Vai al contenuto
Accedi per seguirlo  
maverick13

Softair

Messaggi consigliati

si ti conviene anke io la ho se guardi le foto sopra noterai che la beretta e completamente in metallo

 

quindi compratela se ti piace come seconda arma perche per le partite in urban e prefetta e molto meno ingombrante di un fucile.

 

 

 

 

ps piu bella silver che nera

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ancora non ho capito come la posso comprare da li...se mi puoi aiutare...

 

cmq la cercavo nera apposta

 

[edit]

 

1485anz8.jpg

 

ho notato questo viti sul carrello e sul castello,sei sicuro che sia in metallo?e poi posso sparare un colpo dopo l'altro o devo ogni volta scarrellare?

 

è tipo

Modificato da dogfighter

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

la mia beretta e in metallo si monta e si smonta come una vera.

 

a me viti non ce ne sono forse sara di plastica la tua nella foto

 

la mia a funzionamento a gas quindi e semiautomatica come le vere basta caricare solamente quando si inserisce il caricatore e poi sparta ke e una bellezza 15 pallini in 1 minuto

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il 70/90 l'ha prodotto in esclusiva la NATO works, una casa artigianale di Hong Kong che l'ha fatto talmente bene che è fallita per i costi.

Prodotti solo 20 esemplari e venduti a 1200 dollari al pezzo, attualmente ce ne stanno tre in Italia di cui uno di un mio ex-compagno di clan, veramente un pezzo stupendo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Tanto per 1200 carte non credo che interessi al softgunner medio (dicesi con stipendio non superiore agli 8000 euro mensili)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Riesumo questo topic per porre una domanda agli esperti:

 

Qual'è il miglior tessuto per una mimetica?? Quello più resistente a strappi e al logoramento??

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Allora io preferisco per i pantaloni il Polycotton della propper, un pò caldo ma molto molto resistente (vai diretto nei rovi senza sentire niente per intenderci), mentre per la parte superiore dipende dalla tempertatura.

D'inverno lo stesso polycotton va bene, mentre d'estate lo consiglio abbinato almeno ad una maglietta tecnica.

Alternativamente c'è il NyCo delle mimetiche americane, su tutte la marpat originale, probabilmente la mimetica d'ordinanza di miglior fattura che ho mai provato insieme all'australiana, che ha un' ottima resistenza e dura secoli.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Polycotton e NyCo sone meglio o peggio del ripstop???

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sono un pò più caldi ma molto molto più resistenti.

Magari se prendi le spine con il ripstop non si strappa, ma sulla pelle le senti eccome!

Calcola che uno è un tipo di cotone semplicemente filato in modo da renderlo difficile da strappare, un altro è una fibra filata alla stessa maniera (indicativi sono i famosi quadratini ripstop) ma rinforzata con Nylon o Poliestere.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Dominus.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sò che mi tirerò dietro le antipatie di molti, ma la penso così:

Che gusto ci provate a giocare a Soft-Air???

Io l'ho provato un paio d'anni fà con un gruppo delle mie zone, e l' ho trovato abbastanza non ridicolo, per carità non voglio offendere nessuno, ma poco simile a quello che potrebbe essere un vero scontro a fuoco....mi spiego:

I fucili da Soft-air, hanno caricatori con qualche centinaio di colpi e si spara (questo è quello che facevano in questo gruppo) sempre a raffica, sappiamo tutti che nella realtà non è così; normalmente si usa il colpo singolo e raramente il tiro a raffica di 3, i caricatori sono da 30 colpi nelle maggioranza dei casi oppure 25 (FA MAS) o 20 colpi.

Inoltre questi ragazzi avevano tutti mega giberne tattiche, guanti in nomex ecc ecc, che per un soldato vero impiegato in missione ha un senso (per caricarsi il più possibile di munizioni e altro), ma lo limita quantomeno nei movimenti, ma nel soft-air che senso ha???? Dato che i colpi sono dei pallini di mezzo centrimetro di diametro!!!! Per un soldato la libertà di movimento è una condizione molto importante, il poter subito andare in puntamento senza rischiare di intrappolarsi in un voluminoso giubbottone porta munizioni...

 

Ragazzi, ripeto che non volgio offendere nessuno, ognuno ha le sue passioni, vorrei solamente capire

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Sò che mi tirerò dietro le antipatie di molti, ma la penso così:

Che gusto ci provate a giocare a Soft-Air???

Io l'ho provato un paio d'anni fà con un gruppo delle mie zone, e l' ho trovato abbastanza non ridicolo, per carità non voglio offendere nessuno, ma poco simile a quello che potrebbe essere un vero scontro a fuoco....mi spiego:

I fucili da Soft-air, hanno caricatori con qualche centinaio di colpi e si spara (questo è quello che facevano in questo gruppo) sempre a raffica, sappiamo tutti che nella realtà non è così; normalmente si usa il colpo singolo e raramente il tiro a raffica di 3, i caricatori sono da 30 colpi nelle maggioranza dei casi oppure 25 (FA MAS) o 20 colpi.

Inoltre questi ragazzi avevano tutti mega giberne tattiche, guanti in nomex ecc ecc, che per un soldato vero impiegato in missione ha un senso (per caricarsi il più possibile di munizioni e altro), ma lo limita quantomeno nei movimenti, ma nel soft-air che senso ha???? Dato che i colpi sono dei pallini di mezzo centrimetro di diametro!!!! Per un soldato la libertà di movimento è una condizione molto importante, il poter subito andare in puntamento senza rischiare di intrappolarsi in un voluminoso giubbottone porta munizioni...

 

Ragazzi, ripeto che non volgio offendere nessuno, ognuno ha le sue passioni, vorrei solamente capire

 

Penso che dipenda da come si decide di giocare.

Ci saran gruppi che giocano come se fossero in un videogame e altri che invece cercano il realismo estremo. Magari hai provato il softair nel gruppo sbagliato ehhe :lol:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Andrea29

che cosa ne dite di questa , per voi è adatta ad un uso come seconda arma di riserva,

318.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

you tube

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Sò che mi tirerò dietro le antipatie di molti, ma la penso così:

Che gusto ci provate a giocare a Soft-Air???

Io l'ho provato un paio d'anni fà con un gruppo delle mie zone, e l' ho trovato abbastanza non ridicolo, per carità non voglio offendere nessuno, ma poco simile a quello che potrebbe essere un vero scontro a fuoco....mi spiego:

I fucili da Soft-air, hanno caricatori con qualche centinaio di colpi e si spara (questo è quello che facevano in questo gruppo) sempre a raffica, sappiamo tutti che nella realtà non è così; normalmente si usa il colpo singolo e raramente il tiro a raffica di 3, i caricatori sono da 30 colpi nelle maggioranza dei casi oppure 25 (FA MAS) o 20 colpi.

Inoltre questi ragazzi avevano tutti mega giberne tattiche, guanti in nomex ecc ecc, che per un soldato vero impiegato in missione ha un senso (per caricarsi il più possibile di munizioni e altro), ma lo limita quantomeno nei movimenti, ma nel soft-air che senso ha???? Dato che i colpi sono dei pallini di mezzo centrimetro di diametro!!!! Per un soldato la libertà di movimento è una condizione molto importante, il poter subito andare in puntamento senza rischiare di intrappolarsi in un voluminoso giubbottone porta munizioni...

 

Ragazzi, ripeto che non volgio offendere nessuno, ognuno ha le sue passioni, vorrei solamente capire

 

 

 

Ti voglio citare quanto scritto da ReLeone (presidente del air soft club I Mercenari di Lecco).. non so se risponderà alla tua domanda ma di certo ti darà una visione più chiara di come intendiamo noi il nostro sport

 

 

"Caro visitatore è un vero piacere poterti descrivere il nostro sport e quello che potremo offrirti in una domenica a dir poco speciale.

 

Iniziamo con il capire che cosa è il "Soft Air" e come nasce.

 

Visto l'impegno fisico richiesto e l'agonismo che regola gli incontri dei vari comitati regionali tra le diverse squadre, è da ritenersi uno sport sotto tutti i punti di vista.

 

Le sue origini non meglio definite potrebbero trovare un riferimento cronologico nel giorno in cui qualcuno decise di iniziare un gioco chiamato "guardia e ladri" o meglio se si vuole "indiani & cow-boys"

 

Ebbene sì, il Soft Air o War Games che si voglia, non è altro che lo sviluppo molto più articolato di tutto questo, corretto e rivisitato nei primi anni "80.

 

Se un tempo si usavano i fucili con gli elastici, le spade e gli archi di legno, oggi la tecnologia, Giapponese naturalmente, ci offre la loro evoluzione con imitazioni elettriche ad aria compressa di armi reali di tutti i generi, totalmente innocue ma pur sempre fedeli nei minimi particolari agli originali.

 

Anche il gioco come è facile pensare, ha avuto la sua naturale evoluzione che ci vede abbandonare i ruoli del Generale Custer e Toro Seduto per quelli di squadre di soccorso impegnate nel recupero di ostaggi o piloti dispersi o missioni impossibili...insomma tutto quello che i film ci offrono quotidianamente come spunto!

 

Abbiamo quindi abbandonato il copricapo con le piume gli archi per imbracciare "giocattoli" più evoluti, indossando mimetiche ma continuando come un tempo a rincorrerci per le montagne e le colline di tutta Italia.

 

Il Soft Air non è solo questo; è imparare anche le basi per superare prove di primo soccorso, orientamento con bussola o ricevitori GPS, nozioni di cultura militare che spazia dal riconoscimento della simbologia NATO a quiz sui patti della Convenzione di Ginevra, basi di alpinismo, sopravvivenza, tiro dinamico e molto di più !

 

...provatelo e non lo abbandonerete più!!!"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il Soft Air non è solo questo; è imparare anche le basi per superare prove di primo soccorso, orientamento con bussola o ricevitori GPS, nozioni di cultura militare che spazia dal riconoscimento della simbologia NATO a quiz sui patti della Convenzione di Ginevra, basi di alpinismo, sopravvivenza, tiro dinamico e molto di più !

 

 

 

 

Roba seria ehehehe :adorazione:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

si beh ma un pò di orientamento, primo soccorso, discesa in corda doppia, sopravvivenza non può fare male a nessuno ^_^

 

Io personalmente lo trovo molto istruttivo soprattutto per noi ragazzi di oggi perchè è un'alternativa alle discoteche, alla droga, all'alcol e a tutte quelle attività dannose che si fanno al g o d'oggi.

 

Preferisco farmi una 24 ore di sof-air tra sabato e domenica di sano agonismo e scarpinate per le montagne e tanta fatica che stare tutta la notte del sabato a ballare, drogarmi e ubriacarmi per 8 ore per poi risentirne i postumi per le altre 16 ore (sempre che non mi ammazzo prima perchè un coglio*e con la macchina mi investe...)... conosco tanta gente a cui farebbe bene :mellow:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
si beh ma un pò di orientamento, primo soccorso, discesa in corda doppia, sopravvivenza non può fare male a nessuno ^_^

 

Io personalmente lo trovo molto istruttivo soprattutto per noi ragazzi di oggi perchè è un'alternativa alle discoteche, alla droga, all'alcol e a tutte quelle attività dannose che si fanno al g o d'oggi.

 

Preferisco farmi una 24 ore di sof-air tra sabato e domenica di sano agonismo e scarpinate per le montagne e tanta fatica che stare tutta la notte del sabato a ballare, drogarmi e ubriacarmi per 8 ore per poi risentirne i postumi per le altre 16 ore (sempre che non mi ammazzo prima perchè un coglio*e con la macchina mi investe...)... conosco tanta gente a cui farebbe bene :mellow:

 

straquoto ice-man...ma non toccarmi il ballo però (ma se x ballo intendi house allora ok togli anke quello)

piuttosto mi faccio na bella partita a softair in mezzo alla natura, con aria pulita..na sana sudata insieme agli amici

purtroppo devo rimandare piu in la uffi non vedo l'ora di provare il softair

Modificato da Gabu86

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
.

 

Preferisco farmi una 24 ore di sof-air tra sabato e domenica di sano agonismo e scarpinate per le montagne e tanta fatica che stare tutta la notte del sabato a ballare, drogarmi e ubriacarmi per 8 ore per poi risentirne i postumi per le altre 16 ore bene

non è detto che siccome uno va in discoteca tutta la notte si ubriaca e si droga per forza,credo che siano cose diverse e se qualcuno le fa affari suoi,sfogarsi ballando tutta la notte a mio parere fa più che bene anche se una 24h di softair non deve essere male...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

beh tolgo il ballare.. ok può essere divertente (ammetto che io l'unica volta che sono andato in disco non mi sono divertito).. però è anche vero che dei miei conoscenti il 90% di quelli che va a ballare torna a casa la mattina che è uno straccio e per tutta la domenica o rimane a casa a vomitare o esce, per non farsi vedere dai genitori, a vomitare..

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

be anche io torno uno straccio ma dalla stanchezza,anche se bersi un drink non fa certo male se non esageri,ma una 24 h di softair se per esempio uno viene colpito all'inizio della giornata e virtualmente ''muore'' che fa il resto del tempo?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
beh tolgo il ballare.. ok può essere divertente (ammetto che io l'unica volta che sono andato in disco non mi sono divertito).. però è anche vero che dei miei conoscenti il 90% di quelli che va a ballare torna a casa la mattina che è uno straccio e per tutta la domenica o rimane a casa a vomitare o esce, per non farsi vedere dai genitori, a vomitare..

 

be si ovviamente io intendo ballare divertendosi (visto ke è uno dei miei hobby) ma quelli ke vanno in disco a ubriacarsi alla fine non ballano....quindi meglio na bella partita di soft air o altro ke non fa ubriacarsi

 

torniamo IT..be in una 24 quando uno muore dipende..penso ke dopo un po ritorna tipo passando da un ospedale..nei tornei penso ke uno morto resta morto quindi se vieni colpito alla prima ora di gioco sarebbe sfiga ma se c vai è meglio essere ben allenati e saper usare tattiche militari e avere buona mira

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
beh tolgo il ballare.. ok può essere divertente (ammetto che io l'unica volta che sono andato in disco non mi sono divertito).. però è anche vero che dei miei conoscenti il 90% di quelli che va a ballare torna a casa la mattina che è uno straccio e per tutta la domenica o rimane a casa a vomitare o esce, per non farsi vedere dai genitori, a vomitare..

 

 

Sai qual'è la cosa peggiore? Quando ritorni alle 6 del mattino del sabato con una sbornia da smaltire e ti ritrovi alle 7.30 caricato in macchina e spedito a farti 6 ore nei boschi: esperienze indimenticabili :rotfl:

 

torniamo IT..be in una 24 quando uno muore dipende..penso ke dopo un po ritorna tipo passando da un ospedale..nei tornei penso ke uno morto resta morto quindi se vieni colpito alla prima ora di gioco sarebbe sfiga ma se c vai è meglio essere ben allenati e saper usare tattiche militari e avere buona mira

 

Normalmente i respawn sono studiati ad obbiettivi, poi c'è ventiquattrore e ventiquattrore, quelle più realistiche prevedono davvero pochi scontri a fuoco.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
torniamo IT..be in una 24 quando uno muore dipende..penso ke dopo un po ritorna tipo passando da un ospedale..nei tornei penso ke uno morto resta morto quindi se vieni colpito alla prima ora di gioco sarebbe sfiga ma se c vai è meglio essere ben allenati e saper usare tattiche militari e avere buona mira

 

Quest'anno ho avuto la fortuna di participare al "MASTER COMMANDO" che a detta di molti è la 24 ore più bella in italia... è stata una bella esperienza che ha unito i partecipanti con un legame speciale.

In questo tipo di competizione ti danno molte settimane prima la cartina, la storia e gli obiettivi da fare così da poter pianificare il tutto.

Quando ci siamo infiltrati il primo scontro a fuoco l'abbiamo avuto dopo pochi minuti e ho fatto fuori subito un caricatore... la nostra maggiore preoccupazione erano i caricatori perchè non potevi portarti pallini nei sacchetti. Noi avevamo optato per 8 caricatori a testa (avevamo tutti dei colt così da poterci scambiare i caricatori in caso di necessita). Dopo 15 minuti a me ne erano rimasti solo 7 e anche gli altri non erano messi meglio. Alla fine della partita me ne sono avanzati 5.

Questo per dire che nelle 24 ore si spara poco e si cammina tanto (se la tua squadra ha una buona tattica).

Durante una 24 ore se muori rientri. Del tipo durante i trasferimenti da obiettivo a obiettivo (e qui si parla di km) ci sono le pattuglie di controinterdizione che ti cercano a piedi o su mezzi. Queste se ti vedono ti ingaggiano e per ogni morto che tu fai a loro non guadagni punti mentre per ogni morto che la contro fa a te la tua squadra perde punti. Se tu vieni ucciso dalla contro questa registra il numero dei morti e manda le info al HQ che da penalità alla tua squadra. Ma appena finito lo scontro i morti tornano in vita.

Stessa cosa sugli obiettivi veri e propri. Qui l'importante è prendere l'obiettivo che vale tot punti.. per ogni morto subito il punteggio cala. Se non prendi l'obiettivo perchè vai fuori tempo o perchè arrivi tardi o perchè la tua squadra viene sterminata non guadagni punti. Ma se tu muori sull'obbiettivo alla fine (sia che sia stato preso sia che non sia stato preso) si rientra in gioco.

 

Noi abbiamo avuto pochi contatti con la contro e quindi ci è andata anche bene. Ma contro di noi c'era un nemico peggiore.. l'acqua.

L'acqua non basta mai e non bisogna pensare "eh tanto una sorgente in montagna la trovo sicuro"... fino alla sera è andato tutto bene ma verso le 8 di sera (dopo sole 10 ore di gioco) l'acqua era finita.. ci caricano su un furgone per esfiltrarci ma invece ci rischiaffano in mezzo al bosco in un punto del caz*o con l'obiettivo distante km... e con poche scorte d'acqua. Alle 10 di sera l'acqua è finita. Due di noi non riuscivano più a continuare e si sono sganciati.. io con altri 5 abbiamo continuato a camminare dalle 10 di sera alle 4 di mattina senza acqua ingaggiando anche un obiettivo in piena notte. Alle 4 di mattina abbiamo prosciugato la sorgente. E' stata un'esperienza straziante.. la notte più faticosa della mia vita perchè se c'è una cosa che ti uccide non è la fame ma la sete.

Modificato da ice-man

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora
Accedi per seguirlo  

×