Jump to content
Sign in to follow this  
Python5

Guerra dei Sei Giorni

Recommended Posts

israele si difende da una minaccia terroristica interna... è normale e giusto che non si intervenga...

 

auhauhaah... se avessero i soldi per costruire scuole laiche... al massimo... se non buttassero i soldi nel comprare armi di contrabbando :rolleyes:

 

 

 

ma daltronde è un problema che non si risolverà mai... gran parte del mondo arabo vuole che israele semplicemente non esista, di conseguenza trattare con loro è inutile.

Edited by vorthex

Share this post


Link to post
Share on other sites
Questo è un tipico caso in cui la religione viene usata per scopi politici.

 

Lì e in tutto l'oriente medio... Lasciamo perdere, ricordando che l'abbiamo fatto anche noi (gli "occidentali")...

 

israele si difende da una minaccia terroristica interna... è normale e giusto che non si intervenga...

 

Bene, allora diamo l'autorizzazione agli USA e Europa di colpire chiunque si muova in Iraq e compagnia bella... In fondo sarebbe soltanto una difesa contro una minaccia terroristica interna (anche se in territorio di altri)! Ma cosa dici? I civili sono civili, non puoi semplicemente sterminare una popolazione perchè fra di loro ci sono dei terroristi!

Capisco che il terrorismo crei sentimenti di rancore e volontà di vendetta (e io sono uno dei primi ad averli: non mi dimenticherò mai quando i ceceni invaserò la scuola in russia - gli avrei uccisi con le mie mani quei bastardi!!!), perchè in genere colpisce bersagli indifesi, ma ripagare con la stessa moneta non fa che diventare la vittima un terrorista a sua volta! Proprio perciò ritengo strano (ma sarà strano? :scalata: ) che non si intervenga come in altri luoghi... C'e effettivamente la necessità di cambiare la cultura locale (non la religione, ma il modo come viene vissuta sì). Bisogna eliminare i locali dove si formano i terroristi e le ideologie che li portano a commettere atti barbari e non sopprimere le sue famiglie per vendetta! E che siamo? Mafiosi? Sperando di non offendere nessuno... :whistling::(:helpsmile::bye::pianto:

Share this post


Link to post
Share on other sites

la palestina fino a poco fà era territorio israeliano, per questo dico che è un "problema interno". poi è facile dire... isaraele spara indiscriminatamente sui civili... i terroristi non hanno divese...

Share this post


Link to post
Share on other sites

rispondo a guevara92

 

scrivi:

ora ditemi voi, vi pare logico che gli israeliani uccidano la gente con i raid aerei, lanciano le cluster bombs in libano e fanno centinaia o forse migliaia di morti in Palestina???

 

dimmi te ti pare giusto che i palestinesi si facciano saltare in aria ammazzando donne, vecchi e bambini che non centrano un emerita minxxia

 

sempre tu scrivi:

non mi venite a dire che le armi per combattere le guerra Israele le ha prese da solo perché non ci credo nemmeno se mi sparate, volete dirmi che gli americani non hanno dato niente ad Israele per farlo sviluppare all'inizio????

 

 

e chi se ne frega che gli USA vendano armi a Israele, le vendono a inglesi, italiani, tedeschi, giapponesi, sauditi, egiziani... con il tuo ragionamento dovremo urlare come vergini violate perchè l'urss/russia ha venduto armi a palestinesi...

 

 

sulla stessa linea:

x chi diceva prima che l'URSS passava le armi agli israeliani ed ai palestinesi, provate a guardarvi un immagine delle ultime battaglia tra HAMAS e gli israeliani e ditemi quanti fucili M4(che mi pare siano americani ) ci sono in quelle immagini

 

 

da una parte M4 (insieme a galil visto che è israeliano) dall'altra ak-47... e allora che cavolo centra, non mi dire che i sovietici potevano dare armi anche ai porci ma i statunitensi no...

 

 

di nuovo te:

al posto che creare uno stato, tutta l'ONU e le nazioni che hanno deciso a favore per lo stato d'Israele avrebbero dovuto comprare una casa a ciascuna famiglia che fu vittima dell'olocausto e basta, questa è la cosa più saggia che potevano fare a mio parere

 

 

non ti arrabbiare ma penso che gli ebrei messi nei lager da Hitler vivessero nelle loro casa e non sotto i ponti (oddio forse qualcuno si ma penso pochi...)

 

 

di nuovo te nell'apoteosi dell'ignoranza e stronzzxxine:

secondo me, e nessuno può offendermi o dirmi niente perché io esprimo un parere, i palestinesi fanno bene a farsi saltare in aria e se si portano dietro dieci israeliani fanno ancora meglio perché è troppo bello mettersi con le armi contro gli "indifesi".

 

 

sarà un parere ma è un parere del cavolo (per non dire altro) e se qualcuno pensava che avessi un po' di cervello adesso siamo sicuri che se ce l'hai te lo sei bruciato tutto, come cacchio fai a dire una roba del genere ti rendi conto, dici che è bene che si ammazzino bambini solo perchè quegli stronzi di terroristi si sono alzati con la luna storta, spero solo che questo sia dovuto al fatto che sei molto giovane (penso che quel 92 nel nickname sia la nascita) e spero per te che tu cresca meglio...

[cit] è troppo bello mettersi con le armi contro gli "indifesi".

vallo a dire con quelli che muoiono e non ceentrano niente per colpa di quei bastardi (tra l'altro spesso muoiono anche palestinesi)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Piccola distinzione

 

Danni collaterali------>Morti civili a seguito di un intervento contro un obbiettivo militare nemico LEGITTIMO

Attacco terroristico-------->Attacco contro obbiettivi non LEGITTIMI (leggasi civili) studiato per instillare il terrore

 

Infatti gli stati democratici investono miliardi per limitare i danni collaterali, mentre i terroristi studiano ogni tattica per colpire i civili e fare più morti possibili.

Questa distinzione mi permette di tracciare una linea di demarcazione tra cattivi e buoni.

 

Quanto ad uno stato palestinese.....gli Israeliani nel 98 concessero in sede di negoziato tutti i territori che dovevano essere palestinesi secondo il trattato del 47 però quel santo dei rivoluzionari chiamato Yasser Arafat rifiutò chiedendo pure Gerusalemme est (che doveva rimanere in controllo internazionale) condannando il suo popolo a quello che deve subire adesso.

E in futuro sarà anche peggio, andate a vedere i sondaggi in Israele...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Qualcuno avrebbe da postare links di qualche sito interessante (anche in inglese) sulla guerra dei sei giorni??

Che non sia wikipedia, quello l'ho già consultato.

Grazie

 

Cipher

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest iscandar

Scusate non entro nel merito nel decidere chi sono i "Buoni" tra gli israeliani e i palestinesi, anche se, se vogliamo fare a chi c'era prima gli ebrei erano li da qualche millennio...

ma vi segnalo quest'articolo sul Corriere, non credo che un popolo sano, posso mai ricorre a questi mezzi...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sto giusto rileggendo il libro di Michael Oren "La guerra dei sei giorni" e si parla del colonnello David Laskov del genio IDF che ideò un missile terra-terra a forma di bara in funzione anti bunker chiamato L. Non ho trovato nulla di quest'arma in rete. Qualcuno ne sa qualcosa?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Confesso di non aver mai sentito nulla a proposito di un missile "L" a forma di bara (ma lo lanciavano gli artiglieri o le pompe funebri? ... Scherzavo, mi è sfuggita). Ho trovato qualcosa a proposito dello sviluppo iniziale di armi del genere in Israele:

 

http://faculty.biu.ac.il/~steing/arms/missiles.htm

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie per la risposta.

Nell'articolo però si parla prevalentemente dello sviluppo di missili balistici mentre questo dovrebbe essere più ... terra terra :)

 

Riporto il brano in inglese:

 

In Jerusalem, Israel responded to the Jordanian bombardment by unleashing a secret weapon, code-named L after its inventor, Col. David Laskov of the IDF engineering branch. Hidden in all the forward bunkers and pre-sighted on enemy positions opposite, the L was a coffin-shaped ground-to-ground missile that hit with devastating impact. “People, sandbags, stones flew into the air,” one eyewitness remembered. “Thick clouds of smoke enshrouded all the [Jordanian] bunkers. Pieces of buildings fell down on them, and telephone poles.” One Arab Legionnaire, surrendering, was convinced that Israel had dropped an atomic bomb

 

Certo che chiamarlo L non aiuta troppo la ricerca.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder

Ho cercato dappertutto, ma non ho trovato nulla che gli assomigli... diamine, un missile che sembra una cassa da morto, ok che il suo compito è quello di trovare inquilini per quella cassa, ma che fantasia macabra...

Share this post


Link to post
Share on other sites

ripescando il vecchio libro di tom Clancy ( Cavalleria corazzata) accenna più volte alle perdite di carri israeliani nelle guerra dei sei giorni causati sopratutto da missili anti carro spaleggiabili e dei carri di produzione sovietica

Quanti carri avrebbero perso gli israeliani?

 

ho riletto velocemente il topic ma di perdite non mi è parso ne abbiate parlato

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder

Ho cercato, ma non ci sono dati, gli unici sembrano riguardare le perdite aeree. Forse perché i Sei Giorni, a differnza del Kippur, non fu una guerra fra masse corazzate. Secondo Battles That Changed History, gli arabi persero, in totale, circa 2500 MBTs.

 

http://www.geocities.com/CapeCanaveral/Han...2848/losses.htm Qui trovi le perdite aeree delle varie guerre arabo-israeliane.

Edited by intruder

Share this post


Link to post
Share on other sites

Forse su quel libro (che ho assieme a tutta la serie) parla della guerra del Kippur, non dei Sei Giorni. Anche perche' il riferimento ai missili C.C puo' essere solo riferito alla guerra del 73, dove furono fondamentali per la strategia Egiziana (ed ebbero implicazioni mondiali, anche sulla strategia NATO).

 

Comunque, Israele perse molte centinaia di carri (ca. 300 solo nell'attacco egiziano alla Bar.Lev), con un numero indicativo di 6-700 per tutta la guerra, in gran parte distrutti dai missili c.c e dalle tattiche innovative (per l'epoca) degli Egiziani.

 

Chiaro che, non appena si usci' dalla tattica prevista (teste di ponte pesantemente coperte da SAM), come ad esempio il 14 ottobre, con l'attacco della 2 e 3 Armata Egiziana che abbandonarono la copertura aerea e le posizioni protette, immediatamente le forze Israeliane ebbero la meglio, con perdite DEL GIORNO dell'Egitto di 150-250 carri.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

rispondo a marvin solo una parte dato che non mi occupo di aerei, ma di storia. ti ricordo che l'italia ha sempre avuto, benchè sembri strano, una politica filo palestinese fino al 1994, con l'avvento del centro destra di berlusconi. non giudico berlusconi nè il centro destra, ma ti ricordo che nell'isola della maddalena è "nascosto" l'arsenale dell' OLP, e ciò ci ha sempre preservato dagli attacchi kamikaze contro i nostri in qualsisasi parte del mondo. è vero manteniamo buoni rapporti cion il mossad, chi non li ha in occidente, ma la politica italiana è sempre stata filo palestinese. ti ricordo di bettino craxi, della gestione di lampedusa e dell'achille lauro, e anche che craxi è morto ad hammamet, in tunisia, paese arabo; vendevamo armi in Iran e maschere anti gas in Iraq, le mine anti uomo agli afghani durasnte il conflitto contro la Russia, e non è un caso che abbiamo bloccato le forniture x Israele nel 1967!

 

Le neonate aviazioni egiziane e siriane dopo la II GM annoveravano fra le loro fila i nostri Centauro! ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×