Jump to content

Protezione della Cavour


Thunderalex
 Share

Recommended Posts

dalla linea sembra una fregata classe leander...

 

Cacciatorpediniere type 12 "Torrens" della classe "River" entrato in linea nel 1971..

Edited by Paladin
Link to comment
Share on other sites

LHD-BPE- RO-RO CV Servono soldi che non abbiamo. Specificatamente ci mancano unità di scorta sotto costa validi anche per controbattere caposaldi costieri (dottrina Brown-Water Navy).

Scusate la cruda verità, ma è meglio che una comandanti "blindata" si becchi qualche colpo al posto anche di una SANTI che si avvicina carica di soldati..

 

Abbiamo I Cassiopea, i soldati, Sirio e Orione,e le Corvette Minerva oltre che i pattugliatori della Gdf armati con cannoni da 30 mm che, ricordo, in caso di conflitto andrebbero a finire sotto il diretto comando di CINCNAV. Ad essi vanno aggiunti i pattugliatori della capitaneria che però hanno altre funzioni, quindi come difesa costiera siamo messi più che bene con 18 unità di dislocamento variabile tra le 1285 e le 1580 tonnellate e con una discreta, anche se non eccessivamente spinta, capacità AAW e ASW. Tra l'altro le unità sono relativamente nuove e hanno dimostrato eccellenti doti di affidabilità.

 

Circa la scorta ai convogli da parte delle corvette... Mah, possibilissimo, la Leonte lo dimostra, ma è compito delle Maestrale oggi e delle FREMM in seguito.

Edited by Sangria
Link to comment
Share on other sites

Una cosa è certa: il GG va sostituito; con una grossa LHD in grado di imbarcare anche qualche aereo. OK.

La flotta era basata su 4 tuttoponte e su 4 tuttoponte rimarrà, ma al posto dei 3 Santi col Peppino c'è la Cavour, una grossa LHD e 2 LHD da 15kt scariche..

Sommando i 4 dislocamenti passiamo da 37kt a un numero molto vicino alle 100kt.

Dove si firma? Come fate a lamentarvi se va a finire così?

 

Vedo un solo limite: 22 F-35 sono pochi, tenete conto che qualcuno non è disponibile (manutenzioni/riparazioni ecc.) e qualcun altro può andar perso (cosa per niente strana in guerra).

Edited by Rick86
Link to comment
Share on other sites

"Una LHD è costruita, grazie alle RINA-MIL, con standard mercantili e una LHD ipso facto è una portaerei leggera d'assalto ma pouò impiegare i velivoli ad ala rotante già in dotazione o previo rinforzo di 6-8 unità. Non è necessario avere un gruppo di volo sempre pronto, verrebbe scelto in base alle esigenze. una LHD potrebe operare ASSIEME al Cavour moltiplicando le potenzialità di proiezione verticale facendo imbarcare sul Cavour la sola componente ad ala fissa e impiegando la componente ad ala rotante sulla LHD; inoltre sarebbe possibile, avviando una classe di 3 LHD da 15.000 tonnellate, avere una unità in meno e una capacità di proiezione maggiore guadagando in termini di rapporto costo/efficacia. Una seconda portaerei invece dovrebbe necessariamente, per costi di gestione e limiti logistico-operativi operare ALTERNATIVAMENTE alla prima, e non ce lo possiamo permettere. Noi non siamo gli Stati Uniti, non dobbiamo avere unità "di scorta" ma tutta la nostra componente d'altura è di prima linea, e non per scelta strategica ma per esigenze logistiche e di bilancio."

 

Percarità, niente da dire, piuttosto che NIENTE meglio PIUTTOSTO;

però io continuo a credere che MM farà di tutto per avere una CV (che poi la si CHIAMI LHD, LPD, barchino esplosivo o quello che volete poco importa...); non ci potevamo permettere il GG e alla fine lo abbiamo avuto, non ci potevamo permettere il Cavour e lo abbiamo avuto; non c'è due senza tre...

 

@Rick

 

22 F 35 B non sono pochi se si prevede di imbarcare un solo Gruppo Aereo di massimo 14 macchine; siamo un pò al limite ma non sono pochi...

Diventano pochi in due casi:

a) le CV contemporaneamente operative sono 2.

b) l'eventuale 2° CV è significativamente più grossa del Cavour (diciamo sulle 35 kts.)

 

il caso a) è ipotizzabile solo in emergenza; normalmente ci sarebbe una sola CV operativa e l'altra in turno di riserva (manutenzione, addestramento, riqualificazione personale ecc...), se serve, e non è proprio immobilizzata ai lavori si fa intervenire. E' quello che fanno tutti US Navy compresa (ovviamente con la differenza che loro hanno un numero di Squadrons che entro certi limiti gli consente di armare qualche PA in più di quelle "schedulate" senza particolari problemi-attingendo p.e anche agli Squadrons dei marines).

 

il caso b) si affronta in 3 modi:

1) si comprano più F 35B e li si assegna alla Marina.> soluzione semplice e logica> non si farà.

2) AMI compra 14 F 35B e ne fa operare, ogni tanto, 4 dalla CV (notare il voluto sarcasmo...)>soluzione idiota e autolesionista> si farà.

3) si fà un accordo con l'Armada per integrare operativamente GRUPAER e 9 Esquadrilla facendoli operare dalle 4 piattaforme disponibili delle 2 Marine; ricordo che questi due reparti hanno già dato vita lo scorso autunno ad un CCAG (Combined Carrier Air Group) che ha volato da bordo dell' HMS Illustrious durante Noble MIdas 07 in Adriatico. Soluzione peggiore della 1) ma mooolto meglio della 2).

Edited by HARRIER
Link to comment
Share on other sites

Credo che alla fine la componente d'altura si baserà sul Cavour e 2 LHD da 15.000 (o LHA) e una LHD da 20.000 parzialmente finanziata coni fondi UE e protezione civile. Circa poi la protezione di queste unità a mio avviso è necessario impostare i prossimi due Doria entro il 2013-2015 e tirar su la nuova rifornitrice di squadra.

Link to comment
Share on other sites

Vedo un solo limite: 22 F-35 sono pochi, tenete conto che qualcuno non è disponibile (manutenzioni/riparazioni ecc.) e qualcun altro può andar perso (cosa per niente strana in guerra).

In giro, su una testata importante, avevo visto che la Marina indicava in 26 il numero di aerei necessari per garantire al Cavour un gruppo decente, ma si sà 22 è meglio di 0

 

22 F 35 B non sono pochi se si prevede di imbarcare un solo Gruppo Aereo di massimo 14 macchine; siamo un pò al limite ma non sono pochi...

Diventano pochi in due casi:

b) l'eventuale 2° CV è significativamente più grossa del Cavour (diciamo sulle 35 kts.)

 

il caso b) si affronta in 3 modi:

1) si comprano più F 35B e li si assegna alla Marina.> soluzione semplice e logica> non si farà.

2) AMI compra 14 F 35B e ne fa operare, ogni tanto, 4 dalla CV (notare il voluto sarcasmo...)>soluzione idiota e autolesionista> si farà.

3) si fà un accordo con l'Armada per integrare operativamente GRUPAER e 9 Esquadrilla facendoli operare dalle 4 piattaforme disponibili delle 2 Marine; ricordo che questi due reparti hanno già dato vita lo scorso autunno ad un CCAG (Combined Carrier Air Group) che ha volato da bordo dell' HMS Illustrious durante Noble MIdas 07 in Adriatico. Soluzione peggiore della 1) ma mooolto meglio della 2).

La proposta 3 mi sembra intrigante ma teniamo presente alcuni fattori

- L'UE si sta unendo un pezzetto alla volta

- Le Marine iniziano ad avere unità simili e con sistemi comuni

- Abbiamo già unificato la forza anfibia, tanto vale anche gli aerei

--- abbiamo esattamente gli stessi aerei ora e probabilmente anche dopo

--- i piloti si addestrano entrambi da usmc

- Stessi elicotteri imbarcati SH-3D/AB-212, NH-90 poi

- Loro hanno le LPD, noi mettiamo le LHD

 

L'unico "problema" è il loro buy-usnavy, per le future F-110 bisogna rifilargli i nostri sistemi e armamenti (già sono dentro a Vulcano)

 

Credo che alla fine la componente d'altura si baserà sul Cavour e 2 LHD da 15.000 (o LHA) e una LHD da 20.000 parzialmente finanziata coni fondi UE e protezione civile. Circa poi la protezione di queste unità a mio avviso è necessario impostare i prossimi due Doria entro il 2013-2015 e tirar su la nuova rifornitrice di squadra.

In linea di massima le dò ragione ma:

- tonnellaggio a vuoto

- le 2 piccole LHD

- la grande LHA ma più da 30-35 come indicato anche da Harrier, BPE sotto, Cavour sopra, magari con tutti e 2 gli elevatori esterni

Link to comment
Share on other sites

Mi dispiace ma continuo a non essere d'accordo con il numero di F-35; ipotizzando una configurazione da portaerei pura 14 F-35 sono pochi, almeno 18 più 3 HEW più 1-2 eli SAR ci entrano.

E dico 18 per avere 4 gruppi da 4 più due aerei di scorta; ciò significa che sei in grado di tenere h24 almeno 2 aerei e 1 HEW in volo, più 2 pronti al decollo immediato (coi piloti seduti sui seggiolini tanto per intenderci), e altri 4 aerei pronti al decollo con breve preavviso.

 

E per far ciò. come dice en, il requisito è 26 aerei; anche perchè, lo riscrivo, qualche aereo può sempre venire abbattuto.

 

Comunque il numero non è ancora certo, nulla è stato firmato. Toccherà, ahinoi, al prossimo governo;

Link to comment
Share on other sites

  • 4 years later...
  • 5 months later...

beh... si, non la forniscono a 360° e rubano spazio al ponte di volo, senza contare che, quello a prua, dubito possa sparare "sorvolando il ponte" a tribordo e babordo.

inoltre, trovandoci, vorrei capire come mai i vls non hanno i parafiamma per proteggere aerei e personale.

 

sicuramente, ogni scelta fatta è stata frutto di un compromesso e, verosimilmente, non si pensa di ingaggiare una minaccia talmente vicino da arrivare a "sentire pesantemente" tali angoli morti... però, quel cannone "alla Lexington" non lo posso proprio vedere.

Link to comment
Share on other sites

.... inoltre, trovandoci, vorrei capire come mai i vls non hanno i parafiamma per proteggere aerei e personale.

 

In effetti .... i parafiamma ci sono .... anche se, in quella posizione, non garantiscono di certo la protezione di cui fai cenno.

Al tempo stesso .... non credo che, in caso di lancio di missili, possano esserci, in prossimità dei lanciatori, aerei o personale di sorta.

Senza contare che la protezione antiaerea dovrebbe essere fornita, in linea di massima, dalle navi di scorta.

 

15o6ivq.jpg

Link to comment
Share on other sites

Non c'e' necessità di protezioni particolari per il lancio dei missili.

 

Per quanto riguarda la protezione dei 76, posto che con due non si coprono MAI tutti gli angoli (nemmeno su di un cacciatorpediniere, che non ha il problema del ponte di volo), servono essenzialmente come ultima ratio, il sistema antimissile d'elezione della nave è l'ASTER.

 

Peraltro, il pezzo a prua, essendo sotto lo skijump, non da alcun problema.

Link to comment
Share on other sites

Ah,non so se avete notato l'NH-90 sul ponte...

 

 

Ecco appunto, puoi darci qualche impressione sul mezzo? Nella discussione sull'eleicottero: http://www.aereimilitari.org/forum/topic/5928-nhi-nh-90-discussione-ufficiale/page-5 avevi accennato a qualche perplessità iniziale. Dopo un anno e mezzzo circa, le cose sono cambiate?

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...