Jump to content
Sign in to follow this  
Graziani

Base Nazista In Antartide

Recommended Posts

Guest intruder

Stavo per chiedere chi accidenti era Marco Dolcetta, poi l'antivirus mi ha segnalato un trojan e ho dovuto spegnere tutto, riavviare e disinfettare, dando tempo nel frattempo a Galland di intervenire. E scopro che non mi sono perso niente (a non sapere chi è Marco Dolcetta).

 

 

@rick86, conosco benissimo i prototipi di cui parli, ce ne stanno altri, pilotati e non, e tutti finiti nello stesso posto o perché non erano stabili o perché non andavano a Mach 14 (e probabilmente nemmeno a 0.14). Con buona pace dei vari Peter Kolosimo e soci che ci raccontavano di come la mitica V7 tedesca volasse a Praga nel 1945 arrivando a 2400 km all'ora con un pilota dentro.

Edited by intruder

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder
ok ho sbagliato sulla base permanente , ma da qui a credere che sia esistito un baluardo del nazional socialismo nascosto tra i ghiacci dell'antartide. . .

 

circa i dischi volanti ... se parliamo di aerei con ala discoidale siamo daccordo e mi pare che sia esistito un aereo chiamato ''sottobicchiere'' proprio per questo però senza fly by wire e motorii molto potentidubito che servissero a molto

 

tra l'altro siamo sicuri che la forma discoidale sia davvero cosi efficace in termini di portanza resistenza aerodinamica ecc ecc io dubito .

discorso diverso per i tutt' ala come il B-2 ma qui c'è gia un post di Gianni065 che spiega le cose.

 

 

Saucer in inglese non è sottobicchiere, ma salsiera, intesa come piattino dove viene messa la salsa che poi si spalma sulla carne o altrove, sono piattini piuttosto fondi, delle coppette più che dei piattini. Il pilota che parlò di "Fkying Saucers" intendeva questo, non sottobicchieri.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Purtroppo è difficilissimo trovare info affidabili sulla rete (capiti inevitabilmente nei siti che conosciamo tutti). Però, e badate bene è una mia opinione "a naso", secondo me i tedeschi sono riusciti a far sollevare da terra qualcosa di simile ad un disco volante. L'utilità bellica però era pari a zero (niente velocità ipersoniche, niente Mach 14 o altro, semplicemente un disco di latta che si alza dal terreno).

Nel campo aerospaziale, è innegabile, i tedeschi erano più avanti di tutti e resi disperati dalla disfatta incombente.

 

Però chi ne sa di più, o è in grado di segnalarmi un sito affidabile, o anche di dimostrare che quelle foto sono fotomontaggi, è il benvenuto :adorazione:

Edited by Rick86

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder
Purtroppo è difficilissimo trovare info affidabili sulla rete (capiti inevitabilmente nei siti che conosciamo tutti). Però, e badate bene è una mia opinione "a naso", secondo me i tedeschi sono riusciti a far sollevare da terra qualcosa di simile ad un disco volante. L'utilità bellica però era pari a zero (niente velocità ipersoniche, niente Mach 14 o altro, semplicemente un disco di latta che si alza dal terreno).

Nel campo aerospaziale, è innegabile, i tedeschi erano più avanti di tutti e resi disperati dalla disfatta incombente.

 

Però chi ne sa di più, o è in grado di segnalarmi un sito affidabile, o anche di dimostrare che quelle foto sono fotomontaggi, è il benvenuto :adorazione:

 

 

Fatti un google con Vril Society (prova varie grafie di Vril perché non mi ricordo come si scrive esattamente) e armati di tanta, santa pazienza, perché dovrai discerne mooooooolto loglio dal grano, ma dovresti trovare qualcosa di interessante.

 

Anni fa girava un libro molto bello sulle armi segrete tedesche, ma accanto a cose reali, come il fucile con la canna curva per sparare dietro gli angoli dei muri o il cannone con gittata di 100 km, c'era della monnezza allucinante in stile Kolosimo. Peccatlo, la parte "reale" era comunque molto interessante, c'era la foto di un disco volante, diametro di un paio di metri, pareva più un giocattolo che una macchina bellica, il titolo cominciava con Waffen und Geheimwaff, cioè armi e armi segrete, ma non ricordo il resto del titolo. Ne gira una versione "moderna", ce l'ha Amazon, puergata però di molte parti, non so perché. Il libro me lo sono perso durante un trasloco tanti anni fa, peccato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Berkut, parlammo già molto tempo fa dei fantomatici "dischi volanti nazisti", e penso che Rick 86 abbia riassunto egregiamente quello che fu detto allora...perdonami, ma oggi siamo nell'epoca digitale, e centinaia di satelliti per rilevamento e telecomunicazioni ci passano sulla testa ogni giorno.

 

Dato che l'Antartide è stato studiato anche dallo spazio, un eventuale "base segreta" sarebbe uscita fuori, in quasi 70 anni...

 

Storie come questa derivano dall'alone di mistero che lo stesso Hitler pose sulle cosiddette "armi segrete" (V1 e V2 in primis), ma di serio c'è ben poco.

 

Non so come ti sia andato l'esame di stato, ma avresti fatto più bella figura portando argomenti più "seri" e "tecnici" (o quantomeno, parlando di cose il cui funzionamento si può descrivere in base alle leggi della fisica...).

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder

Guarda che il New Mexico (dove esplose Trinity, la prima Bomba) e l'Antartide c'è qualcosa di più di 3000 chilometri...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ho letto tutto, ma è una miniera d'ora per il mio esame!

 

Come argentino posso dirvi solo che nel 46 l'argentina aveva l'8°economia mondiale e l'oro della riserva era custodito nei corridoi della cassa di governo( Rosada). Perchè nella banca centrale non c'era più posto. Per me era questo che trasportavano gli U-BOAT,oro, oltre ai criminali nazisti.

 

Stranamente nel 43 fu un colpo distato che porto al potere al Gral.EdelmiroJulián Farrell.( il suo ministro del lavoro sarebbe a breve J.D. Peron). Tutti erano membri del GOU (Grupo de Oficiales Unidos).Una "elite" masone dentro le Forze Armate argentine di tendenza nazionalista e pro-fascista..

 

Itedeschi si stavano preparando una via di scampo?

 

Farrell aveva discendenza Irlandese di parte del padre e tedesca di parte della madre (Schwarz). Peron vince l'elezione nel 46. È stato uno dei presidenti argentini più discussi sia per la mancanza di un riferimento politico ben preciso sia per aver dato asilo ai nazisti che scappavano dai processi per crimini di guerra al termine della Seconda guerra mondiale. L'influenza tedesca in Argentina e la sua posizione pro-asse generarono forti attriti fra il governo di Peron e l'ambasciatore americano.

 

...................................................................................................................................

 

Se qualcuno conosce l'Argentina, in provincia di Cordoba vicino a Villa Gral. Belgrano, dove stranamente aveva luogo la festa nazionale della birra quando ero giovane ,anni 70/80.

 

Esisteva un paesino allora chiamato La Cumbrecita a circa 1500 -2000 md'altezza, oggi un centro turistico.

 

Dopo aver fatto una strada di terra battuta, in salita, con tornanti stretti,si arrivava ad un posto perfino con un ecosistema cambiato e si parlava solo tedesco, non ero nel confine con l'Austria! Ero in Argentina! Posti cosi si trovano dispersi ovunque in diverse province la giu, tranne che a differenza della Cumbrecita in questi casi, i tedeschi si sono mescolati con la popolazione locale.313991304_88c2834b3f.jpg

 

1.jpg

 

886602.jpg

Edited by Condorito

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ecco alcuni uniformi dell' esercito argentino negli anni 40-50. A cosa ti ricordano?

el_muy_verdugo.jpg

 

ead.jpgimagese.jpgtruman.jpg

Edited by Condorito

Share this post


Link to post
Share on other sites

per quanto riguarda le comunità tedesche all'estero, non mi stupisco: l'anno scorso sono stato di passaggio ad Helen, GA, USA, ai piedi degli appalachi, sembrava di stare in Baviera!!!!!!!!!!!!!!!!!

 

riguardo le uniformi argentine degli anni 40-50, non trovo altri aggettivi se non ..... IMPRESSIONANTE!!!!!! :blink:

Share this post


Link to post
Share on other sites

un giorno vidi un documentario che parlava di questo paesino argentino dove dopo il 45 erano scappati degli scienziati tedeschi che si stabilirono in questo paese e uno di loro trovò lavoro come medico. prescriveva ai pazzienti delle ''medicine strane'' se cosi posso definirle , e quel paesino è diventato il posto con il piu alto tasso di gemelli al mondo .

si pensa quindi che fossero alcuni degli stessi scienziati tedeschi che facevano esperimenti genetici sugli ebrei che poi fuggirono in argentina...ho scritto molto terra terra perche il documentario l ho visto molto tempo fa e non mi ricordo bene la faccenda comunque appena avro tempo cerco qualche info in piu su internet

Share this post


Link to post
Share on other sites

scherzi a parte, questa base nazista dove sarebbe stata di preciso in Antardide? E' probabile che la Marina tedesca avrebbe voluto disporre di una base ben fornita per supportare l'opera dei sommergibili nell'Atlantico del Sud e-magari- coordinarsi con i Giapponesi nell'Oceano Indiano - dove transitavano molti dei rifornimenti americani destinati all'esercito inglese in Medio Oriente prima, ed in Nord africa, poi- però una tale base sarebbe stata difficilissima da rifornire, oltre che esposta ad azioni offensive alleate dal sud Africa o dall'Oceania. Non si può escludere in maniera assoluta che un progetto del genere sia esistito,ma che la base fosse abitata in permanenza ed abbia davvero contribuito allo sforzo bellico, è più difficile da sostenere. Anche perchè negli archivi della Kriegsmarine dovrebbe pur esserci qualcosa in proposito, no?

Share this post


Link to post
Share on other sites

no guarda , i tedeschi aveva altro a cui pensare da far arrivare la benzina all afrika korps a come fronteggiare i russi sotto Berlino , le risorse per arrivare in antartide non le avevano .

 

certi scrittori e mentecatti tirarono fuori l Antartide solo perchè è lontana ed esotica e speravano che rimanesse inesplorata cosi da alimentare un mito . Ripeto sono solo deliri di chi non vuole accettare di aver perso la guerra , conducendo i proprio paesi nel baratro .

 

ricorda il mito di'' ultima thule'' la base all estremo nord in cui i gerarchi nazisti avrebbero cercato scampo , si scoprì poi che era ,in realtà,una stazione meteorologica automatica ,grande come una cuccia per cani , ed in territorio canadese per giunta .

rimane la domanda di fondo ''se i tedeschi avevano cosi tanta abbondanza di risorse materiali e superiorità tecnologica come han fatto a perdere così in malo modo ?"

 

I nazisti, non avevano bisogno di basi segrete , si sono rifugiati più o meno indisturbati in tutto il mondo: sud america , USA ( metà della CIA era composta da ex membri dell intelligence del terzo reich ), alcuni non hanno nemmeno lasciato la Germania o l Europa

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho letto solo adesso che il "tunnel sotto l'Antartide" sarebbe stato alla bellezza di 50 km di profondità, ovvero 5000 decametri, dato che ad ogni 10 metri corrisponde una pressione di 1 atmosfera, in quella base i sottomarini avrebbero dovuto sopportare 5000 atmosfere. Mi sembra che questo particolare, se non ho compreso male io il testo, getti un'ombra più che oscura sulla validità del saggio storico (!) in questione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma a parte le giuste considerazioni di cama, basterebbe guardare un mappamondo per capire che una base in Antartide sarebbe stata, per i tedeschi, totalmente inutile.

 

Una base nella regione più inospitale del mondo, lontana migliaia di km dalle rotte commerciali, per farci che?

 

A volte basterebbe il normale buonsenso per smontare queste pseudo teorie.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi sono dato tanta premura per cercare un sito in cui non comparissero ufo ecc e l'ho trovato..peccato che abbiano copiato da siti molto poco realisti -.-" pero' ci sono le foto.. la verita'? Boh..mi riservo di informarmi prima di dire la mia su cose verso cui nutro una piccola curiosita' e un grande scetticismo..intanto buona visione delle immagini

 

 

http://ogigia.altervista.org/index.php?mod=read&id=1251887172

Share this post


Link to post
Share on other sites

alla faccia.... un tunnel morenico diventa un tunnel artificiale.... meno male che non è un sito di UFO....

Share this post


Link to post
Share on other sites

ricordo nel lontano 1996 di aver giocato ad un video gioco nella sala giochi, dove erano presenti i nazisti e gli ufo nazisti.

Sparavi ed andavi avanti.

Difficilissimo!!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

"Quoto. Il testo è tratto da Gary Hyland, I segreti perduti della tecnologia nazista, un libro (idiota, come tutti i libri sull'argomento senza un minimo di rigore autocritico) sui dischi volanti pubblicato nel 2002 da Newton & Compton (ex casa editrice seria). Comunque, non prendetevela, girano in rete dei video su una presunta missione Apollo 20 mandata sulla Luna nel 1976 con un equipaggio misto russo americano a recuperare parti e corpi da un'astronave aliena sulla Luna..."

 

ricordo quel libro ... avevo appena visto un documentario sulla Rai sulla tecnologia nazista (documentario di cui non ricordo il titolo) vedo da Feltrinelli quel libro e penso: "deve essere quello utilizzato come base storica del documentario".

leggo il frontespizio (non mi sembrava educato leggerne il contenuto davanti al commesso) e penso interessante ... lo compro.

PAGO ed esco, torno subito a casa, lo apro ... salto il sommario ... capitolo I ... record storico dodici secondi di lettura ... per me "I segreti perduti della tecnologia nazista" è una boiata pazzesca (cit.).

mi sembra inutile sottolineare che, dopo quei dodici secondi, il libro è finito dritto dritto i cantina.

 

comunque, tornando seri, la base segreta nazista non è in Antartide e neppure in Canda ma in Norvegia: www.youtube.com/watch?v=55uGN58UOkk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per chi ha voglia di vedere un po' di fesserie in TV , allora segnalo su Focus - canale 56 , la serie " Alieni : nuove rivelazioni " :censura: ( mi sembra che ora la facciano il Sabato ) , in cui si racconta di tutto e di più, compreso qualche accenno all'UFO nazista detto " die Glocke " .

Poltrona , popcorn , birra , rutto libero di tipo fantozziano e godetevela senza crederci .

Edited by engine

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×