, se qualche tristo figuro non si fosse messo di traverso) con la complicità di moltissimi cattolici praticanti di Palermo che a queste malignità danno molto credito. Ch fa antimafia al Sud come in tutta Italia è coperto di fango, anche Falcone e Borsellino lo furono., poi però non "bastò" e passarono ad altri mezzi.

Quando nel Sud in una Regione dove purtroppo la Mafia è forte e ci sono tuttavia tante persone a combatterla, sono queste persone spesso ad essere perseguitate grazie a calunnatori professionisti e "inciuci" fra criminalità e società.

Così come capitò al PDL quano fece leggi antimafia, adesso tocca al centrosinistra quando "osa" mettersi di traverso in certi malaffari, lo dico io che NON sono affatto di sinistra.

Poi può darsi che l'inciucio poi ci sia stato, ma non dimentichiamoci che il vero tritolo delle Mafie è il fango. e chi si presta ad infangare.

Edited by Simone
Link to comment
Share on other sites

vedi dindon te sei parito a spada tratta a difendere l'onorevole, mentre io volevo far capirti che qualsiasi politico (iniziando da quelli delle circoscrizioni) che dovrebbe dare il buon esempio, e non si puo dare la colpa al popolo. Se il generale non da il buon esempio come spera che poi la truppa lo segua in battaglia? Idem per i politici.

Il paragone non regge: è puramente illusorio ritenere che gli eletti possano costituire un riferimento morale per gli elettori, sarebbe già tanto se si limitassero a svolgere correttamente i loro compiti.

Comunque non difendo nessuno tantomeno chi non a bisogno di essere difeso: ho solo fatto una questione di priorità.

Link to comment
Share on other sites

... Chi fa antimafia al Sud come in tutta Italia è coperto di fango, anche Falcone e Borsellino lo furono., poi però non "bastò" e passarono ad altri mezzi.

...

Quoto e basta dare uno sguardo all'ottimo articolo da me riportato nel post al link che segue, per rendersi conto chi può essere considerato, a pieno titolo, il re degli "infangatori" (e pensare che si è fatto di tutto, per dargli la Presidenza della Commissione di Vigilanza sulla Rai, al fine, forse, di poter meglio fargli coordinare la sua losca attività!!! :thumbdown::furioso: ):

 

http://www.aereimilitari.org/forum/index.p...st&p=223982 (messaggio n° 85).

Link to comment
Share on other sites

Quoto e basta dare uno sguardo all'ottimo articolo da me riportato nel post al link che segue, per rendersi conto chi può essere considerato, a pieno titolo, il re degli "infangatori" (e pensare che si è fatto di tutto, per dargli la Presidenza della Commissione di Vigilanza sulla Rai, al fine, forse, di poter meglio fargli coordinare la sua losca attività!!! :thumbdown::furioso: ):

 

http://www.aereimilitari.org/forum/index.p...st&p=223982 (messaggio n° 85).

 

 

smentiamo anche questa:

- Orlando è stato il creatore della "primavera di Praga"

- creo la rete per ribadire la questione morale

- rieletto sindaco nel 1993 riuscì ad allontanare le cosche dal comune di Palermo e dalle sue controllate

- eurodeputato nel 1994 propone norme contro la criminalità organizzata

 

 

Nel settembre 1998 gli viene conferita la Gran Croce al Merito Civile dal Re di Spagna Juan Carlos.

 

Nel marzo 1999, a Weimar, in Germania, riceve dal Goethe Institute la “Goethe-Medaille” “per il suo impegno nel perseguimento di una società più giusta e umana e per il contributo reso alla diffusione e alla promozione della cultura tedesca, italiana e siciliana”.

 

Nel novembre del 1999 è nominato cittadino onorario di Chend Du, nella Repubblica Popolare Cinese.

 

Nel dicembre del 1999 è nominato Presidente dell’Istituto per il Rinascimento Siciliano

 

Nell’aprile 2000 il gruppo dei partiti democratici e liberali del Parlamento Europeo gli conferisce l’“European Civic Prize” (“Premio Civico Europeo”) “per il suo impegno contro la criminalità organizzata e a favore del rinnovamento civico di Palermo”.

 

Nel maggio del 2000 riceve la cittadinanza onoraria della Contea di Los Angeles, negli Stati Uniti.

 

Nel luglio 2000, a Filadelfia, in Usa, la Federazione Americana degli Insegnanti gli assegna il “Bayard Rustin Human Rights Award” (“Premio per i Diritti Umani Bayard Rustin”) “per aver portato a Palermo la libertà di una ordinata società civile, e per la sua disponibilità a condividere le ‘lezioni di Palermo’ con altri paesi che si trovano ad affrontare analoghe minacce alla democrazia e ai diritti umani”.

 

Nel settembre 2000, la città di Palermo in Colombia lo nomina sindaco onorario a vita “per averla fatta uscire dal tunnel dell’isolamento e averla introdotta su un cammino di sviluppo economico e sociale agevolando vari interventi da parte della comunità internazionale”.

 

Nell’ottobre 2001 è nominato professore onorario della Solkan-Saba Orbeliani University di Tbilisi, nella Repubblica della Georgia.

 

Nello stesso mese di ottobre riceve a St. Petersburg il Premio Pushkin 2001 “per aver fatto di Palermo un centro mondiale di cultura teatrale”.

 

Dal 2002 Presidente nazionale della FIDAF (Federazione Italiana American Football)

 

Nel marzo 2002 gli viene conferito il premio “Legion de la libertad” attribuito dall’istituto culturale “Ludwig von Mises” di Città del Messico.

 

Nel novembre 2004 l’Università di Trier gli ha conferito la laurea honoris causa in filosofia tedesca.

 

Nel febbraio 2005 riceve dal Centro internazionale di Etnostoria il premio internazionale G. Pitrè.

 

Nel giugno 2005 riceve dalla città di Osnabrück il premio della pace Erich-Maria Remarque.

 

Nel novembre 2005 riceve a Teramo il premio nazionale “Paolo Borsellino”.

 

Dal 2005 è Individual Member di Transparency International con sede a Berlino

 

Agosto 2006 nell’ambito del festival “Agosto Corcianese” ( Umbria) riceve il premio “L’Umbria nel cuore”

 

2007 è membro fondatore di European Council on Foreign Relations (ECFR)

 

Marzo 2008 riceve a Göttingen l’ Humanismus Preis, conferito dalla Società Tedesca di Filologia antica (Deutscher Altphilologenverband)

 

Settembre 2008 riceve a Colonia il premio Konrad Adenauer

 

Dire che ha aiutato la mafia è la cosa più rivoltante e disgustosa che si possa dire su questo personaggio,

Certe balle mi fanno davvero vomitare... Diffamazione di prim'ordine da galera immediata

 

Tutt'ora quell'uomo vive sotto scorta

 

@ venon

non so dove sta la tua fonte ma penso sono informazioni sbagliate ad esempio:

Anche lo stesso Di Pietro è indagato dalla Procura di Roma - con la tesoriera del partito, l’onorevole Silvana Mura - per truffa aggravata, appropriazione indebita e falso in un procedimento che cerca di fare luce sulla gestione delle risorse finanziare dell’Italia dei Valori.

Lo scrisse anche ilGiornale l'hanno scorso beccandosi una denuncia e da nessuna parte risulti che la Mura sia mai stata iscritta a un registro degli indagati.

 

 

Qualche ex di sicuro

Dell'Utri ? Cuffaro (sostenuto dal PDL) ?

 

La DC prima ha trasformato la Sicilia nel più grande bacino elettorale con le cosche, il PDL ne prese il posto (tra l'altro le persone sono le stesse) , io ci manderei gli osservatori internazionali da quelle parti quando si vota...

 

In fondo con la mafia bisogna convivere... (lunardi, ministro Berlusconi II)

 

 

Sul PD

Voglio vedere la reazione dei vertici ma vedo ormai nulla la differenza con il PDL e non solo sulla moralità e legalità (inesistente)

 

 

EDIT

 

Cosa nostra tifa FI?

Volete una prova?

 

Sentenza di condanna di Dell'Utri

« Vi è la prova che Dell’Utri aveva promesso alla mafia precisi vantaggi in campo politico e, di contro, vi è la prova che la mafia, in esecuzione di quella promessa, si era vieppiù orientata a votare per Forza Italia nella prima competizione elettorale utile e, ancora dopo, si era impegnata a sostenere elettoralmente l’imputato in occasione della sua candidatura al Parlamento Europeo nelle fila dello stesso partito, mentre aveva grossi problemi da risolvere con la giustizia perchè era in corso il dibattimento di questo processo penale.
Edited by Leviathan
Link to comment
Share on other sites

...

1) - Orlando è stato il creatore della "primavera di Praga"

...

2) ... la Sicilia ... , il PDL ne prese il posto (tra l'altro le persone sono le stesse) , io ci manderei gli osservatori internazionali da quelle parti quando si vota...

...

1) Cosa?!?!?! :rotfl::rotfl::rotfl::rotfl::rotfl::rotfl:

 

2) R A Z Z I S M O allo stato puro: saresti da bannare solo per questa affermazione!!! :thumbdown::furioso:

Link to comment
Share on other sites

1) Cosa?!?!?! :rotfl::rotfl::rotfl::rotfl::rotfl::rotfl:

 

2) R A Z Z I S M O allo stato puro: saresti da bannare solo per questa affermazione!!! :thumbdown::furioso:

 

Levi probabilmente indica gli osservatori internazionali come persone che possono vigilare sullo svolgimento delle elezioni politiche, cosa c'entra il razzismo?

Link to comment
Share on other sites

Levi probabilmente indica gli osservatori internazionali come persone che possono vigilare sullo svolgimento delle elezioni politiche, cosa c'entra il razzismo?

C'entra, perché in Sicilia ed in Italia, non siamo in un paese del terzo mondo, dove ci vogliono degli osservatori internazionali per vigilare sulle elezioni, siamo in un paese democratico, non siamo in Nordafrica (come i razzisti, a volte, definiscono la Sicilia), siamo in Europa!!!

Link to comment
Share on other sites

A me sembra che tu abbia frainteso.

 

Sono sicuro che se Leviathan vuole chiarire meglio, non avrà problemi a farlo.

In ogni caso, affermare che ci vogliono osservatori internazionali in Sicilia quando si vota, come già fatto notare, non è solo un'offesa di stampo razzista per la Sicilia e per i siciliani, ma è un'offesa anche nei riguardi delle istituzioni democratiche repubblicane: un'offesa allo Stato italiano!

 

Se poi non si riesce a capire ciò, viene solo da piangere!!!

Link to comment
Share on other sites

Guest
This topic is now closed to further replies.
 Share

×
×
  • Create New...