Jump to content

Recommended Posts

Seconda portaerei: i Francesi ci pensano ancora.

 

O meglio Sarkozy che ha dichiarato: « Je vais y réfléchir. C'est une décision lourde ». Vuole ancora rifletterci. E' una decisone pesante. Il problema del "sig. Bruni" è che l'opinione pubblica, in questo momento di crisi economica, mal comprende le ragioni di dotarsi di una seconda portaerei. Anche se non rappresenta una delle più grosse voci di spesa per il bilancio della difesa transalpina, infatti, psicologicamente è questo il progetto più avversato in quanto agli elettori sembra un inutile spreco.

 

Eppure durante la sua compagna elettorale Sarkozy riteneva indispensabile dotarsi di una seconda portaerei per una Francia che volesse ancora far sentire il suo peso negli equilibri mondiali.

 

Bel problema, considerando anche che per le portaerei inglesi c'è già il semaforo verde e che abbandonare il progetto ora significherebbe buttare al vento 200 milioni di Euro già spesi per quello che è un investimento di punta carico di valori simbolici per l'Europa tutta.

Link to post
Share on other sites
  • Replies 648
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

si sono belli i video ma non saprei cosa commentare...le divise sono troppo stirate? i ponti troppo lucidi? il mare è troppo pulito? boh...   Confermo l'interesse per l'Almanacco Navale 2008 dal mo

Un Atlantique 2 della Marine Nationale impegnato in Siria è stato fotografato con 4 bombe a guida laser. Il velivolo è stato certificato nel 2008 per l'integrazione di questo tipo di armamento. Se ini

passerò per ignorante... perché le fremm francesi sarebbero inferiori alle nostre?

penso che i francesi siano già avvantaggiati dal numero di fremm...

per quanto ne so la marina francese si è ripresa dopo un bruttissimo periodo rialzandosi a testa alta..

e se mai faranno una seconda porta aerei, l'talia sara sempre sotto ai cugini presuntuosi

Link to post
Share on other sites

Perché le vogliono inferiori, pur di pagare meno (e non comprare troppi pezzi da noi). Anzi, se fosse per loro le FREMM basiche (che si beccherebbe la MN) sarebbero poco più che La Fayette aggiornate.

Link to post
Share on other sites

fanno benne a non comprare i pezzi da noi come al solito noi facciamo le cose all'italiana e giustamente non si fidano...

dovremmo ringraziarli visto cosa stanno facendo con il cavour...

il cavour per informazione certa è stato costruito con alcuni pezzi di vecchie navi mercantili e da crociera, fregandosene della sicurezza e della durata di alcune parti ( cavi elettrici).

le fremm vengono continuamente controllate dai francesi e se la ditta monta pezzi non idonei al progetto iniziale li fanno smontare finche non montano il pezzo da loro richiesto e cosi anche noi ci guadagniamo in sicurezza....

Link to post
Share on other sites
fanno benne a non comprare i pezzi da noi come al solito noi facciamo le cose all'italiana e giustamente non si fidano...

dovremmo ringraziarli visto cosa stanno facendo con il cavour...

il cavour per informazione certa è stato costruito con alcuni pezzi di vecchie navi mercantili e da crociera, fregandosene della sicurezza e della durata di alcune parti ( cavi elettrici).

 

No, non le comprano da Noi perchè non hanno i soldi. Ne vogliono troppe e ovviamente possono avere quantità o qualità, ma non tutti e due con i soldi che hanno stanziato. Gli ammiragli transalpini sbavano quando vedono le configurazioni delle Fremm IT. Basta pensare alla possibilità di imbarcare 2 elicotteri, di cui 1 AW-101 (il top del top), vero moltiplicatore di forza e capacità. Speriamo solo che MM le ordini tutte e 10, cosa difficile....

 

L'unico pezzo 'riciclato' su nave Cavour è il pezzo da 76mm a prua. Per il resto è una nave nuovissima, oltre che costosissima.

 

PA2 :thumbdown:

Link to post
Share on other sites
No, non le comprano da Noi perchè non hanno i soldi. Ne vogliono troppe e ovviamente possono avere quantità o qualità, ma non tutti e due con i soldi che hanno stanziato. Gli ammiragli transalpini sbavano quando vedono le configurazioni delle Fremm IT. Basta pensare alla possibilità di imbarcare 2 elicotteri, di cui 1 AW-101 (il top del top), vero moltiplicatore di forza e capacità. Speriamo solo che MM le ordini tutte e 10, cosa difficile....

 

L'unico pezzo 'riciclato' su nave Cavour è il pezzo da 76mm a prua. Per il resto è una nave nuovissima, oltre che costosissima.

 

PA2 :thumbdown:

 

 

Giusto viva la Marina Militare Italiana viva l'Italia

Link to post
Share on other sites
fanno benne a non comprare i pezzi da noi come al solito noi facciamo le cose all'italiana e giustamente non si fidano...

dovremmo ringraziarli visto cosa stanno facendo con il cavour...

il cavour per informazione certa è stato costruito con alcuni pezzi di vecchie navi mercantili e da crociera, fregandosene della sicurezza e della durata di alcune parti ( cavi elettrici).

le fremm vengono continuamente controllate dai francesi e se la ditta monta pezzi non idonei al progetto iniziale li fanno smontare finche non montano il pezzo da loro richiesto e cosi anche noi ci guadagniamo in sicurezza....

A meno che lo abbia saputo per via di una denuncia già avvenuta spero che abbia provveduto a denunciare il misfatto alla magistratura.

Link to post
Share on other sites

O la sicurezza è in discussione oppure stiamo facendo il solito disfattismo anti-italiano, tertium non datur.

Nel primo caso, c'è da denunciare eccome, nel secondo caso disapprovo e mi chiamo fuori dal gioco.

Link to post
Share on other sites

Appunto. Mi associo a eagle e SML. Se fincantieri ha usato pezzi di scarto per il Cavour, si forniscano prove concrete. Altrimenti per me è solo voglia di gettar fango sull'intero sistema paese.

Link to post
Share on other sites

Pezzi riciclati per il Cavour? :rotfl:

 

Ma se Fincantieri ha qualche colpa è che i nostri impianti di bordo sono pensati per il Mediterraneo, e pagano il prezzo di non aver mai operato negli oceani fino a dieci anni fà.

 

Se parliamo di andare in crociera nell'Artico di sicuro mi fido di più dei cantieri scandinavi o inglesi, ma della qualità dgli impianti di bordo e degli scafi di Fincantieri nei climi mediterranei o tropicali non si discute.

Edited by martin pescatore
Link to post
Share on other sites
il cavour per informazione certa è stato costruito con alcuni pezzi di vecchie navi mercantili e da crociera, fregandosene della sicurezza e della durata di alcune parti ( cavi elettrici).

E dicci, qual'è questa fonte certa?

Link to post
Share on other sites

Trovato l'articoletto, ma nessuna conferma altrove, bohhh potrebbe anche essere una sola <_< ma è scritta bene :asd:

:rotfl: :rotfl: Adieu MOPA2 :rotfl: :rotfl:

 

Sarkozy delays decision on aircraft carrier

 

French President Nicolas Sarkozy has confirmed that France will delay its decision on building a second aircraft carrier - Porte Avions 2 (PA2) - until 2011 or 2012, dashing the French Navy's hopes of having a sister ship to the carrier FNS Charles de Gaulle by the mid-2010s. In an interview with a French radio station on 27 May, Sarkozy ended speculation on the immediate fate of the PA2 programme: "We aren't pressed for time so the decision will come around 2011-12." The announcement came amid long-standing speculation that the estimated EUR3.5 billion (USD5.47 billion) price-tag for the 70,000-ton vessel was likely to deter France at a time when Paris needs all the funding it can muster for other blue ribbon projects now entering the production phase, such as FREMM frigates, the A400M military transportation aircraft and the VCBI infantry fighting vehicle

 

PS: quel che mi rompe è che ho fatto la scheda sulla CVF-FR per nulla :furioso:

Edited by enrr
Link to post
Share on other sites

Questa è grossa :asd:

In pratica noi (con due PA) saremmo messi meglio degli amati cugini.....

Aspettiamo il libro bianco della Difesa comunque per tirare le conclusioni

Edited by Rick86
Link to post
Share on other sites
Questa è grossa :asd:

In pratica noi (con due PA) saremmo messi meglio degli amati cugini.....

Aspettiamo il libro bianco della Difesa comunque per tirare le conclusioni

 

A livello di equilibrio saremo messi molto meglio, nel senso che la MN sarà molto incostante con la CdG che c'è un giorno sì ed un giorno no.

Diciamo che quando la CdG è operativa il gap ci sarà, in quanto la CdG è dal punto di vista del potenziale bellico, nettamente superiore a nave Cavour+GG+ GrupAER. Diciamo che saremo 60% per MN e 40% per MM. Allo stesso modo, quando la CdG sarà in convalescenza, cioè 6 giorni su 10, la MM sarà nettamente superiore, cioè 100% per MM e 0% per MN avendo 2 PA (o almeno 1) sempre presenti. Insomma, tirando le dovute somme, stiamo messi meglio Noi (in tempo di pace, piccoli conflitti e guerre asimmetriche) che loro. Il tutto ad un prezzo abbordabile per MM.

 

Viva MM, una marina equilibrata è una marina vincente. :adorazione: :adorazione:

Abbasso la PA2 :thumbdown:

Abbasso le marine macrocefale :thumbdown:

Abbasso i PicPussiani :thumbdown: :thumbdown:

Link to post
Share on other sites

Tranne il fatto che la Marine Nationale dispone di una rete globale di basi e supporto logistico che noi ce la sognamo e che per il resto si dedica molto al ruolo strategico, nel senso di deterrenza nucleare, e meno a preoccuparsi di non rimanere chiusa nel Mediterraneo come la nostra MM, se non altro perché la Francia ha un notevole sviluppo di coste bagnate dall'Oceano.

Link to post
Share on other sites
Tranne il fatto che la Marine Nationale dispone di una rete globale di basi e supporto logistico che noi ce la sognamo e che per il resto si dedica molto al ruolo strategico, nel senso di deterrenza nucleare, e meno a preoccuparsi di non rimanere chiusa nel Mediterraneo come la nostra MM, se non altro perché la Francia ha un notevole sviluppo di coste bagnate dall'Oceano.

 

Ecco, appunto questo è il problema.

Hanno molte + coste da proteggere rispetto a Noi, ma senza fregate, quelle coste rimangono senza protezioni. Devono scegliere tra coste (che necessariamente devono essere protette da fregate) o basi mobili (PA2). Per tutte e due le cose non hanno i soldi. In molti DOM-TOM si respira aria di indipendentismo, se le sguarniscono le perdono.

 

@ i seguaci del profeta PicPus, o al profeta stesso. Potreste aiutarmi a tradurre quello che c'è scritto qui?

 

http://athena-et-moi.blogspot.com/2008/05/...-italienne.html

 

"Nous allons vers l'armée italienne"

 

Voilà ce que vient de me dire un général 3 étoiles français, ce matin.

 

De facto la parution de plusieurs éléments sur le Livre Blanc (qu'il semble avoir eu en main) laissera plus que sceptique :

 

- des réductions en pagaille, alors que toutes nos autres armées augmentent le nombre de leur effectif ;

 

- paradoxalement, la volonté de gagner une place centrale dans le processus d'influence de l'OTAN alors même que le nombre de soldats (re-)devient une variable importante dans l'établissement de cette même influence ;

 

- des choix technologiques hasardeux alors que les budgets sont évidemment contraints ;

 

- ultimement, la réduction de notre capacité d'action sur les crises et conflits.

 

Quelles en sont les raisons ?

 

- l'obsession sécuritaire, qui conduit à affecter 10 000 hommes à Vigipirate alors que police et Gendarmerie en allignent 240 000. Ces 10 000 sont une paille pour la protection du territoire, ils ne le sont pas pour l'AdT, qui reste le principal effecteur politique dans les opérations ;

 

- l'incapacité à comprendre le monde contemporain et à retirer des débats stratégiques contemporains des leçons utiles à la structure des forces comme à la définition de leurs missions. La vraie défense du territoire ne s'opère pas en son sein mais loin, très loin. L'Allemagne me semble aussi menaçante que l'Estonie ou le Lesotho. Les vrais problèmes qui risquent de nous impacter un jour ne sont pas ici mais ailleurs. De ce point de vue, nous sommes vraissemblablement dans une situation comparable à celle des années 30, alors que les débats étaient vifs mais qu'aucune leçon ne sera tirée, les forces restant accrochées à des modèles qui seront anéantis sur le terrain ;

 

- la confusion entre stratégie industrielle et stratégie des moyens. Il paraît évident que maîtriser certains domaines technologiques en toute souveraineté est plus qu'utile. Mais faut-il tous les maîtriser ? Manifestement et au prix qu'ils font payer à un budget encore une fois contraint, non. L'exemple suédois est éclairant : à force de neutralité et de pression de l'industrie de défense, certains programmes devront être annulés et... les forces largement réduites ;

 

- des demis-choix (en matière de positionnement des unités, par exemple), trop influencés par une politique intérieure dont nos adversaires potentiels n'ont pas grand chose à faire ;

 

- sans doute, l'ancrage excessif dans des modèles dépassés continuant à nous hypnotiser : comme la puissance, l'indépendance est une question d'attitude, non de moyens que l'on parvient, de toute façon à se procurer. L'admiration pour Colbert ou de Gaulle est tout à fait légitime. Mais elle est historiquement très spécifique. Doit-elle imposer des postures qui, in fine, vont parvenir à réduire cette indépendance ?

 

@PicPus,

per caso Tu leggi DSI?

Link to post
Share on other sites

Dai, non scherziamo... Oggi è il 1° di giugno non d'aprile!

Le coste atlantiche francesi non si difendono con le fregate (da chi poi?) ma con azioni di difesa in profondità, forze aeree e, casomai, unità sottili, sottomarine, artiglieria e forze terrestri in generale. Sempre che non si prefersica passare a segnali più significativi, tipo il lancio di missili prestrategici (che guardacaso sono fatti apposta e ce li ha solo la Francia, anche se l'idea era nata guardando ad Est).

Link to post
Share on other sites

Bhe' la Francia sotto quell'aspetto ci e' superiore, ha basi sparse in tutti gli oceani e a me non risulta che ci sia aria di indipendentismo!!!!1

Inoltre gli basta il deterrente nucleare per difendersi a dovere!!

Link to post
Share on other sites

Non dicevo la difesa delle coste della Francia cosiddetta 'Metropolitana', bensì parlavo delle varie isole e atolli sparsi per tutto il mondo, cosiccome le basi su territorio straniero, es. Djibouti.

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...