Vai al contenuto
Accedi per seguirlo  
davidecosenza

classifica stati

Messaggi consigliati

ma si parla dei mezzi, della preparazione degli uomini o di entrambe le cose?

Modificato da Montgomery

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Dettagli :P

 

I Royal Marines sono un corpo prestigioso e lo hanno ampiamente dimostrato nel corso della storia dalla seconda guerra mondiale ai giorni nostri!!!!!

 

GOD SAVE THE QUEEN :okok::okok:

 

Il nostro reggimento san marco equivale ai royal marines e mi sembra che siano di altissimo livello, e vero abbiamo perso la guerra ma siamo stati gli ultimi ad arrenderci.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il nostro reggimento san marco equivale ai royal marines e mi sembra che siano di altissimo livello, e vero abbiamo perso la guerra ma siamo stati gli ultimi ad arrenderci.

 

Certamente, i nostri marò del San Marco sono ottimi marinai!!!

 

Io parlvavo ripeto della qualità degli addestramenti, dei mezzi e in generlae della preparazione!!!

Per molti le Forze Armate Britanniche sono le migliori del mondo!!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ragazzi non so se è vero vi prego di corregermi se sbaglio, ho sentito dire l'anno scorso mi sembra che in una prova o gara quelli del sano marco hanno battuto i navy seal è vero?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Le nostre Truppe Alpine possono insegnare il mestiere a molti e, dicono, le nostre Forze Speciali (Nono d'assalto e Comsubin) sono alla pari del SAS britannico e del Sayaret Matkal israeliano, cioè del meglio in assoluto (i Navy Seal, per quanto formidabili, stanno dietro).

 

 

La forza di un esercito dipende da 3 fattori:

 

1) Esperienza in combattimento.

2) Selezione delle risorse umane che lo compongono

3) Investimenti in addestramento e equipaggiamenti.

 

In tutto questo l'Italia è messa davvero male.

 

Innanzitutto le forze armate italiane non combattono una guerra da 60 anni....lasciamo perdere le "missioni di pace", quelle non contano, visto che per ragioni politiche l'EI si ritrova spesso a distribuire aiuti, biberon, pannolini a popolazioni poverissime.

 

Anche l'efficienza dei cosidetti corpi speciali, lascia il tempo che trova.

Il Col Moschin e gli Incursori della MM reclutano i propri effettivi tra militari a lunga ferma che pero hanno una scarsa esperienza diretta in fatto di combattimenti ed operazioni militari.

 

Vorrei inoltre mettere in evidenza un altro elemento.

Non si capisce bene quale iter addestrattivo devono superare questi "operatori".

In pratica sappiamo che i Seal devono passare per il BUDS, che c'e la famigerata Hell's Week (la settimana dell'inferno), mentre i Berretti Verdi affrontano i rigori del Q-Course.....si conoscono le prove da superare, gli esami, quanti km corrono, etc.

 

Nel caso dei reparti italiani si sa veramente poco, a parte una generica descrizione del training e al massimo la durata della stessa.

Se guardata questi filmati sull'addestramento dei Seals dubito realmente che in Italia si arrivi a tanto in termine di stress e realismo:

 

http://it.youtube.com/watch?v=VcZr_4HK1HI

http://it.youtube.com/watch?v=67L35y77cWQ&...feature=related

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
quelli del sano marco hanno battuto i navy seal è vero?

 

 

Vorresti paragonare un corpo come i Seals con quelli del San marco.... :rotfl:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ospite intruder
Ragazzi non so se è vero vi prego di corregermi se sbaglio, ho sentito dire l'anno scorso mi sembra che in una prova o gara quelli del sano marco hanno battuto i navy seal è vero?

 

 

I Navy SEALs dovrebbero essere paragonati al Comsubin (o all'SBS inglese), non al San Marco, che tutt'al più può essere lontanamente paragonato ai "normali" leathernecks.

 

Infine alle gare direi di non dare troppo peso. Un conto lo sport, un conto è trovarsi sotto il fuoco.

Modificato da intruder

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

I NAVY SEALS sono dei duri da paura.....basta vedere la difficolta del loro addestramento.

Quasi nessun corpo speciale al mondo puo vantare prove di resistenza alla fatica e allo stress altrettanto severe.

 

Inoltre vorrei segnalare come molti ex- SEALS si sono brillantemente "rinventati" nella vita civile, diventando imprenditori di successo, segno che la "leadership" quella vera, non si insegna con poche settimare di "pseudo-addestramento" come succede in altri "reparti speciali". Ecco la lista degli ex-seals:

Altri si sono guadagnati una medaglia d'onore del congresso rimettendoci la vita...........

Notable Navy SEALs

 

Brian J Bovill during exercise.Roy Boehm — first commanding officer of SEAL Team Two, considered godfather of all SEALs

Rudy Boesch — competitor in the TV reality shows Survivor and Survivor: All-Stars

Brian J Bovill — Vietnam War veteran, author, BUD/s Class 45 in 1969

Christopher Cassidy - NASA Astronaut

Dennis Chalker — plankowner of SEAL Team SIX and Red Cell

Hershel Davis — Grandfather of SEALs during the 80s & 90s; Master Chief of Blackwater USA (PSC).

John Gay — Bronze Star with Valor recipient. One of four Navy SEAL members from SEAL Team 6 to have participated in The First Battle of Mogadishu who was wounded in action with the Lost Convoy and notable for having a Randall knife ricochet a stray bullet from inflicting serious injury[3]

Bob Gormly — Commanding officer of Seal Team 6 during the invasion of Grenada, author of Combat Swimmer

Eric Greitens — Recipient of the Bronze Star, White House Fellow, Chairman of the Center for Citizen Leadership and Public Speaker with the Leading Authorities Speakers Bureau

Scott Helvenston — known as the youngest SEAL in history to complete BUD/S; while working as a private security contractor was ambushed, killed and his body mutilated in Fallujah, Iraq (March 31, 2004).

Charles Hoelzel — NASCAR, Private Military Contractor Iraq

Harry Humphries — Hollywood actor and consultant.

Gary Jackson — president Blackwater USA, a private military contractor

Bob Kerrey — Medal of Honor recipient; Democratic U.S. Senator from Nebraska (1989–2001); and president of The New School since 2001.

Gerhard Klann — SEAL Team SIX Operator; claims he, along with Bob Kerrey committed war crimes in Thanh Phong, Vietnam.

Marcus Luttrell — The sole survivor of Operation Red Wing, the deadliest single day in the history of SOCOM. 19 Special Operations Forces soldiers died during the operation; 3 from the original four man SEAL team and 16 others when a QRF helicopter that had been sent to rescue the SEAL team was shot down by a RPG.

Richard Machowicz — aka "Mack," former Navy SEAL and founder of Bukido training system and host of Discovery Channel's Futureweapons

Richard Marcinko — founder of SEAL Team SIX and Red Cell; and co-author of New York Times bestseller Rogue Warrior

Tom McGrath — commander of SEAL Team Four during the Operation Just Cause, which suffered four killed and eleven wounded at Patilla Airfield.

Alden Mills — Inventor of The Perfect Pushup

Michael A. Monsoor — Awarded a posthumous Medal of Honor for jumping on an enemy grenade during a firefight in Iraq to save fellow SEALs.

Fred "Tiz" Morrison — 1st African American Navy SEAL UDT Team 12 (Bronze Star Korean War-215JSC).

Michael P. Murphy — Medal of Honor recipient, exposed himself to fire while calling in support during Operation Red Wing in Afghanistan

Thomas R. Norris — Second Indochina War (Vietnam War) MACV-SOG Medal of Honor recipient and retired FBI agent.

Eric T. Olson — The current head of USSOCOM, and the first Navy SEAL to head US Special Operations Command. He is also the first SEAL to go on to become a three-star and four-star Admiral.

Chuck Pfarrer — SEAL Team SIX Operator; screenwriter with credits including The Jackal, Darkman, Red Planet, Virus, Hard Target, Navy SEALs; and author of the NY Times bestseller Warrior Soul and the reality-thriller Killing Ché

Erik Prince — founder of Blackwater USA

Neil C. Roberts — participated in Operation Anaconda and was killed in action after falling out of an ambushed helicopter

Theodore Roosevelt IV — Vietnam-era SEAL great-grandson of President Theodore Roosevelt, BUD/s class 36

William Shepherd — first American commander of the International Space Station

Stew Smith — personal trainer, and author

Michael Thornton — Vietnam War and last non-posthumous Medal of Honor recipient.

Jesse Ventura — served with UDT 12, was a professional wrestler, and 38th governor of Minnesota

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ricordo solo che il concetto di "incursore navale" l'abbiamo inventato noi -non gli Stati Uniti- nella IIGM.

Loro rispetto a noi hanno solo molti soldi di più.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ricordo solo che il concetto di "incursore navale" l'abbiamo inventato noi -non gli Stati Uniti- nella IIGM.

Loro rispetto a noi hanno solo molti soldi di più.

 

 

La marina italiana piu che la figura dell'incursore navale invento alcune tecnologie come il siluro a corsa lenta,

e alcuni barchini speciali.

 

In realta prima dell'impiego dei Seal in Vietnam l'incursore navale (che nella US NAVY erano chiamati UDT) avevano il solo compito di sabotare le navi, fare ricognizione dei fondali e abbordare imbarcazioni.

 

I seals riuscirono ad espandere i compiti con operazioni in ambiente terrestre e fluviale.

 

Comunque sia, la questione dei soldi non c'entra, ripeto, sono l'addestramento e il carattere trasmesso alle reclute che fanno la differenza. Ecco una sommaria descrizione del corso BUDS:

 

Per poter accedere all'addestramento vero e proprio (BUD/S), è necessario superare il PST che richiede almeno:

 

500 iarde (circa 455 metri) a nuoto in meno di 12 minuti e 30 secondi;

Almeno 42 flessioni in 2 minuti;

Almeno 50 addominali (sit-up) in 2 minuti;

Almeno 6 trazioni alla sbarra (da posizione distesa);

1,5 miglia (circa 2,4 chilometri) di corsa con scarponi e pantaloni lunghi in meno di 11 minuti e 30 secondi.

Tali valori sono i minimi per poter essere considerati idonei all'inizio dell'addestramento. I valori considerati "competitivi" sono invece:

 

500 iarde (circa 455 metri) a nuoto in meno di 10 minuti;

80-90 flessioni in 2 minuti;

80-100 addominali (sit-up) in 2 minuti;

Almeno 20 trazioni alla sbarra (da posizione distesa);

1,5 miglia (circa 2,4 chilometri) di corsa con scarponi e pantaloni lunghi in meno di 9 minuti e 30 secondi.

Il BUD/S, conosciuto per essere uno dei più duri e brutali regimi di addestramento militare delle forze armate NATO, ha un tasso di attrito solitamente superiore all'80% degli allievi. Il suo obbiettivo è selettivo oltre che formativo (soprattutto per quanto riguarda l'Indoc e le prime due fasi).

 

E' composto da 4 fasi distinte: Indoc ("indottrinamento" di base), Prima Fase (Physical Training, comprendente la cosiddetta "Hell Week"); Seconda Fase (addestramento acquatico); Terza Fase (combattimento terrestre e demolizioni). Il tasso maggiore di abbandoni avviene durante la Hell Week ("settimana infernale") della Prima Fase, e durante certe prove selettive di acquaticità "estrema" della Seconda Fase. Durante tutto il BUD/S è notevolmente elevata la percentuale di "medical rollback": allievi che hanno riportato lesioni traumatiche, infezioni, o fratture da stress, e che devono essere esclusi dal corso o rinviati ai corsi successivi. In ogni momento, l'allievo può abbandonare il corso dicendo semplicemente "I Quit" ad un istruttore, e suonando per tre volte una piccola campana vicino al centro addestrativo (DOR: Drop on Request).

 

L' Indoc è una breve fase preliminare, della durata di due settimane, finalizzata ad effettuare alcuni screening fisici, tecnici e sanitari di base: a fornire agli allievi del BUD/S un "assaggio" di quello che li aspetta in misura maggiore nelle settimane successive in termini di fatica e stress addestrativo, ed a predisporre alcune competenze tecniche elementari, che saranno poi ampiamente utilizzate nelle fasi successive degli addestramenti.

La Prima Fase, della durata di otto settimane, è una fase il cui scopo principale è di selezionare, in maniera massiccia, il "pool" di aspiranti SEALs, attraverso un condizionamento fisico estremamente duro e continuativo. Per le prime quattro settimane, gli allievi vengono suddivisi in Boat Crew (equipaggi di barca), e sono sottoposti a lunghissime sessioni di PT (physical training: cicli di flessioni, addominali e sollevamenti alla sbarra; corse di resistenza sulla sabbia per circa 12-24 chilometri al giorno; corse di resistenza portando in gruppo una barca sopra la testa), Log PT (esercizi fisici effettuati con enormi pali telefonici dal peso di oltre 150 kg, usati come pesi aggiuntivi), O-Course (un percorso di guerra di particolare difficoltà tecnica e fatica fisica), swimming evolutions (lunghe prove di nuoto sulla cosa oceanica, fino ad otto chilometri), surf torture" (prove di resistenza fisica al freddo, con lunghe permanenze immobili in acqua fredda) e sessioni di canottaggio oceanico su piccole barche. La fase è quindi finalizzata sia a sviluppare la resistenza fisica degli allievi, che, soprattutto, a testarne la forza di volontà.

 

Sempre durante la prima fase vengono verificate le attitudini di acquaticità degli allievi, attraverso le sessioni di drown proofing, svolte in piscina: gli allievi vengono legati mani e piedi, e devono essere in grado di nuotare in quelle condizioni per 400 metri, recuperando poi con i denti delle maschere subacquee buttate a 5 metri di profondità. La quinta settimana della prima fase è la cosiddetta "Hell Week", la settimana che da sola vede normalmente il 50% degli abbandoni del corso. Durante tale settimana, che ha un ruolo fondamentale nella "cultura interna" dei SEALs, gli allievi sono sottoposti a 5 giorni ininterrotti di addestramento fisico intensivo, con una media di 2-4 ore di sonno in tutta la settimana. Durante la Hell Week, è considerato "normale" esercitarsi ininterrottamente e senza dormire anche per 72 ore di fila, con lunghe ore in acque fredde, correndo nel complesso per circa 150 chilometri sulla sabbia e ripetendo serie di migliaia di flessioni, addominali e sollevamenti. Durante le corse ed i percorsi di guerra della Hell Week, le squadre portano ininterrottamente con loro 24 ore su 24, sollevate sopra la testa, delle pesanti barche da addestramento (IBS). I rischi di incidenti, lesioni ed ipotermia sono estremamente elevati, ed ogni evoluzione addestrativa è quindi seguita da squadre di istruttori e personale medico. Ogni sera, gli allievi vengono visitati dal personale medico militare, per verificare il loro stato di salute, e ricevono una profilassi antibiotica continuativa. Al termine della Hell Week, gli studenti ricevono due giorni di riposo totale, e vengono inviati alla seconda parte della prima fase, dove il ritmo addestrativo, per quanto intenso, viene opportunamente ridotto per permettere di recuperare le forze dopo la settimana precedente. In tale parte si continua con l'addestramento fisico, e si introducono i concetti di base della ricognizione idrografica.

 

La Seconda Fase consiste nell'addestramento acquatico e nella preparazione basica alle immersioni con autorespiratori, a circuito chiuso e aperto. Si svolge in gran parte in piscina e torri di immersione, ma prevede anche numerose sessioni di nuoto oceanico e canottaggio. Vengono condotte prove di "riparazione di urgenza" degli apparati di autorespirazione, svolte sott'acqua ed in condizioni realistiche, e si sperimenta la resistenza degli allievi a condizioni di acquaticità estrema, come decompressioni rapide da 2 atmosfere e nuoto subacqueo in apnea per 50 metri.

 

La Terza Fase, che si svolge in gran parte sulla San Clemente Island, California, prevede l'approfondimento di tecniche, tattiche e procedure operative di movimento e combattimento terrestre; tecniche di pattuglia ed imboscata; un'ampia introduzione teorico-pratica all'uso degli esplosivi e delle demolizioni controllate. È considerata la fase del BUD/S col minore numero di abbandoni.

Al termine della Terza Fase, gli allievi ricevono l'attestazione di superamento del BUD/S, e vengono avviati alla tappa formativa successiva: l'SQT (precedentemente denominato STT - SEAL Teams Training).

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
La marina italiana piu che la figura dell'incursore navale invento alcune tecnologie come il siluro a corsa lenta,

e alcuni barchini speciali.

 

Io infatti ho detto il concetto di incursore navale, il che implica anche la dottrina di impego, ovvero anche i mezzi.

 

Comunque sia, la questione dei soldi non c'entra, ripeto, sono l'addestramento e il carattere trasmesso alle reclute che fanno la differenza.

 

Perchè tu hai esperienze dirette di uno dei due corsi?

(intendo quello per il GOI o per i SEALSs)

 

Il BUD/S, conosciuto per essere uno dei più duri e brutali regimi di addestramento militare delle forze armate NATO, ha un tasso di attrito solitamente superiore all'80% degli allievi.

 

Per il Corso Incursori ogni anno si presentano dai 30 ai 40 candidati circa, solitamente conseguono il brevetto 3-4 allievi, qualche anno fa ci fu un solo brevettato.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

30-40 UOMINI la dice lunga sulla disponibilita di risorse.

 

 

Vorrei ricordare che logicamente le forze speciale sono formate da un numero molto ridotto di uomini, ma la cosa non deve trarre in inganno quando si parla di "selezione".

In sostanza se per un corso si presentano poche decine di persone saro comunque costretto a sceglierne alcune, perche altrimenti il ratio tra entrate e uscite si abbassa e il reparto si ridimensiona.

 

Ora, se ho a disposizione pochi candidati, la mia selezione sara un po falsata.

 

Se invece ho centinaia di aspiranti, posso alzare il livello di scrematura, perche tanto

riesco sempre a trovare quei 5-10 uomini che mi servono.

 

Comunque anche io avevo letto di una simile penuria in termine di aspiranti incursori della MM, e pure stiamo parlando di un arma che ha oltre 35000 effettivi, ma possibile che non si arrivi ad almeno 100 volontari?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il livello del COMSUBIN (e delle FS italiane in generale) non si discute.

 

E' difficile fare classifiche ma penso che giusto i SAS inglesi siano un pelo sopra gli altri (sia noi che americani).

 

Nel campo dei sommozzatori, i COMSUBIN sono i migliori al mondo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il livello del COMSUBIN (e delle FS italiane in generale) non si discute.

 

E' difficile fare classifiche ma penso che giusto i SAS inglesi siano un pelo sopra gli altri (sia noi che americani).

 

Nel campo dei sommozzatori, i COMSUBIN sono i migliori al mondo.

 

 

Concordo, lo Special Air Service è il corpo speciale migliore del mondo, sono superiori ai seal e ai loro alunni della delta force!!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Credo che il comsubin per fare operazioni contro navi non convenzionali siano i migliori al mondo;infatti un uomo del comsubin ha insegnato tutte le tattiche della x alle fs israeliani che in seguito hanno messo a segno l'affondamento dell'ammiraglia egiziana.

non scordiamo che il comsubin ha un record come finanziamenti ,26 milioni,e credo che poche altre fs possano avere un budget cosi ampio.i

inoltre nel varignano dovrebbero essere "nascosti"mezzi a noi sconosciuti :ph34r::ph34r::ph34r::ph34r:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

26 milioni,e credo che poche altre fs possano avere un budget cosi ampio.i

-----------------------------------------------------------------------------------

 

 

I seals avranno un budget 20 volte superiore!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
ho i miei dubbi che il COMSUBIN formi i migliori sommozzatori al mondo...

Illuminami chi è che in questo campo batte il comsubin?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
500 iarde (circa 455 metri) a nuoto in meno di 10 minuti;

80-90 flessioni in 2 minuti;

80-100 addominali (sit-up) in 2 minuti;

Almeno 20 trazioni alla sbarra (da posizione distesa);

1,5 miglia (circa 2,4 chilometri) di corsa con scarponi e pantaloni lunghi in meno di 9 minuti e 30 secondi.

Il BUD/S, conosciuto per essere uno dei più duri e brutali regimi di addestramento militare delle forze armate NATO, ha un tasso di attrito solitamente superiore all'80% degli allievi. Il suo obbiettivo è selettivo oltre che formativo (soprattutto per quanto riguarda l'Indoc e le prime due fasi).

 

Quelle flessioni le faccio in 3 giorni io...gli addominali forse allenandosi bene bene...20 trazioni ce la potrei fare...

Per la corsa ci metto una settimana!!! B-)B-)B-)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

gli indiani stanno tirando su una forza aeronautica non da poco

 

(essendo che la russia e nei caxxi visto che la cina da paese copiatore di armi è diventato copiatore migliore e a più basso costo, le vendite di armi rispetto al 2006 in russia sono calate di quasi il 20% i russi si alleano con l'india per abbassare i costi di produzione e in acmbio si dotano di aerei modernissimi come il SU-30MKI che ad esempio l'F-15E se lo mangia a colazione)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
500 iarde (circa 455 metri) a nuoto in meno di 12 minuti e 30 secondi;

Almeno 42 flessioni in 2 minuti;

Almeno 50 addominali (sit-up) in 2 minuti;

Almeno 6 trazioni alla sbarra (da posizione distesa);

1,5 miglia (circa 2,4 chilometri) di corsa con scarponi e pantaloni lunghi in meno di 11 minuti e 30 secondi.

Tali valori sono i minimi per poter essere considerati idonei all'inizio dell'addestramento. I valori considerati "competitivi" sono invece:

 

500 iarde (circa 455 metri) a nuoto in meno di 10 minuti;

80-90 flessioni in 2 minuti;

80-100 addominali (sit-up) in 2 minuti;

Almeno 20 trazioni alla sbarra (da posizione distesa);

1,5 miglia (circa 2,4 chilometri) di corsa con scarponi e pantaloni lunghi in meno di 9 minuti e 30 secondi.

Il BUD/S, conosciuto per essere uno dei più duri e brutali regimi di addestramento militare delle forze armate NATO, ha un tasso di attrito solitamente superiore all'80% degli allievi. Il suo obbiettivo è selettivo oltre che formativo (soprattutto per quanto riguarda l'Indoc e le prime due fasi).

 

Queli sono requisiti iniziaii, e non sono per niente eccezionali. Fate la prova con un amico che fà atletica a livello agonistico, pure un sedicenne, e ve li fà tutti senza problemi, solo nella prova di nuoto può essere una schiappa se non frequenta una piscina...Quelle prove servono solo a vedere se uno è sano e ha già una ottima forma, ma non sono niente di eccezionale.

 

E' dopo che viene il brutto, quando i requisiti crescono e lo stress aumenta per portare gli allievi al crollo mentale.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Concordo. Non è il mio campo (faccio salto triplo, non a livelli altissimi) ma quei livelli sono raggiungibilissimi.

 

50 addominali in 2 minuti è una boiata, senza sovraccarico (10, 15kg dietro la testa) viaggi vicino ai 2 ogni 3 secondi; e con un po di allenamento anche 42 flessioni sono possibili (è più una cosa di resistenza che di potenza).

 

2,4 kilometri io li faccio in 8 minuti circa, e vi ripeto non sono un corridore. I pantaloni lunghi non impacciano eccessivamente, e gli scarponi ti fanno faticare di più, ma 2,4 Km è una distanza breve. Anche qua nulla di impossibile.

 

Sul nuoto non mi esprimo, non me ne intendo; idem per le trazioni alla sbarra.

Modificato da Rick86

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Quelle prove servono solo a vedere se uno è sano e ha già una ottima forma, ma non sono niente di eccezionale.

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Quelle prove devono essere svolte una dopo l'altra, mica una ogni giorno.

 

Voglio vedere quanti di voi sarebbero capaci

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ospite intruder
gli indiani stanno tirando su una forza aeronautica non da poco

 

(essendo che la russia e nei caxxi visto che la cina da paese copiatore di armi è diventato copiatore migliore e a più basso costo, le vendite di armi rispetto al 2006 in russia sono calate di quasi il 20% i russi si alleano con l'india per abbassare i costi di produzione e in acmbio si dotano di aerei modernissimi come il SU-30MKI che ad esempio l'F-15E se lo mangia a colazione)

 

 

Ho qualche serio dubbio che ci sia qualcosa in circolazione capace di mangiarsi l'F15E, a colazione, pranzo o cena, mentre so per certo che l'Aereonautica Indiana è afflitta da enormi problemi che si traducono nella perdita di un aereo a settimana o poco meno. Il Sukhoi è una macchina impressionante, ma ha bisogno di un bjuon apparato logistico, di piloti bene addestrati, di infrastrutture costose. L'India ha tutto questo?

 

Attenzione, sono stato io a lanciare l'India in questa discussione, perchén è una forza in piena espansione, ma nascondere che ha dei problemi, e belli gorssi, è un altro paio di maniche.

Modificato da intruder

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Quelle prove servono solo a vedere se uno è sano e ha già una ottima forma, ma non sono niente di eccezionale.

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Quelle prove devono essere svolte una dopo l'altra, mica una ogni giorno.

 

Voglio vedere quanti di voi sarebbero capaci

 

Sono d'accordo...come al solito la gente fà tutto facile.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Questa discussione è chiusa alle risposte.
Accedi per seguirlo  

×