Jump to content

Aggiornamento per gli AMX italiani


easy
 Share

Recommended Posts

L'AM ha siglato un contratto con Alenia e Aermacchi per l'aggiornamento di 55 (con opzione per altri 11) AMX,i primi aerei aggiornati saranno riconsegnati nel 2006 e gli ultimi nel 2009,l'aggiornamento comprende:

 

-installazione di un nuovo e moderno sistema IFF

-Installazione di un nuovo sistema di navigazione

-inserimento della compatibilità con munizionamento a guida GPS

-Instalazione di nuovi schermi multifunzione nel cockpit

-sostituzione di altri apparati ormai obsoleti

-un nuovo apparato di comunicazione "sicuro" (SICRAL)

-aggiornamento del "software" del velivolo

Link to comment
Share on other sites

L'AMX non è mai stato un velivolo particolarmente brillante...

Ha avuto grossi problemi al motore, tanto da dover essere fermato a seguito di alcune gravi avarie; altre problematiche hanno addirittura portato ad un' azione penale ancora in corso!!! Senza parlare dei vari morti tra collaudatori e piloti...

Secondo me era meglio spendere denaro per acquistare qualche Tornado in piu' piuttosto che l'AMX...

Link to comment
Share on other sites

infatti penso che giovanni86 intendesse dire che a suo tempo forse sarebbe stata una soluzione più felice acquistare 130/140 tornado IDS anzichè 100

Penso anche io che sarebbe stata una mossa più saggia!!!

Link to comment
Share on other sites

Sono due velivoli molto diversi.

 

Il Tornado non è adatto alle missioni di appoggio tattico ravvicinato ed è più costoso dell'AMX, sia in termini di costo di acquisizione che in termini di costo per ora di volo.

 

Non dimentichiamo che il Tornado è nato per sostituire gli F-104G impegnati nello strike nucleare, nell'interdizione avanzata e nell'attacco antinave, mentre l'AMX è stato concepito per sostituire i G-91Y da appoggio tattico ravvicinato e i G-91T da addestramento avanzato.

 

Non si potevano fare le due cose con lo stesso aereo.

 

Che poi l'AMX sia nato sfigato è un'altra storia, ma se consideriamo che ha sostituito i G-91, il salto di qualità è stato notevole.

Link to comment
Share on other sites

Che poi l'AMX sia nato sfigato è un'altra storia, ma se consideriamo che ha sostituito i G-91, il salto di qualità è stato notevole.

Adesso... io non conosco molto il G-91 ma da come lo dici doveva essere una carretta :rolleyes:

Link to comment
Share on other sites

Lo era... il G-91Y, la versione più avanzata, bimotore, era in grado di portare due bombe "stupide" con un raggio d'azione di 300 km... e la sua dotazione elettronica si riduceva in pratica alla radiotrasmittente...

 

L'AMX, pur essendo monomotore, trasporta un carico bellico più che doppio, è compatibile con le armi "intelligenti", ha un'autonomia molto superiore, sistemi di autoprotezione, ecc... ecc...

Link to comment
Share on other sites

Lo era... il G-91Y, la versione più avanzata, bimotore, era in grado di portare due bombe "stupide" con un raggio d'azione di 300 km... e la sua dotazione elettronica si riduceva in pratica alla radiotrasmittente...

 

L'AMX, pur essendo monomotore, trasporta un carico bellico più che doppio, è compatibile con le armi "intelligenti", ha un'autonomia molto superiore, sistemi di autoprotezione, ecc... ecc...

Ammazza!!!! :blink::blink:

 

Un carretto ambulante volante!!! :rotfl:

Link to comment
Share on other sites

Lo era... il G-91Y, la versione più avanzata, bimotore, era in grado di portare due bombe "stupide" con un raggio d'azione di 300 km... e la sua dotazione elettronica si riduceva in pratica alla radiotrasmittente...

 

L'AMX, pur essendo monomotore, trasporta un carico bellico più che doppio, è compatibile con le armi "intelligenti", ha un'autonomia molto superiore, sistemi di autoprotezione, ecc... ecc...

Ammazza!!!! :blink::blink:

 

Un carretto ambulante volante!!! :rotfl:

intanto però ebbe un discreto successo,al contrario dell'amx, fu venduto in Germania,Portogallo e non so che altre nazioni...

Link to comment
Share on other sites

Bhè...andiamoci piano con gli insulti al G.91.

Non fu un aereo tanto "carretta ambulante"...

 

Questo aereo rappresentò la risposta italiana, vincente, ad un concorso bandito dalla NATO nel 1952 per un caccia tattico leggero per il supporto alle operazioni delle unità terrestri.

Come ho detto, dunque, il G.91 vinse questo concorso e quindi, in teoria, avrebbe dovuto equipaggiare tutte le Aeronautiche Militari aderenti al patto NATO. Dico in teoria perchè, ritiratasi la Francia dalla NATO, solo la Luftwaffe ordinò 294 velivoli nella versione G.91 R3 (equipaggiati con due cannoni DEFA 552 da 30 mm. e macchine fotografiche per la ricognizione).

La Germania cedette anche alcuni G.91 R4, (analoghi agli R3 ma equipaggiati con 4 mitragliatrici), alla forza aerea Portoghese che fu l'unica ad inviarli in operazioni belliche controguerriglia in Angola e Mozambigo.

Poi, grazie alle doti di maneggievolezza del velivolo, i G.91 equipaggiarono anche il 313° Gruppo frecce tricolori.

 

Poi, nel 1965, l'Aeronautica Militare ebbe l'idea di "aggiornare", per modo di dire, il G.91 R. Questo diede via alla costruzione di un nuovo velivolo, il G.91Y, completamente diverso rispetto al suo predecessore: aveva due motori (Y infatti significava lo schema della presa d'aria che alimentava i due motori), permetteva un maggior carico bellico, aveva migliori prestazioni, cabina di guida ergonomica e presentava alcuni miglioramenti dell'avionica. Però, come dice Gianni, era ormai un aereo antiquato rispetto agli standard moderni :thumbdown: ! Perciò, se proprio volete dire male, fatelo con il G.91Y. Ma vi prego...non offendete il G.91Rche è uno dei miei preferiti!!!

Dai su...il G.91R per gli anni in cui è nato, rappresentava un salto di qualità notevole per l'Italia di quel periodo... ;)

Edited by Giovanni86
Link to comment
Share on other sites

Attenzione: io non sto svilendo il G-91.

 

Per quando è stato concepito, e per quello che doveva fare, il G-91 era un velivolo onesto.

 

Il punto è che l'Italia ha continuato ad usarlo per troppo tempo, mi riferisco alle versioni T e Y, e da questo punto di vista l'AMX è stata una svolta.

Link to comment
Share on other sites

Giovanni ha detto che la lettera Y rappresentava in modo schematico la presa d'aria che alimentava i motori

 

La T sta per una presa daria a forma di T?

T sta a significare "trainer", ovvero addestratore. Infatti il G-91 T è un biposto da addestramento.

Non a caso, il modello dell'F-104 biposto si chiama TF-104

Link to comment
Share on other sites

Si Gianni, lo avevo capito...non ti preoccupare.

 

 

comunque ecco la scheda tecnica del G.91R

 

Monoplano ad ala medio bassa

Motore: turbogetto FIAT 4023.02 Bristol Siddeley Orpheus

Apertura alare: 8,56

Lunghezza: 10,30

Altezza: 4 m

Superficie alare: 16,42 mq

Peso a vuoto: 3688 kg

Peso totale: 5500 kg

Carico per mq: 335 kg

Spinta: 2270 kg

Velocità max: 1033 km/h (livello del mare)

Tempo di salita a 8000 m: 6’

Autonomia max: 1800 km

Tangenza pratica: 13200 m

 

 

G91-08.jpg

 

 

 

g91.jpg

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...