Jump to content
Sign in to follow this  
Thunderalex

Afghanistan - Topic ufficiale

Recommended Posts

Ma i piloti con che criterio sganciano bombe??

La cia non sembra avere dati affidabili se fa 27 morti civili.

Possibile che sempre quando si sganciano bombe ci finiscono in mezzo i civili?

Ora non so come sia andata ma o i civili facevano da scudi umani o seriamente con tutti i soldi che gli usa danno alla cia inizio a pensare storto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ma i piloti con che criterio sganciano bombe??

La cia non sembra avere dati affidabili se fa 27 morti civili.

Possibile che sempre quando si sganciano bombe ci finiscono in mezzo i civili?

Ora non so come sia andata ma o i civili facevano da scudi umani o seriamente con tutti i soldi che gli usa danno alla cia inizio a pensare storto.

 

 

Veramente i danni collaterali sono sempre più ridotti, le polemiche le lasciamo ai giornali pacifisti che non capiscono minimamente di cosa si tratta.

In afghanistan c'è la guerra, e in guerra tendenzialmente si muore, se ti aspetti che finiscano di mezzo solo i cattivi sei fuori strada, specie quando sono insurgent che si mischiano con la popolazione civile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eh sì marco, Dominus ha pienamente ragione...dove c'è la guerra si muore, che si abbia la divisa o no. E anche se i civili non combattono e dunque non sono dei bersagli, purtroppo muoiono anche loro, nonostante tutti gli sforzi fatti per ridurre le perdite. Sforzi che hanno dato i loro effetti, se pensi alla seconda guerra mondiale quando formazioni di centinaia di bombardieri venivano mandati a colpire le città avversarie, con la conseguente perdita di moltissimi civili (wikipedia parla di 25.000-35.000 morti nella sola Dresda per via dei raid degli Alleati), 27 morti sono nulla...Certo è brutto dire così, però è una cosa inevitabile.

E poi vorrei farti notare un'altra cosa: non è la CIA a gestire queste cose...La CIA non è una sorta di divinità onnisciente, è un'agenzia informativa che non potrebbe mai riuscire a controllare i bersagli di ogni singolo attacco aereo, semplicemente perchè ciò è materialmente impossibile. E poi questi non sono i suoi compiti: l'Agenzia serve per raccogliere informazioni su governi, personaggi e organizzazioni straniere per conto del governo americano, non certo a individuare avamposti talebani o a verificare l'identità dei passeggeri di un convoglio. Quelli sono compiti che vengono svolti dal personale sul campo, anche perchè se si dovesse aspettare che la CIA o un ente simile verifichino la natura del bersaglio, hai voglia...il bersaglio nel frattempo potrebbe farsi il giro del mondo. Per concludere, i bombardamenti vengono svolti cercando di ridurre al minimo i danni collaterali; i piloti non vanno certo in giro a sganciare bombe qua e là per divertirsi, anzi devono essere autorizzati dai piani più alti per effettuare un attacco. Nonostante questo talvolta vengono commessi degli errori, e purtroppo ne risentono anche i civili. Ma la guerra è così, e non ci si può fare nulla oltre a ciò che viene già fatto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Le due campagne, Enduring Freedom e quelle della WWII non andrebbero nemmeno paragonate.

Nella prima si cerca di non causare vittime civili, nella seconda si cercava di causarne, nell'ottica di togliere manodopera alle industrie nemiche, e demoralizzare la volontà di proseguire nella guerra.

Invece devono cercare di migliorare ancora, e per usare parole di un'altro: "Lieutenant General Nick Parker, said forces in Afghanistan "have to make snap judgements" and "sometimes these incidents occur".

Share this post


Link to post
Share on other sites

Benchè sia stata aperta un'indagine in merito alla strage di 27 civili nel sud dell'A.gan, sembra chiaro fin da ora che siano state le U.S. Special Forces coadiuvate dall'esercito afgano, ad effettuare la chiamata di un supporto aereo, e che non siano state rispettate le regole per un ingaggio sicuro.

 

L'operazione si è svolta al di fuori del contesto dell'operazione in atto a Marjah, in cui un gran numero di soldati si adoperano per la sicurezza locale, cacciando i Talebani dalla zona.

 

L'incidente segue tragicamente i fatti come quello in cui hanno perso la vita 142 persone durante un bombardamento di una cisterna, a Settembre, nel nord della provincia di Kunduz, o quando a Maggio una bomba da 2.000 libbre lanciata da un B-1 nella provincia di Farah uccise dozzine di civili, o del Novembre 2008 quando durante un matrimonio morirono 37 persone nella provincia di Kandahar.

 

 

 

fonte: The Wall Street Journal

Share this post


Link to post
Share on other sites
Quello che voglio capire è se la loro unica fonte di sostegno è l'oppio e se sono appoggiati da qualche altro stato o solo da trafficanti che danno armi in cambio di soldi fatti con l'oppio.

Adesso posso darti una delle risposte, anche a Simone che faceva una domanda simile qui.

 

“Si, i talebani passano da queste parti e ci minacciano”, spiegano i contadini. “Vedete cosa hanno fatto a mio fratello, lui veniva a riempire i sacchi di sabbia da voi a JFM, la prima volta ci picchiano per avvertirci, la seconda ci ammazzano”.

 

Sono i metodi da clan malavitoso con i quali “i cattivi ragazzi” tengono in pugno intere zone non sempre all’interno del loro regno, controllandone manodopera ed economia.

 

Fonte Stampa

Edited by -{-Legolas-}-

Share this post


Link to post
Share on other sites
Non so se il video viene dall'afghanistan comunque guardatelo e commentatelo,svago??

http://www.youtube.com/watch?v=NCjVEDztghY...feature=related

L'unico commento da fare è che andrebbe cestinato come un prodotto fazioso confezionato ad hoc da questa TV alternativa

http://www.arcoiris.tv/

basta guardare l'home page per capire come la pensano.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Più che altro mi fanno ridere le battute, tanto se non avessero ucciso quei talebani poi i talebani avrebbero ucciso loro,a me fanno ridere le battute ripeto.

Qualcuno sa qualche video simile?

Edited by marco9023

Share this post


Link to post
Share on other sites

questa è una discussione seria, i video per i frikkettoni li lasciamo a loro ed ai loro siti. se sei interessato a questo genere di spazzatura, prova ad andare su qualche loro sito.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Macche non sono interessato a roba del genere, solo che fanno ridere le battute anche se quelli che sono saltati in aria non la penserebbero così,ora ritornate pure in discorso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

a me non c'è niente che fa ridere in quel video.

La parte finale è orrenda, spero che l'acqua gli sia andata di traverso, sono favorevole ad un esportazione della democrazia ma l'ultima scena è veramente agghiacciante...

Share this post


Link to post
Share on other sites

La parte divertente si interrompe quando si passa sull' ac 130 comunque chiudiamo l'off topic.

Edited by marco9023

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il video postato da Marco 9023 è agghiacciante, non capisco come si possano bollare per faziose delle immagini come quelle.. i soldati esultano quando uccidono e distruggono, insultano gli abitanti locali, hanno comportamenti razzisti ed omofobi..il video ibn questione, ma ce ne sono molti altri sul genere, è incontrovertibile..

e questo sarebbe "l'esercito dei professionisti" mandati a garantire la pace? me ve lo immaginate? provate ad immedesimarvi in un afghano che vede la propria casa sbriciolata, e dei ragazzini del c***o armati fino ai denti che esultano nello sparare alla gente? Secondo voi quello si convince che i taliban sono dei sanguinari, o inizia a pensare che i pazzi sangiuinari sono gli occidentali?

Io ne ho conosciuti diversi che partono per l'afghanistan, o l'iraq, a sparare ai "towel heads"..credetemi, quel video rappresenta lo spirito con cui i giovani americani partono per la guerra..

 

 

 

Ci si addolora tanto per i nostri soldati quando muoiono, ma si rimane indifferenti per le vittime civili, o dell'altro schieramento, perchè non servono la nostra "patria"..ci vorrebbe più rispetto..

Share this post


Link to post
Share on other sites

è un video fazioso, nonchè stupido perchè la guerra è brutta, la gente muore ed i combattenti vengono sottoposti ad uno stress pesantissimo. è da quando l'uomo fa la guerra che il soldato assume un atteggiamento "da caserma", esulta della morte del nemico e sfoga le sue "passioni" nei modi che gli sembrano più consoni. un esercito di "non professionisti" avrebbe, magari, trucidato i civili e stuprato le loro donne... mi sembra un bella differenza.

 

e no, non si ha alcun rispetto dei terroristi e non penso si debba spiegare il perchè. magari non si ha manco rispetto della morte dell'avversario "non terrorista"... ma sai com'è... il tuo avversario ti vuole uccidere, mica dare dei fiori, mi sembra un comportamento oltremodo umano.

Edited by vorthex

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sono stimati in 36.000 i combattenti talebani, stimati fra la popolazione di tutte le età, e dispersi fra chi è un Talebano vero e proprio, o chi semplicemente imbraccia le armi per convenienza.

Dal 2001 il Governo americano ha versato 17 miliardi di dollari per gli aiuti al paese, e conta di investirne un'altro miliardo nei prossimi cinque anni per lavoro, addestramento, sviluppo sostenibile.

 

http://www.timesonline.co.uk/tol/news/worl...icle7047321.ece

Share this post


Link to post
Share on other sites

SE fosse vero, sarà dura credere che chiudere la prigione di Guantanamo faccia del bene agli USA.

 

LASHKAR GAH, Afghanistan — A man freed from Guantanamo more than two years ago after he claimed he only wanted to go home and help his family is now a senior commander running Taliban resistance to the U.S.-led offensive in southern Afghanistan, two senior Afghan intelligence officials say.

 

Fonte Fox News. Continua...

Share this post


Link to post
Share on other sites
è un video fazioso, nonchè stupido perchè la guerra è brutta, la gente muore ed i combattenti vengono sottoposti ad uno stress pesantissimo. è da quando l'uomo fa la guerra che il soldato assume un atteggiamento "da caserma", esulta della morte del nemico e sfoga le sue "passioni" nei modi che gli sembrano più consoni. un esercito di "non professionisti" avrebbe, magari, trucidato i civili e stuprato le loro donne... mi sembra un bella differenza.

 

e no, non si ha alcun rispetto dei terroristi e non penso si debba spiegare il perchè. magari non si ha manco rispetto della morte dell'avversario "non terrorista"... ma sai com'è... il tuo avversario ti vuole uccidere, mica dare dei fiori, mi sembra un comportamento oltremodo umano.

 

 

Allora chiamiamola con il suo vero nome, chiamiamola guerra in afghanistan, invece di operazione di pace, chiamiamola occupazione militare, invece di peacekeeping. Almeno il governo americano non usa mezzi termini. Questa è una guerra, nient'altro. Pretendiamo di "esportare" i nostri valori in quei luoghi, ma mostriamo il lato peggiore di noi. Voi mi dite che è normale che si gioisca per la morte del nemico durante un'operazione militare. Bene, allora l'opzione militare forse non era la soluzione più adatta al problema afghanistan. Le guerre vanno bene per conquistare. Gli eserciti si schierano per distruggere, non per costruire una democrazia. L'islam radicale si combatte con altre armi, che consentano di mostrare i vantaggi di vivere in uno stato liberale e di diritto. Non possiamo pretendere di imporre questi valori con la forza. Sta agli afghani costruirsi la loro democrazia, ammesso che ne vorranno mai una, e delineare la loro strada verso lo sviluppo.

Questa strategia di lotta al terrorismo è semplicemente fallimentare e i fatti, dopo 9 anni di guerra in cui ben poco è cambiato, lo dimostrano.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Bene, allora l'opzione militare forse non era la soluzione più adatta al problema afghanistan.
L'islam radicale si combatte con altre armi, che consentano di mostrare i vantaggi di vivere in uno stato liberale e di diritto.

certo, mandiamogli un cesto di arance... così si convincono a non piazzare più bombe.

 

Non possiamo pretendere di imporre questi valori con la forza. Sta agli afghani costruirsi la loro democrazia, ammesso che ne vorranno mai una, e delineare la loro strada verso lo sviluppo.

sinceramente a me che l'A-stan si doti di una democrazia non mi interessa proprio. è mio interesse, però, che il loro modo di vivere non costituisca un pericolo per me. se per ottenere questo sacrosanto diritto, dobbiamo rispedirli al neolitico o "invogliarli" alla democrazia, è un problema loro. ci pensavano due volte prima di rompere.

 

Questa strategia di lotta al terrorismo è semplicemente fallimentare e i fatti, dopo 9 anni di guerra in cui ben poco è cambiato, lo dimostrano.

non mi pare proprio, però se tu vuoi pensare che noi siamo i cattivoni, fa pure!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Allora chiamiamola con il suo vero nome, chiamiamola guerra in afghanistan, invece di operazione di pace, chiamiamola occupazione militare, invece di peacekeeping. Almeno il governo americano non usa mezzi termini. Questa è una guerra, nient'altro.

 

Da questa descrizione, s'intende che senz'altro non hai ben chiaro i ruoli di ISAF e di Operation Enduring Freedom. Posso invece essere d'accordo con te sul fatto che la "guerra è guerra", le bombe che cadono sulle persone, che si chiamino NATO o Talebane, sempre bombe sono, ma questo lo sanno tutti, non ci nascondiamo dietro a un dito vero?

 

Pretendiamo di "esportare" i nostri valori in quei luoghi, ma mostriamo il lato peggiore di noi.

I valori di democrazia si fondano su quelli dei diritti dell'uomo, universalmente riconosciuti, i "nostri" valori sono questi, e da che mondo è mondo gli uomini sono tutti uguali.

Voi mi dite che è normale che si gioisca per la morte del nemico durante un'operazione militare.

Vorthex ti ha spiegato la situazione.

Bene, allora l'opzione militare forse non era la soluzione più adatta al problema afghanistan.

Se ammetti che c'era un problema in Afghanistan, mi fai il piacere di spiegarmi di che problema stai parlando? Così giusto per capirti meglio.

Le guerre vanno bene per conquistare. Gli eserciti si schierano per distruggere, non per costruire una democrazia.

L'Iraq delle votazioni elettorali di questi giorni cos'è?

L'Italia delle prossime elezioni cos'è?

Non è banale che un esercito faccia questa differenza, perchè a Praga i carroarmati russi non stavano li per garantire le votazioni, o in piazza Tienanmen.

Dipende da come si usano gli eserciti.

L'islam radicale si combatte con altre armi, che consentano di mostrare i vantaggi di vivere in uno stato liberale e di diritto. Non possiamo pretendere di imporre questi valori con la forza.

Nel 2001, Osama Bin Laden stava pensando giusto di ricordarci con la forza, quanto sia illiberale il nostro modello di democrazia.

Sta agli afghani costruirsi la loro democrazia, ammesso che ne vorranno mai una, e delineare la loro strada verso lo sviluppo.

L'unico modello di sviluppo che interessava al regime talebano, era quello di procurarsi oppio e armi, e per far questo bastava tenere la gente al guinzaglio col mitra puntato in faccia.

Questa strategia di lotta al terrorismo è semplicemente fallimentare e i fatti, dopo 9 anni di guerra in cui ben poco è cambiato, lo dimostrano.

Non sono d'accordo con te, anche se ammetto che la strada per cambiare in meglio è lunga è difficile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×