Jump to content
Sign in to follow this  
Ŵωλφ

Scirè

Recommended Posts

Immaginate di lanciare davanti a voi una pallina: la pallina tocca terra, rimbalza, descrive un arco, tocca terra ancora, rimbalza, altro arco e così via.

 

La stessa cosa fa il suono sotto l'acqua.

Descrive un arco salendo verso la superficie, poi rimbalza, altro arco e così via.

In tutte le direzioni.

 

Quindi se un sottomarino sta navigando in immersione, produce queste curve sonore, e se un sottomarino è in ascolto e si trova nel punto giusto, può captarlo da grandissime distanze.

 

Il discorso ovviamente vale anche per il suono emesso da un sonar attivo.

 

Le curve di convergenza variano secondo la profondità della fonte sonora e la temperatura dell'acqua.

 

Il problema è che è molto difficile che un sottomarino in ascolto con un radar passivo (o un sottomarino che emette un segnale sonar attivo) si trovi esattamente nel punto in cui viene a coincidere una zona di convergenza.

 

Per questa ragione i sottomarini "in caccia" variano costantemente la propria profondità, per intercettare non tanto la zona di convergenza, quanto un punto della curva di convergenza.

 

Queste zone vengono invece meglio sfruttate dalle unità navali antisommergibile, le quali dispongono spesso di VDS, ossia di sonar a profondità variabile.

Il sonar, appeso a un cavo, viene immerso ed i segnali sonar vengono emessi a intervalli regolari man mano che il sonar scende in profondità.

Questo consente di creare una serie quasi continua di zone di convergenza, una delle quali probabilmente coinciderà con il bersaglio.

 

Ovviamente un VDS può operare anche in modalità passiva.

 

 

ciò signfica che una fregata antisom è straodinariamente efficace nella lotta ai sommergibili, giusto?

volendo fare una classifica per i mezzi piu validi nella lotta asw:

1) fregate con sonar a profondità variabile;

2) aerei;

3) elicotteri;

4) ssk;

5) ssn.

Share this post


Link to post
Share on other sites

la classifica, anche se una classifica per queste cose non esiste, è l'esatto contrario :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

la classifica, anche se una classifica per queste cose non esiste, è l'esatto contrario :asd:

 

questo significa che per scortare una portaerei è meglio un SSN piuttosto che una o più FREEM? In teoria l'ammiraglia francese potrebbe essere scortata unicamente da un paio di SSN e basta, per fare ipotesi, un intervento dissuasivo contro l'IRAN?

Share this post


Link to post
Share on other sites

no perché la scorta di una portaerei ,funge anche come scudo di protezione sia antimissile sia come antinave,artiglieria,siluri ecc ecc

 

una portaerei con una scorta di soli SSK o SSN sarebbe come un grande bersaglio con scritto: shoot here...please (anche se le portaerei moderne anno un armamento proprio capace di abbattere missili e avvistarli anche a 100 km)

Share this post


Link to post
Share on other sites
questo significa che per scortare una portaerei è meglio un SSN piuttosto che una o più FREEM? In teoria l'ammiraglia francese potrebbe essere scortata unicamente da un paio di SSN e basta, per fare ipotesi, un intervento dissuasivo contro l'IRAN?

i mezzi si integrano. infatti un CBG americano dispone sempre di un paio di SSN, oltre che delle navi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
I sottomarini classe Todaro hanno una struttura a doppio scafo?

 

Lo scafo è formato da due cilindri di diverso diametro, collegati tra loro da un tratto tronco-conico lungo due metri; il corpo prodiero è a scafo singolo quello poppiero è doppio.

Edited by wingrove

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma l'ossigeno e l'idrogeno se non avevo letto male ( potrei anche sbagliare) mi sembra che oltre a essere immagazzinato prima della partenza si possa prendere dall'acqua grazie ad una macchina presente all'interno del sottomarino che risucchia l'acqua e ne cattura l'ossigeno e per quanto riguarda l'idrogeno viene preso grazie alla navigazione allo sorkel

Share this post


Link to post
Share on other sites

no andrea se proprio fuori strada si parla da tempo di un apparato per elettrolisi da montare sugli ssk dotati di AIP il problema è però sempre quello dove prendere energia per scindere l' acqua il idrogeno e ossigeno .se ne riparlerà forse al prossimo MLU della classe todaro

 

 

ps ripassa la chimica! l acqua è l ossido di idrogeno H2O , si ricavano entrambi gli elementi , lo snokel è un tubo di scappamento per la navigazione diesel , oltretutto in atmosfera abbonda l ossigeno non l idrogeno

Edited by cama81

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×