Jump to content
Sign in to follow this  
speedyGRUNF

A-10 Thunderbolt II

Recommended Posts

Non ho più niente da postare.

Prendersela comoda? Ricerca originale?

Lo Skyraider non è un aereo dissimile dall'A-10, anzi era fatto per svolgere compiti simili in modo simile. Talmente simile che perfino su Wiki scrivono che ispirò il disegno dell'A-10, perché le soluzioni per i compiti da svolgere erano in pratica le stesse: dominio a bassa quota e bassa velocità del campo di battaglia. Se il dominio non ce l'hai, bisogna che lo acquisti in qualche modo, o no? Ti butti a capofitto nel mezzo è quel che succede succede? Spero di no.

 

L'A-10 non è un aereo per "il CAS", ma è un aereo che può fare anche il CAS, tant'è che "il CAS" lo può fare quasi chiunque. L'A-10 è un aereo fatto per distruggere carri armati e questo non lo può fare chiunque.

 

Le missioni dell'A-1 erano CAS, Se l'A-10 è ispirato all'A-1 perche poi dici che l'A-10 non è un'aereo da CAS?

 

 

Il CAS adesso lo puo fare chiunque, all'epoca era richiesta manovrabilita alle basse velocita,capacita di sopravvivere che per un'aereo lento significa saper incassare, loitering elevato per essere gia in volo sul bersaglio al momento della chiamata. l'alternativa erano i jet che non avendo capacita di loitering dovevano aspettare sulla pista e puntare sulla velocita per raggiungere il bersaglio in tempo utile e comunque con la limitazione di dover scaricare tutto il carico alla svelta (I supersabre)

 

 

Se i carri armati sono difesi, pagina uno del primo anno di accademia, qualunque aereo, compreso l'A-10, deve per forza tenerne conto e prendere le adeguate contromisure in base a ciò che si conosce delle difese nemiche e prima si occuperà di esse e solo poi a colpirà carri armati, il contrario mi pare difficile e comunque controproducente.

Se ci sono i tuoi SAM "attivi" per prima cosa l'A-10 sta sicuro che cerca quelli. Io che l'A-10 i razzi non guidati li usa solo nel ruolo FAC nella mia ignoranza non l'avevo mai sentito.

Come ho già scritto la pianificazione di una missione credo che prevede diverse cose, tra cui anche le informazioni, cioè l'intelligence militare, che ti deve dire cosa ti troverai di fronte. In base a questo si pianifica tutto.

Prendersela comoda perché si rispettano quote e tempi pianificati???

E' originale dire che profilo di missione, carico e autonomia si influenzano a vicenda, influendo anche sul tempo a disposizione per rimanere sul bersaglio?

Non con tutti i carichi e non con tutti i profili di missione hai la stessa autonomia. Questo può influire sul tempo che hai a disposizione. Il che significa che puoi dedicarti solo a certi bersagli e per prima cosa è logico che andrai alla ricerca delle minacce. Ovvio che se si è in quattro, due fanno da bersaglio e due attaccano i carri (a turno, voglio sperare).

 

 

Questi sono discorsi da missioni d'interdizione o da bombardamento tattico , Il CAS era tutta un'altra cosa.

 

E' originale dire che bisogna evitare la contraerea invece di volarci in mezzo?

E' originale dire che per prima cosa vanno eliminate le minacce e che l'esercito è minacciato dai carri armati, mentre un pilota di cacciabombardiere lo è dalla contraerea??

E' originale dire che il cannone dell'A-10 permette di avere una gittata che guarda caso corrisponde a quella efficace della contraerea convenzionale più comune e che gli permette di restarsene al limite della reazione ravvicinata del nemico e che le salve dei suoi proiettili ("a pioggia": termine che non ho inventato io) assomigliano più a quelle di una salva d'artiglieria che a quelle di un cannone aeronautico?

L'A-10 spara e subito richiama, o vira stretto da una parte proprio per tirarsi fuori dal range delle armi nemiche.

E' originale dire che l'Apache è un elicottero pensato per aumentare le possibilità anticarro dell'esercito e che le sue doti sono sprecate e messe a repentaglio inutilmente se lo si deve usare per difendersi dalla contraerea, anzichè distruggere carri?

 

L-A-10 è ottimizzato per attaccare da 1225m di slant range che con un picchiata di 30 gradi sono secondo pitagora appena 980m di distanza orizzontale.

Un conto è colpire un'altro è danneggiare. Quando si spara contro un carro il problema e danneggiarlo invece contro un'aereo è colpirlo.

 

La "pioggia" è solo un'espressione per enfatizzare il volume di fuoco superiore rispetto a quello di un canna singola, come potrebbe esserlo il KCA del viggen, pari calibro (30x173) ma limitato da cadenza e dotazione di colpi.

Se le caratteristiche che permettono all'avenger di fare la "pioggia" avessero una qualche valenza controcarro, allora avremmo nel vulcan il"diluvio'" definitivo: piu cadenza, e colpi che cadono ancora piu angolati quindi sempre piu simili a quelli dell'artiglieria. Naturalmente cio non è, perche quel che conta contro una corazza è densita sezionale è velocita.

 

Plunging-fire cosi si chiama il fuoco dell'artiglieria che colpisce dall'alto e con il quale vorresti fare analogie e che come sistema per sconfiggere le armature ha senso solo per le battaglie navali non certo per un bersaglio piccolissimo come la sommita, (scafo e torretta) di un carro.

Se si spara da un'aereo con un calibro adeguato è sufficente sfruttarre a proprio favore il meccanismo degli spessori relativi delle armature inclinate.

Le sommita che una volta erano la parte superiore di un carro e che si limitavano a fare da tetto, quindi non esposte alla linea di tiro da terra, in un carro con corazza inclinate contribuiscono a fare da armatura frontale, ma avendo un'angolo ottimizzando per la linea di tiro da terra, presentano un'angolo peggiore di un "tetto piatto" rispetto alle minacce che vengono dall'alto. quindi il valore migliore per attaccare dall'alto si sposta da colpire esattamente dall'alto a colpire da angoli piu bassi, avvicinandosi di piu agli angoli di tiro dell'A-10

 

 

 

Alcuni paesi l'hanno infilato nell'aeronautica. E che cambia? Forse l'hanno fatto per non aver doppioni tra le scuole di volo, o per non dover sempre rapportarsi con l'esercito, ma qualcosa mi dice che gli Apache olandesi si occupano pure loro di carri, così come quelli israeliani.

Mi stai dando ragione se non te ne sei accorto; Sono Io ho che detto che il ruolo non cambia indipendentemente da chi usa il mezzo.

Dimmelo tu cosa cambia, se tu che sei esordito nel messaggio 241 con la storia.

Guarda che è il contrario, è l'esercito che ha gli elicotteri per non dipendere dall'aeronautica, Gli elicotteri anche se dell'aereonatica non possono prescindere da operare con e in funzione dell'esercito perche il CAS è appoggio tattico (appoggio alle forze di terra)

 

 

La missione di cui ho scritto era di un Jaguar britannico nel Golfo, dove scoprirono che non ha alcun senso volare dentro uno sbarramento contraereo se ci si può volare sopra con gli stessi risultati, specie con la CBU-97.

E'originale dire che prima usi quello che hai appeso ai piloni e poi passi alle cannonate e che il cannone è quello che ti costringe ad avvicinarti di più al nemico?

In Desert Storm, gli Apache furono tra i primi velivoli a superare il confine insieme con gli F-117, ma come ho già scritto non andarono a cercare la contraerea nemica, ma colpirono un centro di telecomunicazioni nell'ambito della soppressione della rete di trasmissioni nemica.

Desert storm, appunto il prendersela comoda che dicevo prima.

Un conto è avere l'inizativa e attaccare come e quando si vuole. Quindi prima SEAD cruise e stealth e tirando giu o costringendo a terra l'aviazione nemica, per poi fare i propri comodi quando non c'è piu difesa nemica e a quel punto lo credo che viene piu comodo bombardare da 6000 metri.

 

Un'altro conto è quando è il patto di varsavia che attacca, e bisogna reagire subito in inferiorita numerica e senza tutte le tecnologie nuove usate in desert storm.

Tecnologie che compensavano i numeri e che sono state il motore del processo d'evoluzione che ha portato gli equilibri di forze est-ovest a spostarsi durante la guerra fredda.

 

Infatti ci hanno mandato gli apache proprio perche volando basso non potevano essere individuati e colpiti dalla contraerea. Orizonte radar di nuovo ecc ecc

Edited by Einherjar

Share this post


Link to post
Share on other sites

lo e' sicuramente (da poligono) la torretta e' stata colpita almeno 50 volte su tutta la sua superficie.

Share this post


Link to post
Share on other sites

gli effetti collaterali del GAU8.......

 

è un carro usato in un poligono; ma a quello che si riferisce è la forza di penetrazione di un'ogiva; che ha bucato quella corazza come fosse di plastica.

ma avete presente quanto è spessa la corazza di un carro?

 

anche quì si vedono gli effetti... A-10 GAU-8 cannon target

Edited by vorthex

Share this post


Link to post
Share on other sites

non sto capendo... la "forza di penetrazione dell'ogiva" che sarebbe? forse volevi dire del proiettile?

comunque, non è che i proiettili dell'Avenger abbiano sto potere di penetrazione sovrannaturale, anzi. semplicemente, vanno a colpire zone tendenzialmente poco protette degli AFV nemici, come ampiamente discusso nelle precedenti 13pagine.

Edited by vorthex

Share this post


Link to post
Share on other sites

non sto capendo... la "forza di penetrazione dell'ogiva" che sarebbe? forse volevi dire del proiettile?

piccolo promemoria O.T.

 

l'insieme delle parti (tre) formano il proiettile che è costituito:

dal bossolo che è la parte del "corpo" dove all'interno è contenuta la polvere che è la carica di lancio; dove al fondello si troverà la capsula di innesco (fulminato di mercurio) che una volta colpita dal percussore esplode; attivando la polvere contenuta nel bossolo, che forma una forte pressione data dall'espansione del gas, che fa partire l'ogiva in gergo tecnico o più conosciuta in "slang" come la "pallottola"

l'ogiva percorrendo la canna assume una rotazione forzata sul proprio asse dato dalle rigature destrorse che sono all'interno della canna, tale rotazione serve per stabilizzare la traiettoria dell'ogiva; che poi andrà a colpire l'obiettivo.

(se può essere di interesse vi spiego anche il perchè di tale necessità della rotazione ma non è questo il giusto topic :lol: )

 

 

comunque, non è che i proiettili dell'Avenger abbiano sto potere di penetrazione sovrannaturale, anzi. semplicemente, vanno a colpire zone tendenzialmente poco protette degli AFV nemici, come ampiamente discusso nelle precedenti 13pagine.

Non è proprio così; non colpiscono zone tendenzialmente poco protette ma vedo dalle immagini che bucano ogni punto del carro...

 

ho letto le pagine precedenti e si menziona molto alla capacità di tiro e alla celerità dei colpi sparati da quest'arma ; e si evidenzia il suo successo.

Ma soffermiamoci un'attimo su un ragionamento; se io devo trapanare una lamiera spessa circa 2mm usando una punta in acciaio super rapido o temprata ed esercitando una pressione sul trapano ci impiegherò diciamo un tempo X; se uso invece una punta al cobalto ed esercito la medesima pressione sulla stessa lamiera ci impiegherò un tempo minore; figuriamoci a bucare una lamiera di un carroarmato . ecco a cosa mi volevo riferire e tale cosa mi affascina, e che mi lascia appunto a bocca aperta è appunto che quelle pallottole :lol: ovviamente composte in un materiale speciale (ho letto il topic "carica cava VS uranio imp.), riescano lo stesso con molta facilità a perforare una lamiera di un carro che da come ho visto "ad occhio" è dai 2 ai 3 Cm!! come fosse di carta :adorazione: non stiamo parlando di una pallottola di carroarmato o di un cannone come 120mm ma di una pallottola sparata da una mitraglaitrice seppur grossa e considerata a tutti gli effetti un cannoncino, ovviamente 30mm non son pochi specialmente su un aeromobile o forse meglio dire carroarmato volante B-)

 

questo pensiero mi è venuto quando ho visto e ho toccato dal vivo un carroarmato T-55 al parco tematico di Rimini e mi sono venute in mente delle immagini che avevo visto, appunto di un T-55 mitragliato da un A-10. li diventa veramente impressionante appunto quando hai constatato la durezza di una corazza. ecco questa era una mia semplice osservazione.

T55zoom.jpg

 

ma sei sicuro che siano buchi da 30mm???

se clicchi sulla foto e fai "proprietà" , copi ed incolli l'indirizzo della foto, ti apparirà questa pagina. SI sono proprio fori di GAU-8!!

 

http://www.journal.dnd.ca/vo4/no2/research-recherch-eng.asp

 

Andr-2-Bul-iddled-ta.jpg

Edited by vorthex

Share this post


Link to post
Share on other sites

Forse volevi dire 10 o 20 centimetri: il frontale della torretta girevole di un T55 lo danno spesso 203 mm e non è lamiera, ma uno spessore di acciaio fuso.

 

http://en.wikipedia.org/wiki/T-54/55

 

T54 (non mi chiedere cosa hanno usato per tagliarlo: deve trattarsi dell'arma anticarro definitiva):

 

 

t54trainingparolatankmu.jpg

 

Anche se dice che presumibilmente si tratta di colpi di gau-8, non conosco molte altre armi capaci di ridurre in quel modo un carroarmato.

Molto interessante la parte dell'aerosol all'uranio esaurito: non è stata dimostrata alcuna vera correlazione con la leucemia. Come dire: non si sa ancora se fumare fa male alla salute, può darsi... Qualcuno ha ancora voglia di fare il carrista?

Edited by Vultur

Share this post


Link to post
Share on other sites

E be, non so te, ma io un coperchio di botola spesso duecentotre millimetri di acciaio non credo di riuscire a sollevarlo sopra la testa. Rimarrei chiuso dentro come farei a scappare?!

Edited by Vultur

Share this post


Link to post
Share on other sites
piccolo promemoria O.T. ... che poi andrà a colpire l'obiettivo.

(se può essere di interesse vi spiego anche il perchè di tale necessità della rotazione ma non è questo il giusto topic :lol: )

d'accordissimo che con questo termine si indichi la punta del proiettile o di un qualsiasi altro corpo affusolato con simmetria assiale... ma, comunque, non ha molto senso: è tutto il sistema del proiettile ad avere uno specifico potere di penetrazione, dove anche la composizione chimica delle polveri di sparo e la lunghezza della "pallottola" (soprattutto nei penetratori cinetici dove, appunto, abbiamo un dardo) giocano la loro bella parte. insomma, non è solo l'ogiva, la quale di per se non ha alcuna forza... anzi, nel caso del PGU-14 l'ogiva esterna ha solo una funzione aereodinamica e quella interna è solo la "punta" del dardo in DU.

http://img.blog.yahoo.co.kr/ybi/1/91/f2/tgpjyy/folder/44/img_44_121_0?1241506054.jpg

 

Non è proprio così; non colpiscono zone tendenzialmente poco protette ma vedo dalle immagini che bucano ogni punto del carro...

no no... è proprio così.

i proiettili dell'Avenger penetrano 69mm di RHA a 500m... sono oggettivamente poca roba, soprattutto contro un MBT. va da se, quindi, che sia la zona e l'angolo con cui impattano i proiettili a farne un arma utile in questo ambito... per intenderci: montare un GAU-8 su di un mezzo terrestre non ne farebbe affatto un caccia-carri. che poi ci siano foto con mezzi colpiti in ogni dove, poco cambia: la penetrazione la si ottiene solo in determinate zone (ovviamente si escludono gli APC che sono presenti nelle foto... là si ha una protezione talmente bassa che anche un occhiataccia buca il mezzo).

 

questo pensiero mi è venuto quando ho visto e ho toccato dal vivo un carroarmato T-55 al parco tematico di Rimini e mi sono venute in mente delle immagini che avevo visto, appunto di un T-55 mitragliato da un A-10. li diventa veramente impressionante appunto quando hai constatato la durezza di una corazza. ecco questa era una mia semplice osservazione.

ma è molto probabile che la foto, visto la qualità non eccelsa, non faccia capire una realtà ben diversa: non c'è alcuna penetrazione della torretta, soprattutto nella parte frontale e sui fianchi, solo danni superficiali, a differenza del cielo della torretta e della parte centro-posteriore... là sarà un bel colabrodo.

 

ripeto: l'Avenger non è un arma sovrannaturale.

 

 

a proposito... non c'è manco niente di sovrannaturale nei tagli del T-54/55 esposto: si usa la fiamma ossidrica :asd:

Edited by vorthex

Share this post


Link to post
Share on other sites

Altri tagli in vista per l'USAF

16:09 - mercoledì 8/2/2012

 

A-10 Warthog: i famosi aerei cacciacarri prossimi alla pensione?

 

Washington Dc, Stati Uniti - Il progetto F-35 richiede tagli di ogni tipo. Stavolta nel mirino l'aereo da attacco al suolo reso celebre dalle guerre nel Golfo Persico.

 

 

(WAPA) - Il cacciacarri A-10 Warthog (letteralmente "Facocero", nomignolo dovuto al suo aspetto sgraziato e massiccio) sta per scomparire dai campi di battaglia. Troppo specializzato afferma la Usaf, troppo poche le missioni che possono essere svolte da questo aereo in un panorama bellico che mira alla versatilità.

 

Ne saranno eliminati ben cinque squadroni per un numero totale di 102 aeroplani, ma l'operazione non comprometterà le missioni che questo aereo può svolgere.

 

Il Fairchild A-10 Whartog è, in effetti, un aereo decisamente progettato per un unico ruolo: il supporto ravvicinato a terra, con operazioni di bombardamento a bassa quota e funzione anticarro e antifanteria. Può vantare una vasta panoplia di armi per l'attacco a terra, quali bombe perforanti teleguidate, bombe a grappolo e a caduta libera, razzi non guidati ed i temibili missili Agm-65 Maverick, attualmente i più potenti missili anticorazzato costruiti e che possono essere portati in grappoli di tre dall'A-10 in piloni subalari.

 

Tuttavia, l'A-10 è sicuramente ricordato per l'aspetto più vintage di tutta la sua progettazione: il cannone a canne rotanti Gau-8 Avenger da 30 mm. Quest'arma colossale fu la base di partenza del programma e l'aereo gli venne letteralmente "Costruito attorno". Il rinculo del cannone, lungo sei metri, è tale che l'aereo decelera quando spara. Il pilota può selezionare una cadenza di fuoco variabile da 2100 a 4200 colpi al minuto. Il munizionamento è costituito da proiettili ad uranio esaurito capaci di fondere la corazza di ogni carro armato da una distanza di 6,5 km.

 

Il generale Norton Schwartz, capo dello staff Usaf, ha dichiarato che "Sebbene eccelga nel suo ruolo, l'A-10 non è l'unico aereo in grado di portare a termine questo tipo di missione", concludendo sulle previsioni di riduzione in atto "Richiamate nel 2017, quando avremo almeno 160 o 170 F-35 già consegnati", riferendosi agli enormi tagli che l'Usaf ha eseguito sui suoi programmi.

 

Il numero totale di caccia Americani sarà compreso infatti tra i 1080 ed i 1300: un netto ridimensionamento dal momento che i piani dell'Usaf prevedevano, solo per l'F-35, una commissione di 1700 esemplari.

 

Sotto, una ripresa delle esercitazioni di tiro di un A-10 con cannone Gau-8 e missili Maverick.

(Avionews)

Mio Link

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'A-10 qualcuno lo voleva pensionare già nel 1991. Saddam Hussein gli prolungò la vita. E sono passati 21 anni. Stavolta è possibile che sia la volta buona.

Edited by Vultur

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' un aereo interessante dal mio punto di vista.

Me lo ricordo dai tempi del gioco " Ace combat" che passavo ore a giocare con mio padre!

Come aereo da attacco al suolo non è male, considerando anche la sua composizione massiccia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' un aereo interessante dal mio punto di vista.

Me lo ricordo dai tempi del gioco " Ace combat" che passavo ore a giocare con mio padre!

Come aereo da attacco al suolo non è male, considerando anche la sua composizione massiccia.

 

 

Grossi ammodernamenti praticamente ha quasi una avionica allo stato d'arte e ricevera delle ali nuove di zecca!!

 

A quanto pare secondo molti rapporti e' l'aereo preferito dalla truppa per fare Cas

 

http://www.defenseindustrydaily.com/a-highertech-hog-the-a10c-pe-program-03187/

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ragazzi scusate non ho capito bene.. gli USA vogliono mandare l'A-10 in pensione perchè non vogliono spendere soldi per mantenere un caccia che viene usato poco? Poi comunque per me l'F-35 non sembra un valido sostituto dell'A-10... :)

Edited by pilota01

Share this post


Link to post
Share on other sites

io credo che un velivolo cosi' azzeccato come l'A10 per il ruolo che deve svolgere ,difficilmente venga rimpiazzato dall'f35 o se nascera' qualche altro progetto, senza rimpianti,un po per le lodi scritte da voi ,ma anche banalmente dalla capicita' di assorbire colpi in combattimento ,magari portando a casa vivo il pilota,vuoi perche' ha due motori,messi li,non a caso ma per essere un po schermati,

vuoi perche' e' veramente massiccio, ma staremo a vedere quando affidabile sara' il suo sostituto.

 

 

http://www.aircraftresourcecenter.com/Stories1/001-100/0016_A-10-battle-damage/01.jpg

 

altra cosa sotto le ali ci sta' parecchia roba!!!

 

il suo cannone e' qualcosa di veramente micidiale,

 

 

 

Aerei come l'A10, o riesumo per un attimo il buon A1 Skyrider per il supporto ravvicinato sono progetti a mio dire irripetibili.

 

Quello che costano gli a10 mantenerli in vita e' stato ampiamente ripagato sul campo e dubito che un'aereo stealth ,totalmente digitale costruito con chissa che tipo di materiali, costoso oltremisura possa essere prezzo/prestazioni, equiparabile.

 

saro' troppo nostalgico?mah! la mia convinzione e' che negli ultimi teatri bellici a fare la voce grossa sono stati i nonni , o comunque aerei di quarta generazione che ancora hanno sembianze ricononducibili all'uomo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Considerazioni che lasciano il tempo che trovano nel momento in cui partono dal presupposto che il CAS si continuerà a fare nella stessa maniera anche nel futuro.

Questo non è vero.

La capacità di assorbire i colpi del nemico presuppone un profilo di missione ad alto rischio che oggi è sempre meno accettabile visto che la robustezza riduce il rischio ma non a sufficienza.

Le cose cambiano e l’A-10 è un aereo che di fatto non esiste nelle altre forze aeree e che per fare il CAS utilizzano già ora velivoli che non sono l’A-10 e per i quali l’F-35 è il sostituto designato.

Gli Stati Uniti hanno sempre ritenuto l’A-10 un velivolo troppo specializzato e che di fatto non può essere utilizzato in molte altre missioni (da cui la riduzione sensibile programmata nel numero di velivoli).

Sostituire l’A-10 e tutta la linea tattica con un velivolo più flessibile di fatto aumenta il numero di velivoli in grado di eseguire una determinata missione e questo è un valore aggiunto notevole in tempi di scarse risorse a disposizione e prescinde dal fatto che l’F-35 non è disegnato attorno a uno specifico ruolo per quanto duplicazioni di sistemi e protezioni in kevlar non è che non ci siano...

Gli aerei specializzati sono un lusso che non ci si può più permettere.

L’unica cosa che si può fare è tenere l’A-10 in servizio a lungo in numeri adeguati alle esigenze presenti, ma non certo pensare ad un sostituto altrettanto vincolato a quella missione e soprattutto a quel modo di condurla.

Share this post


Link to post
Share on other sites

hai pienamente ragione,non metto in dubbio nulla ,sicuramente siamo orientati verso un futuro come lo stai dipingendo tu,il mio era solo un pensiero pro A10,nulla di piu',un lodare un'aereo che ha scritto una bella pagina di storia .la mia perplessita' e' relativa alle incognite di un progetto cosi' nuovo.

tutto li

Edited by vorthex

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'A-10 è figlio di un'epoca oramai tramontata, perfetto per un ruolo ed una tipologia di missione che di fatto non esistono più.

E' scomparsa l'epoca in cui era di fondamentale importanza fermare a qualunque costo le armate corazzate sovietiche che potevano riversarsi sull'Europa, anche se questo significava lanciarsi ventre a terra nella mischia, praticamente in un corpo a corpo con le formazioni corazzate che ti stavano entrando in casa, accettandone gli enormi rischi rischi conseguenti.

Questa impostazione è risultata utilissima nella guerra del Golfo, durante Desert Storm, per sbaragliare le divisioni corazzate di Saddam Hussein, ma amche in questo caso sono passati ormai vent'anni.

Oggi la situazione è completamente differente, ed il CAS, quando richiesto, verrà condotto sempre più a distanze di sicurezza dall'obiettivo con armi di elevatissima precisione.

L'A-10, interprete perfetto di un'epoca passata, ha ancora una sua utilità in condizioni particolari, tipo l'Afghanistan, a patto di importanti aggiornamenti che ne giustifichino il mantenimento in servizio di un numero comtenuto fino a fine vita utile, ma il suo ruolo così specializzato è inevitabilmente destinato ed estinguersi con esso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

scusate, ma temo che ci sia un equivoco: il CAS per definizione è difficilmente fattibile 'da distanza'. Se lo definiamo CLOSE, difficile pensare a LGB lanciate da 30 km con un tempo di volo di qualche minuto.

 

Lo A10 è tuttora un aereo eccellente, nel ruolo (ricordate che si sta parlando di comprare il SuperTucano... non scherziamo), ma soffre per essere come detto una macchina molto specializzata e che 'non piace' alla fighter maphia che, bene o male, comanda in tutte le aeronautiche del mondo.

 

Fossi un soldato sul campo, vorrei sempre un A10 in alto, non certo un fighissimo F35.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nessun equivoco.

Di fatto l'aumento della distanza da cui colpire é una esigenza e una tendenza che investe anche le cannoniere AC-130 delle quali è ormai palese la vulnerabilità e ci si è mossi in questra direzione per colpire da più lontano anche con quelle.

Ovviamente ci sono tante vie di mezzo tra l'andare ventre a terra e sganciare da 30 Km e nemmeno l'A-10, armato di LGB e maverik, contempla solo ed esclusivamente l'uso del cannone o di armamento a braccio corto per fare CAS.

E d'altra parte l'F-35 non ha un cannone da 25mm perchè gli sia particolarmente utile per missioni AA. Se deve si abbassa.

Il Super Tucano non è poi così tanto un'eresia se pensiamo non tanto alle missioni CAS quanto a quelle COIN per le quali aerei come l'A-10 sono usati e sono adatti e gli F-35 sarebbero uno spreco.

Sono missioni come queste che hanno portato alla recente decisione di ridurre il numero degli A-10, ma a mantenerli in servizio ancora a lungo; già minore è la convinzione per quelle che lo hanno portato a far strage di veicoli di ogni genere dal 91 in poi, perchè quelle le si vorrebbe fare in altro modo nel futuro in cui l'A-10 non ci sarà più.

Ciò che avviene in Afghanistan è molto più vicino al COIN che al CAS (visto quest'ultimo nella sua articolata natura di missioni per le quali si è usato di tutto, B-52 compresi...).

Il problema dell'A-10 è che la sua missione originaria non esiste più (non solo per mancanza di orde corazzate ma anche per l'inaccettabilità del rischio) e quella per la quale ora è perfetto non è esattamente la stessa e comunque ancor meno giustifica un velivolo dedicato, se non ancor più economico.

 

L'A-10 non è un granchè flessibile, non sarà eterno e sostituti specifici non se ne vogliono fare, giusto o sbagliato che sia. Tutto il resto lascia il tempo che trova e il soldato, volente o nolente, dovrà adattarsi ad avere alti angeli custodi. Che si potrebbe far di meglio è lapalissiano, ma le cose cambiano e in un'ottica futura si deve prendere quanto disponibile e farlo lavorare al meglio.

Edited by Flaggy

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...