Jump to content

Fantascienza - Navi spaziali


Recommended Posts

  • Replies 176
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Dipende dal tipo.   1)Diretto: I prodotti della reazione materia/antimateria vengono indirizzati da un'ugello magnetico, in questa configuazione la materia/antimetera è sia la fonte di energia che "

Antimateria senza dubbio. In effetti quando parlate di armi nucleari, non avete visto bene la serie di star trek, dove varie volte, almeno l'Enterprise di Kirk, si è trovata a sostenere con i suoi scu

io sono dell'idea che queste specie di f/a 18 Galactic Hornet ( ) siano sempre delle buone macchine per fare CAS alle truppe da sbarco. Dopotutto sono facili da pilotare, economiche, hanno buone pres

comunque per un bombardamento globale penso che l'orbita polare sia la migliore.... bombardamento cinetico con barre di tungsteno... come idea è carina però le barre dovranno avere una massa adeguata per creare ingenti danni, poi sinceramente io preferirei un sistema tipo icbm(invece di partire da un continente la testata parte direttamente dall'orbita) con sistema di rientro di tipo Mirv (con testata nucleare o convenzionale).......................però pensandoci bene il bombardamento cinetico come hai proposto te sarebbe meno soggetto all'intercettazione, se la massa è sufficiente la vedo dura distruggerlo o deviare in maniera sensibile una massa che viaggia alla velocità di rientro

E come fa un'astronave sul Polo a bombardare qualcosa che sta dall'altra parte del pianeta (come al Polo Sud), scusa? :huh:

non essendoci aria non cè attrito quindi non cè frizione e quindi non si genera calore e quindi non si dovrebbe vaporizzare

Perfetto, come avevo detto.

Sì sì, solo che al posto delle testate nucleari vengono lanciate le barre di tungsteno (hanno uno scopo diverso rispetto alle testate nucleari e ancora più diverso rispetto a quelle ad antimateria). :okok:

 

P.S.: Cama, ma quel filmato è stato fatto solo con pezzi presi da "The Plan"? Ci sono scene che non ricordo.

P.S.: che diavolo è quella nave enorme che spara il fascio arancione?

Edited by Berkut
Link to post
Share on other sites
Un'orbita polare è un'orbita che permette al satellite che la percorre di passare sopra entrambi i poli del corpo celeste su cui ruota (ad esempio un pianeta). Quindi l'orbita polare è un caso particolare di orbita inclinata rispetto al piano equatoriale terrestre con un'inclinazione molto vicina ai 90° rispetto all'equatore. Le orbite polari si possono suddividere anche in morning orbit o afternoon orbit, in base all'ora in cui il satellite attraversa l'equatore.

Una volta fissato il piano orbitale, perpendicolare alla rotazione del corpo centrale, il satellite passerà sopra il pianeta con diverse longitudini, quindi passerà sopra ogni regione del corpo centrale. Per questa caratteristica, l'orbita polare è spesso utilizzata per missioni di mappatura e osservazione terrestre ovvero telerilevamento e satelliti meteorologici.

Tratto da Wikipedia

 

Praticamente è un'orbita particolare che passa per entrambi i poli, se il periodo dell'orbita e particolarmente veloce mediante la rotazione del pianeta l'ipotetica nave in orbita polare si vedrà scorrere tutta la superficie del pianeta... per un bombardamento a tappeto mi sembra perfetta, anche se con una nave sola forse è troppo lenta come operazione ma con più navi con orbite polari che si incrociato a creare una specie di asterisco diventa assai più rapida come esecuzione

Link to post
Share on other sites

allora si dovrebbe usare scene sia del pilot che di the plan più le mini serie

 

la nave con fascio arancione (che poi sarebbe la trasmissione del virus con cui disabilitare le difese coloniali ) è l hub di resurrezione

Link to post
Share on other sites
  • 4 weeks later...

allora si dovrebbe usare scene sia del pilot che di the plan più le mini serie

 

la nave con fascio arancione (che poi sarebbe la trasmissione del virus con cui disabilitare le difese coloniali ) è l hub di resurrezione

Ho scoperto la wiki di BSG. Pare sia una nave chiamata "Colony".

In effetti ora che ci penso appare più o meno alla fine della serie ed è quella enorme base da assaltare...

Link to post
Share on other sites
  • 3 weeks later...

Bho forse un gigantesco radar riuscirebbe ad avere un ritorno da un'ipotetica nave..... oppure si potrebbe rilevare particolari radiazioni elettromagnetiche.... per quanto riguarda la difesa in Halo attorno alla terra erano state allestite 300 piattaforme orbitali(non so in che tipo di orbita forse geostazionaria) armate di un gigantesco cannone elettromagnetico , mentre un cannone posto sulla superficie avrebbe la problematica che avrebbe una finestra di fuoco ristretta quindi ne servirebbe un gran numero posti in ogni angolo del globo..... e poi volendo la luna potrebbe essere armata e fungere da base avanzata pero sarebbe sempre in movimento e non so quanto potrebbe essere effettivamente utile

 

P.s volendo potresti sempre ricorrere ad un vasto arsenale missilistico coadiuvato con testate nucleari

 

 

Servirebbe una rete di satelliti radar, ne servirebbero abbastanza, ma considerata l'estensione del sistema solare meno di quanto si pensi. Infatti un singolo radar non essendoci altri disturbi può monitorare con accuratezza parecchio spazio.

Link to post
Share on other sites

certo, però un'ipotetica nave potrebbe nascondersi vicino (o dietro) ad un corpo celeste mascherando cosi la propria traccia radar, quindi direi che serva una rete abbastanza numerosa in modo che durante l'orbita di tutti i corpi celesti sia possibile monitorare tutte le facce non lasciando luoghi bui....

Link to post
Share on other sites

Immaginiamo di avere un dispositivo in grado di neutralizzare (ripeto, solo neutralizzare, nient'altro) la gravità attorno ad un'astronave in modo da "isolarla" gravitazionalmente. Nello spazio un dispositivo del genere sarebbe utile in prossimità dei pianeti per evitare di venire influenzati dal campo gravitazionale di questi ultimi; nello spazio profondo credo un po' meno...

 

Ora pongo tre quesiti:

  1. La nostra astronave deve rientrare in atmosfera, per farlo indebolisce il campo in modo da poter rientrare ad una velocità costante senza troppi traumi. Si verrebbe comunque a creare l'effetto "palla di fuoco" tipico dei rientri?
  2. La nostra astronave è rientrata in atmosfera e fluttua allegramente su una città; l'equipaggio si stanca però della vista e decide di passare ad un'altra città. Visto che l'astronave è molto grossa avrebbe problemi con lo spostarsi anche tenendo conto che è gravitazionalmente isolata?
  3. La nostra astronave arriva nell'altra città che però non l'accoglie amichevolmente: le vengono lanciati contro missili su missili; riuscirebbero a impattare o il campo li respingerebbe?

 

Grazie a tutti!

Link to post
Share on other sites
La nostra astronave deve rientrare in atmosfera, per farlo indebolisce il campo in modo da poter rientrare ad una velocità costante senza troppi traumi. Si verrebbe comunque a creare l'effetto "palla di fuoco" tipico dei rientri?

 

dipende; la palla di fuoco è provocata dall'attrito ,se la nave scende lentamente non si verifica attrito

 

La nostra astronave è rientrata in atmosfera e fluttua allegramente su una città; l'equipaggio si stanca però della vista e decide di passare ad un'altra città. Visto che l'astronave è molto grossa avrebbe problemi con lo spostarsi anche tenendo conto che è gravitazionalmente isolata?

 

gravità o meno , una massa enorme comporta inerzia , anzi senza la forza di gravità ad contrastarla ,l inerzia sarà maggiore ,senza contare l effetto del vento , pensa a un sistema per mantenere la nave stabile su un punto : motori stabilizzatori , banali ancore ..

 

La nostra astronave arriva nell'altra città che però non l'accoglie amichevolmente: le vengono lanciati contro missili su missili; riuscirebbero a impattare o il campo li respingerebbe?

 

se il campo neutralizza e basta la gravità i missili andrebbero più veloci , se crea un forza uguale e contraria può darsi che respinga tutto ciò che tenta di attraversarlo

 

non ti posso rispondere meglio , perchè qui siamo nella pura fantascienza

Link to post
Share on other sites

 

gravità o meno , una massa enorme comporta inerzia , anzi senza la forza di gravità ad contrastarla ,l inerzia sarà maggiore ,senza contare l effetto del vento , pensa a un sistema per mantenere la nave stabile su un punto : motori stabilizzatori , banali ancore ..

 

 

se la nave è isolata gravitazionalmente, per mantenersi fissa sulla città non dovrebbe compensare oltre al movimento rotatorio anche il movimento orbitale del pianeta? , essendo isolata dalla gravità, se non ne seguisse la rotta, il pianeta continuerebbe a muoversi seguendo la propria orbita e la nave se rimanesse ferma nella propria posizione (ignorando i movimenti del pianeta) rischierebbe di impattare con esso (o si potrebbe allontanare)... o no?

Link to post
Share on other sites

Giustamente sì, la nave è praticamente in una bolla che la tiene isolata dal resto e dunque anche se la nave restasse ferma in realtà vedrebbe comunque tutto muoversi. Non ci avevo pensato!

A questo punto allora credo sia meglio, più che di isolamento, parlare di manipolazione.

 

Ho preso un po' spunto da Mass Effect: in pratica vi è l'elemento zero che permette, tramite l'energia oscura, di modificare la massa di un oggetto, di creare barriere, di manipolare gli oggetti con la forza del pensiero. Sostanzialmente esponendo l'elemento zero a una carica elettrica positiva si aumenta la massa, con una carica negativa la si riduce.

Un'idea molto ingegnosa, devo dire.

Link to post
Share on other sites
  • 2 months later...

Dipende dal tipo.

 

1)Diretto: I prodotti della reazione materia/antimateria vengono indirizzati da un'ugello magnetico, in questa configuazione la materia/antimetera è sia la fonte di energia che "l'ejecta"

2)L'energia della reazione materia/antimateria viene usata per riscaldare un qualche altro fluido che è le massa eiettata (idrogeno per esempio)

3)Come fonte di energia elettrica per alimentare sistemi di propulsione piu o realistici.

Link to post
Share on other sites

Dipende dal tipo.

 

1)Diretto: I prodotti della reazione materia/antimateria vengono indirizzati da un'ugello magnetico, in questa configuazione la materia/antimetera è sia la fonte di energia che "l'ejecta"

2)L'energia della reazione materia/antimateria viene usata per riscaldare un qualche altro fluido che è le massa eiettata (idrogeno per esempio)

3)Come fonte di energia elettrica per alimentare sistemi di propulsione piu o realistici.

 

 

Grazie mille! Ora ho le idee molto più chiare, su internet avevo trovato delle cose imbarazanti....

Link to post
Share on other sites

Dipende dal tipo.

 

1)Diretto: I prodotti della reazione materia/antimateria vengono indirizzati da un'ugello magnetico, in questa configuazione la materia/antimetera è sia la fonte di energia che "l'ejecta"

I prodotti sono radioattivi? Se un'astronave con questo propulsore va in atmosfera fa una cosa che Chernobyl a confronto è una goccia di petrolio nell'oceano pacifico?

2)L'energia della reazione materia/antimateria viene usata per riscaldare un qualche altro fluido che è le massa eiettata (idrogeno per esempio)

È meno efficiente di quello sopra descritto? Stessa domanda riguardo la pericolosità.

3)Come fonte di energia elettrica per alimentare sistemi di propulsione piu o realistici.

Tipo il propulsore a fusione catalizzato dall'antimateria. 'Na cosa simile...

 

Mi sono sempre chiesto una cosa: se un'astronave che va ad antimateria viene distrutta, l'antimateria si annichilisce e fa un bel botto, vero? Immagino sia pericolosissimo in atmosfera...

Link to post
Share on other sites

Mi sono sempre chiesto una cosa: se un'astronave che va ad antimateria viene distrutta, l'antimateria si annichilisce e fa un bel botto, vero? Immagino sia pericolosissimo in atmosfera...

l'antimateria dovrà essere conservata in qualche modo (campi magnetici, ecc ecc), se la nave in cui è ospitato questo "serbatoio viene danneggiata a tal punto che il "serbatoio" perde la sua capacità di contenere l'antimateria o l'astronave viene distrutta, l'antimateria si ricongiungerà con la materia.....dovrebbe fare un discreto botto......il tutto dipenderà dalle quantità di materia e antimateria che interagiscano però credo che se le quantità sono sufficienti direi che anche se la nave fosse in orbita potrebbe causare enormi distruzioni anche sul pianeta e tutto ciò che gli è troppo vicino

Link to post
Share on other sites

Nell'annichililazione materia/antimateria in ogni caso ci sono una valanga di raggi gamma, quindi si.

 

Nel primo sistema i danni l'efficenza risente dal fatto che l'ugello magnetico non puo sfruttare per la spinta particelle prive di carica (parte dei prodotti), ne si puo ricavare spinta dai raggi gamma.

Nel secondo sistema la perdite di efficenza sono dello stesso tipo di quelle dei razzi "normali" e dei motori termici in generale, I raggi gamma si possono usare per riscaldare la massa da eiettare e quindi non sono "sprecati"

Questi sono i limiti teorici, sensa considerare quelli pratici del si-puo/si-potra fare.

 

Oltre all'efficenza del motore in se, c'è da considerare l'efficenza propulsiva.

 

Come spinta statica, un razzo che espelle 100kg di propellente a 100ms, produce la stessa spinta statica di un un razzo che ne spinge 10kg a 1000ms.

E' ovvio che 10kg di propellente a 1000ms hanno molta piu energia cinetica di 100kg a 100ms, la spinta è la stessa ma l'energia in piu è trattenuta nell'energia cinetica del propellente che conserva velocita relativa rispetto al punto di riferimento:

 

Se il razzo si muove a 100ms, e il propellente è espulso a 100ms . Il propellente per un'osservatore a terra si muovera a 100ms meno 100ms, cioè 0ms. Quindi 0 energia cinetica rimasta nel propellente, ed efficenza propulsiva del 100%

Se il razzo si muove a 100ms è il propellente è esplulso a 1000ms Il propellente per un'osservatore a terra si muovera a 1000ms meno 100ms cioè 900ms (con relativa energia cinetica) nella direzione opposta a quella del razzo, e l'efficenza propulsiva va a farsi benedire.

 

Tornano all'antimateria, il primo sistema espelle poca massa a velocita elevatissime, il secondo piu massa a velocita piu bassa.... Il primo tende "sprecare" energia il secondo "preca" massa.

Come detto l'efficenza propulsiva per un razzo è massima quando si riesce a portare a riposo la massa espulsa rispetto al punto di riferimento (lo stesso sul quale si misura la velocita del razzo)

Quindi il primo sistema conviene a velocita elevatissime, il secondo gia a velocita piu moderate.

...

 

Sull'ultimo punto intendevo "sistemi di propulsione piu o meno realistici" cioè tutto il resto, includendo, per dire, il warp drive :asd:

Edited by Einherjar
Link to post
Share on other sites

Capisco.

A questo punto credo sia sconveniente montare su una nave da guerra un propulsore ad antimateria, anche perché basta un leggerissimo calo di tensione e tutto va a farsi benedire; figuriamoci in uno scontro a fuoco dove si prendono colpi a destra e mirare alle parti più sensibili, anche se non direttamente esposte, è una buona idea. Un buon reattore a fusione dovrebbe essere più verosimile (anche se dovrebbero esserci diversi problemi, non maggiori rispetto all'antimateria, ma tant'è); a proposito, qual è il tipo di fusione più efficiente? Ho sentito parlare del boro e dell'elio-3.

 

Questa poi è una domanda molto più in tema con gli argomenti del forum, riguarda i laser.

Quant'è verosimile uno scenario in cui i missili sono resi inutili dai laser? Quanto i laser potrebbero dominare la scena in futuro? A vedere roba tipo MTHEL viene di primo acchito da pensare che in futuro missili e bombe potrebbero divenire molto meno efficaci rispetto a oggi.

Quale potrebbe essere un uso realistico dei laser? Naturalmente non parlo di due-trecento anni, ma di scenari futuribili e immaginabili.

 

P.S.: grazie per la precisione e la gentilezza nel rispondere.

Edited by Berkut
Link to post
Share on other sites

Quant'è verosimile uno scenario in cui i missili sono resi inutili dai laser?

 

direi che sia incredibilmente verosimile, oggi siamo limitati solo dalla tecnologia, ma in un futuro penso che i laser soppianteranno molte categorie di armi...

poi i laser per un uso extra atmosferico tecnicamente dovrebbero essere più efficienti data la mancanza delle distorsioni che l'atmosfera provoca, quindi dovrebbe essere più facile focalizzare e mantenere stabile il raggio laser......

 

Quale potrebbe essere un uso realistico dei laser?

 

qui si ritorna all'antico duello, arma contro corazza....

per quanto riguarda le armi, io mi immagino laser ad altissima energia con un fuoco molto ridotto, con lo scopo di effettuare attacchi chirurgici contro i punti chiavi di una nave nemica, in pratica dovrebbe avere l'energia necessaria a sfondare le difese nemiche e oltrepassare lo scafo della nave fino ad arrivare ad un sistema particolarmente delicato tipo i motori, i reattori (a fusione o ad antimateria),le stesse armi nemiche, la plancia......il tutto dipende se si vuole distruggere la nave nemica e renderla inservibile........

mentre laser a media o bassa potenza potrebbero fornire copertura contro missili, caccia,ecc ecc

 

mentre la corazza secondo me è molto più difficile, come si blocca un laser?? non credo si possa intercettare e deviarlo con altre armi,si potrebbero coprire gli scafi di un materiale riflettente o prismi per deviare il laser a altre direzioni, ma non so quanto potrebbe funzionare, a quel punto si potrebbero usare altre armi cinetiche, balistiche per danneggiare o distruggere lo strato riflettente..... la fantascienza mi suggerisce i classici scudi ma non so se intendi usarli e non saprei neanche come potrebbero difenderti da un laser.....

Link to post
Share on other sites

direi che sia incredibilmente verosimile, oggi siamo limitati solo dalla tecnologia, ma in un futuro penso che i laser soppianteranno molte categorie di armi...

poi i laser per un uso extra atmosferico tecnicamente dovrebbero essere più efficienti data la mancanza delle distorsioni che l'atmosfera provoca, quindi dovrebbe essere più facile focalizzare e mantenere stabile il raggio laser......

E come si farebbe a bombardare, ad esempio, un edificio se le bombe possono essere intercettate con facilità? Per quanto riguarda i carri armati non credo sia problematico, ma gli edifici sì.

Immaginai aerei senza missili armati solo con cannoni laser, tipo così:

laser_aircraft%20weapon.jpg

In pratica si ritornerebbe al dogfight.

Come si alimenterebbe poi un laser decente su un caccia?

Ero anche alla ricerca di un elemento che potesse distinguere una civiltà più avanzata da una meno: l'uso massiccissimo che fa quella più avanzata dei laser.

qui si ritorna all'antico duello, arma contro corazza....

per quanto riguarda le armi, io mi immagino laser ad altissima energia con un fuoco molto ridotto, con lo scopo di effettuare attacchi chirurgici contro i punti chiavi di una nave nemica, in pratica dovrebbe avere l'energia necessaria a sfondare le difese nemiche e oltrepassare lo scafo della nave fino ad arrivare ad un sistema particolarmente delicato tipo i motori, i reattori (a fusione o ad antimateria),le stesse armi nemiche, la plancia......il tutto dipende se si vuole distruggere la nave nemica e renderla inservibile........

mentre laser a media o bassa potenza potrebbero fornire copertura contro missili, caccia,ecc ecc

 

mentre la corazza secondo me è molto più difficile, come si blocca un laser?? non credo si possa intercettare e deviarlo con altre armi,si potrebbero coprire gli scafi di un materiale riflettente o prismi per deviare il laser a altre direzioni, ma non so quanto potrebbe funzionare, a quel punto si potrebbero usare altre armi cinetiche, balistiche per danneggiare o distruggere lo strato riflettente..... la fantascienza mi suggerisce i classici scudi ma non so se intendi usarli e non saprei neanche come potrebbero difenderti da un laser.....

Il problema non si pone, per i combattimenti nave-nave ci sono i railgun che vedo molto più adeguati a sfondare corazze.

Stavo pensando anche ai cannoni particellari neutri, l'idea è di una "corazzata" con tre o due grossi NPB per lato, ma forse sarebbero più semplici ed efficaci tre o due grossi railgun.

Link to post
Share on other sites

E come si farebbe a bombardare, ad esempio, un edificio se le bombe possono essere intercettate con facilità? Per quanto riguarda i carri armati non credo sia problematico, ma gli edifici sì.

Immaginai aerei senza missili armati solo con cannoni laser, tipo così:

laser_aircraft%20weapon.jpg

In pratica si ritornerebbe al dogfight.

 

Dipende dai casi: se ti trovi in atmosfera si, se invece ti trovi nello spazio il caccia inseguito semplicemente si gira su se stesso (stile Battlestar Galattica per intenderci) e apre il fuoco sull'inseguitore... O almeno così si suppone che funzioneranno i caccia in una battaglia spaziale

Link to post
Share on other sites

Dipende dai casi: se ti trovi in atmosfera si, se invece ti trovi nello spazio il caccia inseguito semplicemente si gira su se stesso (stile Battlestar Galattica per intenderci) e apre il fuoco sull'inseguitore... O almeno così si suppone che funzioneranno i caccia in una battaglia spaziale

Non è necessario, basta che ruota esclusivamente la torretta, sia nello spazio sia in atmosfera.

Link to post
Share on other sites

appunto ti sei dato la risposta le armi in torrette....

Scusami, risposta a quale domanda? :blushing:

Il problema sono i bersagli che non possono essere attaccati dai laser (tipo gli edifici) e le bombe che possono essere facilmente intercettate. Come faccio a far saltare un palazzo se le bombe vengono intercettate? Il MTHEL già ora è molto buono, figuriamoci perfezionato e pienamente operativo!

La soluzione sarebbe lanciarne un'infinità ma non credo sia conveniente.

 

Questa comunque è una cosa che mi interessa al di là della fantascienza.

Link to post
Share on other sites

che un laser contro un'edificio non faccia danni non credo,forse ne farà pochi ma non credo nulli, comunque non volevi bombardare con barre in tungsteno se ricordo bene, quelle un laser non penso che le possono fermare

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...