Jump to content
maverik1

SAAB JAS-39 Gripen - discussione ufficiale

Recommended Posts

Non saprei dire se ad aver messo fuori gara il Gripen IN (qualora il rumor trapelato fosse confermato) sia stata l'indiretta concorrenza del Tejas o piuttosto la qualità degli avversari.

 

In realtà il Tejas sembra essere destinato al fallimento, visto che il programma indiano per lo sviluppo autoctono di un aereo di 4.5 generazione ha raccolto delusioni e problemi sotto ogni aspetto (praticamente dall'aerodinamica al motore, passando per suite avionica e radar, tutto si è rivelato insufficente). Probabilmente gli indiani si stanno rendendo conto che sviluppare da zero un aereo con determinati contenuti tecnologici non è una questione solo di soldi, ma anche di conoscenze e know-how. Quindi è giunto per loro il momento di operare scelte un pò più lungimiranti ed economicamente paganti.

 

Io credo che il Tejas verrà abbandonato o temporaneamente accantonato per favorire una scelta di più alto profilo nel bando MMRCA (che ricordo non è una commessa a breve termine, visto che andrà prima costruito l'impianto per la linea di assemblaggio in loco) ed è questa la vera ragione della possibile esclcusione del Gripen: semplicemente l'aereo svedese ha trovato avversari troppo al di sopra delle sue caratteristiche (idem per il Mig-35 Fulcrum F, il quale però è favorito dal fatto che gli Indiani hanno dimistichezza con le macchine russe).

 

L'Eurofighter è oggettivamente il velivolo più caro (si parla addirittura di 105/110 milioni di dollari per esemplare, ma non è dato sapere cosa includa l'offerta al di là di velivoli T3 implementati del CAESAR), ma per questo bando il governo indiano ha stanziato la bellezza di 10 miliardi di dollari più altri 2 di riserva (per un ordine di almeno 126 esemplari).

Edited by paperinik

Share this post


Link to post
Share on other sites

Programma brasiliano F-X2: Saab presenta offerta

 

gripen3.jpg

 

Saab ha consegnato al comandante dell’aviazione militare brasiliana la propria offerta relativa al programma F-X2 dal valore potenziale di 1.9 miliardi di euro per la fornitura di 36 nuovi caccia multiruolo destinati al paese sudamericano. L’offerta è la risposta alla richiesta di proposta formale fatta dal Brasile nell’autunno 2008. Saab offre il Gripen NG (Next Generation), una versione migliorata del collaudato caccia Gripen che ha dimostrato di avere costi di acquisto, operativi e di mantenimento molto bassi. Il programma relativo al Gripen NG prevede uno sviluppo dell’avionica e di tutti i maggiori sensori preesistenti, inclusi quelli per la comunicazione dati, i sistemi di autodifesa e l’integrazione degli armamenti, nonché miglioramenti alla cellula dell’aereo e alla propulsione. Il velivolo avrà spinta, carico utile e raggio d’azione maggiori. Come da prassi offerto anche un pacchetto di cooperazione industriale, con effetti duraturi per quanto riguarda l’industria della difesa nazionale brasiliana come, per esempio, il suo coinvolgimento diretto nello sviluppo, nella produzione e nella manutenzione della piattaforma e il trasferimento di tecnologie chiave, incluso l’accesso al codice sorgente del Gripen. Questi pacchetti industriali implicheranno vincoli contrattuali. Il programma di trasferimento tecnologico permetterà inoltre il pieno coinvolgimento nello sviluppo delle capacità future, offrendo al Brasile sicurezza nazionale a lungo termine e superiorità tecnologica. “Il Gripen NG porterà a una partnership a lungo termine tra Brasile e Svezia, all’interno di un programma per aerei caccia che è ben consolidato e in continuo sviluppo. Il Gripen manterrà la sua posizione tecnologicamente all’avanguardia per i prossimi 30-40 anni” afferma Åke Svensson, CEO di Saab. Il caccia Gripen è in servizio nelle aviazioni militari di Svezia, Repubblica Ceca, Ungheria e Sudafrica e inoltre è stato ordinato dall’aviazione reale tailandese. L’Empire Test Pilot School (ETPS) del Regno Unito utilizza il Gripen a livello mondiale quale piattaforma avanzata di jet veloci per piloti collaudatori. I rivali del Gripen sono l’F/A-18E/F Super Hornet di Boeing (equipaggiato con radar AESA APG-79 su concessione del governo statunitense) e il Rafale di Dassault, la quale può vantare una cooperazione già avviata in passato con i Mirage III e Mirage 2000.

 

8 Feb 2009 (www.difesanews.it)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder

Non sono dio, posso sbagliare e sono qui per ammetterlo, ma ho come la sgradevole impressione che questa specie di Calimero finirà per fare le scarpe a EFA, Rafale, Super Hornet, Sukhoi, Pak-fa...

Share this post


Link to post
Share on other sites

...tutto dipende dal tipo di bando. Se c'è un budget elevato verranno preferiti i fratelli maggiori.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come si è già detto per aspirazioni e dimensioni territoriali sono altri gli aerei che servirebbero al brasile, Super Hornet su tutti, e politicamente il Rafale parte senz'altro avvantaggiato, anche se il Gripen potrebbe essere un ottima risposta alla crisi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
anche se il Gripen potrebbe essere un ottima risposta alla crisi.

 

E' proprio questo un punto chiave che potrebbe volgere a favore del Gripen che è in grado di offrire un ottimo rapporto qualità prezzo, aspetto che in un periodo di vacche magre potrebbe risultare determinante.

Edited by Blue Sky

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sì ma quando il periodo di vacche magre finisce o, peggio, degenera, ti ritrovi a fronteggiare un caccia pesate avanzato (il Su-30, per intenderci) con un avanzato caccia leggero. Non mi attacco ai termini, per carità, ma per fronteggiare, anche solo in una mostra di muscoli, l'ultimo Flanker, hai bisogno per lo meno di un caccia bombardiere medio della classe del Tifone.

 

Il Gripen lo vedo bene in paesi con una politica estera prettamente regionale come, appunto, Sud Africa e Thailandia. Per uno che gioca a fare la superpotenza (anzi, non gioca affatto) il Gripen è troppo poco. IMHO. poi chi ce lo dice che anche una grande potenza del BRIC non si accontenti, gli attuali bovini sono davvero scheletrici...

 

A 'sto punto patteggio per il Tifone naturalizzato francese. smilewlafranciaya0.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sì ma quando il periodo di vacche magre finisce o, peggio, degenera, ti ritrovi a fronteggiare un caccia pesate avanzato (il Su-30, per intenderci) con un avanzato caccia leggero. Non mi attacco ai termini, per carità, ma per fronteggiare, anche solo in una mostra di muscoli, l'ultimo Flanker, hai bisogno per lo meno di un caccia bombardiere medio della classe del Tifone.

 

Indubbiamente d'accordo sul tuo punto di vista ma la scelta del Gripen potrebbe essere obbligata per la mancanza di fondi, il che fa la ricadere la stessa su un compromesso accettabile! ;)^_^

Edited by Blue Sky

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder

sviluppo congiunto di un radar AESA (Active Electronically Scanned Array) basato sul Vixen unito ad alcune funzionalità del PS-05/A di Ericsson, destinato al Gripen NG (Next Generation). In particolare l’accordo, finalizzato nel breve periodo a soddisfare i requisiti brasiliani relativi al programma F-X2 per la fornitura di 36 nuovi caccia multiruolo, mira a costituire una collaborazione di lungo periodo tra Selex e le due unità Saab Aerosystems e Saab Microwave Systems.

 

Il Gripen NG, una versione migliorata del collaudato caccia Gripen che ha dimostrato di avere bassi costi di acquisto, operativi e di mantenimento, prevede uno sviluppo dell’avionica e di tutti i maggiori sensori preesistenti sulle attuali versioni C/D, inclusi quelli relativi a comunicazioni, autodifesa, armamenti, nonché miglioramenti alla cellula dell’aereo e alla propulsione. Il velivolo avrà spinta, carico utile e raggio d’azione maggiori. Tali miglioramenti sono in fase di collaudo avanzato a bordo della piattaforma tecnologica Gripen Demo.

 

Il caccia Gripen è in servizio nelle aviazioni militari di Svezia, Repubblica Ceca, Ungheria e Sudafrica e inoltre è stato ordinato dall’aviazione reale tailandese. L’Empire Test Pilot School (ETPS) del Regno Unito utilizza il Gripen a livello mondiale quale piattaforma avanzata di jet veloci per piloti collaudatori.

 

www.difesanews.it

 

 

gripen3.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vi voglio proporre questa foto (tratta da Airliners.net) per evidenziare un dettaglio costruttivo del Gripen (quello raffigurato appartiene alla forza aerea magiara) particolarmente interessante: la sonda per il rifornimento in volo.

Essa, al contrario dei sistemi più tradizionali (imbuto o sonda estensibile) adotta un sistema decisamente desueto, ovvero una sonda telescopica. Immagino che la sua realizzazione non sia stata semplice, rendendo ancora più merito ai progettisti svedesi.

1514847.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chiedo scusa Pap.

Ma quella specie di incavo sotto il muso..è un attacco per missili A-A semibagnato?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se non sbaglio il Flanker ne ha una simile...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder

Thailand Shelves Follow-on Gripen Acquisition

 

The acquisition of six additional Swedish Gripen fighters by the Royal Thai Air Force has fell victim to the economic turmoil in Thailand. The Thai government decided to slash half a billion $US (20 billion Baht) off the current national defense budget, and most of the amount is expected to be saved by the elimination of about 15 billion baht, slated for the acquisition of the six additional Gripens.

 

Thailand has already acquired six Gripen fighter jets at a cost of 19 billion baht, to be delivered in 2010, replacing aging F-5 fighters scheduled to be decommissioned in 2011. While the decision is not likely to have a critical effect on the air force operations in the near term, since the Gripens has yet to entered operational service, it will have implications of the life cycle cost of the small fleet. The Thais will find that supporting such a small fleet will be extremely expensive and the operational benefit of only six aircraft will be questionable. Therefore, they are likely to revisit their decision in the future, as the economical and political conditions in the country improve.

 

http://www.defense-update.com/newscast/050...hai_120509.html

Share this post


Link to post
Share on other sites

Notiziola da leggere con attenzione (da flightglobal)

 

 

Gripen revives war of words over Norwegian fighter assessment

 

Saab-led Gripen International has revived its war of words linked to the Norwegian defence ministry's selection of Lockheed Martin's F-35 Joint Strike Fighter and rejection of its Gripen NG offering last November.

 

The move comes as the next-generation version of the Swedish fighter is in the final phase of competitions in Brazil and Switzerland, and as Saab attempts to revive stalled procurement efforts in three eastern European states.

 

Oslo prompted a furious response from Saab chief executive Åke Svensson last year after eliminating the Gripen from its fighter contest on the grounds that the design "does not satisfy Norwegian requirements".

 

Branding the evaluation process "incomplete, or even faulty", Svensson challenged a decision by evaluators to more than treble his company's guaranteed bid price from NKr55 billion ($8.9 billion) to NKr195 billion: NKr30 billion higher than a JSF figure recently confirmed as only an estimate.

 

Saab was also angered by Norway's conduct of three secret simulations, which evaluators say favoured the F-35. The company subsequently launched its own series of 50 simulations involving the Gripen NG, JSF and a threat force represented by Sukhoi Su-35s, using all available data on the aircraft, countermeasures equipment and missile performance, it says.

 

Peter Nilsson, vice-president operational capabilities for Gripen International, says the results quash Lockheed's marketing claims that the JSF is over six times more capable than current-generation fighters in air-to-air combat.

 

Noting that a four-versus-four scenario between F-35s and Su-35s would pit eight Raytheon AIM-120D Amraam missiles and eight AIM-9X Sidewinders against 48 Vympel R-77s and eight R-73s, he comments: "They'd better be invincible. Because if you can't get past the 'Flankers' you'll never get to a ground target."

 

Saab's simulations saw the MBDA Meteor- and Diehl BGT Defence IRIS-T missile-equipped Gripen NG defeat the Su-35 at a ratio of 1:6 to 1. "For JSF it's the other way round," says Nilsson.

 

 

In sostanza SAAB sostiene la superiorità del suo Gripen NG nei confronti dell'F-35.

 

NB: Relata refero ;)

Edited by Rick86

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh ognuno tira l'acqua al proprio mulino...fra la Lockheed che asserisce che l'F-35 è 6 volte superiore nel combattimento aereo a qualsiasi altro avversario e la Saab che sostiene che il Gripen prevale sul Su-35 in un rapporto di 1:6 a 1, la verità starà più o meno in mezzo.

 

Ovvero: l'F-35 sarà un ottimo caccia nel futuro, ma il Gripen è una scelta immediata validissima.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho notato che la Saab per il programma Gripen ha una versione del proprio sito ufficiale interamente in lingua italiana. Mi chiedo per quale motivo visto che non mi risulta esserci mai stato un interesse (ne un'offerta) da parte italiana per il piccolo delta-canard sevedese. Mi sono forse perso qualcosa? Saab cerca di competere con l'F-35 in Italia o il sito e` stato semplicemente creato per informare i cittadini svizzeri di madre lingua italiana?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ho notato che la Saab per il programma Gripen ha una versione del proprio sito ufficiale interamente in lingua italiana. Mi chiedo per quale motivo visto che non mi risulta esserci mai stato un interesse (ne un'offerta) da parte italiana per il piccolo delta-canard sevedese. Mi sono forse perso qualcosa? Saab cerca di competere con l'F-35 in Italia o il sito e` stato semplicemente creato per informare i cittadini svizzeri di madre lingua italiana?

 

Solo per informare i cittadini svizzeri di madre lingua italiana, se il link che hai trovato coincide con quello che avevo postato qui:

 

La valutazione per la sostituzione parziale dei Tiger (Messaggio #232)

 

 

Se controlli il mio post vedrai che anche l'Eurofighter e il Rafale hanno la versione Italiana.

Share this post


Link to post
Share on other sites

A me dispiace che il Gripen non sia acquistato da più Paesi, perchè a mio avviso è bene che nell'industria egli armamenti ci sia la massima pluralità possibile; non mi sembra tecnicamente "positivo" che alla fine rimanga un gigante in condizioni di monopolio.

A mio avviso la Saab dovrebbe unirsi con il consorzio che ha fatto Eurofighter per progettare un aereo davvero stealth concorrenziale con 'F-35, magari paetendo proprio dal Gripen

Share this post


Link to post
Share on other sites
A me dispiace che il Gripen non sia acquistato da più Paesi, perchè a mio avviso è bene che nell'industria egli armamenti ci sia la massima pluralità possibile; non mi sembra tecnicamente "positivo" che alla fine rimanga un gigante in condizioni di monopolio.

A mio avviso la Saab dovrebbe unirsi con il consorzio che ha fatto Eurofighter per progettare un aereo davvero stealth concorrenziale con 'F-35, magari paetendo proprio dal Gripen

 

 

E con chi dovrebbe progettarlo questo stealth? In europa per molti anni non si progetteranno nuove macchine da combattimento e non c'è requisito, senza considerare che nessuno ha esperienza con gli stealth.

 

Poi partendo dal gripen che dovrebbero fare? Il gripen stealth? Ci puoi lasciare giusto i motori, che sono americani.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il Gripen NG, ultima evoluzione del Gripen, non ha avuto per adesso fortuna nei vari concorsi in cui è stato presentato....ma tutt'altro si può dire della versione precedente...

 

Se non è un successo aver venduto il Gripen a 4 stati esteri (dall'Europa all'Asia, passando per l'Africa), mi domando allora quale lo è!?

Se poi consideriamo che l'aereo è stato interamente progettato e sviluppato da un'unica industria aeronautica i meriti raddoppiano.

 

Lo stupefacente Typhoon, frutto dell'esperienza di 4 stati, è stato piazzato -non senza difficoltà- in sole due aeronautiche estere.

Il superbo Rafale ha fatto poi molto peggio, riuscendo (?), dopo oltre un decennio in cui viene proposto a dx e sx, a trovare il gradimento di una forza aerea straniera (notizia di ieri....fra l'altro confermata e poi smentita).

Share this post


Link to post
Share on other sites

su volare di questo mese c'è scritto che l'inghilterra potrebbe comprarne qualcuno con il radar aesa italiano per i compiti expeditionary, lasciando ai typhoon il ruolo di difesa aerea.

 

Anche l’Empire Test Pilots’ School del Regno Unito utilizza il Gripen come piattaforma avanzata d'addestramento per jet veloci per piloti in tutto il mondo.

Edited by FrancescoBaracca

Share this post


Link to post
Share on other sites
Anche l’Empire Test Pilots’ School del Regno Unito utilizza il Gripen come piattaforma avanzata d'addestramento per jet veloci per piloti in tutto il mondo.

 

Giustissima precisazione: avevo maldestramente dimenticato che il Gripen serve anche la Corona Britannica oltre la Corona Svedese... (tant'è che mantiene le insegne svedesi).

 

Etps_jas39b_gripen_arp.jpg

Edited by paperinik

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il ministro della difesa Brasiliano ha fissato per il prossimo 21 settembre il termine ultimo per la presentazione delle offerte da parte di Dassault (per il Rafale), aggiungendo che anche gli altri 2 contendenti potranno modificare le loro offerte. Anche se in realtà i giochi sono già fatti...

 

Comunque ecco la sua dichiarazione in merito (perdonate la mancanza di traduzione).

 

“Now we have to evaluate the proposals. The commitments that President Sarkozy made will have to be confirmed by Dassault’s offer…. there has been a political decision of the President to expand the strategic alliance with France…. for this policy decision to come into effect, it depends on Dassault and also the others, because there needs to be a comparative evaluation.”

 

The Brazilian air force (FAB) still expects to complete the technical review process by the end of October 2009, for delivery to the Minister of Defense and the President. The final decision will be the President’s – and Lula has already expressed his clear preference, unless Dassault does something to change it via adverse pricing and financing terms or issues with technology transfer".

da Defence Industry Daily

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×