Jump to content

Attacco Nucleare


Recommended Posts

il marconi che missili nucleari avrebbe lanciato? quanti ne avrebbe trasportati? su questo sito ci sono un po' di notizie e devo dire che non era un brutto sottomarino se pensiamo che erano gli anni '60 e che era italiano. scommetto che fu progettato per i fattacci che successero nei primi anni sessanta, ma dopo fummo costretti ad abbandonare il programma per lo stesso motivo che dice legolas.

 

 

Il Marconi era un SSN, ma l' Italia comunque sviluppò un missile SLBM negli anni 70 ( Missile Alfa ).

 

 

alfa.jpg

Link to comment
Share on other sites

  • 2 months later...

scusate la mia ignoranza ma a cosa servono mine nucleari e siluri nucleari ???

 

Il piano NATO prevedeva l'utilizzo di alpini e fanteria d'Arresto come forze di interferenza e di arresto dell'avanzata, che avrebbero dovuto far guadagnare tempo sufficiente all'intervento delle armi atomiche statunitensi. Le forze in campo non avrebbero avuto possibilità di vittoria, ma avrebbero permesso l'utilizzo di mine nucleari e di artiglieria con proiettili atomiciSi trattava di mine terrestri di potenza estremamente variabile, da 0,1 a 15 kilotoni, e di peso contenuto ad una ventina di kg. Denominate "ADM" (Atomic Demolition Munition) o SADM (Special Atomic Demolition Munition), potevano essere trasportate da uomini o da paracadutisti, e sarebbero state usate per bloccare il transito nei colli di bottiglia dei passi alpini e sui ponti. L'inchiesta stimava la dotazione in 24 ordigni, che vennero consegnati intorno al 1963.

 

riguardo hai siluri nucleari per avere la certezza di distruggere il bersaglio.

Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...

sperando sia solo una curiosità destinata a rimanere tale, sarebbe interessante sapere se in caso di "lancio confermato" di ICBM le autorità darebbero annunci pubblici via tv, oppure per non avere panico nella consapevolezza che avviare potrebbe non servire, manterrebbero il silenzio. Sarebbe paradossale, o per meglio dire "grottesca" ,una diretta TV con la trasmissione degli schermi radar strategici delle tsestate che si avvicinano, le "simulazioni" dei punti di impatto previsto (sempre che i computer delle emittenti abbiano programmi adatti) e magari delle intervste-lampo a dei generali in pensione! Sarebbe comunque un momento di grande televisione...

Link to comment
Share on other sites

! Sarebbe comunque un momento di grande televisione...

 

? :ph34r:

 

Presumo che esistessero dei piani per questa emergenza; in Svizzera sarebbero suonate tutte le sirene d'allarme e tutti i canali radio e televisivi avrebbero dato le direttive del caso, ma sicuramente non si mettevano a intrattenere il pubblico.

Edited by motogio
Link to comment
Share on other sites

? :ph34r:

 

Presumo che esistessero dei piani per questa emergenza; in Svizzera sarebbero suonate tutte le sirene d'allarme e tutti i canali radio e televisivi avrebbero dato le direttive del caso, ma sicuramente non si mettevano a intrattenere il pubblico.

Sono rimasto - io pure - un po' perplesso, leggendo quanto ha scritto Simone.

Penso, peraltro, che anche in Italia vi siano piani di comportamento, simili a quelle della Confederazione Elvetica, nel malaugurato caso di attacco nucleare.

Edited by sorciverdi58
Link to comment
Share on other sites

Sono rimasto - io pure - un po' perplesso, leggendo quanto ha scritto Simone.

Penso, peraltro, che anche in Italia vi siano piani di comportamento, simili a quelle della Confederazione Elvetica, nel malaugurato caso di attacco nucleare.

 

peccato che siano vecchi della guerra fredda,e poi dato la velocia dei missili non ci sarebbe scampo.

Link to comment
Share on other sites

Bombe nucleari? guerra atomica? ma non è meglio farsi un piatto di spaghetti? secondo me sono tutti soldi sprecati...pensate a quanti bambini si potevano vaccinare e salvare dalla fame con tutti quei soldi che si sprecano in cose che non servono a niente. Ciao.

Caro redeagle, mi sa proprio che hai sbagliato forum, perchè essendo un forum che tratta argomenti di carattere militare le tue idee pacifiste non ci azzeccano niente!

Link to comment
Share on other sites

Bombe nucleari? guerra atomica? ma non è meglio farsi un piatto di spaghetti? secondo me sono tutti soldi sprecati...pensate a quanti bambini si potevano vaccinare e salvare dalla fame con tutti quei soldi che si sprecano in cose che non servono a niente. Ciao.

 

 

Red, che una spaghettata sia decisamente meglio di una guerra nucleare non ci piove, ma per il semplice fatto che qui si discuta di questa eventualità non significa automaticamente che gli utenti del forum se la augurino :-)

Edited by Blabbo
Link to comment
Share on other sites

Bombe nucleari? guerra atomica? ma non è meglio farsi un piatto di spaghetti? secondo me sono tutti soldi sprecati...pensate a quanti bambini si potevano vaccinare e salvare dalla fame con tutti quei soldi che si sprecano in cose che non servono a niente. Ciao.

 

Soldi sprecati ?

 

Una guerra termonucleare globale non si è mai, fortunatamente, verificata. L’Europa vive in pace dal 1945 e il livello di conflittualità attuale nel mondo è, a ben vedere, decisamente inferiore a quello dei decenni trascorsi. Perché non abbiamo avuto una “terza guerra mondiale” ? Le premesse c’erano.

 

Perché le armi termonucleari hanno sconsigliato l’impiego della forza, rendendo un possibile confronto armato fuori da ogni logica. Non nascondiamoci dietro ad un dito. Non sono stati i movimenti pacifinti ad impedire la guerra. La corsa agli armamenti è costata molto, troppo. Ma il ricorso alla “non violenza” ci sarebbe costato molto di più. La guerra è senz’altro l’ultima scelta possibile, bisogna ricorrervi solo quando ogni altra opzione risulti impraticabile.

 

Con 50 milioni di euro si possono acquistare 50 bombe nucleari. O costruire un paio di ospedali moderni, vaccinare decine di milioni di persone, costruire case per i senza tetto e così via…

Ma non ho mai sentito dire: “con i soldi che guadagna Valentino Rossi potremmo salvare la vita a milioni di bambini”. Due pesi e due misure ?

 

Quanto vale la deterrenza ? L’aver impedito una guerra mondiale ha consentito a miliardi di persone di condurre una vita tranquilla. Le bombe non risolvono nulla ? L’Europa ha aspettato troppo prima di opporsi a Hitler. E se avessimo continuato a tergiversare oggi parleremmo tutti il tedesco e al posto degli spaghetti…

 

Avremmo potuto spendere meno in armamenti ? Ecco una domanda più sensata.

Link to comment
Share on other sites

Sono rimasto - io pure - un po' perplesso, leggendo quanto ha scritto Simone.

Penso, peraltro, che anche in Italia vi siano piani di comportamento, simili a quelle della Confederazione Elvetica, nel malaugurato caso di attacco nucleare.

 

 

inoltre se ricordo bene in svizzera molti edifici se non tutti hanno un rifugio (ma era il 1982 e ero piccino..mio padre mi raccontava come nelle case che aveva visto, inclusa la nostra ci fosse un rifugio)

iin italia non siamo in queste condizioni e un annuncio senza rifugi da poter raggiungere in tempi brevi, non so quante vite salverebbe.

 

sulla bomba a neutroni. da quel che so io e' stata creata per non distruggere troppo le infrastrutture, ma fare piazza pulita delle forme viventi.

ma la radioattivita non e' un problema essendo il decadimento molto rapido. quindi la "distruzione infrastrutturale" non ci sarebbe.

Edited by nik978
Link to comment
Share on other sites

in svizzera c'era una legge che costringeva ogni famiglia ad avere un rifugio anti atomico, anche nelle palazzine!

poi nelle autostrade era possibile atterrare con aerei militari, e lateralmente erano presenti anche piccoli bunker, per fermare l'avanzate di una possibile nazione conquistatrice.

Per parlare ancora di bunker, chiedete agli amici albanesi quanti miliardi di lek, ha speso Hoxha, per dotarsi di bunker in tutta l'albania!!! Lo maledicono ancora!!

Link to comment
Share on other sites

  • 2 months later...

Non mi sembra se ne sia parlato, ma credo si possa dire che se un ipotetico attacco nucleare fosse partito da basi terrestri, sarebbe stato immediato conoscre l'identità dell'aggressore, ma amio parere non sarebbe stato così facile in caso di SLBMs, salvo determinanti contributi di Intelligence, che potrebbero essere fuori dalla possibilità di molti Stati.

imaginiamo che dal bel mezzo del Pacifico parta un flusso di missili, diretti verso la federazione Russa: a logica potrebbe essere un Boomer Americano, ma anche uno Ingles-sono molto silenziosi, avrebbe potuto anche arrivare fin lì senza essere sentito da nessuno-, oppure uno francese. O un cinese . A prescindere dalle possibili motivazioni, la dottrina prevede che si attui una risposta proporzionale, possibilmente rapida perchè le testate volano molto velocemente, ma in questo caso, come si può sapere chi "punire"?

Link to comment
Share on other sites

io credo che non si saprebbe perchè nel momento in cui il missile o quello che sia venga individuato la nazione in cui è diretto invierebbe le sue testate su la presunta lanciatrice delle prime e così via fino all'annientamento della specie umana e di tutto cio che questo comporterebbe

ma speriamo che non succeda mai tutto ciò neanche in minima parte e meno male che c'è stato il trattato start (anche se pure quelle che rimangono basterebbero a distruggere non so quante volte la terra) sperò ci saranno altri di questi trattati fino all'eliminazione totale di questo tipo di armi "da non usare"

p.s. anch'io voto spaghetti

Link to comment
Share on other sites

La dottrina occidentale, e quella inglese in particolar,e impone di agire con un second strike dopo esser stati colpiti, in particolare gli SSBN hanno proprio questa funzione: rendere costosissimo alla russia un qualsiasi attacco contro le isole britanniche visto che un singolo vanguard non può certo garantire la MAD.

 

Nel caso di un singolo sottomarino che lanci credo che si proceda a buon senso visto che nessuno comincia una guerra nucleare in maniera così limitata, la riprova è l'incidente durante able archer in cui il sistema di allarme precoce sovieticò identificò 5 lanci di ICBM e l'ufficiale in carica non diede l'allarme giudicando irreale un escalation così limitata.

Link to comment
Share on other sites

a mio parere non sarebbe stato così facile in caso di SLBM

 

Beh, scartando l'opzione cinese (la Cina è ancora molto indietro nel campo degli SLBM e non aveva capacità in questo settore a tutto il periodo della Guerra Fredda) non è che ci siano molti ragionamenti da fare.

 

Solo gli USA possono lanciare un attacco massiccio di SLBM contro la Russia, e viceversa (anche se la flotta SSBN russa è al momento in condizioni lontane dai fasti del passato). Nessun senso avrebbe lanciare un attacco limitato (la ritorsione sarebbe comunque totale, tanto vale sparare subito tutto ciò di cui si dispone) e di sicuro Francia o Inghilterra non attaccherebbero mai per primi (sarebbero annientati) così come non lo farebbe la Cina (le cui capacità nucleari sono assolutamente insufficienti a condurre un first-strike).

Pertanto, un lancio di SLBM contro la Russia provocherebbe immediatamente una risposta ritorsiva contro gli USA, e viceversa, senza alcuna necessità di indagare più di tanto sull'identità del boomer.

In ogni caso, posizioni e santuari dei boomer sono note ai servizi segreti, con un certa approssimazione ovviamente. L'uscita dai porti, le rotte comunemente seguite, le aree di stazionamento, le impronte sonar... ci sono vari elementi in base ai quali un attaccante potrebbe essere correttamente individuato.

 

Tutto questo ha un valore squisitamente teorico e accademico, naturalmente.

 

Quanto all'allarme nucleare, credo che oggi nessuna nazione abbia un piano di allarme per la popolazione, quelle erano cose tipiche dei periodi più bui della Guerra Fredda, peraltro più indirizzate all'arrivo di bombardieri atomici che non di testate balistiche. Un lancio multiplo ICBM - SLBM, infatti, comporterebbe tempi di preavviso minimi per la popolazione (non scordiamoci che ci vuole del tempo affinché dal momento dell'avvistamento e corretta qualificazione dell'attacco, l'informazione sia passata a chi materialmente dovrebbe garantire la diffusione dell'allarme). In passato esisteva un controllo centralizzato che permetteva di diramare rapidamente messaggi urgenti attraverso la radio e la televisione, oggi non c'è nulla del genere.

Link to comment
Share on other sites

ma un lancio SLBM non puo essere visto come "2 o 3a salva"?

 

prendiamo le uniche due potenze attualmente in grado di gestire un attacco nucleare articolato su obbiettivi civli/industriali/militari. quindi USA e Russia..

Entrambe colpirebbero anche i rispettivi silos..ci sono vari scenari su che % di silos e obbiettivi colpire con la prima salva

Di fatto non si possono colpire tutti i silos e gli obbiettivi dell'avversario con un first strike.

Credo che a fine anni 70 ci fosser un migliaio di silos tra usa e urss..senza contare bombardieri, mezzi semoventi e ovviamente sommergibili..

http://books.google.com/books?id=gAoAAAAAMBAJ&pg=PA22&lpg=PA22&dq=total+number+icbm+usa&source=bl&ots=-P9gXN3GXz&sig=rAH5CE-R5FzHK6wI5my3MWPpv84&hl=it&ei=IGfXTNyOGJGksQOt5bGNCw&sa=X&oi=book_result&ct=result&resnum=4&sqi=2&ved=0CC0Q6AEwAw#v=onepage&q=total%20number%20icbm%20usa&f=false

 

comunque un attacco sicuramente colpirebbe anche i silos (o forse tutti i silos prima?)..quindi un sommergibile potrebbe muoversi e continuare a rispondere anche se ci fosse un deficit di silos sul terreno..

Ma un first strike condotto dai sommergibile non mi sembra "numericamente" sufficiente.

Come gia detto quando si inizia un attacco nucleare, lo si fa senza risparmio di energie (purtroppo..) e,seppur siano discorsi accademici ovviamente, non vedo altri scenari possibili oltre and un MAD.

 

Ripeto..scenario USA, Russia...se il vecchio KIM o chi per lui lancia quattro missili a caso, ci si limita a radere al suolo il paese lanciatore.ma sono scenari molto inverosimili.

 

SUlle contormisure per diminuire le perdite civilI: credo che mai come ora il costo sarebbe altissimo. La guerra fredda, pur mettendo in conto un endemico aftermath molto elevato, faceva tenere in piedi strutture di comunicazione e (come la svizzera di cui sopra) di "safety" da fallout. senza contare che si parla di pochi minuti nel caso di missili "moderni"..

Ora tutti questi sistemi non sono piu in atto e credo che un MAD porterebbe ad un dimezzamento o piu della popolazione mondiale

 

Sottolineo un bel "Docudrama" della BBC degli anni 80

THREADS...si trova su google video senza problemi..

a mio parere e' fatto bene, rimanendo ovviamente nel campo non troppo tecnico e piu in quello delle conseguenze sulla societa'..

Edited by nik978
Link to comment
Share on other sites

  • 2 months later...

Tornando al discorso tecnico, mi è venuto un dubbio.

 

Sappiamo che gli USA hanno prodotto anche le bombe ER, quelle ad alta radiazione.....le bombe ai neutroni.

Sul forum ho letto che queste diavolerie sono state concepite per fermare l'avanzata dei carri sovietici che, essendo corazzati, sono bene schermati dalle radiazioni.

 

Percui in Germania e pianura padana tutti morti ma tutto intatto.

 

Aeronautica a parte, la controffensiva era lavoro dell'esercito: infatti c'era il 155 mm, l'honest john e le adm.

Da quello che so io queste armi non avevano in dotazione testate ad alta radiazione, ma le semplici w-31 o w-7 (mai sentite)

 

L'MGM-52 Lance invece aveva la w-70, che alcuni dicono fosse una testata ER, altri no.

 

Ma alla fine noi ce l'avevamo sto tipo di bomba o no? :blink:

Link to comment
Share on other sites

La bomba al neutrone è una delle armi più segrete e dibattute dell'arsenale NATO, ad ogni modo si sa che sicuramente erano presenti come munizioni d'artiglieria da 155 e nella scocca delle B-61, ma non è chiaro se siano state mai fornite agli alleati o dispiegate in Italia, nè è chiaro il loro status attuale.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...