Vai al contenuto
Accedi per seguirlo  
freenick

NHI NH-90 - discussione ufficiale

Messaggi consigliati

Una domanda, ma la futura linea elicotteri della MMI sarà basata esclusivamente sul 101 e sull'NH90, o si pensa anche ad una macchina più leggera, nella classe 5t, magari da imbarcare sui Comandanti e sulle future Corvette/OPV/Fregate leggere di cui si parla?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Una domanda, ma la futura linea elicotteri della MMI sarà basata esclusivamente sul 101 e sull'NH90, o si pensa anche ad una macchina più leggera, nella classe 5t, magari da imbarcare sui Comandanti e sulle future Corvette/OPV/Fregate leggere di cui si parla?

La linea sarà costituita solo da NH90 e AW101;non ci sono soldi per una terza linea elicotteri(non ce l'hanno marine più grandi della nostra) e d'altra parte non ce n'è davvero bisogno dato che i Comandanti possono imbarcare gli NH90.

Modificato da super64des

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Io sono un pò confuso....mi sono perso fra le varie versioni di AW101 e NH-90 consegnate, ordinate o desiderate della MM.

 

Qualcuno mi fa un breve resoconto? Mi basta l'indicazione di elicottero, versione, esemplari ordinati e/o consegnati.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
La linea sarà costituita solo da NH90 e AW101;non ci sono soldi per una terza linea elicotteri(non ce l'hanno marine più grandi della nostra) e d'altra parte non ce n'è davvero bisogno dato che i Comandanti possono imbarcare gli NH90.

Certo che però avremo praticamente solo elicotteri pesanti (l'Nh90 è comunque una bestia)

 

L'Nh90 non sarà un pochino sprecato per i compiti cui potrebbe essere destinato sulle Comandanti?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

AW-101:

 

10 in versione ASW/ASuW (8 consegnati, due in fase di consegna, non si sa ancora bene se con allestimento identico o leggermente differente)

4 HEW (di cui solo uno con il radar ancora in prova, il secondo ha il radome ma non si sa è vuoto o meno)

4 TTH (da portare in seguito a standard ASH)

4 ASH

 

Gli ASW/ASuW e HEW andrano in toto a Catania, per i TTH/ASH non si sa se si divideranno tra Grottaglie e Luni o se saranno accentrati tutti a Grottaglie.

 

Appena ho tempo ridò una letta all'articolo di RID per una panoramica migliore riguardo i sistemi e i futuri MLU.

 

 

Per l'NH-90 invece siamo fermi a 40 NFH e 10 TTH, per ora abbiamo due NFH per le varie qualificazioni dei sistemi di missione, sono in carico presso il CSA di Luni.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
AW-101:

 

10 in versione ASW/ASuW (8 consegnati, due in fase di consegna, non si sa ancora bene se con allestimento identico o leggermente differente)

4 HEW (di cui solo uno con il radar ancora in prova, il secondo ha il radome ma non si sa è vuoto o meno)

4 TTH (da portare in seguito a standard ASH)

4 ASH

 

Gli ASW/ASuW e HEW andrano in toto a Catania, per i TTH/ASH non si sa se si divideranno tra Grottaglie e Luni o se saranno accentrati tutti a Grottaglie.

 

Appena ho tempo ridò una letta all'articolo di RID per una panoramica migliore riguardo i sistemi e i futuri MLU.

Per l'NH-90 invece siamo fermi a 40 NFH e 10 TTH, per ora abbiamo due NFH per le varie qualificazioni dei sistemi di missione, sono in carico presso il CSA di Luni.

Ma allora per gli NH90 è stato formalizzato il tetto di 50?perchè inizialmente,se non ricordo male,se ne dovevano acquisire 56 di cui 46 ASW e 10TTH.Si sentiva parlare del ridimensionamento ma mi deve essere sfuggito il taglio dei 6 ASW,cosa che comunque non mi stupisce vista la situazione.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ma allora per gli NH90 è stato formalizzato il tetto di 50?perchè inizialmente,se non ricordo male,se ne dovevano acquisire 56 di cui 46 ASW e 10TTH.Si sentiva parlare del ridimensionamento ma mi deve essere sfuggito il taglio dei 6 ASW,cosa che comunque non mi stupisce vista la situazione.

 

E' un po' come per gli EH-101. Ne erano previsti 24, ne hanno ordinati 20 in varie configurazioni e poi sono state riscattate due opzioni per ulteriori ASW. Può darsi che venga riscattata anche l'ultima opzione per due esemplari in futuro, certo è che la MMI ha bisogno di altri TTH perchè 8 sono pochini.

 

Stesso discorso in definitiva per gli NH-90. Ci sono 40 ASW/ASuW e via dicendo e 10 TTH. I sei esemplari sono opzioni al momento, che magari in base alle esigenze vengono ordinati dell'una o dell'altra versione.

 

Per quanto riguarda la terza linea di elicotteri, di fatto la MMI la possiede. Dicono niente gli AB-412 della Guardia Costiera? Guardate che l'integrazione è molto più ampia di quello che si crede, ma è una storia lunga e magari ne parliamo in altra sede, c'è di fatto che gli AW-139 SAR della GC si dicono essere hangarabili, che nel gergo marinaro vuol dire almeno con il rotore ripiegabile. Ancora non li ho visti da vicino, ma è un dubbio che vorrei togliermi presto, perchè avrebbe non poche implicazioni futuribili.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Eccovi i link a 2 gallerie fotografiche che mostrano l'appontaggio di un NH-90 sul caccia francese "Chevalier Paul" (seconda unità francese del programma "Horizon"):

 

http://www.corlobe.tk/article14939.html

 

http://www.corlobe.tk/article14941.html

 

 

Ed il link ad un articolo: http://www.meretmarine.com/article.cfm?id=110687

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Per quanto riguarda la terza linea di elicotteri, di fatto la MMI la possiede. Dicono niente gli AB-412 della Guardia Costiera? Guardate che l'integrazione è molto più ampia di quello che si crede, ma è una storia lunga e magari ne parliamo in altra sede, c'è di fatto che gli AW-139 SAR della GC si dicono essere hangarabili, che nel gergo marinaro vuol dire almeno con il rotore ripiegabile. Ancora non li ho visti da vicino, ma è un dubbio che vorrei togliermi presto, perchè avrebbe non poche implicazioni futuribili.

 

 

E dove sarebbe quest'integrazione molto ampia di cui parli?

 

Nessun pilota CP ha la qualifica Bravo,vuoi perchè ai piloti più anziani non è stata fatta rinnovare e perchè non è prevista nel programma addestrativo dei piloti CP.

Non so se con l'AW-139 le cose cambieranno(ma mi sembra difficile,vista la già non poca difficoltà a fare prendere le Bravo ai nostri),ma al momento con gli AB-412 l'integrazione riguarda solo l'addestramento teorico dei tecnici ed operatori di volo che si svolge per buona parte presso i corsi per i 212 MM(212 e 412 sono praticamente uguali come sistemi).

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Tu, che a giudicare dal tuo avatar, in questo momento stai facendo il corso al 2° Gruppo elicotteri, forse potrai giudicare in tal senso se ti confronti con l'attività del 2° Nucleo o della 2^ Sezione della GC, però ti posso garantire che gran parte del personale di volo, almeno quello con cui inizialmente venne formata la componente ad ala rotante, veniva proprio dalla MMI e ci troviamo di tutto: piloti di AB-212, SH-3D ed anche Atlantic sono transitati nella Guardia Costiera, a cui in seguito si sono aggiunti piloti e specialisti formati direttamente dalle fila della Capitaneria di Porto. Quindi un background intellettuale esiste sicuramente. Inoltre c'è stato nel tempo uno spostamento di compiti dalla MMI alla GC, soprattutto per quanto riguarda il SAR, un tempo, ad esempio, erano i Sea King ad andare in mare a soccorrere i pescherecci in avaria, oggi ci vanno gli AB-412, a meno che la distanza non imponga mezzi più prestanti in tal senso per l'autonomia, come gli EH-101. Con la partecipazione poi ai corsi diretti da MARICENTADD per integrare i mezzi della GC in attività di tipo complesso insieme ad unità della NATO per quanto riguarda il controllo del traffico di superficie, si è raggiunta una forte integrazione nel contesto delle procedure e degli standard d'intervento.

Cosa voglio dire, che oggi gli equipaggi della GC sono in grado di operare in operazioni anche internazionali, alcuni esempi banali vengono dall'impiego in Libano nel Settembre del 2006 e prima ancora nei Balcani, e possono benissimo sostituire gli equipaggi di volo della MMI in alcuni contesti, permettendo a questi ultimi di operare più profiquamente in contesti più combat.

Domani con un AW-139 hangarabile potrebbe anche essere possibile un imbarco a bordo di unità MMI o GC con ponte di volo, parlo guardando molto in là con gli occhi, e comunque una qualifica Bravo si può sempre ottenere e con equipaggi dalla mentalità "marina" non è così difficile.

Adesso però stiamo rischiando di andare OT (anzi lo siamo già), per cui se vogliamo discuterne ancora parliamone privatamente.

 

Check your six! :P

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Forse finirò OT, ma meno di un mese fa davanti a casa mia, abito sulla SS 253 San Vitale è passata una colonna di ACTL 8x8 - 6x6 con cisterne ed ambulanze al seguito, la colonna aperta da staffette in moto viaggiava ad una velocita attorno ai 50 km ed era lunga sui 3 km, ho usato come riferimento alcuni punti a me noti per le distanze e poi sono un topografo...orbene premesso quanto sopra, scusandomi per il gioco di parole, sopra la colonna e sopra la mia casa e quella dei vicini volteggiavano 2 NH 90 dell'AVES, armati con MG ai portelloni.

Mi chiedo e vi chiedo il perche di tanto dispiegamento di forze, magari era un esercitazione teorica atta ad addestrare una colonna logistica in zona di guerra?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

In questa bellissima discussione devo notare la mancanza di un famosissimo video sull'NH-90 Italiano .

Come mai si trova su molti forum anche stranieri e qui no ?

 

Rimedio subito se mi è permesso :

 

 

E c'è anche il test del sistema della Dillon Aero sempre per la versione Italiana :

 

Modificato da G-DOG

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il nuovo rotore è smontabile, e non ripiegabile.

Non so quanto sia logica la cosa, ma tempo fa lessi che era più conveniente smontarlo che ripiegarlo...anche in termini di tempo la cosa non cambiava tanto.

Ci vorrebbe il parere di esperto quì.

 

 

beh da specialista di eh101 (noi continuiamo a chiamarlo così malgrado agusta continui a cambiargli nome ) ti posso dire che un 101 impiega x la fase di folding di pale e pilone di coda circa 2 minuti e lo stesso tempo x l'operazione inversa il tutto in maniera completamente automatica.Lo smontaggio delle pale della testa rotore principale, oltre ad avere tempi ovviamente più lunghi e la necessità di GSE (gruond support equipment) come gru,attrezzi x l'handling delle pale,una volta terminato il lavoro richiede un certo numero di voli prova x il corretto tracking.Di contro un rotore non ripiegabile è sicuramente più semplice dal punto di vista manutentivo e più leggero.

Modificato da havequick

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sulla rivista di Eurocopter, c'è un articolo sulla consegna degli NH90 in configurazione IOC+. Lo trovate a pagina 14-15 al link Rotor Journal.

Questa configurazione conferisce all'NH90 una maggiore operatività e verrà seguita da quella definitiva, la FOC. Dopo tedeschi e finlandesi, arriveranno a breve anche per l'Italia.

Piano piano, il programma NH90 continua a crescere e tra poco entrerà in "gioco" anche la versione navale. ;)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Però in A-stan (dove servirebbero come il pane visti i limiti degli AB 2/412) non li mandano. Si vede che ancora non sono pronti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Sulla rivista di Eurocopter, c'è un articolo sulla consegna degli NH90 in configurazione IOC+. Lo trovate a pagina 14-15 al link Rotor Journal.

Questa configurazione conferisce all'NH90 una maggiore operatività e verrà seguita da quella definitiva, la FOC. Dopo tedeschi e finlandesi, arriveranno a breve anche per l'Italia.

Piano piano, il programma NH90 continua a crescere e tra poco entrerà in "gioco" anche la versione navale. ;)

 

bellissima la foto del training center

Modificato da havequick

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

th_33212_NH_122_599lo.jpg

 

 

:rolleyes: questo mi è passato sopra casa l'anno scorso. La cosa che colpisce è il suono decisamente ridotto rispetto agli AB che di solito atterrano qui, anche se le vibrazioni (vetri delle finestre che si muovono) sono molto piu forti.

 

Mi spiace solo che la foto sia pessima, l'ho presa con una vecchia videcamera con scatto integrato.

Modificato da Blabbo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il primo "vero" NFH è stato consegnato alla marina olandese il 21 aprile seguito poco dopo dal primo della marina francese di cui Difesa News ci offre un bel video sulla Chevalier Paul:

 

NH90 NFH

 

Questi NFH sono IOC (stessa denominazione usata per i primi esemplari del TTH) e 27 del primo lotto di 44 esemplari in costruzione saranno di questa specifica.

I restanti 17, invece, godranno della qualifica IOC+. Da quel momento in poi (2011) inizieranno le consegne dei FOC (Full Operational Capability) gli NH90 dei nostri sogni.

Modificato da wingrove

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

in assoluto il mio elicottero preferito, vorrei proprio sapere cosa si prova a pilotare una di queste bestie volanti, sapete cos'è capace di sopportare la blindatura?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Continui problemi nella maturazione dell'NH-90...

 

30 Aprile 2011 - 11:35 am

 

Australia: MRH-90 supera verifica ritardi

 

L’elicottero multiruolo MRH-90 non sarà aggiunto alla lista dei "Projects of Concern" della difesa australiana . È quanto ha stabilito l’ampia verifica decisa a fronte dei ritardi del programma, pari a 18 mesi per la versione terrestre e 12 per quella navale, nonché dei problemi di affidabilità che avevano portato alla messa a terra dell’intera flotta dall’aprile al luglio 2010. Secondo la commissione la Difesa dovrà lavorare con Australian Aerospace - la controllata di Eurocopter responsabile dell’assemblaggio locale dell’elicottero - per «implementare un piano di rimedio che migliori la disponibilità degli elicotteri affrontando i problemi di ingegneria e di affidabilità.» Una seconda verifica sarà effettuata nel corso del 2011 per determinare l’effettiva soluzione dei problemi e la eventuale necessità di ulteriori interventi. Sinora l’Australia ha accettato 13 MRH-90.

Link

Modificato da matteo16

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Certe volte mi chiedo se i problemi di questo elicottero dipendano dall'ambizione del progetto o dalla cooperazione industriale, nè i prodotti Eurocopter nè quelli AW presi singolarmente danno mai tanti problemi... Anzi pensandoci bene quelli Eurocopter sì, in Australia sta proprio facendo una figuraccia, dimenticavo il casino del Tiger.

 

L'Australia è proprio sfortunata in merito agli elicotteri, dai Sea Sprite agli MRH-90 non glie ne sta andando bene una!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Australia ....

 

.... questa volta lo NFH non ce l'ha fatta ....

 

 

Fonte: AviationWeek.com

 

Australia Chooses MH-60R Over NFH

 

By Bradley Perrett (June 16, 2011)

 

 

Sikorsky and Lockheed Martin will supply Australia with 24 MH-60R Seahawk naval helicopters after winning a competition that may boost their chances in Malaysia and South Korea.

 

Citing the MH-60R’s adoption by the U.S. Navy, higher value for money and lower risk, Australia has rejected the NH Industries NFH, which offered great commonality with the MRH90 battlefield transport helicopters being delivered to the Australian Army.

 

The first Australian MH-60R will be delivered in 2014 under the AU$3 billion Air 9000 Phase 8 program, say Defense Minister Stephen Smith and Defense Material Minister Jason Clare in a joint statement. The type is due to be operational in the following year—later than the 2014 target stated by the defense department as recently as April.

 

“This is a case where the government has certainly got it right,” says Australian Strategic Policy Institute analyst Andrew Davies. The maturity of the MH-60R and the U.S. Navy’s plans to operate the type as its main combat helicopter gave it a clear advantage, he says.

 

Though unmentioned by the government, another factor behind the decision was surely the Royal Australian Air Force’s consistently satisfactory experience in recent years with orders of aircraft already in service with the U.S. military, notably Boeing C-17 Globemaster and F/A-18F Super Hornets. This has contrasted painfully with the Royal Australian Navy’s repeated struggles with domestic development programs, including one which was supposed to produce 11 Kaman SH-2G(A) Super Seasprites. That effort was abandoned in 2008.

 

The MH-60Rs will take on the role intended for the Super Seasprites in operating from Anzac Class frigates and replace 16 anti-submarine Sikorsky S-70B-2s delivered in 1988-89.

 

Accordingly, the navy wanted as many as 27 helicopters, but Davies says that U.S. Navy experience with availability of MH-60Rs helped show that 24 would be enough. The aim is to keep eight ships equipped with a helicopter at any one time.

 

The MH-60R is a descendant of the S-70 (whose basic military designation is H-60), so the NFH’s logistics advantage was somewhat offset by the navy’s familiarity with the U.S. helicopter. The MH-60R “is a proven capability currently operated by the United States Navy. The United States Navy has accepted around 100 …, which have accumulated 90,000 flying hours, including on operational deployments,” says the government.

 

“Interoperability with Australia’s alliance partner, the United States, is also a significant advantage of this helicopter.”

 

Lockheed Martin has been looking forward to a win in the Australian competition partly because it would imply an endorsement of the MH-60R, which would help in marketing the aircraft to South Korea and Malaysia. Both of those countries are looking for maritime combat helicopters. Malaysia wants to buy six helicopters and is considering the AgustaWestland AW159 as well as the MH-60R.

 

South Korea is expected to decide this year whether to import anti-submarine warfare helicopters or try to develop a version of its Surion helicopter for the role. While Australia has met much trouble in its attempts at domestically developed or modified equipment over the past few decades, it is still regarded highly for its ability to choose fully imported weapons and systems.

 

Major NH Industries partner Eurocopter is assembling 46 MRH90s at its Australian Aerospace subsidiary in Brisbane. That type and the NFH are variants of the basic NH90 design. The Air 9000 Phase 8 order therefore offered Australia an opportunity—unusual for a country of its size—of operating 70 helicopters with the same airframe, engines and dynamics.

 

The advantages were not as strong as they seemed to be at first sight, however. However many siblings they may have ashore, deployed naval helicopters need large stocks of spares, because their ships cannot be easily resupplied. Australian officials also noted that, though the NFHs composite structure would not corrode, its exact response to years of exposure to salt water was unknown. The aluminum structure of the MH-60R presented definite challenges, but they were well understood.

 

The MRH90 program has been running a year late. The government launched a detailed review of it in February, putting it one step away from going on the list of projects of concern, those officially classified as going off the rails.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora
Accedi per seguirlo  

×