Jump to content

Recommended Posts

Ancora con questa storia? al tracciato di marsala mancava la pagina relativa al 27 giugno, e alcuni registri del centro di controllo mancano. Non è che non li ha chiesti la magistratura, è che proprio mancano. E dovevano essere conservati obbligatoriamente (per legge) vista la gravità dell'accaduto.

Non mi risultano neanche i tracciati di siracusa, a riguardo dei quali fra l'altro si segnala la contraddizione in cui cade il gen. tascio, il quale afferma il 21 ottobre 1989 in commissione stragi che il sito fosse in manutenzione, sebbene questo contrasti con le telefonate e i riscontri in possesso della magistratura, fra cui una nota dello stesso Tascio.

Mancano anche pezzi dei documenti richiesti dalla magistratura al sito di Licola (il più vicino all'area del disastro).

Inoltre trovo assai bizzarro che il colonnello Guidi abbia tanti buchi dei ricordi di quella sera, e come non riconosca la sua voce registrata.

 

 

In ogni caso la recente sentenza riapre il caso, confermando il fatto che un depistaggio è avvenuto.

Inoltre, se la tesi del missile è piena di lacune e incongruenze, ancor più lacunosa è apparsa la tesi della bomba a bordo, che non è stata affatto scartata a priori come alcuni di voi sostengono. Le varie commissioni di inchiesta che si sono susseguite l'hanno più volte presa in considerazione, vacillando nell'attribuire il disastro al missile poi alla bomba (ogni tanto ad un cedimento strutturale), per poi scartare la bomba in quanto del tutto incoerente con le evidenze in possesso degli inquirenti (resti dell'aereo etc..).

Insomma ragazzi, a me sinceramente non va di rispondervi punto su punto su questa questione, non ho tempo di spulciarmi ogni sentenza, ogni perizia, ogni testimonianza, sebbene tutto ciò sarebbe richiesto per una discussione seria ed approfondita. Voi due siete esperti di cose militari, io solo un appassionato (ma voi non avete un lavoro ? :) ?). Dico semplicemente che chi ha lavorato per decenni su quest'inchiesta avvalendosi di esperti giunge a conclusione diverse dalle vostre. E' l'unico commento che mi sento di fare ogni volta che c'è una novità su questo caso. Se vogliamo arricchire la discussione dovremmo invitare Priore nel forum, o uno dei periti che hanno condotto una delle inchieste con la quale non siete d'accordo, e fare si che siano i diretti interessati a motivare le scelte che hanno fatto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Raga, per caso sappiamo (sapete) a quanto ammonta il tempo di una battuta del radar di Fiumicino?

Ricordiamo che la testa radar emette in continuazione ( centinaia per secondo , parametro PRF ) degli impulsi brevissimi ( qualche microsecondo, parametro PW ) di radiofrequenza molto potenti ( alcuni milioni di watt, parametro potenza di picco ) nella direzione in cui si trova l'antenna in quel momento e che ruotando compie all'incirca una decina di giri al minuto.

http://www.webalice.it/mau807/argomenti/atcas.htm

 

Dico semplicemente che chi ha lavorato per decenni su quest'inchiesta avvalendosi di esperti giunge a conclusione diverse dalle vostre.

 

Ah beh allora tranquillo, che c'è anche chi si è avvalso di esperti che non hanno valutato le chiacchiere da bar, ma gli aspetti tecnici ed è giunto a ben altre conclusioni assolvendo degli imputati di tradimento e depistaggio per non aver commesso il fatto. Nel farlo non ha tralasciato di demolire l'impianto accusatorio. Non non sono certo le opinioni mie o quelle di vorthex contro quelle di tutta la magistratura.

 

Ma vediamolo che ci dice la sentenza penale definitiva nelle motivazioni:

 

la ricostruzione dell'accusa è da rifiutare per "mancanza assoluta di prove" e che tutto lo "scenario" della battaglia aerea , per provare il quale sono state dedicate una ingentissima quantità di risorse umane e materiali deve essere considerato pertanto a tutti gli effetti una semplice ipotesi istruttoria del Giudice Istruttore priva di riscontri.

 

PS: io lavoro e in effetti comincio a non capire dove cavolo vuoi andare a parare tirandola per le lunghe in questo modo. Ti abbiamo già risposto, in modo anche esauriente e mi pare ci stiamo solo ripetendo da mesi. Mi pareva fossimo d'accordo sul fatto che ognuno si sarebbe tenuto le sue opinioni in mancanza di un qualche valore aggiunto apportato alla discussione...e invece niente. Siamo da capo a consumarci le dita sulla tastiera.

Francamente non vedo nulla di nuovo qui, ma il solito loop di argomentazioni già presenti anche 5 anni fa.

Edited by Flaggy

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Ancora con questa storia? al tracciato di marsala mancava la pagina relativa al 27 giugno, e alcuni registri del centro di controllo mancano. Non è che non li ha chiesti la magistratura, è che proprio mancano. E dovevano essere conservati obbligatoriamente (per legge) vista la gravità dell'accaduto.

Non mi risultano neanche i tracciati di siracusa, a riguardo dei quali fra l'altro si segnala la contraddizione in cui cade il gen. tascio, il quale afferma il 21 ottobre 1989 in commissione stragi che il sito fosse in manutenzione, sebbene questo contrasti con le telefonate e i riscontri in possesso della magistratura, fra cui una nota dello stesso Tascio.

Mancano anche pezzi dei documenti richiesti dalla magistratura al sito di Licola (il più vicino all'area del disastro).

Inoltre trovo assai bizzarro che il colonnello Guidi abbia tanti buchi dei ricordi di quella sera, e come non riconosca la sua voce registrata.

non è stato occulatato o distrutto niente. molti tracciati sono stati richiesti troppo tempo dopo. la colpa è dei giudici, mica dell'AMI.

 

 

In ogni caso la recente sentenza riapre il caso, confermando il fatto che un depistaggio è avvenuto.

sentenza che si basa sul nulla, come ammette la stessa sentenza.

 

 

Inoltre, se la tesi del missile è piena di lacune e incongruenze

è una tesi che non ha prove, non sono mai state trovate schegge o parti del missile, così come danni da espolosione esterna. è un dogma religioso.

 

 

ancor più lacunosa è apparsa la tesi della bomba a bordo

è una tesi con prove poco consistenti, ma chiare ed accertate: il c4 fu trovato, così come i danni da esplosione interna.

 

 

per poi scartare la bomba in quanto del tutto incoerente con le evidenze in possesso degli inquirenti (resti dell'aereo etc..).

i resti dell'aereo sono compatibili con una bomba, non con un missile, non ci sono danni da schegge, nè parti del missile stesso evento, quest'ultimo, invero molto fortunoso e raro.

 

 

Dico semplicemente che chi ha lavorato per decenni su quest'inchiesta avvalendosi di esperti giunge a conclusione diverse dalle vostre

dici una mezza verità. la verità oggettiva è che il processo penale ha assoluto tutti, quello civile ha condannato tutti... cosa che lascia capire la facezia, o la malafede, con la quale la faccenda è stata condotta.

 

per il resto... eh, io ci lavoro col pc, non sono di esempio :D

tuttavia, quello che mi preme far emergere è che, per quanto ci sia, giustamente, libertà di pensiero, ci sia, anche, onestà intellettuale: si può dire benissimo di credere alla tesi missile, ma si ammetta che non ci sono prove, ma solo sospetti ed illazioni non confermate... lo dice anche la sentenza.

soprattutto, non si ribalti la realtà, dicendo che la tesi del missile (nessuna prova) è più verosilime di quella bomba (che le prove le ha eccome)... altrimenti poi ci si lamenta che si viene presi poco sul serio.

 

in questo modo, si torna, ahimè, al postulato iniziale di Gianni, postulato a cui nessuno dei "missilari" ha mai saputo rispondere, nè qui, nè in sede giudiziaria.

Edited by vorthex

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma poi prima di mettersi in coda al DC9, sto Mig sara' partito da qualche parte..

 

Non in coda al DC-9 Itavia, ma in coda a uno dei loro aerei che transitavano sullo spazio aereo italiano con tanto di piano di volo, come un C-130 per esempio. In questo modo se erano bravi, in formazione ravvicinata potevano magari eludere i radar, cioè si vedeva solo un segnale e non due.

Gli aerei libici "ufficiali" avevano piano di volo con autorizzazione, un altro aereo libico meno ufficiale, come un caccia, avrebbe potuto anche accodarsi per comodità venendo dalla Russia, o da dovunque. Da dove veniva? Che ne so. Per quanto ne so, per come andavano le cose in quegli anni e per l'idea che mi sono fatto a sto punto poteva essere decollato da Roma dopo un caffè al circolo ufficiali dell'AMI mentre ritornava a Tripoli dalla Russia recando gli omaggi di Gheddafi, non mi stupisco più di niente.

Se gli Hercules libici potevano fare scalo a Venezia (pare con tanto di pezzi nuovi mandati dalla Lockheed ...), perchè un Su-17 o un Mig-23 non avrebbero potuto fare lo stesso? Magari senza dare nell'occhio per non creare problemi agli italiani?

Edited by Vultur

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vultur, possiamo astenerci dall'inventarci totalmente le cose ed attenerci ai fatti delle varie inchieste, che già sono, spesso, inventati?

non c'era nessun volo autorizzato libico quel giorno.

Edited by vorthex

Share this post


Link to post
Share on other sites

Una cosetta... se il radar compie 10 rotazioni al minuto circa, per farne una impiega 6 sec. Il cosidetto puntino sul radar che fa' il salto da canguro, prima "mette la freccia e sorpassa" percorrendo 4 miglia nautiche in 6 sec, poi circa 13 miglia nautiche (stima "ad occhio") cioe' 24 km in altrettanti 6... velocita' stimata.. parecchio... un bel.salto da canguro.. ho fatto il calcolo e vi lascio la gioia di calcolarlo... spero di aver letto bene i tracciati.. se non l'ho fatto, scusate :D

Edited by fabio-22raptor

Share this post


Link to post
Share on other sites

che non lo sai che i temibilissimi caccia nato, rigorosamente invisibili ai radar, tramite appositi pod ecm segretissimi, volano a velocità di curvatura 8? :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

che non lo sai che i temibilissimi caccia nato, rigorosamente invisibili ai radar, tramite appositi pod ecm segretissimi, volano a velocità di curvatura 8? :asd:

Ammetto che mi era sfuggita.. grazie per la dritta :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eccomi a rispolverare questo thread... dopo aver impiegato alcuni giorni per riuscire a leggerlo tutto (il mio tempo libero è quello che è...)

 

Come prima cosa vorrei complimentarmi per il livello complessivo della discussione che ad eccezione della lunga parentesi dovuta ad un "troll" è sempre stato pacato, logico e legato ai fatti accertati.

 

Durante la lunga lettura delle ormai 40 pagine di discussione ho avuto modo di trovare numerosi collegamenti a pagine e documenti di riferimento che con calma andrò a leggermi; purtroppo alcuni di questi ormai dopo tanto tempo "puntano" a pagine non più esistenti ma per fortuna buona parte del materiale è ancora raggiungibile.

Siccome mi servirà un bel po' di tempo per portare a termine l'impresa vorrei fare un breve riassunto di uno dei punti fondamentali: i tracciati radar e i relativi nastri con le registrazioni; e alla fine porre alcune domande nella speranza che qualcuno possa rispondermi in modo da togliermi un paio di dubbi.

 

Dunque... il giudice che per primo indaga sull'incidente predispone il sequestro delle tracce radar dei centri che monitorizzano il Tirreno che all'epoca erano, partendo da nord: Poggio Ballone, Ciampino, Licola, Marsala e Siracusa. A questo punto l'incarico di polizia giudiziaria viene affidato ai Carabinieri che interpretando restrittivamente sequestrano solo quelli di Ciampino, Licola e Marsala.

 

Qualcuno mi corregga se sbaglio per cortesia.

 

Perdonate le domande seguenti, ma vorrei fare un po' di chiarezza tra le tante "leggende" che girano attorno a tracciati, nastri radar e presunte omissioni dell'A.M.I; e mi pare che questi quesiti non siano ancora stati posti, almeno in forma così specifica.

 

I domanda: il sequestro riguardava solo i tracciati cartacei o anche i nastri magnetici?

 

Da quello che ho capito Ciampino li ha prontamente forniti anche se poi si è incappati in quello spiacevole "fraintendimento" sulle "spurie" che tanto ha alimentato le teorie del complotto... (certo che se tu giudice non conosci la materia potresti chiedere la consulenza di un esperto sul materiale che deve essere prodotto in questi casi...)

Tutte le domande seguenti sono in buona parte derivanti dal fatto che mi sembra di capire (e magari è solo colpa di un mio fraintendimento) che Gianni065 (che ha fatto un lavoro mirabile, peccato solo che da una certa data in poi non abbia più scritto...) parli quasi esclusivamente dei tracciati di Ciampino

 

II domanda: anche i centri di Licola e Marsala hanno prodotto prontamente i relativi tracciati?

 

III domanda: dopo quanto tempo sono stati richiesti anche i tracciati di Poggio Ballone e Siracusa?

 

IV domanda: se il sequestro dei nastri non è stato richiesto inizialmente, dopo quanto la magistratura ne ha fatto richiesta?

 

In caso di incidente aereo l'I.C.A.O. prevede che i nastri vengano conservati per tempo indefinito e non per i "canonici" 30 giorni.

 

V domanda: la conservazione per un tempo indefinito vale per tutti i siti che potevano monitorare quella zona o solo per installazioni specifiche? Nel senso: il mio radar copre la zona di un incidente aereo (magari insieme a parecchi altri), io devo mettere da parte quei nastri di mia iniziativa? Oppure mi deve giungere una richiesta specifica (per esempio la magistratura visto che l'E.N.A.V. doveva ancora nascere) che mi raccomandi di conservarli? E ancora: chi mi autorizza a riutilizzarli una volta che non dovessero più servire per l'inchiesta?

 

Le procedure sono sicuramente molto cambiate dal 1980... intanto adesso c'è l'E.N.A.V. (la cui costituzione, se non sbaglio, ricevo un forte impulso proprio dall'incidente di Ustica) mentre allora presumo la cosa fosse di pertinenza dell'A.M.I. in quanto delegata della funzione del controllo di volo.

 

VI domanda: qualcuno conosce qualcosa sulle suddette procedure e pertinenze dell'epoca?

 

Vi chiedo nuovamente scusa se ho annoiato qualcuno ma mi piacerebbe rispondere a queste domande in maniera precisa per fare un po' di pulizia fra la tanta disinformazione che gira... probabilmente troverò le risposte nel materiale segnalato nella discussione ma temo sarà un'impresa assai lunga! Se qualcuno sapesse rispondere o anche solo aiutarmi a restringere il campo della ricerca gli sarei molto grato... Qualora questo non fosse possibile ma le risposte dovessero interessare ad altri utenti mi impegno di pubblicarle (con tanto di riferimenti), non appena le troverò, in questa stessa discussione.

 

Scusatemi se ho scritto un post troppo lungo...

 

Cordiali saluti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Leggo su facebook che l'attuale premier Matteo Renzi fa sapere (dal suo profilo ufficiale) che ha firmato la declassificazione di alcuni documenti vincolati dal segreto di stato, fra cui troviamo anche documenti inerenti appunto Ustica... staremo a vedere.

Edited by fabio-22raptor

Share this post


Link to post
Share on other sites

la notizia è interessante. speriamo solo che non si faccia il solito teatrino, una volta appurato, anche dai più duri, che non c'erano mirage con missili ad induzione (cit.).

Share this post


Link to post
Share on other sites

il secondo documento, quello del SISMI, è abbastanza chiaro, ha una sua intestazione e parla della situazione Libica nel 1980 e di come il Mig-23 sia caduto in Luglio, non in Giugno, come i propugnatori della battaglia aerea sostengono.

 

ma il primo documento cosa è?

è un memorandum, di 20anni dopo, scritto da chi e rivolto a chi? l'intestazione non la ha e si blocca a pagina 33. è un sunto? anche la pagina dove è postato non fornisce ulteriori spiegazioni.

 

si parla ancora dei radar della Saratoga accesi, di AWACS fantasma sull'appennino, di aerei, tracciati radar ed orari presi alla rinfusa per dimostrare il complottone.

vergognosa poi, la parte sui caschi, dove ti dicono chiaro e tondo che non sono caschi di piloti, o se ti va bene, caschi di un incidente di vari anni prima e, quindi, è un complotto!

sul serbaotio (con la chicca delle macchie rosse... presuppongo del sangue resistente a 10anni di acqua marina), che essendo di un A-6E, allora deve essere parte di un complotto!

sulle boe acustiche che prima sono boe ASW, poi boe di segnalazione, poi galleggianti, poi di nuovo boe acustiche... e poi ci fermiamo che il documento si blocca ma, comunque, è un complotto!

 

sinceramente, quello che si evince, è l'assoluta incompentenza di chi le indagini le ha svolte e di come, a tutti i costi, si sia voluta perorare una causa, anche di fronte all'evidenza di fatti contrari, sperperando milioni di soldi del contribuente.

infatti, la cosa esilarante è che, ammettendo anche che tutti questi dati fossero veri... non proverebbero niente. si avete letto bene, niente: non esiste un solo dato che dica "ecco l'aereo che ha intercettato e tirato giù l'Itavia, ecco il mig", sono solo prove circonstanziali.

 

anzi, non è che il documento è interrotto perchè... è un complotto? :asd:

Edited by vorthex

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

sul serbaotio (con la chicca delle macchie rosse... presuppongo del sangue resistente a 10anni di acqua marina)

Ma va là... è la vernice dell' Itavia! :rolleyes:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche io mi sono preso la briga di rileggermi tutta questa interessantissima discussione.

 

Una cosa però non mi è chiara. Forse me la sono persa trai i post chilometrici e in tal caso me ne scuso.

 

Saranno state fatte sicuramente delle autopsie sulle povere vittime... beh che cosa dicono?

 

Una bomba piuttosto che un missile (non importa in questo momento) penso che lasci dei segni ben riconoscibili sui corpi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Delle autopsie ne parlammo. Furono trovate schegge in alcuni corpi, ma provenivano dal velivolo stesso. Il tutto è compatibile con un'esplosione a bordo di un ordigno senza involucro. Si torna insomma alla bomba....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il primo documento nel linguaggio e nelle argomentazioni mi ricorda molto lo stile della "famosissima" ordinanza-sentenza del giudice Priore; la quale, ricordiamolo, era figlia dell'allora procedura inquisitoria... L'utilità di questo documento, ancor più incompleto, è pressoché nulla per chiunque voglia affrontare seriamente una questione così complicata anche perché un memorandum deve riassumere in maniera chiara la situazione o una parte specifica di questa. Questo documento sembra volersi concentrare sulle questioni irrisolte a cui gli alleati avrebbero potuto dare risposta, ma anziché riportare tali informazioni in maniera completa e neutra sembra voler tracciare una serie di nessi e suggerire una precisa conclusione... O a redarlo è stato un incapace oppure un incapace con uno scopo preciso... esposizione confusa, uso improprio di tecnicismi, lacune linguistiche, mancanza di approfondimenti e di opportuni rimandi ad una necessaria appendice... non si può sperare che i destinatari di un simile memorandum (presumibilmente politici o inquirenti) conoscano a menadito tutta l'intricatissima vicenda, le sigle e le procedure di volo o assistenza alla navigazione aerea, etc.

Dallo stile sembrerebbe proprio un documento con il chiaro intento di suggerire una verità in modo "ammiccante" con il consolidato sistema delle interpretazioni di comodo, delle correlazioni forzate e dei finti approfondimenti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Delle autopsie ne parlammo. Furono trovate schegge in alcuni corpi, ma provenivano dal velivolo stesso. Il tutto è compatibile con un'esplosione a bordo di un ordigno senza involucro. Si torna insomma alla bomba....

 

Nel frattempo, cercando in rete, mi sono letto questo documento, ma ho trovato conclusioni non proprio in linea con ciò che hai scritto.

 

http://www.stragi80.it/documenti/gi/perizie/001-007.pdf

 

In ogni caso grazie per la risposta!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Perchè dici che non sono in linea? il documento a partire da pag 1729 dice chiaramente che sono state trovate piccole schegge metalliche su 5 cadaveri e che queste, "per caratteristiche morfologiche e dimensionali" provengono dal velivolo e non dall'involucro di un ordigno esplosivo. Io ho parlato di bomba priva di involucro. Se di bomba si tratta, questa era piccola. La distruzione del velivolo e la quasi totalità dei danni ai corpi delle vittime nascono essenzialmente dalle conseguenze della decompressione e successiva disintegrazione del velivolo, ma nessuno ha mai affermato che i fossero direttamente causati dall'esplosivo.

Il punto è che un'esplosione pare proprio ci sia stata, con pezzi di aereo che hanno colpito con estrema violenza altri pezzi di aereo e i passeggeri, rimanendovi conficcati, mentre non vi è la minima traccia di schegge provenienti da qualcosa di estraneo (leggi missile).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Perchè dici che non sono in linea? il documento a partire da pag 1729 dice chiaramente che sono state trovate piccole schegge metalliche su 5 cadaveri e che queste, "per caratteristiche morfologiche e dimensionali" provengono dal velivolo e non dall'involucro di un ordigno esplosivo. Io ho parlato di bomba priva di involucro. Se di bomba si tratta, questa era piccola. La distruzione del velivolo e la quasi totalità dei danni ai corpi delle vittime nascono essenzialmente dalle conseguenze della decompressione e successiva disintegrazione del velivolo, ma nessuno ha mai affermato che i fossero direttamente causati dall'esplosivo.

Il punto è che un'esplosione pare proprio ci sia stata, con pezzi di aereo che hanno colpito con estrema violenza altri pezzi di aereo e i passeggeri, rimanendovi conficcati, mentre non vi è la minima traccia di schegge provenienti da qualcosa di estraneo (leggi missile).

 

Si hai ragione, ma mi riferisco al fatto che dal documento sembra improbabile la dinamica dell'esplosione interna.

Per esempio pag 1820 e 1830.

 

 

[Ambedue queste conclusioni, ma in particolare la prima, non si

conciliano con l’ipotesi di un’esplosione all’interno dell’aereo”]
[in conclusione: non tutti i corpi hanno subito le stesse azioni
traumatiche; la diversità di lesioni può riferirsi a meccanismi traumatici più
violenti per alcuni, meno per altri. La riduzione però in monconi di alcuni
corpi, l’infissione di corpi estranei nei corpi (in armonia con quanto
rinvenuto nei sedili dell’aereo) le alterazioni timpaniche orientano per una
ipotesi di falla, da esplosione, nella fusoliera.
Tra l’ipotesi di esplosione a genesi endogena e quella di esplosione a
genesi esogena, appare da privilegiarsi la seconda per mancanza su corpi e
su cose repertate di fenomeni di ustione e in linea sussidiaria di tracce di
incendio e per assenza nei corpi di CO e/o HCN.]

Share this post


Link to post
Share on other sites

Uno dei più grandi punti del contendere fra le varie perizie (ce ne sono tante di perizie...mica solo una...) è proprio questo. Le tracce d'esplosivo e la violenza dell'impatto di alcune schegge spingono in direzione dell'esplosivo, ma ci sono risultanze peritali più o meno compatibili con vari scenari (bomba o missile in primis). Se da un lato non ci sono tracce di bruciature (ma ci devono essere se la bomba è veramente piccola e se mancano molte parti di fusoliera dove questa si sarebbe trovata, cioè nella toilette?!), dall'altro non ci sono tracce dell'oggetto che avrebbe provocato l'esplosione esterna e questo senza dubbio avrebbe dovuto avere un involucro rigido, a meno di non inventarsi castronate come i missili a risonanza (che cavolo sono poi?) o quasi collisioni (che con l'esplosivo e le schegge non è che ci vadano molto d'accordo).

In generale, a prescindere dal lavoro di Priore, lo scenario della battaglia aerea, ogni volta che è stato ricostruito, è sempre apparso fumoso e poco plausibile, proprio perchè incapace di mettere assieme tutti gli elementi.

La bomba non è uno scenario molto "popolare"? Ok, ma sfortunatamente è quella che produce meno voli pindarici per spiegare i fatti...

Comunque siamo sempre lì...Elementi nuovi 0!

Edited by Flaggy

Share this post


Link to post
Share on other sites

Uno dei più grandi punti del contendere fra le varie perizie (ce ne sono tante di perizie...mica solo una...) è proprio questo. Le tracce d'esplosivo e la violenza dell'impatto di alcune schegge spingono in direzione dell'esplosivo, ma ci sono risultanze peritali più o meno compatibili con vari scenari (bomba o missile in primis). Se da un lato non ci sono tracce di bruciature (ma ci devono essere se la bomba è veramente piccola e se mancano molte parti di fusoliera dove questa si sarebbe trovata, cioè nella toilette?!), dall'altro non ci sono tracce dell'oggetto che avrebbe provocato l'esplosione esterna e questo senza dubbio avrebbe dovuto avere un involucro rigido, a meno di non inventarsi castronate come i missili a risonanza (che cavolo sono poi?) o quasi collisioni (che con l'esplosivo e le schegge non è che ci vadano molto d'accordo).

In generale, lavoro di Priore a parte, lo scenario della battaglia aerea, ogni volta che è stato ricostruito, è sempre apparso fumoso e poco plausibile, proprio perchè incapace di mettere assieme tutti gli elementi.

La bomba non è uno scenario molto "popolare"? Ok, ma sfortunatamente è quella che produce meno voli pindarici per spiegare i fatti...

Comunque siamo sempre lì...Elementi nuovi 0!

 

Ma infatti io non intendo apportare elementi nuovi (non vedo dove potrei andare a prenderli del resto) e non voglio neanche ricostruire scenari. La mia posizione per il momento è di "farmi una posizione". Ho letto la discussione e mi sto documentando... per ora ho trovato questa perizia che dice quello che dice. Ne cercherò altre e me le leggerò. A tal proposito molto probabilmente me ne sapresti indicare alcune a sostegno dell'ipotesi dell'ordigno interno.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questa discussione ritorna sempre dove era già passata.

Per pietà, guarda indietro nella discussione... Sei sicuro di aver scartabellato in quella tonnellata di roba che abbiamo postato? Avevo postato anche dei video che riassumevano le tesi dei periti di parte degli accusati in maniera per quanto possibile semplice ed esaustiva.

Forse negli anni alcuni link sono saltati...ma qualcosa deve essere rimasto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...