Jump to content
Sign in to follow this  
Thunderalex

Afghanistan - Topic ufficiale

Recommended Posts

“We’re making history doing what we’re doing here,” said Maj. Gen. Kurt J. Stein, head of the 1st Sustainment Command, who is overseeing the drawdown in Afghanistan. “This is the largest retrograde mission in history.”


The most contentious and closely watched part of the effort involves the disposal of Mine-Resistant Ambush Protected vehicles, the hulking beige personnel carriers that the Pentagon raced to build starting in 2007 to counter the threat of roadside bombs in Iraq and Afghanistan. The massive trucks, known as MRAPs, came to symbolize the bloody evolution of wars that were meant to be short conflicts but turned into quagmires.


The Pentagon has determined that it will no longer have use for about 12,300 of its 25,500 MRAPs scattered at bases worldwide, officials said. In Afghanistan, the military has labeled about 2,000 of its roughly 11,000 MRAPs “excess.” About 9,000 will be shipped to the United States and U.S. military bases in Kuwait and elsewhere, but the majority of the unwanted vehicles — which cost about $1 million each — will probably be shredded, officials said, because they are unlikely to find clients willing to come pick them up.


“MRAPs have served us well in the current war, but we will not need all that we bought for Iraq and Afghanistan in the future,” Alan Estevez, the assistant secretary of defense for logistics and materiel readiness, said in a statement. “It is cost prohibitive to retrograde and reset MRAPs that we do not need for the future.”



Those MRAPs that the Pentagon has deemed unnecessary have been arriving by the dozen at scrap yards at four U.S. military bases in Afghanistan in recent months. Toiling under the searing sun last week at this vast base in southern Kandahar province, contract workers from Nepal and other countries in the region wore fireproof suits and masks as they used special blowtorches to dismantle vehicles built to withstand deadly blasts. It takes about 12 hours to tear apart each MRAP.



Last month, the Kandahar yard produced 11 million pounds of scrap that was sold to Afghan contractors for a few cents per pound, said Morgan Gunn, a Defense Logistics Agency employee who runs the site. Afghans use the scrap mainly for construction and as makeshift spare parts.



The U.S. Army owns the lion’s share of the military equipment currently in Afghanistan. As of May, Mason said, $25 billion worth of equipment was deployed with Army personnel. After an analysis of needs and costs, it has decided to ship back no more than 76 percent. Transporting that much will cost $2 billion to $3 billion, the Army estimates. And repairing the gear that comes back will cost $8 billion to $9 billion.



“Kuwait was a lifesaver,” Stein said, noting that there are no neighboring U.S. bases where equipment leaving Afghanistan could be easily stored. “It’s very hard to get our stuff out of Afghanistan. In Iraq, we could drive it out to Kuwait, and it sat there for a year or two until the Army decided its disposition.”



dichiarazioni di Lt. Gen. Raymond V. Mason, Army deputy chief of staff for logistics.



http://www.washingtonpost.com/world/asia_pacific/scrapping-equipment-key-to-afghan-drawdown/2013/06/19/9d435258-d83f-11e2-b418-9dfa095e125d_print.html

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'articolo riportato dal Washington Post non si capisce bene a cosa faccia riferimento.

 

I Disposition Services come quello dell'aeroporto di Kandahar operano da tempo e si sono occupati di raccogliere materiale danneggiato durante le operazioni e non piu riparabile o divenuto obsoleto. Lo fanno da anni.
Qui alcuni articoli in proposito
qui un servizio sui junks di metallo
Gli equipaggiamenti vengono dirottati verso il Dispositions quando il costo di riparazione eccede il 65% del loro valore attuale.
Nel caso degli MRAP parliamo di mezzi danneggiati irriparabilmente durante le missioni.
I 7 miliardi di dollari menzionati nell'articolo dovrebbero far riferimento all'equipaggiamento accatastato in questi junk yards in tutti questi anni di operazioni e in piu quello appartenente alla categoria Personal Property (FEPP).
Rispetto alla guerra in Irak dove vennero impiegate circa il doppio delle truppe, queste cifre sono enormemente piu grandi e mi paiono poco credibili.
La cosa che mi lascia molto perplesso sono le numeri del "repairing" valutate 8-9 (!) miliardi di dollari.
Cioe' secondo l'articolo si lasciano in afganistan mezzi del valore di 7 miliardi di dollari i cui costi di riparazione sono superiori al loro valore!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh se siamo al non capire a cosa faccia riferimento l'articolo.... ci sono nomi e cognomi: è vero, o no, quello che dicono?

 

Se abbiamo da confutare lo si faccia con dati, altrimenti si prende atto e basta.

 

Sui numeri se ne parlò anche altrove, e anche li dicesti che non era vero: poi guarda caso saltano fuori proprio questi numeri (e basta il conto della serva: 2000 MRAP che vengono demoliti sul posto al costo di un milione l'uno, sono gia 2 miliardi di dollari). Oppure anche la matematica è una opinione.

 

Ci sono, evidentemente, equipaggiamenti che per usura, ma anche per tipologia, non ha senso riportare a casa: e si parla di miliardi di dollari, come si dice da mesi.

 

Tutto il resto è vita. Così come il fatto che ti paiano poco credibili: non risulta tu sia sto gran esperto di logistica. O hai dati, o non li hai.

 

Li ci sono nomi e cognomi dei responsabili logistici dello USARMY: un po più credibili dello Holmes qualsiasi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2000 MRAP che vengono demoliti sul posto al costo di un milione l'uno, sono gia 2 miliardi di dollari). Oppure anche la matematica è una opinione.

 

 

 

Forse fa riferimento al costo di acquisto del MRAP non quello di demolizione .

La maggior parte dei MRAP hanno un prezzo inferiore ai 700mila dollari cadauno senza accessori (torrette, apparati EW, roller antimine, telecamere.....) . Quindi ammettendo di non voler attualizzare il prezzo corrente, tralasciando la svalutazione degli stessi, non andiamo oltre 1.5 miliardi di dollari.

 

I 2mila MRAP di cui si parla sono nella stragrande maggioranza veicoli non piu utilizzabili perche fuori combattimento!

 

Un altro numero che non quadra e' questo

.......than 170 million pounds worth of vehicles and other military equipment as it rushes to wind down its role in the Afghanistan war by the end of 2014.

 

 

Sono 77mila tonnellate.

Ora un MRAP in media pesa circa 13-14 tonn.

 

Se dividiamo tale somma per ciascuno MRAP dovrebbe fare circa 6mila veicoli !

Il triplo di quelli che sono stati indicati.

E' chiaro che anche in questo caso si sta parlando dei dispositions di cui sopra e sopratutto dei tanti containers che non servono piu.

 

L'articolo del Washington Post poi e' questo:

 

http://www.washingtonpost.com/world/asia_pacific/scrapping-equipment-key-to-afghan-drawdown/2013/06/19/9d435258-d83f-11e2-b418-9dfa095e125d_story.html

 

 

Gli unici passaggi virgolettati attribuiti ad ufficiali dell'Us Army sono i seguenti:

 

“We’re making history doing what we’re doing here,” said Maj. Gen. Kurt J. Stein, head of the 1st Sustainment Command, who is overseeing the drawdown in Afghanistan. “This is the largest retrograde mission in history.”

 

 

 

Le sue parole mi paiono irrealistiche in termini di quantita, perche se si guardano i dati del "retrograde" dall'irak i numeri sono un po piu grandi. Poi della "storia".....vabbe, la seconda guerra mondiale cosa e' stata?!!

 

E lo stesso poi aggiunge

 

“One might ask: Why not give it to the Afghans?” Stein said as he toured the Kandahar yard. “It’s such a fast-paced operation, and most of it is trash. We don’t want to leave this in the battlefield.”

 

 

 

 

Appunto, "trash" perche a suo tempo dirottati ai dispositions come viene riportato negli articoli di cui sopra.

Ma la cosa che mi lascia molto perplesso sono le cifre del "repair". 8-9 miliardi di dollari?

A cosa fa riferimento? Ai 2mila Mrap?

 

Vediamo 9 miliardi diviso 2mila, fanno 4.5 milioni di dollari ! Impossibile, perche un Mrap nuovo in media costa 700mila dollari.

I casi sono due, o l'articolo e' stato scritto con i piedi (non e' la prima volta) o siamo di fronte ad una grande truffa ai danni dei contribuenti americani !

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Forse fa riferimento al costo di acquisto del MRAP non quello di demolizione .

si, fa riferimento al costo di acquisto.

but the majority of the unwanted vehicles — which cost about $1 million each — will probably be shredded

 

 

E' chiaro che anche in questo caso si sta parlando dei dispositions di cui sopra e sopratutto dei tanti containers che non servono piu.

containers che vengono anche espressamente citati.

The debris is packed into U.S.-owned shipping containers that also have been deemed unfit to return home.

 

comunque, vabè, apparte queste precisazioni... non capisco quale sia il problema. l'articolo è molto chiaro: parla di materiali e costi TOTALI, evidenziando i MRAP, che sono sicuramente più accattivanti del filo spinato o delle barriere anti-sfondamento.

Share this post


Link to post
Share on other sites
parla di materiali e costi TOTALI, evidenziando i MRAP, che sono sicuramente più accattivanti del filo spinato o delle barriere anti-sfondamento.

 

 

Si, che parli dei costi l'ho capito, solo che se li si paragona all'irak dove il contingente era certamente piu grande le cifre mi sembrano molto strane.

 

 

http://usnavyjeep.blogspot.com/2011/12/gear-left-behind-in-iraq-no-real.html

 

 

The command estimates that it has bequeathed to the Iraqi government more than 4 million pieces of this and that, valued at $580 million. However, the military is saving more than $1 billion in shipping costs.

 

Here is some of what Iraq is getting when it assumes control of all U.S. bases:

 

• Containerized housing units, air conditioners and gym equipment.

 

• Generators, water and fuel tanks, cars and stoves.

 

• Tables, washers and dryers, portable chemical toilets; and large, portable concrete walls and barriers.

 

"They take a crane and move around on flatbeds as they need it," Gen. Buchanan said. "It's certainly not worth the cost to us to to get all these pieces of concrete anywhere back to the U.S."

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

ROMA - Un commando di talebani ha sferrato stamani un attacco contro il palazzo presidenziale di Kabul, vicino agli uffici della Cia. Nella capitale afghana sono stati uditi per circa un'ora colpi d'arma da fuoco ed esplosioni in una zona in cui si trovano varie ambasciate ed edifici governativi. Quattro Talebani, stando all'agenzia di stampa Dpa, sono stati uccisi dagli agenti della polizia afghana. Nella sparatoria sono intervenute le guardie del servizio di sicurezza e soldati americani.
Al palazzo presidenziale era in programma una conferenza stampa di Hamid Karzai e nella zona si erano già radunati vari giornalisti. «Quattro insorti a bordo di un'auto, con documenti falsi, sono stati identificati dalle forze di sicurezza e sono stati uccisi prima che raggiungessero l'obiettivo», ha detto alla Dpa il capo della polizia di Kabul, Ayub Salangi, assicurando che non ci sono altre vittime. I talebani hanno presto fatto sapere che l'obiettivo dell'attacco erano il palazzo presidenziale e i vicini uffici della Cia e la sede del ministero della Difesa. «Molti soldati locali e stranieri sono stati uccisi in questo attacco», ha sostenuto Zabihullah Mujahid, portavoce dei talebani, fornendo come spesso accade un bilancio diverso da quello ufficiale.

 

http://www.ilmessaggero.it/PRIMOPIANO/ESTERI/afghanistan_talebani_palazzo_presidenziale/notizie/296352.shtml

Share this post


Link to post
Share on other sites

Operation Seemorgh .... sino ad ora la più importante azione combinata fra esercito e forze aeree afghane ....

 

Afghans Show Muscle ....

 

The Afghan air force participated with Afghan army units in the largest Afghan-led combat operation in three decades, according to an Air Forces Central Command release.

Operation Seemorgh, launched on July 23, was meant to clear the Azrah and Hezarek districts of Taliban insurgents, states the Aug. 8 release.

Two AAF Mi-35s and six Mi-17s participated in the operation's first wave, supporting ground forces

"This was the first completely autonomous Afghan air force troop insertion in support of a major operation,” said Army Capt. Tom Jones, team lead for the 438th Air Expeditionary Air Advisory Squadron's Kabul Air Wing partnership.

"While the AAF has conducted other troop insertions and air assaults before, they would use coalition support; this time it was done all on their own," he said.

Both Afghan airmen and coalition advisors considered the operation a success, although it was "not complete," states the release.

"The AAF has demonstrated they have the fortitude to fight for their country and their homeland, and that's something to be proud of," said Jones.

 

Jalalabad report by SSgt. Torri Ingalsbe .... See also It's No Rag-Tag Operation.

 

8/9/2013

 

2pzwd3d.jpg

Here, a pair of AAF Mi-17s departs from Jalalabad Airfield on the first day of the operation.
Air Force photo by MSgt. Ben Bloker

 

Fonte .... il "Daily Report" dell'AFA .... bhf5g7_th.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma .... nell'opinione pubblica degli Stati Uniti serpeggia il dubbio ....

 

Pressing On in Afghanistan ....

 

Afghan military forces have proven themselves capable in combat, but US and NATO forces are still necessary to suppress the threat of al Qaeda and other terrorist groups in the region, said Marine Corps Gen. Joseph Dunford, the top US and NATO general in Afghanistan.

"Over the past few years, Afghan forces have become increasingly competent, capable, and credible," said Dunford on Aug. 8 in a speech he gave via video teleconference from Kabul to the Reserve Officers Association's National Security Symposium in Washington, D.C.

He said the Afghans should be able to maintain security once the NATO combat mission ends in Afghanistan on Dec. 31, 2014.

However, Dunford said he was concerned with the results of a recent poll that found that the majority of Americans surveyed no longer think the war in Afghanistan was worth fighting, while nearly half believe all US forces should come home in the next year.

"We still have 60,000 men and women in uniform in harm's way, and the American people need to understand why they are here, what they are doing, and what they are trying to accomplish," he said.

 

AFPS report by Jim Garamone ....

 

8/12/2013

 

Fonte .... il "Daily Report" dell'AFA .... bhf5g7_th.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sempre sui fatti di Camp Bastion, è stato reso pubblico il rapporto dello USCENTCOM sull'accaduto.

 

Oltre ai gia ben noti fatti, espletati in maniera precisa e militare, si può leggere fra le righe, che i Marines hanno peccato di comunicazione/coordinazione con le altre realtà nel Campo. In sostanza farebbero meglio a fare da se.

 

USCENTOM Investigation Executive Summary

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sembra che Kerry e Karzai abbiano trovato un accordo sulla sicurezza del paese, ma solo parziale. Dopo le dichiarazioni si Karzai sembrava tutto pronto per il ritiro delle truppe USA e NATO, ma stamattina i segnali sembrano piu' distesi. Per mantenere la presenza USA nel territorio afgano, Karzai aveva chiesto che venissero addestrati i membri dell'esercito, che fossero fornite armi, che l'A-stan fosse protetto dagli USA in caso di aggressioni esterne, che i dati di intelligence raccolti dagli USA fossero condivisi con le forze afgane e che la giurisdizione sulle truppe USA fosse afgana. Ed e' proprio su penultimo e ultimo punto che non c'e' accordo. Infatti gli USA chiedono l'immunita' delle proprie forze, e in caso di errori, i militari devono essere processati in USA (come successo nel caso del militare che uccise 16 persone e si trova ora a scontare l'ergastolo in USA). Karzai su questo punto proprio non ci sta, e ha girato la patata bollente alla Loya Girga (consiglio dei capi tribali) e al parlamento . Ricordiamo che Obama ha fissato la "red line" per trovare un accordo in data 31 ott. Gli Afgani avevano ribattuto di non aver fretta nel firmare, sintomo palese (insieme ad altre dichiarazioni) che la presenza USA/NATO e' meno gradita di quel che sembra.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dicevo stamattina:

 

 

 

la presenza USA/NATO e' meno gradita di quel che sembra.

 

Ecco:

 

 

 

Afghanistan: militare Nato ucciso da uomo con uniforme esercito afghano

 

Kabul, 13 ott. - (Adnkronos/Xinhua) - Un militare della Nato impegnato nella missione Isaf è stato copito a morte da un un uomo che indossava un'uniforme delle forze di sicurezza afghane. Lo ha confermato oggi l'Alleanza atlantica, riferendo che sulla vicenda è stata aperta un'indagine e che ulteriori dettagli veranno resi noti in seguito.

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'Aeronautica Militare Afghana, non appena ricevuti due vecchi C-130H donati dagli Stati Uniti (dopo la dismissione forzata di un buon numero di C-27A/G.222), ne ha immantinente cominciato l'impiego .... non senza il fattivo appoggio di "consiglieri" militari NATO ....

 

"Afghan C-130 takes off to a great start" .... http://www.afcent.af.mil/news/story.asp?id=123366923

 

2nvqxa8.jpg

 

Kabul 9 Ottobre 2013 .... un momento della cerimonia di consegna dei due aerei ....

 

Il numero 1675 dipinto sotto la cabina di pilotaggio mi fa risalire al numero di matricola completo (74-1675) .... il che sta a significare che si tratta di un ....

 

Lockheed Model 382C-41D C-130H Hercules (C/N 4640) consegnato nel Dicembre del 1975 al 463rd TAW, Dyess AFB, Texas

 

.... che, dopo ben 38 anni di servizio nei reparti di volo dell'USAF, sta iniziando una "nuova" vita operativa nel paese asiatico ....

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Di primo pelo il C-130H. Ma sti regali in questa situazione? Kerry e Karzai si sono accordati sulla presenza USA dopo il 2014?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il tg stasera ha dato notizia di uno scontro a fuoco che ha coinvolto le nostre truppe. Lo scontro e' durato 30 minuti circa, poi i talebani si sono ritirati.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ritirata .... o fuga ?

 

 

C-130 Aircrew Helps Close Down FOB Salerno ....

 

Six airmen assigned to the 774th Expeditionary Airlift Squadron at Bagram Airfield, Afghanistan, plus their C-130, recently helped close down Forward Operating Base Salerno in eastern Afghanistan by flying out the last US military personnel from there, according to a Bagram release.

"This mission was unique," said SSgt. Matt Pockette, C-130 loadmaster with the unit.

"We had to deal with people walking up to the aircraft at the last minute to get on with extra baggage and cargo," he said in the Oct. 29 release.

Overall, the C-130 lifted out 250 passengers, two all-terrain vehicles, and 2,500 pounds of baggage in support of closing down Salerno.

"It feels good when you see how happy everyone is to get out of there," said SrA. Bradley Price, another C-130 loadmaster.

Salerno had the nickname "Rocket City" for the number of rocket attacks it endured.

 

Bagram report by SSgt. Stephenie Wade.

 

10/31/2013

 

28qt83l.jpg

A 774th Expeditionary Airlift Squadron C-130 Hercules cargo plane kicks up dirt on a short runway landing at Forward Operating Base Salerno, Khost province, Afghanistan, Sept. 21, 2013.

The 19th Movement Control Team, a small squadron of Air Force surface movement controllers and aerial porters, have the herculean task of overseeing the vast majority of retrograde operations at FOB Salerno.

(U.S. Air Force file photo/Master Sgt. Ben Bloker)

 

Fonte .... il "Daily Report" dell'AFA .... 2mpl6b5.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×