Jump to content

Come abbattere i Raptor?


Recommended Posts

Veramente non mi risulta chè su-34 lancia i missili all'indietro... Infatti i piloti di Lypetsk (base dove i piloti della VVS imparano a usare i nouvi sistemi d'arma, ovvero gli aerei nuovi) smentiscono questa cosa.

Ha raggione Vorthex le leggi della fisica non possono essere cambiati.... il missile lanciato all'indietro non partirebbe da Vel.0km/h ( o da velocità del lancio normale dove al missile si aggiunge la vel. del aereo) mà da velocita 0 -(meno) velocità del aereo.

Mica lo so sai.

Quella dei missili montati per partire all'indietro sul Su-34 l'avevo sentita pure io, ma moltissimo tempo fà e sto parlando di anni e anni quindi non so nè se era attendibile, nè se ne hanno fatto veramente qualcosa di concredto.

Riguardo ai missili all'indietro mica lo so, dipende da dove osservi il sistema, se da terra, o da bordo: i colpi sparati dalle torrette caudali dei B-17 riuscivano ad abbattere normalmente tutto quello che toccavano, perchè hanno in partenza una velocità pari a quella dell'aereo, quindi nella camera di scoppio è come se fossero fermi.

Link to post
Share on other sites
  • Replies 274
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Riguardo ai missili all'indietro mica lo so, dipende da dove osservi il sistema, se da terra, o da bordo: i colpi sparati dalle torrette caudali dei B-17 riuscivano ad abbattere normalmente tutto quello che toccavano, perchè hanno in partenza una velocità pari a quella dell'aereo, quindi nella camera di scoppio è come se fossero fermi.

Beh, è un discorso un pò diverso... Prima di tutto i B-17 non è che volassero in supersonico,

ma soprattutto, un proiettile sparato all' indietro risolve il problema della sua scarsa energia con il fatto che il bersaglio generalmente gli viene incontro.

Comunque se lo osservi "da terra", un proiettile con velocità alla bocca di 300m/s, sparato all' indietro da un vettore che viaggia a 300m/s..... cade come un sasso :asd:

 

Ben diverso il discorso del missile, che se lanciato all' indietro deve recuperare la velocità relativa (negativa) consumando gran parte del combustibile accelerando.

Ed inoltre in questa fase ha modestissime capacità di manovra. Senza contare i problemi aerodinamici del girare la rotaia in volo.

Si comporta certamente meglio un missile che parte dritto, quindi con elevata energia iniziale, e vira di 180° , consumando comunque parecchia della sua energia.

Link to post
Share on other sites

I missili sarebbero già montati all'indietro entro la fusoliera quindi non ci sarebbe bisogno di girarli. Dal punto di vista di bordo, sparare un colpo (o un missile) non farebbe differenza credo, infatti entrambi (proiettile e missile) partirebbero da zero, nell'istante zero.

Link to post
Share on other sites

Comunque per chi non ci crede basta guardare le foto del Su-34 per vedere una spece di coda in mezzo ai motori che sarebbe il radar posteriore per vedere il caccia nemmico che ha alle spalle, una volta che questo radar lo ha beccato gli lancia i missili al contrario.

Link to post
Share on other sites

Per prima cosa non confondiamo un proiettile da 12,7 mm a 900 m/s sparato da un B-17 a 100 m/s con un missile lanciato all’indietro da un aereo magari a 1,5 Mach…Ah, vedo che lo avete già detto, bene. Del missile R-73 con lancio posteriore, forse denominato R-73R, non si sente più parlare da tempo. Dopo lunghe prove era stata dimostrata la fattibilità del progetto. Il missile era dotato di una carenatura aerodinamica posteriore e di un booster aggiuntivo che lo “frenava” in soli 30 metri. Acceso il motore, a velocità zero, si sarebbe diretto contro il bersaglio già rilevato dal sensore. La stabilità era garantita dal vettoramento della spinta, anche a bassissima velocità. Il fatto è che l’idea è buona solo in apparenza: il missile è utilizzabile solo contro bersagli in coda, il suo raggio d’azione massimo è minore e quello minimo è maggiore. Manca di energia sufficiente finché non ha raggiunto una certa velocità. L’evoluzione dei sistemi missilistici più recenti in grado di virare subito dopo il lancio di 180°, ha reso il sistema meno attraente. Ecco delle immagini:

 

15ovxa8.jpg

Link to post
Share on other sites

Non é che per caso sapete darmi avete informazioni sul rivoluzionario SU-47 berkut, grazie alle ali a freccia negativa avrà sicuramente una manovrabilità superiore all'F-22.

sapete per caso se è stealth o se ci saranno ulteriori sviluppi?

Link to post
Share on other sites

Ringrazio Gian Vito per la risposta, come sempre preciso e ben informato. :adorazione:

Mi ero appunto dimenticato di rimarcare la scarsa convenienza di tutte quelle complicazioni, per avere un missile che può essere lanciato solo all' indietro,

occupando uno spazio che può certamente essere meglio sfruttato da un missile a lancio più "convenzionale".

 

Hobo, ho paura che ti sfugga un particolare: se il B 17 vola a 100m/s, è il proiettile in canna accelera fino a 900m/s, una volta sparato in avanti volerà a 1000m/s,

mentre se sparato indietro, volerà a 800m/s (velocità relativa all' aria). Fa 200m/s di differenza...

 

 

Edit: L' ala a freccia negativa ha una quantità di problemi aerodinamici che compensano abbondantemente i vantaggi.

Non mi risulta che quella particolare configurazione alare sia ancora presa seriamente in considerazione,

perciò dubito che avrà mai occasione di confrontarsi col Raptor.

Edited by Robby
Link to post
Share on other sites

http://www.aereimilitari.org/forum/topic/1314-informazioni-su-47/

 

 

Il Su-47 Berkut (Firkin) ed il MiG-1.44/MiG-35 poi MiG-39 (Flatpack) sono rimasti sperimentali. I due pur eccellenti velivoli non avrebbero mai potuto misurarsi con l’F-22. I russi, consapevoli di questo, hanno preferito continuare lo sviluppo di versioni avanzate del Su-27, in attesa dell’attuale T-50. I due caccia presentavano soluzioni avanzate, stive interne, supercrociera, bassa traccia radar. I vari Rafale, Typhoon, Gripen avrebbero trovato degni avversari…Non l’F-22. Studiato espressamente per combattere e vincere contro la generazione successiva: proprio quella del T-50.

Edited by Gian Vito
Link to post
Share on other sites
  • 4 weeks later...

Provo ignorantemente a suggerire due contromisure che nazioni non in possesso di tecnologia stealth paragonabile a quella USA (es. Russia e Cina), potrebbero adottare per proteggere il proprio spazio aereo dalla minaccia degli F22:

 

-sviluppare UCAV supersonici b]non controllati da terra[/b] armati di missili AA, in modo da poter moltiplicare il numero di intercettori in pattuglia anche di decine di volte e rendere problematico sfuggirgli per i pochi F22 che oltretutto non avrebbero abbastanza missili per abbatterli tutti e non potrebbero reggere il confronto in manovrabilità (per i limiti fisici umani) contro dei veicoli non guidati.

 

-sviluppare aerei AWACS stratosferici supersonici che quindi sarebbero difficilmente abbattibili dagli F22 e al tempo stesso potrebbero dirigere verso il basso l'emissione del proprio radar le cui onde rimbalzerebbero sulla superficie superiore degli F22 che come è già stato scritto in questo thread non sono stealth quanto il profilo degli aerei. I caccia "tradizionali" o pseudo-stealth potrebbero essere quindi guidati verso gli F22 dagli AWACS di alta quota e così i loro missili a lungo raggio.

 

Le due soluzioni potrebbero essere sviluppate insieme: quindi anche le centinaia di UCAV in pattuglia verrebbero diretti dagli AWACS stratosferici verso il bersaglio insieme ai caccia MCAV, rendendo l'ingresso degli F22 nello spazio aereo russo/cinese/ecc... molto rischioso.

 

In più anche le postazioni SAM potrebbero ricevere i dati da questi AWACS stratosferici e lanciare i propri missili guidati dagli AWACS. verso gli F22, incrementando ulteriormente il rischio di abbattimento per quest'ultimi.

 

 

 

 

E adesso distruggetemi. :P

Edited by AIP
Link to post
Share on other sites

1)gli ucav non sono patatine e anche loro costano svilupparli e comprarli.

2)un ucav come dici tu deve essere per forza stealth e per ora le uniche nazioni che vanno in questa direzione sono gli usa con l'x47 e il predator c e l'europa con il neuron.

3)gli awacs sono già costosi di per sè, figurarsi renderli supersonici (che non so a cosa effettivamente serva data l'enorme portata del radar) e in grado di volare nella stratosfera!

4)la cina non mi sembra che abbia ancora aerei stealth, mentre il t50 russo ha appena incominciato a volare.

5)la guerra fredda è finita e con lei anche grandi finanziamenti per le spese militari (basta vedere i pochi B2 e F22 prodotti).

Link to post
Share on other sites

1)gli ucav non sono patatine e anche loro costano svilupparli e comprarli.

2)un ucav come dici tu deve essere per forza stealth e per ora le uniche nazioni che vanno in questa direzione sono gli usa con l'x47 e il predator c e l'europa con il neuron.

3)gli awacs sono già costosi di per sè, figurarsi renderli supersonici (che non so a cosa effettivamente serva data l'enorme portata del radar) e in grado di volare nella stratosfera!

4)la cina non mi sembra che abbia ancora aerei stealth, mentre il t50 russo ha appena incominciato a volare.

5)la guerra fredda è finita e con lei anche grandi finanziamenti per le spese militari (basta vedere i pochi B2 e F22 prodotti).

 

1) Vero, ma suppongo che costino meno di un aereo pilotato anche considerando il costo di addestrare il pilota.

 

2) Anche la Russia ha il suo UCAV e comunque io non pensavo ad UCAV stealth ma al fatto che prevalessero come numero.

 

3) Ho scritto supersonici per essere meno vulnerabili ai missili e stratosferici sia per la stessa ragione e sia perchè dall'alto potrebbero individuare gli F22 visto che il fascio radar rimbalzerebbe sulla sagoma del caccia statunitense. Il vecchio aereo civile Tu-144 supersonico (omologo del Concorde) non potrebbe essere resuscitato in versione stratosferica e militare con funzione AWACS?

 

4) Infatti io avevo ipotizzato una soluzione (pessima presumo) per nazioni arretrate in tecnologia stealth come appunto la Cina.

 

5) Vero ma gli F22 rimangono e le mire imperialistiche statunitensi non solo non sono diminuite ma sono anzi aumentate: quindi in un modo o nell'altro le altre grandi potenze (Russia, Cina ma anche India) dovranno attrezzarsi contro lo strapotere stealth statunitense se non vorrano finire dominate (almeno finchè gli USA potranno continuare a sostenere il loro enorme budget militare e ad accumulare debito).

 

.

Edited by AIP
Link to post
Share on other sites

Secondo me il miglior modo per abbattere un F22 è piazzarsi a bordo pista con uno Stinger ! :rolleyes:

 

Bèh se l'F-22 capisce che vuoi abbaterlo non ci pensa due volte a lanciarti un bel razzo anche se tu sparassi prima lui riuscirebbe in qualche modo a deviarlo te invece ?? corri abbastanza veloce ??? non credo proprio cmq non andiamo OT

Link to post
Share on other sites

Comunque per chi non ci crede basta guardare le foto del Su-34 per vedere una spece di coda in mezzo ai motori che sarebbe il radar posteriore per vedere il caccia nemmico che ha alle spalle, una volta che questo radar lo ha beccato gli lancia i missili al contrario.

 

la coda lunga del su-34 serve a bilanciare il peso dovuto all'aumento di peso anteriore per via di cellula corazzata. Infatti è i piloti sono protetti meglio di quelli di su-25.

Link to post
Share on other sites

la coda lunga del su-34 serve a bilanciare il peso dovuto all'aumento di peso anteriore per via di cellula corazzata. Infatti è i piloti sono protetti meglio di quelli di su-25.

 

daccordo ma dentro quella spece di coda c'é un radar.

Link to post
Share on other sites

Se gli USA non ci vendono l'F22, allora per intercettarlo compriamoci tra qualche anno il PAK-FA dalla Russia.

 

L'amico Putin B-) sarà sicuramente contento di vendere i suoi supercaccia all'amico Silvio :okok:.

Link to post
Share on other sites

Se gli USA non ci vendono l'F22, allora per intercettarlo compriamoci tra qualche anno il PAK-FA dalla Russia.

 

L'amico Putin B-) sarà sicuramente contento di vendere i suoi supercaccia all'amico Silvio :okok:.

 

 

 

 

battuta o fantafantafantafantafanta politica??

Link to post
Share on other sites

battuta o fantafantafantafantafanta politica??

 

50% battuta e 50% fantapolitica. :P

 

Comunque i russi sono noti per vendere tutto a tutti in ambito militare e noi, grazie a Silvione :okok: , siamo un quasi-alleato :adorazione: della Russia (ed ottimo cliente della Gazprom :D ).

Link to post
Share on other sites

50% battuta e 50% fantapolitica. :P

 

Comunque i russi sono noti per vendere tutto a tutti in ambito militare e noi, grazie a Silvione :okok: , siamo un quasi-alleato :adorazione: della Russia (ed ottimo cliente della Gazprom :D ).

Beh non c'è da andarne fieri... e considerando le politiche energetiche di Putin essere ottimi clienti Gazprom non è un vanto. Ma non andiamo clamorosamente OT.

Link to post
Share on other sites

Beh non c'è da andarne fieri...

 

La Guerra Fredda è finita 21 anni fa e l'URSS 19 anni fà.

Personalmente, considerando la loro politica estera imperialista e guerrafondaia, io non mi sento orgoglioso di essere "alleato" (protettorato) USA e associato alle loro malefatte dal resto del mondo non-occidentale.

 

e considerando le politiche energetiche di Putin essere ottimi clienti Gazprom non è un vanto.

 

Meglio essere clienti dei russi che del mondo musulmano secondo me.

 

 

Ma non andiamo clamorosamente OT.

 

Vero. Fine OT.

Edited by AIP
Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

Infatti ha ragionato anche lui su questa situazione così imbarazzante per gli avversari, tant'è che ha rimediato da solo all'incoveniente precipitando di sua spontanea volontà: per ben 2 volte.

Link to post
Share on other sites

Le potenzialità di quel "concetrato di tecnologia suprema" che non è altro che il raptor, non risulta invisibile solo ai radar ma anche ai "curiosi", che cercano di capirne le vere potenzialità.

E per curiosi, intendo non solo noi appassionati che fantasctichiamo sulle sue qualità, ma anche gli stessi militari che hanno avuto e che hanno contatti con questa divinità dell' aviazione.

Nelle ultime esercitazioni tra la forza aerea francese e quella usa, effettuate sui cieli dell' Arabia Saudita, sono emerse delle incongrueze tra le testimonianze dei piloti dei due schieramenti, come se avrebbero inventato il tutto.

La stampa poi ci ha messo del suo, affermando che i Raptor hanno battutto in tutti gli scontri i "poveri" Rafael, appena accendevano il radar secondo i resoconti dei piloti americani.

La smentita dei Francesi non si è fatta aspettare, affermando che quasi tutti i duelli avvenuti tra i due velivoli si sono conclusi in un "pareggio", come in una partita di calcio. :ph34r:

Non sò se sono cavolate o meno, ma a me sembra che ci sia un velo di omertà attorno a questo velivolo, che per mantenere la sua incolumità rischia di minare progetti di velivoli molto importanti come il Rafael.

Ovviamente le capacità reali di tutti questi velivoli non saranno svelate, almeno fino al loro pensionamento, salvo sporadiche notizie volanti.

Edited by S939
Link to post
Share on other sites
  • 2 months later...

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...